mercoledì, novembre 30, 2011

FESTIVAL 2012: i primi nomi degli artisti annunciati da un settimanale...

Tv Sorrisi e Canzoni lancia i suoi nomi dei papabili artisti in gara nella categoria Big al Festival di Sanremo 2012, alcuni dei quali circolavano già da tempo sul web. Si insiste infatti sulla possibile presenza di Nina Zilli, del vincitore di Sanremo 2005 Francesco Renga, di Samuele Bersani (che manca all’Ariston dal 2000 quando presentò il brano ‘Replay’), di Nek, e si punta su tre cantanti usciti dai talent, ovvero Noemi, Marco Mengoni (terzo nel 2010) e Annalisa Scarrone di Amici 10. Il settimanale diretto da Alfonso Signorini non menziona invece Morgan (che al Corriere di Como ha annunciato che il prossimo anno andrò a Sanremo e sarò in gara), Loredana Errore, Alessandra Amoroso, Emma, Valerio Scanu e Marco Carta, entrambi in cerca del rilancio discografico, e Syria, reduce dal talent flop Star Academy, che pure erano tra i più citati su internet.
Ma mentre Tv Sorrisi e Canzoni scrive che Nina Zilli, Francesco Renga, Samuele Bersani, Noemi, Nek, Marco Mengoni e Annalisa Scarrone hanno già depositato un loro pezzo, i due ex concorrenti di X Factor non danno proprio per certa la loro presenza al Festival di Sanremo 2012 che andrà in onda su Rai Uno dal 14 al 18 febbraio. Il vincitore della terza edizione del talent che fu di Rai Due ha infatti dichiarato che ha molte canzoni nel cassetto ma non sa se il tour gli permetterà di andare al festival, mentre la vincitrice morale di X Factor 2 a Verissimo ha confessato che al momento non mi è arrivato nessun invito per partecipare a Sanremo. Per andarci dovrei avere la canzone giusta, perché a Sanremo in tre minuti ti giochi veramente tutto. Se avessi il pezzo giusto e Morandi mi chiamasse accetterei molto volentieri.
Tra le tante indiscrezioni che girano intorno all’edizione 2012 del Festival di Sanremo si fa sempre più concreta la partecipazione di Tamara Ecclestone al fianco di Gianni Morandi: stando a quanto riportato dall’Ansa e da Sorrisi il conduttore sarebbe volato a Londra insieme al direttore artistico Gianmarco Mazzi e all’agente Lucio Presta per incontrare la figlia del patron della Formula 1 e definire con lei i dettagli della sua presenza sul palco del Teatro Ariston.
La bella e ricchissima 27enne modella e conduttrice, nata a Milano e nota in Italia per aver seguito su Sky Sport la stagione 2009 di F1, sarebbe dunque in pole position per affiancare Morandi in una, o forse addirittura in tutte le cinque serate del Festival.
Sorrisi rivela anche un’altra grande novità di Sanremo 2012: a quanto pare nella serata del giovedì gli ospiti internazionali canteranno anche una canzone tradizionale italiana. (fonte televisionando.it)

PALAZZO ODDO: “QUATTRO PASSI NEL FANTASTICO”

Prosegue “Quattro passi nel Fantastico (invito alla lettura di…)”, breve excursus attraverso il sottogenere della letteratura fantastica, organizzato da Maurizio Natoli (che ne ha curato anche i testi e la regia) in collaborazione con l’AISPES e con il patrocinio dell’Ufficio Cultura del Comune di Albenga e della Palazzo Oddo Srl. Scopo delle serate, comunque lontane dallo schema-conferenza/lezione universitaria o paratale, è quello di proporre, attraverso la voce di attrici e attori i pensieri e le parole di alcuni scrittori che, frequentando (maestri indiscussi del genere) i meandri della mente libera, sono stati folgorati da visioni e intuizioni che hanno anticipato le moderne concezioni scientifiche, cosmogoniche e psicologiche.
Il terzo incontro, Venerdì 2 Dicembre alle ore 21.00 nella Musikalische WunderKammer al quarto piano di Palazzo Oddo, in Via Roma ad Albenga, sarà incentrato sulla figura di Herbert George Wells, meglio conosciuto come H.G. Wells, scrittore britannico tra i più popolari della sua epoca, autore di alcune opere fondamentali della fantascienza e del genere narrativo. Le letture saranno a cura di Milli Conte, Carla Migliardi e Maurizio Clementi.
“Così siamo arrivati al terzo passo nel fantastico, dove incontreremo H. G. Wells: che ne si conosca o meno il nome davvero non ha alcuna importanza, di certo praticamente tutti conoscono almeno uno dei suoi temi, dai quali sono stati anche tratti film di grande successo”, dichiara Maurizio Natoli, nel presentare la serata.
“Ma nel corso del nostro incontro affronteremo i racconti meno frequentati, più aderenti alle itmotiv che abbiamo scelto; incontreremo l’H.G. Wells del fantastico, del mondo dell’onirico, quello più attento alla psiche che alla scienza ed alla politica”, prosegue. “Già, perchè il Nostro è l’autore de ‘La Guerra dei Mondi’ – che a parte il magnifico film di Spielberg - nello scherzo organizzato da Orson Welles, nel 1938 gettò milioni di americani nel panico (e nelle strade) terrorizzati dal radiodramma, spacciato per una radiocronaca. È l’autore de ‘L’Uomo Invisibile’, della ‘Macchina del Tempo’ e dell’ ‘Isola del Dottor Moreau’. Milli Conte e Carla Migliardi, assieme questa volta a Maurizio Clementi, apriranno la ‘Porta nel Muro’, ci prenderanno per mano per attraversare il ‘Paese dei Ciechi’, incontreremo il sig. Plattner e la sua strana avventura, per finire nella Bottega Magica”.
“Sarà un viaggio attraverso la straordinaria sensibilità e l’intuito di uno di quegli scrittori che avevano visto il futuro, e che si erano ritirati dalla finestra inorriditi dalle tremende possibilità di distruzione che l’avanzata tecnologica avrebbe permesso da lì a poco. Gli avvenimenti futuri gettano la loro ombra verso il passato, diceva qualcuno, ed evidentemente Wells l’aveva visto quest’ombra e ne aveva intuito sia le potenzialità che i pericoli, che essenzialmente erano - e sono - dovuti alle diverse velocità con cui si muovono scienza e coscienza, l’uno senza l’altro, come diceva Rabelais, non sono che la rovina dell’anima”, conclude Natoli.

MEMORIAL MILITARI CADUTI IN RUSSIA L’intervento del Sindaco di Albenga Rosy Guarnieri

“Grazie a tutti, per essere qui. A cominciare dal Console Generale della Federazione Russa, Evgeny Boykov, che con grande sensibilità ha voluto essere presente qui con noi oggi, e dall'Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, nella persona del Presidente Enrico Albertazzi, senza il quale questa giornata non sarebbe stata possibile. Grazie a tutte le autorità e a tutte le associazioni che hanno dato la propria adesione, e a tutti i partecipanti, tra cui anche i parenti e i discendenti dei 46 caduti ingauni che hanno risposto al nostro appello.
Oggi è un giorno importante, per Albenga, in cui tutti noi siamo chiamati a commemorare i tanti, troppi, caduti albenganesi in Russia, quarantasei militari di ogni arma, formazione e grado caduti in combattimento e morti in prigionia. Quarantasei persone di Albenga, padri, figli, mariti, che per spirito di servizio, per fedeltà alla patria, partirono per il fronte per combattere una terribile guerra. Quarantasei ingauni, sottratti alle proprie famiglie, ai propri genitori, alle proprie mogli e fidanzate, ai propri figli, per eseguire gli ordini impartiti loro e adempiere il proprio dovere militare.
Siamo consapevoli della presenza, nell’elenco, di un ristretto numero di seguaci di sciagurati ideali che trascinarono l’Italia in una infausta e dolorosa guerra. Non è tuttavia nostra intenzione, a settant’anni di distanza da quei tragici eventi, ravvivare antichi e mai sopiti rancori, né dare spazio o tantomeno giustificazione alle ideologie che hanno funestato il mondo nel secolo scorso, e che sono già state ampiamente giudicate e sconfitte dalla stessa storia.
Oggi ci troviamo qui, in tempo di pace, per rendere onore alla memoria di quei tanti giovani che, chiamati in battaglia, non tornarono più dalle loro famiglie, non tornarono più nelle loro case, non tornarono più ad Albenga. La nostra Città ha un debito di riconoscenza nei riguardi dei propri caduti, e questo cippo al Caduto Ignoto di Russia, a cui è stata apposta una lapide con i nomi dei quarantasei ingauni, serve a ravvivare il loro ricordo e di tutti coloro che perirono al fronte, da entrambe le parti. Albenga non si dimenticherà mai del sacrificio dei suoi ragazzi, e onorerà sempre la loro memoria, offrendo loro il rispetto della Città tutta. Che Dio possa benedire le anime dei valorosi combattenti che abbiamo perso, e con essi il Paese e la Città per i quali hanno dato le proprie vite. Viva Albenga, Viva l’Italia, e Viva i caduti albenganesi”.

MEMORIAL MILITARI CADUTI IN RUSSIA

Questa mattina alle ore 10.00, presso i Giardini Comunali di Via Vespucci ad Albenga, si è svolta la cerimonia inaugurale della lapide commemorativa dedicata ai militari albenganesi caduti in Russia, iniziativa organizzata dall'Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra (ANFCDG), con il patrocinio e la collaborazione di Comune di Albenga e Provincia di Savona.
Nel Novembre 2006, su iniziativa dell'Unione Nazionale Italiana Reduci Russia, veniva realizzato ed inaugurato in Albenga, presso i Giardini Comunali di Via Vespucci, un cippo marmoreo dedicato al Caduto Ignoto di Russia, Medaglia d'Oro al Valor Militare. Raccogliendo l'eredità morale della Sezione Ligure dell'UNIRR, il Comitato Provinciale di Savona dell'Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, con il Patrocinio e il sostegno della Provincia di Savona e della Municipalità di Albenga, ha ravvivato il ricordo dei Caduti albenganesi in Russia con una lapide su cui sono incisi i nomi dei quarantasei valorosi militari di ogni arma, formazione, grado caduti in combattimento e morti in prigionia. Ad ognuno di Essi ben si addice la motivazione della Medaglia d'Oro al V.M. Concessa dal Capo dello Stato al Caduto Ignoto di Russia: “Valoroso soldato combatté con coraggio nelle lontane steppe russe per l'onore della Patria. Sacrificò la vita nelle più cruenti battaglie e nei campi di prigionia, dimostrando sempre più spirito di sacrificio ed eccezionale dignità. Magnifico esempio di alto sentimento del dovere e di fulgido eroismo” (il Presidente della Repubblica Francesco Cossiga, Roma, 6 Febbraio 1992).
La cerimonia ha visto, alle ore 10.00, l'afflusso delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma, Scolaresche e Cittadinanza, alle ore 10.30 il ricevimento delle autorità e, a seguire, alzabandiera preceduto dalla consegna del Tricolore, dono dell'Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, alla Città di Albenga; la consegna della Bandiera sociale, dono della Presidenza della Provincia di Savona, all'Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, Comitato Provinciale di Savona; lo scoprimento della lapide alla memoria dei Miliari albenganesi caduti in Russia e morti in prigionia, appello nominale dei Caduti; il versamento della sabbia del Don nella Teca; la deposizione della corona e resa degli Onori ai Caduti; le allocuzioni; la celebrazione della S. Messa, a cura di Mons. Giorgio Brancaleoni, Vicario Episcopale della Diocesi di Albenga-Imperia.
All’evento hanno preso parte il Console Generale della Federazione Russa Evgeny Boykov, il Presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza, il Sindaco di Albenga Rosy Guarnieri, e numerose altre autorità civili e militari.

Fino al 31 dicembre è possibile richiederePrestito BancoPosta Salute

Una proposta di finanziamento che aiuta le famiglie a sostenere le spese mediche e dentistiche. E’ il Prestito BancoPosta Salute di Poste Italiane che è disponibile in 74 uffici postali della provincia di Imperia e può essere richiesto dai correntisti BancoPosta fino al 31 dicembre 2011. In pochi giorni si possono ottenere da 1.500 euro a 10.000 euro, accreditati direttamente sul conto BancoPosta. Per accedere al finanziamento è sufficiente presentare presso uno dei 74 uffici postali abilitati della provincia di Imperia, un documento di identità, la tessera sanitaria, un documento di reddito o pensione da lavoro e uno o più preventivi attestanti le spese mediche e/o dentistiche da sostenere. Per maggiori informazioni e per conoscere gli uffici postali abilitati è possibile chiamare il numero verde gratuito 800 00 33 22 o consultare il sito www.poste.it

ATTORI DELLA SICUREZZA A CONFRONTO: TAVOLA ROTONDA SULLO "STRESS LAVORO-CORRELATO"

Sabato 3 Dicembre 2011 l'Ordine degli Psicologi della Liguria e AIDP Liguria presentano un incontro dedicato ad approfondire ruoli e funzioni, tecnici e professionali, che si confrontano sulla valutazione dello stress lavoro-correlato.Saranno presenti all'evento rappresentanti di diverse realtà, tra cui AIDP (Associazione Italiana Direzione del Personale), ANMA (Associazione Nazionale Medici in Azienda), AIF (Associazione Italiana Formatori), CONFINDUSTRIA Liguria, Università G. D'annunzio di Chieti, Università degli Studi di Genova. Ciascun "attore" della prevenzione sarà rappresentato anche attraverso l'associazione di riferimento e sarà chiamato a portare le propria esperienza ed il proprio contributo professionale per comprendere confini e linguaggi della valutazione dello stress lavoro-correlato.Testimoni e associazioni si confronteranno su questo tema cercando di chiarire il significato dello stress lavoro-correlato e quali siano i modi più efficaci per affrontarlo.L'incontro si svolgerà dalle ore 9.00 alle ore 13.00 presso l'Ordine degli Psicologi della Liguria, Piazza della Vittoria 11/b, 16121 Genova (GE).La partecipazione all'evento è gratuita previa iscrizione (mail a: segreteria@focusonline.it <segreteria@focusonline.it> ), sino ad esaurimento dei posto disponibili.

Grande successo per la conferenza conclusiva di sabato 26 Novembre 2011 del XVIII ciclo di incontri “Ventimiglia e il suo territorio”




Sabato scorso un grande successo di pubblico ha coronato la chiusura del XVIII ciclo di conferenze “Ventimiglia e il suo territorio dalle origini ai giorni nostri” realizzato dal Museo Archeologico “Girolamo Rossi” in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura della Città di Ventimiglia e con la Sezione Intemelia dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri. Nella Sala polivalente “Emilio Azaretti” il Conservatore del Museo Daniela Gandolfi in collaborazione con Lorenzo Ansaldo, hanno presentato la conferenza “Alimenti, alimentazione, pentolame da cucina e vasi da mensa dal Museo Archeologico di Ventimiglia”, durante la quale sono stati illustrati non solo i prodotti alimentari dell'epoca romana, ma grazie a un excursus completo delle tipologie di ceramiche da cucina e da mensa dell'epoca, illustrati da un’accurata videoproiezione, il loro modi di essere cucinati e serviti. Gli oratori hanno condotto gli spettatori in un viaggio nel tempo attraverso il quale è stato possibile scoprire le differenze di gusto e alimenti tra le epoche antiche e la nostra, ma anche i punti di contatto e di evoluzione che hanno portato alla cucina attuale. La serata è stata conclusa degnamente con un rinfresco nel quale oltre ai consueti stuzzichini sono stati presentati alcuni piatti tipici dell'epoca romana accompagnati da moderno prosecco e vino speziato secondo le antiche ricette tramandate dagli scrittori latini.Il Museo con questo incontro ha aderito alle celebrazioni ufficiali italiane per la Giornata Mondiale dell'Alimentazione, promosse dal Ministero degli Affari Esteri – Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo, dalla FAO e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, organizzate per sostenere le attività svolte dalle “Agenzie del Polo agro-alimentare delle Nazioni Unite” e dalle numerose amministrazioni pubbliche e private impegnate nella lotta alla fame nel mondo.

Doppio appuntamento per questo fine settimana con la Combriccola del Blasco

Doppio appuntamento per questo fine settimana con la Combriccola del Blasco. Venerdi 2 Dicembre a Diano Marina alla Discoteca fieramosca con inizio concerto alle ore 23,00, si replica la sera successiva a Sanremo (sabato 3 Dicembre) al Rolling Stone (dentro a Portosole) locale del grande Rovelli, fondatore del mitico Rolling Stones di Milano, nonchè manager di Vasco negli anni 80/90…Inizio concerto alle ore 22,30.

Caravaggio in cucina: la mostra al Casinò

Lo scorso 20 novembre l’Associazione Culturale Gecko e l’Assessorato alla Promozione Turistica e Manifestazioni del Comune di Sanremo, in collaborazione con il Casinò di Sanremo, hanno inaugurato la mostra fotografica CARAVAGGIO IN CUCINA dell’autore Renato Marcialis nella Sala Biribissi del Casinò con un allestimento di grande impatto visivo ed una preziosa presentazione a cura di Loretta Marchi, Responsabile Museo Civico di Palazzo Borea d’Olmo.
Nella logica di un’offerta culturale di ampio spettro, la mostra si protrae sino al 11 dicembre 2011 -ingresso libero dal venerdì alla domenica dalle ore 15.00 alle ore 20.00 - e si apre ad una serie di eventi destinati anche alla valorizzazione della cultura dell’alimentazione.
L’Associazione Gecko accoglie, infatti, i visitatori con visite guidate gratuite al sabato alle 15.30 e le scolaresche di ogni ordine e grado, previa prenotazione; inoltre, aderisce al Terra Madre Day di Slow Food in programma in tutto il mondo sabato 10 dicembre 2011 con una visita straordinaria alla mostra alle 15.30 a cura di Susanna Perachino, Presidente Gecko, ed una cena dedicata alla più autentica cucina locale dalle 20.00 al Ristorante Apricale da Delio (info 0184 208008 www.ristoranteapricale.it). Grazie, poi, alle composizioni decorative realizzate dal flower designer Arrigo Bonaldi, l’Associazione Gecko promuove la sinergia tra arti visive e food con il menu Caravaggio da Delio: piatti della cucina locale stagionale ispirati alla mostra fotografica da giovedì 8 a domenica 11 dicembre al Ristorante Apricale. L’esposizione CARAVAGGIO IN CUCINA termina con una eccezionale lectio magistralis di Renato Marcialis a partire dalle ore 15.30 nella Sala Biribissi del Casinò di Sanremo domenica 11 dicembre con possibilità di acquisto dei quadri fotografici in edizione limitata.

“L’ULTIMO SULTANO” AL CENTRO DEL PROSSIMO APPUNTAMENTO CULTURALE AL MUSEO CIVICO

Venerdì 2 dicembre, alle ore 17.00 riprendono gli “Appuntamenti Culturali” organizzati dal Settore Cultura del Comune di Sanremo con la presentazione, presso il Museo Civico (via Matteotti 143) del libro di Riccardo Mandelli “L’ultimo Sultano – Come l’Impero ottomano morì a Sanremo”, Edizioni Lindau. I tre anni d’esilio a Sanremo dell’ultimo sultano-califfo dell’Impero Ottomano. Una storia avvincente e mai raccontata prima, in cui si intrecciano le trame britanniche per assicurarsi il petrolio iracheno e abolire l’istituzione panislamica del califfato, le velleità coloniali del fascismo, la strenua lotta di Atatürk per creare uno stato laico. Attraverso la storia di Maometto VI Vahdeddin e l’agonia del grande impero, che da secoli incombeva sull’Europa, appaiono in una luce sorprendente le contraddizioni che ancora oggi lacerano il Medio Oriente, voluto dalle potenze occidentali dopo la prima guerra mondiale. L’Autore sarà presente all’incontro e sarà introdotto da Roberto Trovato, preside
del D.A.M.S. di Imperia. La presentazione è ad ingresso libero.

Volontaria​to, forma pragmatica di altruismo

Hanno riscosso notevole interesse i risultati della ricerca presentata nei giorni scorsi a Imperia dalla Dott. Natasha Cola, del Dipartimento di Filosofia dell'Università degli Studi di Genova, nell'ambito del convegno organizzato dal Cespim "L'Etica e il Volontariato".
La ricerca ha affermato come - da un punto di vista motivazionale - per i volontari sia sempre più netta la consapevolezza che fare volontariato rappresenti una forma pragmatica di altruismo. Contemporaneamente, è emerso anche come il volontario cerchi sempre più spesso attraverso il proprio operato di stare bene con sé stesso, attraverso una forma di egoismo “illuminato” che permette di delineare la fondamentale acquisizione per la quale stare bene con sé stessi permette anche di stare bene anche con gli altri.
Durante il convegno è stato confermato il concetto, già più volte ribadito che il volontariato deve avere un ruolo di sussidiarietà ma non deve sostituirsi alle Istituzioni.
A margine del covegno, grande successo ha riscosso la mostra di pittura dei detenuti della casa Circondariale di Imperia curata dalla Dott.ssa Annalisa Fontanin. Inoltre è stata donata una targa alla signora Agostina Rossetto, (foto) vedova del compianto Giorgio Rossetto, ex Presidente del Cespim per l'impegno da lui ha profuso nel mondo del volontariato.

martedì, novembre 29, 2011

Centinaia di persone per Don Andrea Gallo ai "Martedì Letterari"





Teatro dell'Opera del Casinò di Sanremo, delle grandi occasioni, oggi pomeriggio per assistere alla conferenza tenuta da Don Andrea Gallo sul tema “Nessuno si salva da solo”. Don Gallo, ha ricevuto molti applausi, ed ha presentato anche il suo libro “Se non ora adesso. Quello che conta è la capacità di darsi un futuro.” Il prete è stato introdotto da Claudio Porchia e Ito Ruscigni.
Le nuove generazioni non hanno bisogno di maestri ma di testimoni, nessuna predica, solo esempi. Don Gallo racconta episodi di vita vissuta (l’adolescenza, la mamma, i suoi incontri e battaglie) e si appella alla voglia di reagire dei giovani e delle donne. A cominciare dal sesso, che non deve essere un’arma del potere per sfruttare e discriminare, … ma una spinta a essere se stessi e a stare bene con l’altro. Prima viene l’etica, poi la fede, dice don Gallo. Anche in famiglia, nella strada, sul lavoro. Ogni giorno. Allora il disagio di chi non è omologato, degli ultimi e dei diversi non sarà più un problema di ordine pubblico, piuttosto un’occasione di confronto, una questione sociale e umana che riguarda tutti. La forza “eversiva” del Vangelo è in un’idea di cittadinanza ricostruita a partire dall’incontro con gli altri, in pace, per un cammino veramente liberatorio a fianco dei più oppressi.
Don Andrea Gallo (Genova 1928) è sacerdote dal 1959. Nel 1975 ha avviato la Comunità di San Benedetto al Porto per il recupero degli emarginati. Tra i suoi libri, Così in terra come in cielo (Mondadori 2010), Sono venuto per servire (con Loris Mazzetti, Aliberti 2010), Di sana e robusta costituzione (Aliberti 2011).
Dimmi chi escludi e ti dirò chi sei”
pensiero di Don Andrea Gallo
Gli uomini sono tutti uguali? No. Gli uomini sono tutti diversi. Io non ne ho mai visti due uguali ma ciascuno presenta una propria specificità e differisce da ogni altro soggetto nelle personali prerogative identitarie.
É per questa diversità che ci riconosciamo ed è grazie ad essa che comunichiamo e comunicando ci arricchiamo. La diversità tuttavia è difficile da comprendere ed è difficile conviverci, sia per chi ne è “portatore” sia per chi la percepisce come tale. Se è vero infatti che l’integrazione è saper vivere con gli altri, qualunque altro, è altrettanto vero che considerare la diversità elemento costitutivo della molteplicità e della ricchezza che compone e sempre di più comporrà il tessuto sociale, è quanto di più lontano ci sia dal crescente "sentire comune", anche tra i cristiani.
Le persone straniere, gli omosessuali, i rom creano un’idea di “insostenibilità culturale”, percepita, indotta o reale.
Si incontrano così sempre più spesso "anime individuali" incapaci di collegare la loro sofferenza quotidiana con il dolore degli altri. Meglio star bene e gratificarsi oggi se il domani è senza certezze. È quindi implicito che «ci si salva da soli» ma anche amaramente «ci si dispera da soli»: logica conseguenza di aver creato e goduto privatamente, essendosi illusi di arrivare primi a discapito degli altri.
Il dialogo, sappiamo, non è cosa indolore. Il confronto può anche essere conflittuale ma solo attraverso il confronto le culture diventano grandi. Aprirsi alle "altre culture" è infatti uno dei principali viatici per rinforzare la propria identità, anche quella cristiana, che ci permetterà di costruire un mondo colorato e non monotono, ricco dei colori dell’umanità.
La verità è una ed unica ma l’uomo ne coglie solo un aspetto. L’unione dei punti di vista diversi ci consente di avere un sguardo ed una conoscenza più ampia della verità pur sapendo che essa supera ed è di gran lunga più grande di tutti gli sguardi insieme. Nessuno ne è padrone ma tutti ne sono servitori; la comunione degli uomini ne è l’espressione più significativa.
Visconti don Claudio - direttore Caritas Diocesana Bergamasca
Andrea nasce a Genova il 18 Luglio 1928 e viene immediatamente richiamato, fin dall'adolescenza, da Don Bosco e dalla sua dedizione a vivere a tempo pieno "con" gli ultimi, i poveri , gli emarginati, per sviluppare un metodo educativo che ritroveremo simile all'esperienza di Don Milani, lontano da ogni forma di coercizione.
Attratto dalla vita salesiana inizia il noviziato nel 1948 a Varazze, proseguendo poi a Roma il Liceo e gli studi filosofici.
Nel 1953 chiede di partire per le missioni e viene mandato in Brasile a San Paulo dove compie studi teologici: la dittatura che vigeva in Brasile, lo costringe, in un clima per lui insopportabile, a ritornare in Italia l'anno dopo.
Prosegue gli studi ad Ivrea e viene ordinato sacerdote il 1 luglio 1959.
Un anno dopo viene nominato cappellano alla nave scuola della Garaventa, noto riformatorio per minori: in questa esperienza cerca di introdurre una impostazione educativa diversa, dove fiducia e libertà tentavano di prendere il posto di metodi unicamente repressivi; i ragazzi parlavano con entusiasmo di questo prete che permetteva loro di uscire, poter andare al cinema e vivere momenti comuni di piccola autogestione, lontani dall'unico concetto fino allora costruito, cioè quello dell'espiazione della pena.
Tuttavia, i superiori salesiani, dopo tre anni lo rimuovono dall'incarico senza fornirgli spiegazioni e nel '64 Andrea decide di lasciare la congregazione salesiana chiedendo di entrare nella diocesi genovese: "la congregazione salesiana, dice Andrea, si era istituzionalizzata e mi impediva di vivere pienamente la vocazione sacerdotale".
Viene inviato a Capraia e nominato cappellano del carcere: due mesi dopo viene destinato in qualità di vice parroco alla chiesa del Carmine dove rimarrà fino al 1970, anno in cui verrà "trasferito" per ordine del Cardinale Siri.
Lasciare materialmente la parrocchia non significa per lui abbandonare l'impegno che ha provocato l'atteggiamento repressivo nei suoi confronti: i suoi ultimi incontri con la popolazione, scesa in piazza per esprimergli solidarietà, sono una decisa riaffermazione di fedeltà ai suoi ideali ed alla sua battaglia "La cosa più importante, diceva, che tutti noi dobbiamo sempre fare nostra è che si continui ad agire perché i poveri contino, abbiano la parola: i poveri, cioè la gente che non conta mai, quella che si può bistrattare e non ascoltare mai.
Ecco, per questo dobbiamo continuare a lavorare!"
Qualche tempo dopo, viene accolto dal parroco di S. Benedetto, Don Federico Rebora, ed insieme ad un piccolo gruppo nasce la comunità di base, la Comunità di S. Benedetto al Porto: che lavora ancora dopo trent’anni.

1 Dicembre giornata mondiale contro l’HIV / AIDS

Il 1 dicembre si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale contro l’HIV / AIDS – World Aids Day 2011.
La ricorrenza è particolarmente sentita dai Giovani Pionieri della Croce Rossa Italiana che da anni sono impegnati nel progetto di sensibilizzazione dei giovani al fine di prevenire il contagio e la diffusione delle malattie a trasmissione sessuale.
Dal 2006 ad oggi i Pionieri della Liguria hanno svolto con passione e dedizione le attività previste dalla Campagna “Impara l’ABC – Abstinence, Be Faithful, Condom” 3 comportamenti considerati sicuri ed al riparo da rischi: Abstinence, se non lo fai non rischi niente, Be faithful, la fedeltà del partner ti protegge dal rischio, Condom, usa sempre il preservativo quando fai sesso. Per sensibilizzare i loro coetanei, i Giovani della C.R.I. realizzano corsi nelle scuole e nelle università, attività di piazza e nelle discoteche, corsi di formazione per preparare e specializzare il personale C.R.I. e molto altro.
Anche quest’anno, il personale dell’Area Salute regionale ha ideato, seguendo le linee di indirizzo fornite dall’Ispettorato Nazionale Pionieri, numerose attività per celebrare degnamente sia la Giornata mondiale contro l’HIV / AIDS – World Aids Day 2011 che la Settimana della Prevenzione C.R.I.
La settimana della prevenzione si colloca a cavallo della Giornata Mondiale contro l'AIDS, 1° dicembre di ogni anno, iniziativa lanciata nel 1988 volta ad accrescere la conoscenza dell'epidemia mondiale di AIDS dovuta alla diffusione del virus HIV. Dal 1981 l'AIDS ha ucciso oltre 25 milioni di persone diventando una delle epidemie più distruttive che la storia ricordi. Per quanto in tempi recenti l'accesso alle terapie e ai farmaci antiretrovirali sia migliorato in molte regioni del mondo, l'AIDS ha mietuto circa 3,1 milioni di vittime nel corso del solo anno 2005.
Gli eventi in programma a Imperia, pianificati grazie al supporto degli Ispettorati Provinciale e Locali Pionieri, sono : 3 dicembre 2011 - Attività di piazza in Via Bonfante dalle 16.00 alle 18.30. Le iniziative sul territorio saranno realizzate in collaborazione con Akuel Preservativi, partner della campagna di prevenzione dal 2006, che finanzierà le spese connesse alla produzione di materiale informativo e gadget per 20.000 giovani informati dagli Operatori della Croce Rossa Italiana nel corso della settimana della prevenzione.

Stagione “Teatro Ragazzi” al Teatro Concordia di Diano Castello

L’Associazione Culturale Arcimboldo del Golfo Dianese, che da anni si occupa di accrescere la consapevolezza del patrimonio alimentare e di tutte le tipicità culinarie del territorio, sceglie quest’anno di coinvolgere su questo tema bambini e ragazzi. Ridando vita con tre spettacoli il Teatro Concordia di Diano Castello. “Grazie alla caparbietà dell’Associazione Arcimboldo – ricorda infatti il Presidente della stessa, Oreste Brunazzi - le porte del Teatro Concordia si apriranno per accogliere fino ad aprile 2012 ben 12 spettacoli”. Tre appuntamenti saranno in orario mattutino (ore 10.15) e ideati appositamente per gli oltre 1.100 bambini e ragazzi che frequentano elementari e medie del comprensorio dianese. “Si tratta di una vera e propria stagione teatrale che verrà presentata a gennaio – puntualizza Romano Damonte, Sindaco di Diano Castello -, e che animerà il nostro piccolo Teatro, dando nuovo lustro al suo bel palco, la galleria e al centinaio di posti in platea. I tre spettacoli pensati per i più piccoli consentiranno ai nostri figli sia di imparare cose importanti per la loro salute sia di conoscere il nostro piccolo Concordia”.
La rappresentazioni presentate in anteprima e proposte per il Teatro Ragazzi consentono di promuovere nei più piccoli un primo livello di alfabetizzazione e di padronanza dell'esperienza espressivo-comunicativa di tipo scenico. Al contempo permettono di far nascere nei bambini la consapevolezza che il cibo non è solo la mera risposta a una necessità fisiologica.
La Stagione del Teatro Ragazzi mette in cartellone per giovedì 16 febbraio le vicende di un buffo extraterrestre, Uffo, mandato sulla terra per scoprire il segreto (culinario) dei terrestri. Dopo “Uffo l’Ufo Buffo” de I Cattivi di Cuore sarà la volta, giovedì 23 febbraio, di “Funky Pudding” della Compagnia Luigi Ciotta, la storia di Big Mac e Marylin, coppia di simpatici obesi che vivono “come gli altri” ma dentro a un bidone dell'immondizia. Giovedì 22 marzo gran finale con la Compagnia DoReMin e il loro “Al(tr)imenti non li mangiamo”, in cui il piccolo Carletto impara che videogiochi e dolci non danno la vera felicità.
“Il teatro è sempre magia, e la magia ci difende dai pericoli – ha chiosato il Direttore Artistico della Stagione Teatro Ragazzi e dell’Associazione Arcomboldo, Cesare Bollani –. Se pure negli spettacoli di teatro-ragazzi proposti ci imbattiamo in situazioni buffe e clownesche, il teatro non è uno spot patinato. La narrazione nel teatro ci coinvolge in e con tutti i sensi grazie soprattutto alla presenza sul palco degli attori, che sono in carne e ossa. La loro presenza ci appassiona, crea la magia del teatro. La magia, i bambini lo sanno, ci difende, ci può dare benefici, può aiutarci ad accedere a qualcosa che non conosciamo. L’Associazione Arcimboldo vuole affrontare i problemi legati all'alimentazione nella prima infanzia e nei ragazzi, coinvolgendoli profondamente proprio con la magia del teatro”.
Per ulteriori informazioni sugli spettacoli e prenotazioni contattare il Direttore Artistico della Stagione Teatro Ragazzi, Cesare Bollani, al numero 348.70.58.644.
Maggiori indicazioni sugli spettacoli:
Giovedì 16 febbraio – Uffo l’Ufo Buffo – con I Cattivi di Cuore
La compagnia teatrale “I Cattivi di Cuore”, nata sul finire degli anni '80, mette in scena in “Uffo l’Ufo Buffo”, le vicende di un extraterrestre, Uffo, che viene mandato sulla terra per scoprire i segreti della longevità dei terrestri. Nel suo mondo per sopravvivere gli abitanti non devono né mangiare, né bere, ma semplicemente respirare l’aria che è ricca di sostanze nutritive. Arrivato sulla Terra, dopo poco tempo, l’extraterrestre inizia a sentirsi poco bene. Cerca di capire che cos’ha, e dopo divertenti peripezie comprende che è la fame a farlo stare male. Glielo suggerisce un abitante della Terra che ha fortuitamente incontrato e che diventerà suo fidato compagno di viaggio. Uffo, passando attraverso vari tentativi, con pranzi, cene e indigestioni, attraverso gag divertenti, canzoni e un'infinita allegria, impara ad apprezzare la varietà di alimenti presenti sulla Terra.
In scena Giorgia Brusco e Eugenio Ripepi, che condividono anche la regia.
“I Cattivi di Cuore” alla nascita si occupano dell’allestimento di commedie di stampo prettamente goliardico e musicale, crescendo poi con proposte più vicine alla prosa, sino a diventare una vera compagnia teatrale. Dal 2001 la Compagnia è iscritta alla U.I.L.T.(Unione italiana libero teatro) .
Giovedì 23 febbraio – Funky Pudding – Compagnia Luigi Ciotta
Lo spettacolo “Funky Pudding” è frutto di un percorso articolato. Prende le prime mosse quando Luigi Ciotta osserva alla televisione le pattumiere di Napoli che strabordano e bruciano. Nasce in quei giorni uno spettacolo di strada in cui un cuoco obeso è alle prese con la sua cucina collocata dentro un grande bidone della spazzatura, dove tutto è gratis...il successo di quest’idea, presenta a ben quaranta festival in tutta Italia, convince Luigi Ciotta insieme al regista Philip Radice a trasformare l'incontro tra il suo personaggio buffonesco e l'immondizia. Nasce così uno spettacolo più teatrale, in cui i protagonisti sono Big Mac e Marylin, una coppia di obesi che vive “come gli altri” ma...dentro ad un bidone dell'immondizia. Si spezza così il fragile equilibrio che separa gli individui dai loro rifiuti. I personaggi caricaturano i processi di consumo, accentuandone i peggiori dettagli: si dimenano tra pubblicità, date di scadenza, imballaggi di plastica. Big Mac e Marylin, come tutti, sono attratti dall'abbondanza e dalla facilità, e non vedono una valida ragione per privarsene, trovando sempre un motivo per consumare sempre di più e buttare senza preoccuparsi.
“Funky Pudding” è uno spettacolo comico e satirico che fa ridere, ma anche e soprattutto riflettere, senza lasciare nessuno indifferente.
Il progetto è di Luigi Ciotta e Aurélia Dedieu, che ne sono anche gli attori. Regia di Philip Radice.
Giovedì 22 marzo – Al(tr)imenti non li mangiamo – Compagnia DoReMin
Gli artisti portano in scena la storia di Carletto, un bambino felice d’essere sempre accontentato dai suoi genitori. Mangia tutti i dolciumi che desidera e può concedersi illimitate partite con i suoi preziosi videogiochi. Carletto è veloce, agile, ammirato, ma questo solo nella realtà virtuale. Nella vita quotidiana si sente solo, grasso e antipatico. Scoprirà amici veri, con i quali condividere emozioni prima sconosciute, che lo faranno crescere. Per la prima volta inizierà a capire il semplice valore antico del giocare insieme all'aria aperta e del mangiare cibi sani.
“Al(tr)imenti non vi mangiamo” coinvolge con musica dal vivo, acrobalance, giocoleria e clownerie.
La Compagnia DoReMin è nata nel 2003 da tra giovani, Davide Carattini, Ilaria Caputo e Arjuna Iacci.
L’Associazione Arcimboldo, dal buon cibo alla cultura a 360° - L’Associazione Culturale Arcimboldo, che da anni opera nel Golfo Dianese, promuove la cultura svolgendo diversificate attività, proponendo eventi musicali, teatro, danza e corsi di formazione. Particolare riguardo Arcimboldo l’attribuisce alla valorizzazione della cultura dei prodotti tipici e dei territori (per dar vita, peraltro, a un Museo del Cibo). La massima attenzione è rivolta ai più giovani, promuovendo corsi di formazione e avviamento, partendo dal valore aggiunto rappresentato dal patrimonio culturale, turistico ed economico del territorio.

Ottima prestazione per la Ginnastica Imperia alle finali nazionali di serie D

Ottima prestazione per la Ginnastica Imperia alle finali nazionali di serie D Ginnastica artistica: nei giorni 26 e 27 novembre si è svolta a Fermo (AN) la finale del campionato nazionale di serie D della Federazione Ginnastica d'Italia. Nella categoria Open erano impegnate le 75 squadre che avevano conquistato la qualificazione al termine delle fasi regionali. Gara impeccabile per le ginnaste della Ginnastica Imperia (Antonucci Francesca, Buscemi Sara, Lepre Anna e Lizza Lucia) che, grazie ad esercizi precisi e di ottimo livello tecnico, hanno raggiunto una straordinaria 12° posizione, a soli 7 decimi di punto dalla fortissima rappresentativa del PGS Auxilium, prima tra le liguri, piazzatasi al 9° posto. I tecnici Amorino Roberta e Rovere Alberto, molto soddisfatti della bella prestazione, si augurano che questa serva a dare la giusta carica alle ginnaste per la preparazione fisica e tecnica in vista degli impegni agonistici del 2012.

7° EDIZIONE FESTIVAL DEI SAPORI NELLE ALPI DEL MAREPALAFIORI, 7 – 11 DICEMBRE 2011

Dal 7 all’11 dicembre 2011 presso il Palafiori si svolgerà la settima edizione del Festival dei Sapori nelle Alpi del Mare, manifestazione organizzata da Promo Show in collaborazione con Sanremo Promotion S.p.A.Il Festival dei Sapori può essere definito una rassegna di prodotti enogastronomici di indiscutibile eccellenza, prodotti e produttori di varia provenienza e tipologia trasformeranno il Palafiori in un’autentica “Boutique del Gusto in bancarella”.Sono numerosi i produttori di indiscutibile eccellenza che quest’anno partecipano per la prima volta alla manifestazione:Pastis Artigianale Argalà di Roccavalone (CN)Laboratorio pasticceria Cogno Giovanni di La Morra (CN), con le torte di nocciola e i tartufi dolci;Agrimacelleria Capello di Villanova D’asti (AT), con la carne battuta al coltello di Fassone, razza bovina piemontese;Bonfanti di Villafranca P.ze (TO) con panettoni artigianali di alta qualità;Biscottificio Grandona di Genova con biscotti tipici liguri;Galfrè di Barge (CN) con gli antipasti tipici piemontesi;Denaro Alessandro di Torino, con i tartufi bianchi d’Alba;First’ Filet di Neviglie (CN), con i filetti di maiali macerati al barolo;Techinical Energy di Torino, azienda di energia specializzata per la produzione di energia pulita per agriturismo e aziende agricole per la salvaguardia dei prodotti tipici e della natura;Caseificio Sepertino di Marene che proporrà il formaggio “Stravej”, prodotto che ha vinto il premio Saint-Vincent e in occasione della manifestazione presenterà il formaggio “Dibianca Piemonteisa”.Inoltre, come ogni anno saranno presenti numerose aziende che proporranno i seguenti prodotti: i grandi vini di Langa Roero, Monferrato, formaggi tipici, salumi, liquori, miele, i consorzi di prodotti tipici della provincia di Cuneo, focaccia genovese, pasta fresca artigianale, birra artigianale, nocciole Piemonte IGP, olio e prodotti tipici liguri, cuneesi e cioccolato, gelati artigianali, prodotti tartufati, depuratori d’acqua e caffè.L’ingresso al Festival dei Sapori è gratuito e gli orari di apertura sono i seguenti:· Mercoledì 7 dicembre dalle 16.00 alle 20.00·
Giovedì 8, Venerdì 9, Sabato 10 e Domenica 11 dicembre l'apertura e sempre dalle 10.00 alle 20.00. L’obiettivo di questa manifestazione che coinvolge la Liguria e il Piemonte è quello di far conoscere l’identità di una regione attraverso un viaggio nel gusto, nei sapori, nelle caratteristiche uniche di ogni singolo territorio, solo così si possono capire le tradizioni e la storia di un popolo.

FESTIVAL “SU LA TESTA”, AL VIA L’EDIZIONE 2011

Prende il via Giovedì 1 Dicembre la rassegna "Su La testa", il prestigioso Festival musicale che ha già ospitato artisti del calibro di Gianmaria Testa, Paola Turci, Baccini e Meg e che ha il merito di avere "scoperto " nella memorabile edizione dello scorso anno il talentuoso pianista, ormai di successo internazionale, Raphael Gualazzi.
Questa edizione, dedicata a "Renzo" Pisani, titolare del Cinema Teatro Ambra recentemente scomparso, presenta un carattere più sbarazzino che strizza l'occhio alle migliori realtà della musica pop, rock e indie dell'intero panorama nazionale.
Inoltre si apre, grazie alla collaborazione con Palazzo Scotto Niccolari, agli incontri e ai dibattiti, al cinema, alle arti multimediali e alla fotografia. Un ruolo di rilievo avrà però il teatro, che intramezzerà le esibizioni con momenti dissacranti e spiazzanti dedicati quest'anno al rapporto tra musica e interpretazione.
Il programma della prima serata è di livello sopraffino grazie anche alla presenza dei Gnu Quartet, quartetto che esprime un mix strabiliante di musica moderna realizzata attraverso strumenti e arrangiamenti classici. Roberto Dell'Era, bassista degli Afterhours, per l'occasione accompagnato da Rodrigo D'Erasmo, violinista degli stessi, presenterà il suo esordio discografico, dal titolo "Colonna sonora originale"; un disco che sta ottenendo ottime recensioni. I Selton, combo brasiliano adottato dalla musica italiana per la loro travolgente simpatia dopo aver iniziato con le cover dei Beatles per le strade di Barcellona. Si svolgerà inoltre la premiazione del Su la testa contest che quest'anno si è aggiudicato il verace cantautore di origine siciliana Sergio Pennavaria.
Venerdì 2 Dicembre sarà la volta di una delle voci più intense della scena italiana: Mauro Ermanno Giovanardi, già cantante dei La Crus, reduce dal grande successo di "Io confesso" all'ultimo Festival di Sanremo, in formazione completa è sicuramente una delle punte di diamante del programma e promette emozioni fortissime. La serata presenta inoltre uno splendido tris di donne; a partire da Tori Sparks, cantautrice che si divide tra Nashville e Barcellona, di forte impatto e dotata di una voce rock tonante e tagliente; Chiara Canzian, figlia d'arte, che ha sviluppato una propria sensibilità artistica angelica ed eterea ma dai testi saldamente ancorati alle intensità terrene; Chiara Ragnini, promessa della musica ligure, recentemente vincitrice del prestigioso Premio Donida e protagonista di alcuni tra i video più scaricati da internet.
Sabato 3 Dicembre è la volta della Banda Elastica Pellizza che recentemente ha ricevuto il Premio Tenco come migliore band emergente ed è una delle realtà live più coinvolgenti e interessanti; Roberto Angelini e Pier Cortese, nell'ambito del loro progetto Discoverland, dilateranno il concetto di canzone d'autore depurandola dalla sua classicità per esaltarne il lato emotivo e stimolante; il pop frizzante di Amelie e il folk coinvolgente dei Les Sans Papier completeranno la serata finale.
Oltre al programma ufficiale, come ogni anno, sono già sicuri ospiti fuori cartellone e alcune sorprese. Atteso l'incontro con Adriano Sforzi, che dopo aver vissuto tanti anni ad Albenga ha sviluppato con successo il proprio talento registico aggiudicandosi molti premi tra cui il prestigioso David di Donatello per il cortometraggio, un premio di prestigio assoluto. L'incontro con il regista è previsto per Sabato 3 Dicembre alle ore 17.00 presso Palazzo Scotto Niccolari.
A “Su La Testa” si parlerà di Tomaso ed Elisabetta, dei prossimi appuntamenti delle associazioni ingaune e del Comune di Albenga, di Brixton, di iniziative a favore degli alluvionati e di teatro. Nel rispetto della tradizione, non mancherà un animato dopofestival nella splendida cornice di Palazzo Scotto Niccolari.
Tutto questo si svolge con il patrocinio di Regione Liguria e Provincia di Savona e si realizza tramite il patrocinio e il sostegno del Comune di Albenga.

DA TUTTO IL MONDO AI CORSI PER ASSAGGIATORI D'OLIO DELL'ONAOO

L’appuntamento è fissato per il 21 novembre 2011 a Imperia, scuola di assaggio O.N.A.O.O.
Ma come avranno fatto a mettersi d’accordo Marcelo Aviles, Rebecca Christophersen, Juliette Gagnat, Tony e Guy Gu, Joanne Lacina, Silvia Maccari, Nicholas Marmatakis e Silvio Novaro ?
Nel modo più semplice, non lo hanno assolutamente fatto.
Ma chi sono e cosa fanno?
Marcelo Aviles è responsabile commerciale della Southern Olive Oil G&P LLC Quebrada de Los Olivos in Uruguay, ha vissuto a Milano, dove si occupava di intermediazione finanziaria nel mercato interbancario passando per un’attività di cuoco (scaturita dalla frequentazione con i suoi clienti dei più importanti ristoranti Milanesi…Gualtirero Marchesi, Claudio Sadler…); Rebecca Christophersen si trasferisce dalla Danimarca alla Toscana, fonda una scuola di assaggio “Vinalità” con annesso ristorante ed organizzazione di tour gastronomici; Juliettte Gangnat ha un frantoio a Grasse; Tony Gu e Guy Gu rispettivamente della Suncom Technologies Co. Ltd - Pieralisi Agent, Shangai Elan International Trading Co. Ltd - BD a trader nell’olio d’oliva a Shangai con annessa una attività di rappresentanza di macchine per l’industria alimentare; Nicholas Marmatakis President e Joanne Lacina Executive Vice President Sun Grove Foods e Inc.hanno due fattorie a Creta, esportano il loro prodotto negli U.S.A. dove hanno creato una rete distributiva; Silvio Novaro giovane rampollo della storica Famiglia Onegliese e Silvia Maccari che dopo una vita passata come dipendente in un’azienda si reinventa come docente per gli chef di Marriott e Aldiana, con corsi specifici su misura…
Persone di differente estrazione, cultura, origini, esigenze, ma tutti accomunati da una passione comune verso l’olio d’oliva, passione che ha trovato una unica ed univoca risposta nell’alta formazione gestita da O.N.A.O.O.. I qualificati docenti hanno avuto modo di approfondire le diverse tematiche trattate e dialogando con i partecipanti estremamente esigenti e motivati hanno pienamente soddisfatto le questioni poste.
La grande comunità internazionale ONAOO è costantemente in crescita grazie al modus operandi super partes che continua a garantire una offerta formativa in grado di soddisfare la domanda sempre più diversificata.

IPOTESI DI ULTERIORI LIMITAZIONI DELL’UTILIZZO DEL DENARO CONTANTE:ANCHE IL CASINO DI SANREMO ESPRIME LE SUE PREOCCUPAZIONI

Il presidente del Casinò di Sanremo, Giuseppe Di Meco, in una lettera inviata nei giorni scorsi al presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti e per conoscenza al Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, a quello degli Affari europei Enzo Moavero Milanesi e al responsabile del Dicastero delle Attività Produttive, Corrado Passera ha evidenziato le problematiche che sorgerebbero per le case da gioco se venisse attuato un’ulteriore irrigidimento delle misure antiriciclaggio nell’utilizzo del denaro contante.
Nella missiva dopo aver sottolineato l’attuale situazione dei casinò municipali e la normativa più favorevole applicata a livello europeo, “questa asimmetria legislativa comporta evidenti effetti distorsivi del mercato e della concorrenza”,
si ribadisce l’importanza economica, occupazionale e ricettiva che hanno le case da gioco per i rispettivi territori.
Si chiede, infine, che gli acquisti di mezzi di gioco possano essere eseguiti con trasferimento di denaro contante per importi non superiori a 5.000 euro per ciascuna transazione.
Si legge testualmente nella lettera in allegato:
“Al fine di garantire la prosecuzione delle attività evitando ulteriori gravi ripercussioni a carattere economico e sociale, si richiede che gli acquisti di mezzi di gioco nelle Case da Gioco esercitate, direttamente o indirettamente, da enti pubblici territoriali ai sensi delle leggi in vigore, soggette quindi a controllo pubblico oltre che agli adempimenti antiriciclaggio stabiliti dall’articolo 24 e dall’articolo 41 del D.Lgs. n. 231/2007, possano essere eseguiti con trasferimento di denaro contante per importi non superiori a 5.000 euro per ciascuna transazione.
La riduzione del limite di utilizzabilità del denaro contante a 2.500,00 euro (D.L. n. 138/2011) ha determinato evidenti effetti negativi sull’attività del Casinò di Sanremo: nei mesi successivi gli introiti hanno subito una forte flessione (oltre 3 milioni di euro) rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente, corrispondente ad una riduzione del 15%.
Negli anni recenti, anche per effetto delle più severe limitazioni all’utilizzo del denaro contante, il Casinò di Sanremo ha sofferto una continua flessione degli introiti. Tra il 2004 ed il 2010 esso ha fatto registrare una riduzione di introiti annui pari a 29 milioni di euro, corrispondente ad un calo del 28%, con gravi conseguenze per il bilancio del Comune di Sanremo.
Così come le altre Case da Gioco italiane, anche il Casinò di Sanremo ha predisposto importanti piani di investimento per invertire il trend negativo e per fronteggiare la concorrenza delle strutture estere. Questi investimenti potrebbero essere completamente vanificati.
La III Direttiva europea antiriciclaggio ha previsto per le case da gioco soggette a controllo pubblico obblighi di adeguata verifica della clientela e obblighi di segnalazione delle operazioni sospette.
Evidentemente il Legislatore europeo ha giudicato tali adempimenti come adeguati al fine di assicurare il controllo delle transazioni che avvengono all’interno delle case da gioco soggette a controllo pubblico, ai fini della prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo.
L’obbligo di tali adempimenti è stato recepito dal Legislatore italiano con il D.Lgs. n. 231 del 2007, in forma ben più severa rispetto a quella prevista dal Legislatore europeo, generando così palesi effetti discorsivi della concorrenza.
Ringraziando per la Loro autorevole considerazione, si esprime disponibilità per ogni approfondimento utile, anche attraverso incontri o audizioni dedicati al tema. “

lunedì, novembre 28, 2011

Domenica 11 DICEMBRE 2011 "NATALE AGLI AREGAI"

Domenica 11 dicembre dalle ore 11.00 alle 19.00 al Porto Marina degli Aregai in via G. Cozzi 1
a Santo Stefano al Mare (IM ) Giornata GRATUITA dedicata al NATALE. Nella galleria commerciale del Porto - BANCARELLE NATALIZIE DELL'ARTIGIANATO a cura dell'Ass. LA LUNA)alle ore 17:30 CORO GOSPEL "L' Amalgama" di Acqui Terme che delizierà gli intervenuti con canti natalizi e non solo... - RACCOLTA BENEFICENZA per la CROCE VERDE di Arma Taggia per il progetto "ADOTTA UNA FAMIGLIA A POCA DISTANZA". Si accettano vestiti usati (in buono stato) x grandi e piccini, giocattoli, pannolini, generi alimentari a lunga scadenza ecc.....- MOSTRA FOTOGRAFICA "Bambini nel Mondo" a cura del FOTOCLUB RIVIERA DEI FIORI- CIOCCOLATA CALDA x tutti.... fin che ce n'è...Gli organizzatori ringraziano tutti i partecipanti e tutte le attività del Porto. Ampio parcheggio all'interno del Porto.INGRESSO GRATUITO.

PIEVE DI TECO presenta il.......FESTIVAL BROCK

Grazie alle numerose iniziative che negli ultimi anni hanno coinvolto i teatri e le piazze dell'Imperiese, molti ormai sanno che Grock fu il più grande clown del Novecento; quasi nessuno, però, sa chi fu Brock, e pochi hanno idea di chi fu Adrien Wettach.In realtà, non si tratta di tre persone diverse ma dei tre volti di uno stesso personaggio che animò, col suo sorriso e la sua arte, i più grandi palchi e circhi d'Europa del secolo scorso.Adrien Wettach è l'uomo, o meglio, il bambino che giocava nelle stradine di Reconvilier nella Svizzera del cantone di Berna e che un giorno, vedendo arrivare il circo nel suo villaggio, si riempì di una meraviglia e di un entusiasmo tali che da quel giorno la sua vita cambiò per sempre e i sogni che fino ad allora avevano attraversato la sua fantasia di bambino divennero uno solo: il circo.Un incontro dopo l'altro, Adrien conobbe ben presto un eccentrico musicista di Marsiglia, Marius Galante detto Brick, che aveva formato con Brock gli "Excentric Brick and Brock." A causa del servizio militare la coppia comica si era dovuta separare e ora Brock doveva essere rimpiazzato.Adrien, coinvolto per caso nella scelta, per rispetto al collega, non assunse lo stesso nome e scelse invece il nome Grock e così, la nuova copia, si chiamò "Brick e Grock."Ma, il grande artista che noi tutti ora conosciamo, non sarebbe forse mai esistito se, prima di lui, non ci fosse stato Brock.Brock, in un certo senso, quindi, è il "bruco" della farfalla Grock, l'embrione, l'emozione primordiale, il big bang del grande clown, ed è proprio a questo nome che presso il Teatro Salvini, grazie alla direzione artistica dell'attore savonese Elio Berti, sarà dedicato un vero e proprio Festival.Gli appuntamenti previsti si svolgeranno da sabato 3 al teatro Salvini a domenica 11 dicembre per le vie del borgo secondo un programma ricco e molto particolare. Domenica 4 dicembre alle ore 15, prima dello spettacolo al teatro Salvini previsto alle ore 17.00, l'attivissima associazione Leccadefà di Pieve di Teco presenta: Una foto con Babbo Natale!! …..sotto i portici di Pieve di TecoBabbo Natale aspetta i bambini per farsi fare una bella foto da mettere nel suo album, dove ci sono le fotografie di tutti i bimbi del mondo che aspettano i doni. Una stampa verrà regalata ad ogni bambino che poserà insieme al personaggio…. più famoso e generoso del mondo! Il 10 dicembre al teatro Salvini, verrà consegnato il premio "Festival Brock 2011" a un artista - già ospite del Teatro Salvini nel 2009 - grande interprete della maschera di Arlecchino: Enrico Bonavera. Allievo "di bottega" di Ferruccio Soleri, con alle spalle una formazione nell'ambito del teatro di ricerca, Bonavera svolge da ormai due decenni la sua attività di attore di prosa e insegnante di teatro in Italia e all'estero.Un vero e completo artista che porta la sua esperienza e professionalità in tutto il mondo con umiltà e saggezza, proprio come era Adrien Wettach e proprio come il "clown dei clown" sceglie una difficile forma di comicità che unisce corpo e parola creando un unica cassa armonica che produce movimenti e suoni nello stesso istante. Anche l'intera proposta artistica del Festival Brock, va in questa direzione alla ricerca di un teatro creativo mirato a trasmettere emozioni e sensazioni.Gli artisti professionisti hanno accolto con grande entusiasmo l'interessante "sfida" a fronte di qualcosa che manca nel nostro panorama artistico, dove tutto gira intorno a personaggi "conosciuti" dal pubblico per mezzo della televisione.Secondo la più antica tradizione del teatro di strada, così vicina alla realtà del circo, il Festival Brock si chiuderà quindi domenica 11 dicembre con una festa nelle piazze "di Pieve in Pieve".A partire dalle ore 15.00 di domenica 11, infatti, diverse compagnie proporranno teatro di strada riempiendo di colori gli angoli più caratteristici di Pieve di Teco e come si faceva una volta per tutti gli spettacoli, sarà il pubblico che premierà tutte le rappresentazioni con una "offerta a cappello" al termine degli spettacoli.L'ingresso è gratuito e la prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti: telefonare al numero 320.4303372. Per info: 347.71.21.765

A cena con Libereso Guglielmi

E’ un raffinato e originale menu vegetariano quello proposto dal Nyala Suite Hotel di Sanremo (via Solaro 134) per giovedì 15 dicembre in occasione di una piacevole cena con Libereso Guglielmi.
Tutti gli interessati possono partecipare prenotandosi al numero 0184/667 668.
La cena, dal costo di 34 euro, prevede il seguente menù:
· polentine con il ragù di chiodini
· quenelle di melanzane con yogurt greco
· mousse di funghi con gli spinaci e la ricotta
· perla di formaggio con il radicchio trevigiano e il miele
· crespelle di tofu ai funghi con le olive taggiasche
· risotto allo zafferano mantecato con il burro bacche rosse e la mozzarella di bufala
· crocchette di semolino e le uova in salsa verde con il flan di cavolo
· torta di ricotta
· delizia alle mele renette
Bevande comprese: acqua Lurisia gasata e naturale, Rossese DOC Calvini e Vermentino Doc Calvini. Caffè servito al tavolo.
Con l’occasione sarà presentato anche il Calendario 2012 di Libereso Guglielmi realizzato dalla casa editrice Zem (http://www.edizionizem.com/) con intervento di Claudio Porchia.
Si tratta di un originale calendario da tavola dove appare in tutta la sua bellezza e varietà quel mondo vegetariano così amato da Libereso che non prevede solo l’introduzione di erbe spontanee e fiori nei piatti di tutti i giorni ma anche una grande attenzione al calendario e all’alternarsi delle stagioni.
Inoltre, sarà possibile visitare la mostra di acquerelli e disegni realizzati da Libereso Guglielmi e ispirati al mondo della natura tuttora in corso presso le Sale d’Arte del Nyala (l’esposizione è curata dalla dottoressa Giorgia Cassini).

MEMORIAL MILITARI CADUTI IN RUSSIA

Mercoledì 30 Novembre 2011 alle ore 10.00, presso i Giardini Comunali di Via Vespucci, si svolgerà la cerimonia inaugurale della lapide commemorativa dedicata ai militari albenganesi caduti in Russia, iniziativa organizzata dall'Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra (ANFCDG), con il patrocinio e la collaborazione di Comune di Albenga e Provincia di Savona.
Per l'occasione, il Comune di Albenga, attraverso la Segreteria del Sindaco, l'Ufficio Stato Civile e l'Ufficio Stampa ha lanciato nelle scorse settimane un appello pubblico per rintracciare i discendenti e i parenti dei caduti albenganesi, affinché possano prendere parte alla cerimonia in onore dei quarantasei valorosi, dei quali viene diffuso e nome e cognome, al fine di rendere più facili le ricerche generazionali. Chi dovesse riconoscere il nome di un proprio antenato o parente, è infatti invitato a contattare la Segreteria del Sindaco (tel. 0182 562266: 0182 562220; e-mail sindaco@comune.albenga.sv.it).
Nel Novembre 2006, su iniziativa dell'Unione Nazionale Italiana Reduci Russia, veniva realizzato ed inaugurato in Albenga, presso i Giardini Comunali di Via Vespucci, un cippo marmoreo dedicato al Caduto Ignoto di Russia, Medaglia d'Oro al Valor Militare. Raccogliendo l'eredità morale della Sezione Ligure dell'UNIRR, il Comitato Provinciale di Savona dell'Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, con il Patrocinio e il sostegno della Provincia di Savona e della Municipalità di Albenga, ravviva ora il ricordo dei Caduti albenganesi in Russia con una lapide su cui sono incisi i nomi dei quarantasei valorosi militari di ogni arma, formazione, grado caduti in combattimento e morti in prigionia. Ad ognuno di Essi ben si addice la motivazione della Medaglia d'Oro al V.M. Concessa dal Capo dello Stato al Caduto Ignoto di Russia: “Valoroso soldato combatté con coraggio nelle lontane steppe russe per l'onore della Patria. Sacrificò la vita nelle più cruenti battaglie e nei campi di prigionia, dimostrando sempre più spirito di sacrificio ed eccezionale dignità. Magnifico esempio di alto sentimento del dovere e di fulgido eroismo” (il Presidente della Repubblica Francesco Cossiga, Roma, 6 Febbraio 1992).
La cerimonia prevede, alle ore 10.00, l'afflusso delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma, Scolaresche e Cittadinanza, alle ore 10.30 il ricevimento delle autorità e, a seguire, alzabandiera preceduto dalla consegna del Tricolore, dono dell'Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, alla Città di Albenga; la consegna della Bandiera sociale, dono della Presidenza della Provincia di Savona, all'Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, Comitato Provinciale di Savona; lo scoprimento della lapide alla memoria dei Miliari albenganesi caduti in Russia e morti in prigionia, appello nominale dei Caduti; il versamento della sabbia del Don nella Teca; la deposizione della corona e resa degli Onori ai Caduti; le allocuzioni; la celebrazione della S. Messa.
All’evento prenderanno parte il Console Generale della Federazione Russa Evgeny Boykov, il Presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza, il Sindaco di Albenga Rosy Guarnieri, e numerose altre autorità civili e militari.

Domani serata danzante al "Betise" ad Ospedaletti

Domani martedi 29 novembre alle ore 21.30 grande serata danzante al"BETISE" ad Ospedaletti, per l'occasione la Band "Onda Sonora" proporrà il loro ricco repertorio per una scintillante serata dedicata alle diverse discipline dei balli.
Serata quindi all'insegna della simpatia, allegria, professionalita' e buona musica. Il loro repertorio spazia dal liscio agli evergreen degli anni 70-80-90, dai brani da discoteca attuali al coinvolgente latino- americano, il tutto amalgamato da giochi di luce necessari all’ esibizione riscontrando giudizi molto positivi e soddisfando i gusti di un pubblico molto eterogeneo .
Per ulteriori informazioni si può telefonare al 3493654530.

Otto dicembre, Ventimiglia in festa con la LILT

Si moltiplicano, soprattutto in prossimità del Natale, gli eventi organizzati a favore della LILT. A Ventimiglia, la sezione provinciale di Imperia-Sanremo della Lega per la Lotta contro i Tumori, ha programmato per giovedì 8 dicembre (Teatro Comunale di Ventimiglia, ore 21:00) uno show, uno spettacolo di arte varia fatto di musica, danza, teatro e comicità, sotto la direzione artistica di Marco Gallo.
A "... in festa con la LILT", che verrà presentato da Donatella Lauria e Cristian Magistri, parteciperanno la "Scuola di danza Centro Studio Danza", diretta da Paola D'Angelo, la "Compagnia dei genitori perditempo", che presenterà uno spettacolo teatrale, il coro gospel "Family Band", la cantante Angela Vicidomini, la simpatica "Grockbanda" e le "Piccole voci" del Museo della Canzone.
Biglietti in prevendita esclusivamente presso info-point LILT 349-408.56.58.

LOTTA ALL'EVASIONE FISCALE E TRIBUTI, CONVEGNO AD ALBENGA

“La partecipazione dei Comuni al contrasto della evasione erariale e la riscossione delle entrate comunali dal 2012”. È questo il titolo del convegno organizzato dalla ANUTEL – Associazione Nazionale Uffici Tributi Enti Locali, in collaborazione con il Comune di Albenga, che si svolgerà Mercoledì 30 Novembre presso l'Auditorium San Carlo, in Via Roma ad Albenga. L'incontro pubblico è rivolto ad amministratori, dirigenti, funzionari e operatori di uffici tributi e finanziari, nonché di società 100% pubbliche e di enti locali.
Le scelte del legislatore sono sempre maggiormente orientate alla effettiva attuazione della collaborazione del Comune alla lotta della evasione ed elusione erariale e contributiva, attività per taluni aspetti già legislativamente obbligatoria e, comunque, indispensabile per reperire ulteriori risorse non assolutamente trascurabili in considerazione del vantaggio diretto (al Comune viene riconosciuto il 50% degli importi riscossi dall’Agenzia delle Entrate e dall’INPS, percentuale aumentata al 100% per il triennio 2012-2014) ed indiretto (in attuazione del federalismo fiscale, dall’incremento della base imponibile dei tributi erariali deriva, a parità di aliquota di devoluzione e/o compartecipazione, un aumento a regime delle risorse trasferite dallo Stato al Comune).
Inoltre, a partire dal 2012 la gestione delle entrate comunali sarà fortemente influenzata dalle scelte che il legislatore ha assunto negli ultimi mesi con riferimento alla riscossione volontaria e coattiva. In particolare, è stato previsto l’uscita di Equitalia dalle attività di accertamento e riscossione delle entrate comunali; sono state introdotte rilevanti novità nell’attuazione delle misure cautelari e nelle procedure esecutive nonché nella gestione delle attività di discarico per inesigibilità e di rimborso delle spese di riscossione.
Il corso, di taglio giuridico-pratico, si pone l’obiettivo di analizzare gli effetti nella gestione dei tributi comunali delle innovazioni legislative introdotte. Ampio spazio sarà riservato agli interventi dei partecipanti.
L'apertura dei lavori è prevista per le ore 9.00, con i saluti di Ubaldo Pastorino, Assessore con delega a Bilancio, Finanze e Tributi del Comune di Albenga. Seguirà quindi, con la moderazione di Andrea Finazzi, Istruttore Ufficio Tributi del Comune di Diano Marina e componente del Consiglio Generale ANUTEL, la relazione di Luigi Giordano, esperto in materia tributaria e componente del Comitato Scientifico e docente ANUTEL, che verterà sul “Nuovo ruolo dei Comuni nella lotta alla evasione erariale e contributiva”: le modifiche legislative; la obbligatorietà della partecipazione; gli effetti della mancata attuazione della partecipazione; gli effetti della mancata attuazione della partecipazione; la gestione in house della partecipazione; gli ambiti di intervento; le possibili segnalazioni qualificate; la tipologia e gli elementi delle segnalazioni; il modello organizzativo ottimale; il software per le segnalazioni; l'istituzione del Consiglio tributario: punti critici ed ipotesi di disciplina; i nuovi strumenti a disposizione del Comune per il recupero dell'evasione e dell'elusione: l'accesso alle informazioni acquisibili dal Portale dei Comuni e da Punto Fisco.
Quindi, riflettori sulla “Riforma della Riscossione dei Tributi Comunali”: l'abbandono di Equitalia a partire dal 2012 e le diverse modalità gestionali possibili per i Comuni; le modifiche alla riscossione coattiva dei debiti fino a duemila euro; le altre modifiche alla gestione delle misure cautelari e delle procedure esecutive; le modifiche alle cause di perdita del diritto al discarico; la nuova modalità di rimborso delle spese della riscossione; il differimento dei termini per la presentazione ed il controllo delle quote inesigibili. Con pausa pranzo alle ore 13.00 e ripresa alle ore 14.00, la chiusura dei lavori è prevista per le ore 16.30.

GINNASTICA RIVIERA DEI FIORI: INCETTA DI COPPE ALL’ULTIMA GARA DEL CAMPIONATO NAZIONALE DI TRAMPOLINO ELASTICO




Dopo Bergamo, Milano, Trapani e Verona, domenica 27 novembre si è concluso il Campionato Nazionale, sezioni GpT e OPEN, di Trampolino Elastico presso la prestigiosa sede della Reale Società Ginnastica di Torino. L’esperienza vissuta dai 25 ginnasti della Ginnastica Riviera Dei Fiori è stata qualcosa di più che partecipare ad una gara importante, è stato gareggiare all’interno della palestra ‘Magenta’ che 167 anni fa ha visto nascere una delle prime Società Sportive della Storia d’Italia, ancor prima della nascita stessa della nostra Nazione.
La gara nella categoria Allieve ha visto la vittoria di Natalia Cosenza, seguita da Giulia Damiani e da Vittoria Malatesta, tutte della Riviera dei Fiori. La classifica del campionato, dopo le 5 prove, ha visto la netta vittoria di Natalia Cosenza con le compagne di squadra Giulia Damiani e Alice Viganò a completare il podio. Ottime le prestazioni delle altre componenti della squadra Allieve con punteggi di tutto rispetto durante l’intero campionato al quale hanno preso parte Matilde Filippi, Giorgia di Michele, Camilla Cianci, Rachele Corinti, Vittoria Malatesta, Michela Fiorini e Camilla Marengo.
Sempre GpT ma categoria Juniores, gara e campionato vinto da Alice Nocerini che dopo un avvio di stagione alterno ha aumentato le difficoltà dei suoi esercizi conquistando un risultato di prestigio.
Categoria Allievi Open, successo del giovane Gianluca De Andreis su Matteo Rotoloni con classifica del campionato che vede invertirsi le posizioni dei due portacolori del sodalizio ponentino. Allieve OPEN, gara vinta da Andrea Strà, seguita da Giulia Bellone e Chiara Viganò. Nel campionato, risultato finale con le nostre ginnaste in rimonta col 2° posto di Giulia, il 3° di Andrea e il 5° di Chiara.
Nella Open maschile categoria Juniores, dominio della coppia della Riviera per l’intero campionato con successo finale di Mirko Donsanto seguito da Christian Zambellini, entrambi autori di esercizi con valori di partenza molto elevati. Stessa gara, ma versione al femminile, Nicla Londri già sicura della vittoria finale del campionato per il notevole vantaggio ottenuto nelle prove precedenti, è salita sui trampolini con poca determinazione terminando la prova di Torino in seconda posizione. Determinazione che non è mancata alla giovane compagna di squadra Giulia De Grossi risultata 1ª nella gara torinese e 4ª nel Campionato.
Nei senior stravince nella maschile Giunta Damiano col punteggio più alto dell’intera competizione nell’esercizio libero dopo qualche pasticcio nel libero. Nelle senior femminile vince la gara, al suo esordio, Francesca Succi con Alice Frascarelli 2ª e vincitrice del campionato, grazie alla vittoria precedente ottenuta in Sicilia.
A Torino nel pomeriggio si è svolta anche la 2ª prova della Coppa Italia, sempre di Trampolino Elastico. Anche qui non sono mancate le soddisfazioni per il tecnico Angelica Stella ed i dirigenti al seguito della rappresentativa ligure che hanno fatto esordire nella competizione del settore agonistico le giovanissime ginnaste Giorgia Accotardi e Siria De Vincentis di 8 e 9 anni rispettivamente. Siria è arrivata 2ª e Giorgia 4ª e nella gara di Syncro hanno conquistato il primo gradino del podio, oltre ad essere le più giovani ginnaste di tutta la competizione.
La stagione del Trampolino Elastico è giunta al termine e questo gruppo di ginnasti oltre a fare importanti esperienze umane e tecniche, confrontandosi con i più forti esponenti della disciplina, tra cui i tre ginnasti che la settimana scorsa avevano partecipato ai Campionati del Mondo di Birmingham, Flavio Cannone, Dario Aloi e Stefano Crastolla, potrà cominciare a preparare al meglio la partecipazione al Campionato di Serie A del prossimo anno. Non mancheranno certamente le difficoltà, ma l’entusiasmo dei ginnasti, supportato dalle loro famiglie, dagli istruttori e dalla Federazione, che ha proposto l’intervento di un tecnico in Riviera per uno stage da programmare durante le vacanze di Natale, al quale parteciperanno anche gli amici francesi della società Kelo Tramp di Nizza, ci permetterà sicuramente di raccogliere altri notevoli successi come nella stagione appena terminata.

Presepiale: la tradizione dei figurinai liguri

La mostra, allestita negli spazi espositivi della Galleria Arte in Porto a Marina Genova Aeroporto, prende spunto dalla grande tradizione ligure nel campo della costruzione artigianale dei presepi e dall’interesse collezionistico di privati.
L’esposizione “Presepiale: la tradizione dei figurinai liguri” non si occupa delle opere presenti nelle collezioni pubbliche liguri riferibili al XVII secolo, di committenza nobiliare, dove le statuette prendono a modello quella che viene definita l’“arte maggiore”. La mostra si propone di esporre quella particolare tipologia di presepe che nasce per soddisfare le esigenze dei ceti meno abbienti. Tramontata, con l'avvento del regime napoleonico, la committenza nobiliare, si afferma infatti in Liguria attraverso uno stile più semplice e dimesso, con una produzione seriale, in terracotta, basata sulla ripetitività dei tipi caratteristici e l'utilizzo di stampi.
Nascono così i presepi dei "figurinai": statuette, dipinte a freddo con colori vivaci, che vengono vendute al mercato di Santa Lucia a Savona, il 13 dicembre, e in virtù del loro aspetto rudimentale e un po' grossolano, assumono il nome di "macacchi".
Proprio dalla produzione dei "figurinai" di Albisola, ed in particolare da quella di Beatrice Spaccapietra, prende spunto l'opera di un artista genovese del Novecento: Umberto Piombino, che può essere considerato l'ultimo erede di una tradizione che nella nostra regione ha lasciato ricchissime testimonianze.
L’esposizione riunisce una scelta di presepi realizzati da artisti e da artigiani che hanno operato in Liguria nel Novecento. Nella loro attività presepiale si riflettono le medesime problematiche che si possono individuare nella scultura del Novecento, ricca di rimandi stilistici e culturali. Il che è evidente nelle opere dedicate alla raffigurazione del presepe, opere che nascono, prevalentemente, da privata committenza. E proprio questa committenza ha permesso la sopravvivenza dell'arte presepiale contemporanea e che ora è fruibile nei suoi esempi più significativi presso la Galleria Arte in Porto.

Stage GRATUITO per principianti dedicato a “LO YOGA DEL CUORE”

Gli incontri si svolgeranno a scelta, Giovedì 1 dicembre alle 17,45 e alle 19,Venerdì 2 dicembre alle 12,45, alle 14 e alle 15,15, Sabato 3 dicembre alle 17 e Domenica 4 dicembre alle 11, presso lo “YOGA SANREMO”, Via Padre Semeria 174 Sanremo.
La partecipazione è GRATUITA, ma occorre prenotare al numero 340-8007000 o sul sito http://yogasanremo.blogspot.com/

SENSO UNICO ALTERNATO IN ZONA "LA VESCA"

A causa della rottura di una tubatura dell'acquedotto in zona "La Vesca" (corso Mazzini), i tecnici dell'Amaie SpA da stamattina sono impegnati nei lavori di emergenza per riparare la conduttura.
L'Ufficio Viabilità del Comune ha istituito il senso unico alternato nella zona a levante della città e che sarà in vigore fino al termine delle operazioni di ripristino, previste per la durata di 2-3 giorni. A causa dell'inevitabile disagio, si consiglia agli utenti della strada di utilizzare, possibilmente, fino a quando saranno in vigore le temporanee disposizioni di viabilità, percorsi alternativi (Aurelia-bis).

domenica, novembre 27, 2011

Il riposo del barbone sull'aiuola

Come potete vedere dalla foto sopra, l'aiuola del Lungomare Salvo d'Acquisto, meta di un barbone, he incurante della gente che, con la complicità della bella giornata di sole ha affollato la passeggiata, ha schiacciato un sonnellino sull'erba del giardino.

NATALE 2011: PER LA PRIMA VOLTA L'ALBERO SINTETICO SUPERA QUELLO VERO NELLE CASE DEGLI ITALIANI

Per la prima volta nelle case degli italiani il numero di alberi di Natale sintetici superera' quello degli alberi veri. Lo annuncia il Codacons che ha monitorato le propensioni al consumo dei cittadini in vista delle prossime festivita'.Quest'anno saranno acquistati 10 milioni di alberi di Natale: il 60% delle famiglie scegliera' quello sintetico, mentre il 40% rimarra' fedele all'albero naturale. In totale per l'acquisto dell'abete natalizio verranno spesi nel nostro paese 330 milioni di euro: 4 milioni di alberi veri (per un controvalore di 150 milioni di euro) e 6 milioni di sintetici (per un controvalore di 180 milioni di euro). L'inversione di tendenza - spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi - è attribuibile innanzitutto alla crisi economica in atto, che porta i cittadini a sceglieri beni e addobbi che possano essere riciclati nel tempo. L'albero vero, inoltre, presenta problemi di varia natura, dalla perdita di aghi alla necessita' di spazio dove collocarlo dopo le feste. Proprio a causa della crisi - conclude Rienzi - sale al 13% la percentuale di famiglie che quest'anno non allestira' alcun albero in casa. (fonte Codacons)

NATALE 2011: ECCO TUTTI I PREZZI DELLE FESTIVITA'

Come ogni anno, il Codacons ha svolto la consueta indagine per monitorare i prezzi dei beni legati alle feste di Natale. Si scopre così che quest'anno costerà di più l'albero vero (+7,5%), ma anche i dolci classici della festività (pandoro, panettone e torrone). In generale, tutto il comparto alimentare legato al Natale presenta ritocchi dei prezzi al rialzo, e anche per addobbare la casa si spenderà di più rispetto allo scorso anno. La vera nota dolente però riguarda i giocattoli, oggetti irrinunciabili all'interno della lista regalo delle famiglie: per questi beni i listini hanno subito sensibili aumenti, in alcuni casi anche a due cifre. In crescita anche i prezzi dei libri e dei cd che non rientrano in offerte o promozioni particolari. A parità di consumi rispetto allo scorso anno, per il Natale 2011 ogni cittadino spenderà circa 220 euro, ossia il 10% in più. "La principale causa di tali rincari generalizzati - spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi - è da ricercarsi nei provvedimenti introdotti dal precedente Governo, vale a dire l'aumento dell'Iva e le tante accise sui carburanti, che hanno avuto effetti negativi diretti sui listini, come certificato anche dall'Istat. Ovviamente è possibile risparmiare e reperire prodotti in vendita a prezzi più vantaggiosi rispetto alla nostra ricerca, scegliendo con attenzione gli esercizi commerciali e preferendo quei negozi che applicano offerte e sconti'. (fonte Codacons)

IL PREMIO TENCO SU POPOLARE NETWORK

Popolare Network trasmetterà una serie di speciali sulla recente edizione del Premio Tenco, la 36a “Rassegna della canzone d'autore” che si è svolta a Sanremo dal 10 al 12 novembre. L'appuntamento radiofonico è in programma tutti i giorni da lunedì 28 novembre a venerdì 2 dicembre, dalle 23.30 alle 00.30, e conterrà echi, ampi stralci delle serate e interviste dal “Tenco”. Sarà preceduto da uno speciale introduttivo di 30 minuti nell'ambito della trasmissione “Jalla Jalla”, il 28 novembre alle 14.00. Gli speciali, a cura di Sara Milanese, saranno poi replicati durante le vacanze natalizie nella fascia pomeridiana.
Popolare Network è il circuito di emittenti che fanno capo a Radio Popolare di Milano, diffuso in quasi tutta Italia.
Quella da poco terminata è stata un'edizione straordinaria del “Tenco”, per due opposti motivi. In parte perché dedicata al leggendario fondatore del Club, Amilcare Rambaldi, in occasione del centenario della nascita, e per questo denominata “Robe di Amilcare”, parafrasi della canzone che gli dedicò Paolo Conte; ma purtroppo anche perché, come noto, il Club si è visto decurtare buona parte delle risorse ed ha perciò realizzato la Rassegna con grandi difficoltà economiche e senza molti dei momenti collaterali che da sempre la contraddistinguono.
I prestigiosi Premi Tenco – i riconoscimenti che il Club Tenco assegna ogni anno alla carriera di personaggi importanti della canzone d'autore mondiale – sono andati a Luciano Ligabue, Jaromír Nohavica (come cantautori) e Mauro Pagani (come operatore culturale), mentre le Targhe Tenco – decise non dal Club ma da una folta giuria di giornalisti musicali – hanno visto prevalere Vinicio Capossela (nella sezione “Album in assoluto” con “Marinai profeti e balene”), Patrizia Laquidara (miglior album in dialetto con “Il canto dell’anguana”, in veneto, pubblicato insieme agli Hotel Rif), Cristiano Angelini (che con “L’ombra della mosca” si è aggiudicato la categoria “Opere prime”) e Roberta Alloisio (prima nella sezione dedicata agli interpreti, con “Janua”).
Con loro, a comporre il cast ufficiale, un personaggio storico della nostra musica come Edoardo Bennato, gli artisti Cesare Basile, Paolo Benvegnù, Mariposa e Marco Parente che pur avendo una importante carriera non sono ancora arrivati al grande pubblico e una serie di nomi nuovi ed estremamente interessanti: Giorgia Del Mese, Fabularasa, Iosonouncane, Iotatòla, Nobraino, Piccola Bottega Baltazar e Carrie Rodriguez, texana di padre messicano. Inoltre, il cantautore e attore Peppe Voltarelli a cui è stato affidato il compito di coprire i cambi palco.
A loro si sono aggiunti a sorpresa come ospiti Vittorio De Scalzi, Petra Magoni e Alberto Patrucco.
Il “Tenco” 2011 verrà prossimamente trasmesso anche da Rai5, il canale digitale gratuito riservato all’intrattenimento culturale.
Per maggiori informazioni: www.clubtenco.it - info@clubtenco.it

MY SWEET GEORGE

Gli studi di registrazione LOGIC SUDIOS di Milano dedicano un tributo a George Harrison, nel decennale della scomparsa, offrendo l’occasione di registrare una canzone del grande Beatle. Evento promosso da Carmelo e Michelangelo La Bionda in collaborazione con Rock Targato Italia. I Beatles sono ormai considerati uno dei fondamentali fenomeni artistici del Novecento. Hanno segnato un’epoca, non solo nella musica ma anche nel costume, nello stile di vita, nella moda, nella comunicazione e nell’arte in genere. Sono stati lo specchio e i portavoce dell’ansia di cambiamento e di rivoluzione che ha animato i giovani del periodo post bellico, sfociata nel ’68. Hanno innovato lo stesso modo di creare, produrre e registrare la musica. Prima dei Fab Four gli studi di registrazione erano semplicemente il luogo nel quale gli artisti registravano le loro esecuzioni quasi in modalità ‘live’. Il lavoro di George , John, Paul e Ringo coadiuvati dal leggendario produttore Sir George Martin fecero degli studi Abbey Road di Londra una sorta di laboratorio creativo, un luogo di ricerca e di sperimentazione musicale che diventò il nuovo trend e che diede a tutto il mondo il la per un nuovo modo di concepire il lavoro di registrazione. Per questo abbiamo pensato di ricordare George Harrison anche e proprio in uno studio di registrazione. Harrison, curioso, ironico e visionario, ha avuto un ruolo determinante nella ricerca e nella sperimentazione creativa del gruppo e, attraverso il suo personale percorso umano, artistico e spirituale, ha avvicinato i Beatles a nuove culture e nuovi mondi musicali. Vogliamo ricordarlo offrendo l’occasione a musicisti, professionisti e non, di registrare una sua canzone ai Logic Studios. I Logic Studios, presenti a Milano fin dal 1985, sono considerati uno degli studi di registrazione più prestigiosi e più tecnicamente avanzati e, da sempre, sono parte della storia e della scena musicale del nostro paese. Hanno ospitato molti tra i più grandi della musica italiana e internazionale : Vasco Rossi, Depeche Mode (che vi hanno registrato il loro capolavoro Violator, con la super hit Personal Jesus), Laura Pausini, Little Steven, Nuno Bettencourt, Ray Charles, Ligabue, Robert Palmer, Rihanna, e tantissimi altri. http://www.logicstudios.it/ MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE- La giornata dedicata a George Harrison è aperta a tutti, professionisti e non, cantanti singoli o gruppi, fino ad esaurimento dei posti.- Per partecipare è necessario prenotarsi inviando un’ e-mail all’indirizzo info@logicstudios.it-Le registrazioni in studio verranno effettuate il 14 Gennaio 2012 dalle h. 10 alle h. 22 - Ogni partecipante avrà a disposizione 20 minuti per registrare una canzone, rigorosamente di George Harrison- Oltre alle apparecchiature e al supporto tecnico, I Logic Studios mettono a disposizione un pianoforte, una tastiera, una batteria completa e gli amplificatori. Tutto il resto, strumenti ed eventuali basi, sarà a cura del partecipante. Lo spirito dovrà essere, necessariamente, quello del “plug and play”.- Ogni partecipante dovrà specificare nella e-mail quale brano intende registrare, il proprio nome e cognome, data di nascita, indirizzo e numero telefonico. I gruppi (da due componenti in poi) dovranno specificare i dati anagrafici di ciascun componente.- I partecipanti di età inferiore ai diciotto anni dovranno essere accompagnati da un genitore o da un adulto provvisto di permesso scritto di un genitore- Sarà ammessa la presenza di un solo accompagnatore per partecipante- Ogni partecipante riceverà un CD con la registrazione della propria performance.

28° CAMPIONATO INVERNALE WEST LIGURIA

Iniziato venerdì sera con il briefing degli armatori, il ventottesimo Campionato Invernale West Liguria - Trofeo Grand Hotel del Mare ha già messo a segno due belle prove.
Sabato le condizioni di vento erano decisamente scarse; ciò nonostante il Comitato è riuscito a dare la partenza e a concludere una regata, mentre domenica la situazione era decisamente migliore e la prova ha potuto svolgersi regolarmente.
Quest’anno la flotta è divisa in sette classi. La Generale ORC, che raggruppa il gruppo A e il Gruppo B, a cui sarà assegnato il Trofeo Grand Hotel del Mare.
La classe IRC, la Gran Crociera, la classe Libera 1 e Libera 2.
Al momento nella Generale ORC si piazza in testa Flying Cloud, con quattro punti, seguito da Neera e da No First No Fun.
Nel Gruppo A conquista il primo podio del week end di regata Davide Noli, armatore di Flying Cloud, Millennium 40 dello Yacht Club Porto Maurizio, con un primo e un secondo posto. Segue Neera, FY 49 di Veladoc Racing Team, di Nicolò Zanelli e terzo posto per Melissa, di Domenica D’Ambros, con un Baltic 50, dello Yacht Club Sanremo.
Il Gruppo B premia Gianluca Canale, con No First No Fun, First 35 dello Yacht Club Porto Maurizio; secondo posto per Emanuela, di Giuseppe Magliocchetti, Proto e terzo posto per il Pingone di Mare, di Federico Stoppani, entrambe dello Yacht Club Sanremo.
Le classifiche definitive della classe IRC saranno edite al prossimo appuntamento del West Liguria Trofeo Grand Hotel del Mare, in quanto il Comitato ha concesso una proroga per la presentazione dei certificati.
Per la classe Gran Crociera Melissa II, di Dario Goffredo, Swan 42 dello Yacht Club Sanremo, con due secondi posti si piazza al vertice della classifica. Fotitieng, Sweden 36, di Emilio Milanino, Yacht Club Aregai, mette a segno un primo e un quinto posto e si trova seconda in classifica. Terzo posto per Wolly, di Giovanni Beretta, First 35, dello Yacht Club Sanremo.
In Libera 1 Andrea Patala, con Sguaraunda, un X 40, balza in vetta con due primi posti, seguito da Vie en Blue, di Simone Cavazzuti – Yacht Club Domaso – e da Blue Swell di Paolo Lerda, Yacht Club Sant’Ampelio.
Libera 2 premia Ten Pesta, di Mauro Fioretto, Ten PF della Società Velica Cosulich, secondo posto per il Grifone di Mare, di Gianni Trapani, One Desing dello Yacht Club Sant’Ampelio e terzo per Mordilla di Rino Minio, X95 dello Yacht Club Sanremo.
Il prossimo appuntamento con il West Liguria Trofeo Grand Hotel del Mare è per il 10 e 11 dicembre e come di consueto sarà dedicata a Telethon.