martedì, agosto 31, 2010

VISITA AL “CAMPO SCUOLA” GENOVESE ALLESTITO PRESSO LA AZ CAMINI SRL. NUOVI CORSI DI FORMAZIONE A OTTOBRE E NOVEMBRE

Giovedì 2 Settembre 2010 dalle ore 10 in poi, il presidente dell’Associazione Europea degli Spazzacamini (Europaische Schornsteinfegermeister Foderation, con sede centrale in Belgio; Internet: www.eschfoe.com), Hans-Günther Beyerstedt, sarà a Genova, per compiere la sua prima visita ufficiale presso l’“Università Italiana” degli Spazzacamini. L’incontro si terrà presso le aule di lezione, allestite qualche mese fa presso l’azienda genovese AZ Camini Srl di Giovanni Cardamone (Via Pedullà 95, Internet: www.azcamini.it), grazie a un accordo con la prestigiosa azienda tedesca Wöhler. Cardamone, figura di spicco a livello nazionale per quanto riguarda gli installatori e manutentori di canne fumarie, mostrerà a Beyerstedt come ha organizzato i corsi, e illustrerà i primi mesi di attività, che hanno già visti coinvolti oltre cinquanta operatori, molti dei quali hanno poi aperto delle attività in proprio e creato nuovi posti di lavoro. «I corsi attivati presso il “Campo scuola” di AZ Camini - spiega Cardamone - sono essenzialmente tre: verifica, risanamento e pulizia di camini e canne fumarie tradizionali; verifica e pulizia di condotti cucina; verifica e pulizia condotti di ventilazione. I corsi più innovativi sono gli ultimi due: vengono infatti presentate le nuove tecnologie e metodologie di intervento per il controllo, la pulizia e la sanificazione di condotti per cucine industriali e la pulizia di canali di ventilazione, due attività che nel passato non hanno avuto sviluppi significativi, proprio per la mancanza di adeguate tecnologie». L’insegnante è German Puntscher, delegato Wöhler per l’Italia, nonché rappresentante per l’Italia dell’Associazione Europea Spazzacamini. «La visita del Presidente Hans-Günther Beyerstedt presso il “Campo scuola” AZ Camini srl - commenta Cardamone - è un meritato riconoscimento dell’impegno e del lavoro svolto dall’azienda genovese negli ultimi anni, che si è prodigata nel contribuire ad accrescere la cultura della fumisteria in Italia, a conferma che l’innovazione può nascere anche dalla tradizione artigiana. I prossimi corsi di formazione partiranno nei mesi di Ottobre e di Novembre. L'obiettivo è quello di arrivare a due cicli ogni mese. Considero molto importante ritornare sull'argomento sicurezza, proprio in questo periodo, nel quale gli impianti vanno verso la riaccensione ed è fondamentale che gli scarichi dei fumi siano puliti».

Turismo. Vele d'Epoca, Berlangieri: “Da Imperia il rilancio della dieta mediterranea”

"Con una manifestazione di livello mondiale come le Vele d'Epoca di Imperia giunta alla ventiseiesima edizione, che prende il via a un mese dal Salone Nautico Internazionale di Genova, la Liguria diventa un importantissimo polo del turismo nautico. Ruolo che la Regione Liguria sta spingendo anche con un progetto transfrontaliero che punta a trasformare i porti in porte da spalancare agli ospiti per offri loro le eccellenze del territorio", ha affermato l'assessore al Turismo Angelo Berlangieri, intervenendo alla conferenza stampa nella sede della Camera di Commercio di Imperia.
"E fra queste eccellenze, c'è la filiera alimentare, la gastronomia, la famosa dieta mediterranea che diventerà patrimonio Unesco e che, non dobbiamo dimenticarlo, è nata qui, per i nostri prodotti, a cominciare dall'olio extravergine di oliva e perché proprio a Imperia, molti anni fa, venne lanciata e poi sostenuta in modo non continuativo, almeno a livello di promozione".
"Ecco perché - ha aggiunto Berlangieri - la Regione Liguria crede che sia importante, dalle prossime edizione delle Vele d'Epoca e di altri appuntamenti legati alla nautica e al mare, affiancare, agli eventi in programma, insieme con le realtà locali, una nutrita realtà dei prodotti e della cucina del territorio, dei piatti nati a bordo degli antichi velieri, di cui comunque si parlerà anche in questa edizione nelle manifestazioni collaterali".

Mercoledi' 1 settembre, a Pietra Ligure, alle ore 21.00 in Piazza Rosselli andra' in scena lo spettacolo di burattini "Pierino e il tesoro dei Pirati"

Mercoledì 1 settembre, a Pietra Ligure, alle ore 21.00 in Piazza Rosselli andrà in scena lo spettacolo di burattini “Pierino e il tesoro dei Pirati” con la Compagnia Teatro degli Amici.
L’iniziativa è inserita nella la rassegna Bim Bin Gio Co, promossa dall’Assessorato al Turismo del Comune di Pietra Ligure con il patrocinio della Provincia di Savona e organizzata dalla Cooperativa Sociale I.So.
La storia ricca di colpi di scena, lascerà fino all’ultimo grandi e piccini con il fiato sospeso.
Nello spettacolo si narra di una bambina meravigliosa e di buon cuore di nome Alice, che viene trasformata da una strega invidiosa in una vecchia antipatica. L’incantesimo finirà solo se una persona, anche lei buona, le procurerà una pozione magica.
E qui comincia la storia in cui Pierino e il suo cane Cippa Lippa si imbattono in una vecchia gobba e un po’ antipatica, che si fa raccogliere una pera dall’albero e in cambio indica a Pierino il modo per trovare il tesoro dei pirati: bisogna portare alla tartaruga centenaria la pera rossa e la formaggetta dell’orco e in cambio si riceverà la chiave del tesoro.
Pierino non si perde d’animo e subito, aiutato dal simpatico Cippa Lippa, cerca di procurarsi la pera e la formaggetta perché già sogna di trovare oro, gioielli, pietre preziose…ma, c’è anche il pirata Barbanera che, aiutato dal pappagallo Doppio Rum è attratto dalla ricchezza e vuole prendersi il tesoro.
Ma alla fine sarà proprio Pierino ad aprire il forziere e, ultimo colpo di scena, il tesoro non esiste, al suo posto una vecchia bottiglia sporca. La delusione di Pierino per non aver trovato un tesoro è grandissima, ma proprio in quel momento arriva la vecchia gobba che gli chiede la bottiglia e, una volta bevutone il contenuto, si rivela per chi è in realtà: una bambina con gli occhi blu e i capelli rossi di nome Alice. Pierino sbalordito e affascinato per questa magia, si rende conto che quello è il più bel tesoro che esista.
La rassegna Bim Bin Gio Co si chiuderà, Giovedì 2 settembre, alle ore 21,00, in Piazza Rosselli, con il Laboratorio Gioco, Giocare e Giocarsi.
In caso di pioggia gli spettacoli si svolgeranno presso il Centro Polivalente Comunale, la nuova struttura polifunzionale in Via Nino Bixio (zona Via Soccorso tra il torrente Maremola e la Chiesa del Soccorso vicino a Piazza Marconi).

La Liguria di Antonella Cotta chiude Charme féminin al Nyala Suite Hotel

“È un paesaggio ligure incantevole e leggiadro, di straordinaria intensità vitale, ricreato fra energica realtà e poetica astrazione. Raffinata interprete per dimensione artistica e intellettuale, Antonella Cotta di fatto ferma sulla tela, entro un sedimentarsi materico, un paesaggio condizionato da una forte connotazione coloristica, sviluppando un discorso pittorico ove la natura è l’elemento primario”.
Così la dottoressa Giorgia Cassini presenta la mostra di Antonella Cotta, l’ultima pittrice ad esporre a Charme féminin, il ciclo di mostre curato dalla stessa Cassini che si è svolto per tutta l’estate nelle Sale d’Arte del Nyala Suite Hotel ideate dall’ingegner Igor Varnero.
L’esposizione verrà inaugurata venerdì 3 settembre alle ore 18. Oltre all’artista, interverranno Giorgia Cassini e Igor Varnero.
Sarà presente anche Paola Forneris, già direttrice della Biblioteca Civica di Sanremo che, per l’occasione, ha preparato uno scritto dedicato al modo di dipingere di Antonella Cotta e all’amicizia con questa pittrice così “versatile” (in allegato).
La mostra è composta da 40 opere dipinte su tela con acrilico, olio e tecnica mista e mette in luce l’evoluzione che la pittura di Antonella Cotta sta subendo, poiché le opere più recenti sono chiaramente astratte, sebbene continuino a richiamare i colori e gli stati d'animo della Liguria.
Giorgia Cassini modulerà la mostra creando un’apposita sezione dedicata proprio a questi ultimi lavori, per godere dell’esperienza visiva nella sua completezza e creare così un raffinato e completo apparato scenografico.
Antonella Cotta nasce il 9 luglio 1954 ad Imperia. Qui vive fino al 1985. Poi si trasferisce a Diano Castello, dove tuttora abita. Inizia a dipingere su seta in occasione della nascita dei suoi figli Nicolò ed Eugenia. Dipinge esclusivamente su seta fino al 2006, anno in cui si dedica ai lavori su tela applicando tecniche miste ad olio ed acrilico. Una delle mostre con le opere su seta è stata ospitata dalla Biblioteca Civica di Sanremo. Questi suoi lavori, per la tonalità dei colori, appaiono come singolari acquerelli, mentre quelli su tela sembrano astratti rispetto al mondo reale.
Ama raffigurare i luoghi che l’hanno particolarmente colpita nei suoi viaggi e i paesaggi della terra ligure. Nei dipinti si delineano colori solari che sono la caratteristica peculiare dei quadri. Considera la pittura un’espressione intimistica che necessita di essere vissuta individualmente e ritiene che si dipinga soprattutto per se stessi.
L’idea di rendere omaggio alla rappresentazione della natura, genere classico dell’arte pittorica riletto in chiave astratta nelle opere di Antonella Cotta, origina dalla consapevolezza che la sua arte e i suoi ideali raccolgono consensi e suscitano entusiasmi.
Antonella propone agli abitanti di Sanremo, ma anche al pubblico più vasto, un equilibrio, una misura suggerita insieme dalla natura e dalla lezione dei grandi maestri del passato.
Una vocazione artistica che è interpretazione dinamica, rivelazione strutturata secondo le leggi del suo linguaggio pittorico, sempre vigoroso e sempre sostenuto dalla ricchezza e dalla violenza del colore. La restituzione del dato naturale come la cura con cui rende lo scintillare improvviso di una luce dorata non sono solo frutto di un’impressione ottica ma traduzione di un’urgenza sentimentale: all’artista interessa cogliere sia l´“hic et nunc”, l’apparenza instabile e fuggevole delle cose, sia il ritrovare la realtà più intima e nascosta vivificata e animata dalla costante carezza della memoria.
«La visione estetica di Antonella Cotta – conclude la curatrice Giorgia Cassini – è quella di un paesaggio ligure che diviene nel suo “fare arte” veduta introspettiva, dilatazione dell’anima. Manca la definizione tradizionale degli spazi: essi sono ridotti ad elementi geometrici, a forme che si giustappongono creando l’idea di una trasformazione continua. Sono opere in cui risalta lo studio dei colori, delle tonalità, della luce, delle forme e dove la scelta da parte dell’artista di una certa immagine della natura o della sua rappresentazione vuole essere il segno di una particolare interpretazione della vita”.
Sino al 30 settembre, presso le Sale d'arte del Nyala Suite Hotel di Sanremo (via Solaro 134).
Orario: tutti i giorni dalle ore 10 alle 19.
Ingresso libero.

Successo ad Alassio per la presentazione di Tourbook, il libro curato da Elena Valdini e realizzato dalla Fondazione De Andrè

Grande successo ieri sera ad Alassio per la presentazione di Tourbook, il libro curato da Elena Valdini e realizzato dalla Fondazione De Andrè (edito da chiarelettere) che ripercorre i concerti di Fabrizio De André dal 1975 al 1998.
L’evento ha chiuso la prestigiosa rassegna culturale 'Incontro con l’autore' organizzata dal Comune di Alassio. E’ intervenuta l’Assessore al Turismo e alla Cultura Monica Zioni.
Il libro è stato presentato da Pepi Morgia, regista di tutti gli spettacoli di De Andrè, unico testimone dell'intero suo percorso.
Attraverso i ricordi di regia (ma non solo), Morgia ha guidato gli spettatori, attenti e partecipi, in uno straordinario viaggio di memorie.
Hanno introdotto l’autore Claudio Porchia e Nicola Davide Angerame.
E’ intervenuto anche Giorgio D’Adamo, bassista dei News Trolls.

A Cairo Montenotte, prendera' il via il viaggio musicale all'interno delle aziende savonesi con la rassegna "Fabbriche in concerto"

Mercoledì 1 settembre, a Cairo Montenotte, prenderà il via il viaggio musicale all’interno delle aziende savonesi con la rassegna “Fabbriche in concerto”.
Il mondo del lavoro e la musica si incontrano e rompono il tradizionale connubio tra spettacolo
e classici luoghi teatrali, con l’intento di sottolineare l’importanza delle imprese e del lavoro sul territorio provinciale e di promuovere spazi comunitari e nuove forme di promozione culturale.
Il legame tra il mondo del lavoro e la musica sono presenti nella storia della canzone
cosiddetta leggera e popolare fin dalle sue origini. La rassegna “Fabbriche in concerto” si propone di rintracciare questo antico legame, entrando nelle “fabbriche” con le sonorità e le canzoni di artisti di rilievo nazionale.
La Filippa ospiterà il primo dei due concerti. Sul palco, allestito nella discarica di nuova
generazione -nata e concepita per lo smaltimento di rifiuti non pericolosi - suoneranno gli Zero Assoluto, gruppo cult dei giovanissimi.
Alle ore 21.30, Matteo Maffucci e Thomas De Gasperi in arte ZERO ASSOLUTO, inaugureranno la prima edizione della rassegna “Fabbriche in concerto”, promossa dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Savona e organizzata dall’Associazione Culturale Corelli con il patrocinio della Regione Liguria e dell’ I.N.A.I.L., la collaborazione dei Comuni di Albenga e Cairo Montenotte, della Fruttital - GF GROUP, de La Filippa e il contributo della Fondazione “A. De Mari”.
“Fabbriche in concerto” spiega il Presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza “nasce dalla volontà di coinvolgere le imprese del territorio nella vita culturale della provincia.
L’obiettivo è quello di riconoscere il ruolo fondamentale del tessuto produttivo del territorio savonese e nel contempo di promuovere la cultura attraverso momenti di aggregazione.”
“La prima edizione di “Fabbriche in concerto” aggiunge l’Assessore alla Cultura della Provincia di Savona, Livio Bracco “coinvolgerà La Filippa a Cairo Montenotte e la Fruttital ad Albenga. Il programma della rassegna intreccia la nuova generazione della musica italiana degli ZERO ASSOLUTO, duo fenomeno del pop di qualità, con la tradizione musicale mediterranea di cui EUGENIO BENNATO si fa portavoce con il suo spettacolo.

Dopo essere stati protagonisti dell’estate 2009 con “Per dimenticare”, il brano-tormentone e primo singolo di “Sotto una pioggia di parole”, gli Zero Assoluto sono ancora in tutte le radio con il loro singolo “Grazie”, terzo estratto dal loro album, che ha già conquistato il disco d’oro.
Un successo annunciato anche da Youtube: “Grazie”, infatti, ha già superato le oltre 2.500.000 e mezzo di view sul sito di video sharing più famoso al mondo, nonostante il videoclip ufficiale sia stato messo on stream solo il 5 agosto. Impegnati anche nel sociale, gli Zero Assoluto sono testimonial della Fondazione Ania per la Sicurezza stradale, la Onlus nata nel 2004 per volontà delle compagnie di assicurazione. Molte le iniziative nelle quali Matteo e Thomas sono coinvolti per promuovere la guida sicura. Tra queste c'è il pieno coinvolgimento dei tantissimi fans che li seguiranno nei loro concerti. Attraverso la forza comunicativa della loro musica, gli Zero Assoluto si rivolgeranno ai giovani facendo luce sull’importanza del comportamento responsabile al volante, tra un’esecuzione e l’altra di brani cantati da un’intera generazione come “Svegliarsi la mattina”, “Semplicemente”, “Appena prima di partire”, “Sei parte di me”, “Per dimenticare” e “Cos’è normale”.
Tra i brani in programma ci sarà anche “Scusa ma ti voglio sposare”, la colonna sonora dell’omonimo film di Federico Moccia scritta da Matteo Maffucci e Thomas De Gasperi insieme a Emanuele Bossi e “Non guardarmi così”, nuovo singolo degli Zero Assoluto in radio. Gli Zero Assoluto che saranno sul palco con Danilo Pao alla chitarra elettrica, Enrico Sognato al bass V, Francesco Valente alla chitarra acustica, Fabio Fraschini al basso, Alex Canini alla batteria, Roberto Procaccini alle tastiere e con la vocalist Erika Savastani.
La seconda tappa di “Fabbriche in concerto” avrà quale scenario la Fruttital di Albenga, dove Venerdì 10 settembre arriverà il “Grande Sud” di EUGENIO BENNATO, un percorso musicale di grande fermento creativo che affonda le sue radici nella tradizione, raccontando una terra d’incontro di popoli e culture che hanno lasciato traccia indelebile del loro passaggio.
In occasione dei concerti, l’Assessorato alle Politiche attive del Lavoro della Provincia di Savona allestirà nelle aree spettacolo un punto informativo sulle tante opportunità di formazione-lavoro e sui servizi offerti dai Centri per l’Impiego della provincia di Savona.
Le serate sono ad ingresso gratuito previo ritiro del voucher invito.

XVI Edizione Vele d’Epoca di Imperia 2010 Panerai Classic Yachts Challenge Alcune imbarcazioni iscritte

1. ATLANTIC: goletta del 1903, l'imbarcazione più grande tra le iscritte, è divenuta famosa per la vittoria nella Kaiser Cup, regata dagli Stati Uniti all'Inghilterra, indetta dall'Imperatore Guglielmo II di Germania.
2. BONA FIDE: tra le più antiche, del 1899, ma antesignana di forme e soluzioni idrodinamiche sviluppate dopo quasi un secolo; vincitrice delle Olimpiadi di Parigi del 1900.
3. CORSARO II: costruito nel 1960 dai famosi cantieri Costaguta, su progetto dello studio Sparkman & Stephens, è nave scuola della Marina Militare Italiana; come tale ha partecipato a moltissime regate oceaniche quali la Tarnspacific, Los Angeles Honolulu di oltre 2.000 miglia.
4. CAMBRIA: disegnato da W. Fife III e costruito dagli omonimi cantieri nel 1928, è l'unico 23 Metri stazza internazionale tuttora navigante, che non sia stato trasformato, negli anni '30, in J Class.
5. TUIGA: uno dei 5 19 Metri stazza internazionale tuttora esistenti, costruito per un Duca spagnolo; attualmente è il portabandiera dello Yacht Club di Monaco.
6. MARIGOLD: costruita nel 1892, è l'imbarcazione più antica tra quelle iscritte.
7. EILEAN: restaurata di recente per Angelo Bonati, Amministratore Delegato di Officine Panerai, questo splendido ketch disegnato da W. Fife nel 1936, debutta a Imperia nel circuito del Mediterraneo.
8. ROWDY: splendido sloop nato dalla penna del progettista americano Herreshof, si è aggiudicato il primo posto tra le barche d'epoca nel Panerai Classic Yachts Challenge del 2009.
9. EMILIA: progettato da Attilo Costaguta quale regalo del Senatore Giovanni Agnelli al cognato Carlo Nasi, sarebbe stato il secondo 12 Metri italiano dopo La Spina, dopo diverse modifiche e passaggi di proprietà, è tornato alla sua forma originaria con l'attuale armatore. L’equipaggio veste Armani!
10. CHAPLIN: disegnato nel 1974 da Carlo Sciarrelli, è stato donato dall'armatore Giovanni Novi alla Marina Militare nel 2009, nello stesso anno ha vinto il Panerai Classic Yachts Challenge nella categoria brache classiche.
11 ORION: splendida goletta nata 100 anni fa dalla magica matita di Charles E. Nicholson, varata nel 1910 nei cantieri Camper & Nicholson di Gosport, in Inghilterra. Nata con il nome di Sulvana, ha avuto una vita molto travagliata, con molti cambi di armatore, di nome e di bandiera, passando da quella inglese con cui è nata a quella francese, spagnola italiana, norvegese.
L'ultimo armatore è di nazionalità svizzera e ha riportato Orion all'antico splendore, con l'armo a shooner aurico e gli interni fedeli ai disegni originali.

Le “Vele d’Epoca di Imperia”, un “sapere” antico del mare, le regine che sfilano e si sfidano, una città che ama un antico modo di navigare

La Baia di Imperia farà da cornice dall’8 al 12 settembre 2010 alla XVI Edizione delle “Vele d’Epoca di Imperia”, tappa del circuito Panerai Classic Yachts Challenge 2010, evento imperdibile che valorizza gli antichi gioielli del mare e lo yachting del passato, patrocinato dal Ministero del Turismo e dal Ministero della Difesa.
L’avvenimento riscuote un interesse e una partecipazione sempre crescente di vere Signore del Mare con le loro interessanti storie da raccontare ma è la calda accoglienza della città ligure, il grande sforzo organizzativo, una serie di appuntamenti a corollario delle regate, che polarizzano l’attenzione di tutta la costa. Il vero spettacolo che si ripete ogni due anni è lo smisurato e mai trascurato amore per il mare che gli imperiesi sanno trasmettere anche in tale occasione. Al largo della costa ligure rivive dall’8 al 12 di settembre l’antico spirito marinaresco, fatto di passione e amore per un modo di veleggiare ricco d’imponenza, raffinatezza ed eleganza.
Il clima della Riviera, i colori, i profumi e i sapori della Provincia di Imperia, uniti all’indescrivibile paesaggio di un tramonto fra mille vele, incantano i visitatori di tutto il mondo.
“C’è da faticare molto sulle barche d’epoca…. niente winch elettrici, solo braccia e schiene piegate a tesare scotte e drizze di questi capolavori del mare che la passione di pochi ha saputo riportare allo splendore originario” – dice Lucio Carli – Presidente Assonautica Provinciale di Imperia che organizza da sempre l’evento in collaborazione con AIVE e CIM. “Anche in questa sedicesima edizione non potranno mancare veri e propri gioielli galleggianti, in cui la bellezza di forme dimenticate armonizza con il fascino dei legni pregiati, degli ottoni tirati a specchio e delle attrezzature ormai desuete. Negli anni non sono mancate le protagoniste delle regate e del diporto della prima metà del secolo: grandi e piccole, ma tutte con una storia spesso avventurosa e densa di misteri, accomunate dalla vanità di mostrarsi ancora competitive in regata: un’intera flotta che animerà di alberi svettanti e vele bianche le acque del golfo imperiese nei giorni di regate e nella parata finale – continua Carli. Con l’edizione del 1992 la manifestazione imperiese ha assunto cadenza biennale, in seguito ad accordi con altre manifestazioni “vicine”, e, da quest’anno, saranno ospitate nel Nuovo Porto di Imperia.
Il nuovo assetto di Porto Maurizio dà un volto nuovo alle Vele d’Epoca di Imperia: più elegante e migliori servizi alle barche presenti all’evento, che siano appena restaurate e/o scafi ormai leggendari, condotti da personaggi storici o volti nuovi della nautica sportiva e da diporto.
Alla competizione sono ammessi gli yacht d’epoca costruiti prima del 1950, gli yacht classici costruiti tra il 1950 ed il 1977 e le loro repliche riconosciute dal regolamento C.I.M. 2010-2013. Possono iscriversi alla particolare sezione “Spirit of Tradition” le imbarcazioni moderne che per progetto o materiali di costruzione ricordino lo stile di un tempo, tra cui le “classiche” e le classi metriche, tra cui i 12 m. S.I. (Stazza Internazionale), protagonisti delle sfide d’epoca dell’America’s Cup.
Dal 2006 è iniziato il connubio Panerai – Vele d’Epoca di Imperia, evento inserito nel circuito “Panerai Classic Yachts Challenge” che tocca alcune delle località storiche del Mediterraneo (Antibes, Cannes e Mahon) nonché i porti oltreoceano di Antigua, Nantucket e Newport. Ogni due anni anche Imperia viene a far parte del Circuito acquistando sempre maggiore importanza. Le imbarcazioni sono divise in categorie e si sfidano tra loro attraverso entusiasmanti regate.
Quest’anno il circuito Panerai Classic Yachts Challenge è cresciuto grazie all’inserimento di altri prestigiosi campi di regata: Isola di Wight (G.B.) e Marblehead (USA), storico luogo d’origine della Marina Americana.
Il circuito, organizzato dall’ A.I.V.E. (Associazione Italiana Vele d’Epoca) e dal CIM (Comité International de la Méditerranée) è articolato in quattro regate, più alcuni trasferimenti d’altura. Al termine delle diverse prove vengono premiate le imbarcazioni vincitrici del “Challenge” suddivise per classi e categorie.
Fratelli Carli, Agnesi, da sempre testimonial dell’alimentazione mediterranea e di Imperia, insieme a Fondazione Banca Carige, Porto di Imperia S.p.A. e Imperia Yacht srl, sono presenti in questa edizione accanto al Title Sponsor Officine Panerai e, unitamente, danno un contributo a una più profonda conoscenza della cultura del mare. In occasione delle Vele d’Epoca di Imperia farà il suo debutto italiano anche Eilean, il ketch bermudiano di 22 metri, progettato e costruito nel 1936 nei leggendari cantieri scozzesi Fife, recentemente ritornato al suo splendore dopo un restauro filologico e conservativo durato oltre tre anni. L’acquisto e il restauro di Eilean sono stati promossi da Officine Panerai, la società fiorentina di alta orologeria che sponsorizza il Classic Yachts Challenge.
Per celebrare il ritorno alle regate di questa “Signora del Mare”, una vera festa per tutti gli appassionati di vele d’epoca, in banchina sarà anche allestita una mostra che, attraverso pezzi originali della barca e fotografie di carattere storico, ripercorrerà il lungo cammino che ha portato al salvataggio e alla rinascita di Eilean.
Sin dalla prima edizione nel 1986, le Vele d’Epoca sono organizzate dall’Assonautica Provinciale di Imperia con il contributo della Camera di Commercio di Imperia, con il patrocinio della Regione Liguria, della Provincia di Imperia, del Comune di Imperia e Prefettura, con la cooperazione logistica della Capitaneria di Porto e del Porto di Imperia S.p.A.. L’evento, tra i più importanti del Mediterraneo, è possibile grazie al supporto tecnico dello Yacht Club Imperia, dello Yacht Club Sanremo, dello Yacht Club Marina degli Aregai, del Club del Mare Diano Marina, del Circolo Nautico Arma e Club Nautico San Bartolomeo al Mare.
L’area principale in cui si svolge la manifestazione è collocata in Calata Anselmi, bacino portuale di Porto Maurizio, ma l’intera città di Imperia è in festa.
Sarà possibile fare ogni giorno escursioni in mare per seguire le regate con la Motonave Corsara – Consorzio Liguria Via Mare.
Durante il giorno, nell’area adibita a “villaggio”, si incontrano personaggi dello sport, dello spettacolo, della cultura, armatori e skipper illustri. Ospiti delle Vele d’Epoca di Imperia sono stati i personaggi che hanno animano e vivacizzato le cronache della mondanità, ma non solo. Sono stati abituali ospiti delle varie edizioni armatori come Gianni Agnelli, Raul Gardini, Alberto Rusconi e molti altri legati oppure attratti dal mondo dello Yachting come Miuccia Prada e Patrizio Bertelli, le sorelle Alessandra e Allegra Gucci, Luca Cordero di Montezemolo, Antonio Ricci, Olin Stephens, Cino Ricci, Giovanni Soldini. Naturalmente non sono mancati personaggi di spicco internazionale come l’attuale Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e Gianni Agnelli, che a suo tempo attraccò in banchina con il suo yacht “Principessa vai via…”. All’edizione 2006 furono presenti in banchina, anche Marco Montis, Luca Albarelli e Flavio Grassi dell’equipaggio di “Mascalzone Latino”.

Ceriana: al via venerdì il Festival Musiche della Terra

Prenderà il via venerdì a Ceriana, con l'esibizione degli iraniani Avinar Ensemble, la 14esima edizione del Festival - Convegno Internazionale Musiche della Terra. La rassegna, promossa dal Comune di Ceriana con la collaborazione e il finanziamento della Regione Liguria, nasce nel 1997 per stimolare il confronto e lo scambio tra la ricchissima tradizione canora cerianasca e le culture di tutti i popoli della terra.
Per l’edizione di quest’anno – organizzata in collaborazione con l’associazione Worldtoday - sono previste tre date: il Festival inizierà venerdì 3 settembre e proseguirà domenica 5 e martedì 7 settembre. I concerti si terranno in Piazza Marconi, di fronte alla Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo – nel cuore del paese – a partire dalle ore 21.00. Dalla prima edizione ad ora, la rassegna ha visto esibirsi gruppi provenienti da ogni parte del mondo. Quest’anno, gli ospiti speciali della rassegna proverranno da Iran e Ungheria. Questo, in sintesi il programma delle tre serate di Musiche della Terra:
· Venerdì 3 settembre
Avinar Ensemble – Iran
· Domenica 5 settembre
Vizonto – Ungheria
· Martedì 7 settembre
Esibizione dei Cori di Ceriana.

A San Bartolomeo al Mare “S.O.S Amore” di Federica Bosco

Nuovo appuntamento con la cultura a San Bartolomeo al Mare nell'ambito della rassegna “Incontro con l'autore”. Sabato alle ore 21.00, presso l'Anfiteatro sul Lungomare delle Nazioni, la scrittrice e sceneggiatrice Federica Bosco presenterà il suo ultimo romanzo “S.O.S Amore”, finalista al Premio Bancarella 2010, con oltre 50 mila copie già vendute.
Il romanzo “S.O.S. Amore”, edito da Newton Compton, è il racconto in prima persona della disastrosa situazione sentimentale di Chiara, narrata con ironia e disarmante tenerezza attraverso i dialoghi della protagonista durante le sedute settimanali con lo psicologo, che la aiuterà ad affrontare i problemi con ottimismo e a ritrovare la propria autostima.
Federica Bosco è autrice di diversi romanzi di successo come Mi piaci da morire, Cercasi amore disperatamente, L’amore non fa per me e L’amore mi perseguita. È anche autrice di uno spassosissimo manuale di sopravvivenza per giovani donne: 101 modi per riconoscere il tuo principe azzurro (senza dover baciare tutti i rospi e 101 modi per dimenticare il tuo ex e trovarne subito un altro). I suoi libri hanno già venduto più di 350 mila copie e sono stati tradotti in dieci lingue.
L’appuntamento è organizzato dall'Assessorato alla Cultura del Comune di San Bartolomeo al Mare in collaborazione con Antonio Avignone di Assolibri. Introdurrà la serata la giornalista Viviana Spada

Poste Italiane: arriva Prestito BancoPosta Studi, il finanziamento che sostiene l’istruzione dei figli

Poste Italiane propone Prestito BancoPosta Studi, un finanziamento per sostenere lo studio dei propri figli e valorizzare il loro futuro. Si può ottenere il Prestito BancoPosta Studi in pochi giorni: 1.000 euro per ogni figlio iscritto alla scuola elementare o alla scuola media inferiore, 2.000 euro per ogni figlio iscritto alla scuola media superiore o 3.000 euro per ogni figlio iscritto all’università, a corsi professionali o di specializzazione. L’importo massimo richiedibile è di 5.000 euro per famiglia, rimborsabili in 12 o 24 rate mensili, addebitate direttamente sul conto BancoPosta.
Il Prestito BancoPosta Studi offre condizioni più vantaggiose rispetto al tradizionale Prestito BancoPosta con un tasso di interesse annuo del 6,90% (TEAG massimo del 7,15%) e nessuna spesa per l’istruttoria, per l’incasso rate e per l’invio delle comunicazioni periodiche.
Il prodotto, offerto in collaborazione con Deutsche Bank, sarà disponibile in oltre 9.000 Uffici Postali dal 1 settembre al 15 dicembre 2010.
Per conoscere indirizzo e orario di apertura degli uffici postali abilitati e per ricevere maggiori informazioni è possibile chiamare il Call Center BancoPosta al numero gratuito 800 00 33 22 o consultare il sito Internet www.poste.it.

venerdì, agosto 06, 2010

PALIO DI SIENA: IL CODACONS APPOGGIA IL MINISTRO BRAMBILLA

Il Codacons appoggia in pieno la posizione del ministro del turismo (foto) Michela Vittoria Brambilla, relativamente al Palio di Siena, e medita di ricorrere al Tar contro la prossima edizione dell'evento.
Il Ministro ha perfettamente ragione, e anzi deve passare alle vie di fatto - afferma il Codacons, che già in passato denunciò alla magistratura le morti violente di cavalli durante il Palio - La Brambilla deve cioè emettere una ordinanza non contro il Palio, che come manifestazione culturale non ha in se nulla di sbagliato, ma contro qualsiasi manifestazione che possa rappresentare un potenziale pericolo per gli animali, o che possa costituire una qualsivoglia forma di maltrattamento ai loro danni. Non vanno quindi vietati gli eventi che vedono coinvolti gli animali, ma solo evitare che questi possano concretizzare possibili forme di violenza su di essi.
E contro la prossima edizione del Palio di Siena, il Codacons sta studiando la possibilità di ricorrere al Tar chiedendone il blocco, qualora il Sindaco di Siena non ne condizionerà lo svolgimento all'assoluto divieto di qualsiasi tipo di maltrattamento o danneggiamento degli animali coinvolti. (fonte Codacons)

SERATA EVENTO CON L’OSPITE JOHNNY VASQUEZ IL “PRINCIPE” DELLA SALSA MONDIALE! DISCOLATINA CON DJ SEGNOR CHELO

Sabato 7 Agosto 2010 dalle 21.30 al Giardino della Salsa di Genova Puntavagno diretto da Rocco Mariani serata evento per la presenza di Johhny Vasquez ovvero il “Principe delal Salsa” celebrità di livello mondiale per la prima volta a Genova grazie alla tenacia di Rocco Amriani che lo “inseguiva” da sempre . La serata proseguirà con discolatina che vedrà Dj Segnor Chelo alla consolle e l’Animazione in Pista di Nelson Lugo, Valeria Todde ed Ambra Russello . Possibilita’ di cenare a prezzo convenzionato presso la Pizzeria Puntavagno. Il Locale e’ all’aperto e recentemente sono stati aggiunti ben 70 mq di pista da ballo in funzionalissimo legno. In caso di Maltempo la serata si svolgera’ al coperto nell’adiacente Caribe Club. Buone possibilita’ di posteggio nell’adiacente Via Cappello.

Dino Cofrancesco dell'Università di Genova e la giornalista Tiziana Maiolo presenteranno il libro Mario Pannunzio. Da Longanesi al "Mondo"

Sabato 7 agosto, ad Alassio, alle ore 21,30, nell’Auditorium della Civica Biblioteca, il prof. Dino Cofrancesco dell'Università di Genova e la giornalista Tiziana Maiolo presenteranno il libro, edito da Rubbettino per il centenario della nascita di Pannunzio.
Il libro, curato dal prof. Pier Franco Quaglieni, docente e saggista di storia contemporanea e risorgimentale - presidente del Centro “Pannunzio” e maggiore studioso italiano di Pannunzio - pubblica contributi di giornalisti e docenti universitari molto noti: Pierluigi Battista, Marcello Staglieno, Carla Sodini, Girolamo Cotroneo, Guglielmo Gallino, Mirella Serri, Angiolo Bandinelli, con un inedito di Mario Soldati.
Insieme alla straordinaria esperienza del “Mondo”, capolavoro giornalistico-culturale di Pannunzio, nel libro vengono analizzati il rapporto di Pannunzio con Leo Longanesi e Arrigo Benedetti, il suo famoso saggio su Tocqueville, il magistero esercitato su di lui da Benedetto Croce, la sua direzione del quotidiano “Risorgimento liberale”, la sua militanza liberale e radicale. Una testimonianza inedita sul piano umano di Mario Soldati, che fu amico di Pannunzio, chiude il volume che, uscito per il centenario della nascita di Pannunzio, va oltre il centenario, essendo un libro di storia e non una mera biografia di carattere celebrativo ed occasionale, come hanno rilevato più recensioni uscite nei principali quotidiani.
Alla presentazione del libro saranno presenti l'Assessore alla Cultura della Città di Alassio, Monica Zioni e il curatore del libro prof. Pier Franco Quaglieni, autore del saggio sul “Mondo” oltre che dell'introduzione.

Alessandro Meluzzi presenta in anteprima nazionale il libro: “Ho visto e ho creduto - I cattolici, lo scisma e il dono dello Spirito”

Nuovo attesissimo appuntamento con “Le Plaisir de Lire 2010”, la rassegna letteraria ospitata dall’incantevole parco di Villa Nobel. Dopo il successo dei primi due rendez-vous, con illustri protagonisti quali Paolo Guzzanti e Alberto Fortis, nei quali si è registrata una cospicua affluenza di pubblico, al centro della scena vi sarà lo psicologo e opinionista televisivo Alessandro Meluzzi per presentare in anteprima nazionale il proprio libro intitolato: “Ho visto e ho creduto - I cattolici, lo scisma e il dono dello Spirito”. Si tratta di un’opera incentrata sulla difficoltà di professarsi cattolici al giorno d’oggi, in un’epoca caratterizzata dalla crisi delle istituzioni e dalla capillare presenza di messaggi mediatici e dall’ingerenza di Internet. Meluzzi sviscera questa tematica in tutti i suoi aspetti partendo dalla sua esperienza personale e arrivando a offrire una testimonianza accorata su come vivere la fede cristiano-cattolica nella società contemporanea.
L’inizio della serata, condotta dalla giornalista Claudia Claudiano, è previsto per le ore 21:30
“Le Plaisir de Lire” è promosso dalla Provincia di Imperia.
L’organizzazione generale è a cura di Angelo Giacobbe e Claudia Claudiano per la Cooperativa CMC. L’ingresso al pubblico è libero fino a esaurimento posti disponibili.

Domenica aperitivo musicale al 21

Terzo appuntamento con l'aperitivo musicale del 21, elegante locale di Piazza Bresca. Domenica 08 Agosto, dalle 18:30 in avanti, sarà di scena il trio della bravissima cantante imperiese Lorena De Nardi, accompagnata da ottimi strumentisti.
Il repertorio proposto spazierà tra classici della musica leggera italiana arrangiati in chiave jazz e standard molto conosciuti.
Seguiranno altri protagonisti quali Bruna Vietri, Mauro Vero e Valbilene Coutinho.
Il coordinamento degli appuntamenti è curato dalla Cooperativa CMC.

Premiati ieri sera ad Alassio i vincitori della trentesima edizione del concorso Castelli di Sabbia




Premiati ieri sera ad Alassio i vincitori della trentesima edizione del concorso Castelli di Sabbia, organizzato dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio, in collaborazione con l’Associazione Bagni Marini.
Nell’Auditorium “E. Simonetti”, a Parco San Rocco, sono stati consegnati i tanti premi ai partecipanti, che quest’anno hanno costruito ottantacinque sculture di sabbia.
Vincitore assoluto del Trofeo Bambino è stata l’opera “Castello” realizzata sull’arenile dei Bagni di Levante. Nella sezione Bambini sono stati premiati anche i castelli “Fiore” realizzato sulla spiaggia dei Bagni Asilo Nido Piccolo Principe (1° class.), “Regina della Baia” costruito nei Bagni Marco (2° class.), “La Siesta (sombrero)” dei Bagni Torrione (3° class.) e “Nave” realizzato dai bambini dei Bagni Iris (4° class.).
Il Trofeo Adulti è stato assegnato dalla giuria all’opera “Natura morta in sabbia viva, aspettando Sgarbi” realizzato dal gruppo dei Bagni S.L.O. 8. Per questa sezione è stato premiato anche “Tartaruga careta, careta, coccodrillo” realizzato nei Bagni Molo (1° class), “Alassio 2010” costruito nei Bagni Casa al mare (2° class.), “Grand Hotel Alassio – Aprirà? SI NO” dei Bagni Alexandra (3° class.) e “Sfinge e Piramide” elaborato nei Bagni Adelasia (4° class.).
Numerosi anche i premi tematici assegnati dalla Giuria:
Il Premio originalità è stato consegnato al gruppo che ha ideato l’opera “Non guidate da svitati” nei Bagni Marcella.
Il Premio Attualità è andato all’opera “Oro nero a che prezzo- Bruciamolo e poi?” realizzato dai Bagni Gandolfo e il Premio Qualità al “Telefono” dei Bagni Walter.
L’opera la “Tripletta” dei Bagni Minerva ha conquistato il Premio Miglior Soggetto Sportivo e “Alassio Don Bosco 140° Anniversario” dei Bagni Don Bosco ha ottenuto il Premio Culturale.
Il Premio Castello è stato ritirato dai Bagni Serre e il Premio Tradizione dai Bagni Adelasia con l’opera “La Sirena serena”.
Il Premio Speciale Giuria è andato al “Castello” dei Bagni Marco, il Premio Fantasia Adulti ai Bagni Sant’Anna per la scultura “Io non corro e arrivo lo stesso”e il Premio Simpatia ai Bagni Palace per l’opera “Buon Appetito”
I Bagni Franca con l’opera “Il mondo va in rovina” ha ritirato il Premio Solidarietà.
Infine il Premio Turismo è stato assegnato a “Il polpo Paul ha scelto Alassio” dei Bagni Zito e il Premio Fantasia bambini a “La nostra Isola che non c’è” dei Bagni Maria Ausiliatrice.

Almamegretta chiudono Rock in the Casbah

E venne la notte degli Alma. Attesissima l’ultima serata di Rock in the Casbah arriva sabato 7 agosto nelle terrazze di San Costanzo con il concerto degli Almamegretta, giusto coronamento di una settimana intensa, iniziata con il prologo Art in the Casbah e proseguita con la quattro giorni rock sempre contraddistinta da un cospicuo, costante, seguito di pubblico.
“La dimostrazione di quanto sia amata questa iniziativa e la Pigna” dicono gli organizzatori.
San Costanzo si è rivelato una “cittadella” vera e propria, partecipata e vissuta con grande piacere fino a tarda ora ascoltando le varie proposte musicali offerte dalla programmazione di Fare Musica grazie al necessario finanziamento del Comune di Sanremo-Assessorato al Turismo e ad al contributo di Area Sanremo.
Dunque chiusura in grande stile con gli Alma, gruppo che proprio a Sanremo ebbe il suo primo importante riconoscimento: la targa Tenco del 1993 per la migliore opera prima “Animamigrante”. Il percorso si è successivamente snodato con grande coerenza mantenendo la propria identità, passando attraverso cambiamenti di organico ed evoluzioni stilistiche.
A Sanremo la band napoletana arriva nell’ambito del proprio tour Dubfellas volume 2 dal nome del cd che esprime la progettualità sospinta verso il dub sviluppata avvalendosi della collaborazione di Neil Perch (Zion Train) e dell’apporto vocale di Marcello Coleman, Julie Higgins aka Princess Julianna e di Raiz.
Si parte alle 22.00.

Sono in vendita, a Loano, i biglietti per lo spettacolo della Compagnia Flamenca Jose' Moro, "Don Quijote El Sonador"

Lo spettacolo, in scena il 10 agosto, alle ore 21.30, nell’Arena Estiva Giardino del Principe, è un viaggio nella fantasia e nella conquista di un sogno, nel quale la passione e la forza del flamenco sono espressi nella loro forma più alta dalle coreografie di José Moro.
La ricerca del "sogno" viene interpretata dal flamenco in tutta la sua forza e disperazione. Il suono della chitarra unito allo strazio del canto, porta lo spettatore a vivere la vera realtà di un'inesorabile sconfitta del cuore.
La perseveranza e l'intelligente ironia del Chisciotte insieme al sarcasmo di Sancho Panza, danno un respiro di gaiezza a un continuo altalenarsi di realtà e illusione.
Ed ecco la storia: José ama il flamenco ed è l’addetto alle pulizie degli studi di una compagnia di danza. Un giorno, giunto in anticipo, vede ballare la compagnia durante le prove del loro prossimo spettacolo; il suo corpo viene travolto da mille emozioni ma l’incanto di quel momento termina con la fine della prova e ricomincia la sua routine di sempre: spazzare e lavare per terra.
Mentre lavora la sua passione esce dal suo cuore e si trasforma in una danza liberatoria; ci sono solo lui, la sua musica e il suo flamenco.
Ad un tratto José si accorge di un libro dimenticato a terra, si avvicina e senza pensare lo apre…inizia un sogno colmo di storie di cavalieri, di avventure fantastiche, di incantesimi e stregonerie, e dell’amore per la principessa Dulcinea del Toboso.
Conosce il suo fedele Sancho Panza, crede di vedere la sua Dulcinea in mezzo ad un gruppo di contadine, lotta contro giganti che sono in realtà dei mulini a vento, si intrufola in una festa di matrimonio dove ancora una volta scambia la sposa per la sua amata, finché Sancho, stanco delle avventure folli e di promesse incompiute, decide di andarsene, abbandonandolo alla sua pazzia, generatrice degli oscuri mostri che lo porteranno ad una tragica fine…
José Moro quest’anno ha debuttato in Italia con la sua ultima creazione: "Don Quijote, el soñador”. Sul palco insieme a lui che interpreta Don Quijote ci saranno ballerini di grande notorietà. Tra i componenti della sua compagnia spiccano nelle figure di Dulcinea e Sancho Panza, Raquel Lamadrid e José Merino, stelle della danza flamenca e contemporanea.
Gli altri interpreti come anche i musicisti e i cantanti, sono artisti che abitualmente collaborano con compagnie come quelle di Carlos Chamorro, José Greco, José Antonio, Miguel Angel Espino, Rafael Aguilar, Antonio Marquez, Antonio Canales, Joaquin Cortés.
Danzeranno nello spettacolo: Gaia Garban, Marta Roverato Fran Bas, Rodrigo Alonso.
I musicisti in scena saranno il chitarrista e compositore, Jorge Rodriguez, il percussionista,
El Nene e il cantaor, Yeyé de Cadiz

Passeggiate Storico Naturalistiche

Sabato 7 agosto, il programma delle manifestazioni di Alassio rinnova l’appuntamento con le Passeggiate Storico Naturalistiche, promosse dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio in collaborazione con Amnesty International – Gruppo Italia 173.
L’itinerario proposto è quello della Via Iulia Augusta, con visita guidata ai monumenti romani e medievali lungo il tracciato dell’antica strada romana. . Il punto di partenza della camminata sarà Piazza San Michele, ad Albenga, alle ore 17.00. L'itinerario, che raggiungerà Alassio, si snoda lungo il tracciato dell'antica strada romana diretta nelle Gallie.
Il tratto tra Albenga e Alassio dell'antica Via Iulia Augusta costituisce una delle più suggestive passeggiate della Liguria. Si parte dal cuore di Albenga medievale per raggiungere con una breve salita la collina del "Monte", nei pressi del "Pilone", monumento funerario del II sec. d.C. Da qui si procede in piano, ad una quota di circa m.100 s.l.m., tra carrubi e ginestre, ruderi romani e chiese medievali, con bellissime vedute sul mare e sull'isola Gallinaria, antica sede di un potente monastero benedettino.
Lungo il cammino, si potranno ammirare i resti dell'anfiteatro romano e di numerosi edifici sepolcrali di epoca imperiale. Il percorso è un'occasione per ricostruire 2000 anni di storia di questo tratto della Liguria ma anche più semplicemente per fare una tranquilla passeggiata nella natura godendo della vista del mare
Dopo due ore di facile cammino si raggiungerà il Capo di S. Croce, annunciato dall'arco in pietra che Cecil Roberts definì "The Portal to Paradise". Da qui in pochi minuti si scende su Alassio.

Sabato 7 agosto, ad Alassio, con lo spettacolo "Come sono caduto in Baz" si chiudera' la rassegna "Alassio Cab"

Sabato 7 agosto, ad Alassio, con lo spettacolo “Come sono caduto in Baz” si chiuderà la rassegna “Alassio Cab” promossa dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio.
Nello show, in scena dalle ore 21.15, nell’ Auditorium di Parco San Rocco, Marco BaZzoni, coadiuvato dall’inseparabile compagno di palcoscenico Alex De Santis, ballerà, canterà, reciterà e improvviserà esprimendo al massimo la sua prorompente energia.
In un’ Italia sempre più in crisi, BAZ 4.0, lettore multimediale di nuova generazione, prende il sopravvento: da semplice riproduttore di film e musica, diventa, nella versione “maestro Unico” uno strumento indispensabile per la scuola del futuro con tante nuove funzioni e potenzialità.
In questo nuovo spettacolo, Marco BAZzoni, diretto dal “fresco” premio “Ennio Flaiano”, Francesco Brandi porta in scena uno spettacolo scritto insieme all’insolente Marzio Rossi e spinge il famoso lettore multimediale oltre il semplice intrattenimento, trasformando BAZ 4.0 in un prodotto dotato di un intelligenza artificiale al servizio dell’umanità.
La follia suggerita da Marco BaZzoni offre un divertente spunto per guardare la società in tutte le sue contraddizioni: uno spettacolo che cerca di affrontare attraverso i suoi monologhi la realtà, o quello che ci viene propinato come tale, con il sorriso sulle labbra, l’allegria delle canzoni e con la convinzione che ridere sia l’unico modo per resistere.
Immancabile sarà la presenza del cantante “confidenziale” Gianni Cyano, il quale, sempre più “impegnato” e sempre più auto-referenziato proporrà la sua nuova Hit destinata a diventare un successo musicale mondiale.

Sanremo: maxi operazione CC - plauso del Sindaco

Il Sindaco Maurizio Zoccarato, a nome dell'Amministrazione comunale e della Città, ha espresso al Comandante dei Carabinieri di Sanremo Capitano Daniele Credidio il plauso per la maxi operazione antidroga condotta stamani dagli uomini dell'Arma.
«Pur non essendo ancora a conoscenza di tutti i particolari - scrive il Sindaco - poiché l'operazione è ancora in corso, anche solo dalle prime notizie trapelate ma soprattutto dall'impiego di uomini e mezzi, quest'azione si configura a vasto raggio.Rinnovo, pertanto, il plauso e i ringraziamenti, cogliendo l'occasione per sottolineare la stima per la quotidiana ed instancabile azione degli uomini dell'Arma per la sicurezza della nostra città».

Pepi Morgia dalla Liguria alle Marche per la nuova edizione di “Cabaret Amoremio!”

Pepi Morgia, regista e light designer di fama internazionale, ha lasciato temporaneamente il ponente ligure per seguire una delle tante manifestazioni che organizza in tutta Italia.
In quest’occasione ha raggiunto Grottammare, una splendida cittadina in provincia di Ascoli Piceno dove, proprio questa mattina, ha presentato alla stampa la nuova edizione di “Cabaret amore mio!”, il Festival nazionale dell’Umorismo giunto alla 26esima edizione.
La presentazione è avvenuta nei saloni dell’Hotel Roma, storico quartier generale del Festival. Hanno partecipato anche Enzo Iacchetti e Mascia Foschi, presentatori dello spettacolo, l’autore Claudio Fois, il Sindaco di Grottammare Luigi Merli e l’Assessore al Turismo e alla Cultura Enrico Piergallini. A sorpresa, è arrivata la Mabò Band, originale complesso di strumentisti a fiato, ospiti fissi di quest’edizione.
In programma dal 6 all’8 agosto, “Cabaret amore mio!” è organizzato dal Comune di Grottammare e rappresenta un trampolino di lancio indispensabile per i giovani comici che vogliono emergere nel mondo della risata.
Dodici artisti, infatti, per tre sere si daranno battaglia sino all’ultima gag per aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento del Festival.
Tra gli esordienti che, nel corso degli anni, vi hanno partecipato, si ricordano personaggi affermati come Max Giusti, Gabriele Cirilli e Aldo, Giovanni e Giacomo.
Nella serata conclusiva è prevista la consegna dell’Arancia d’oro, un premio alla carriera che, nelle scorse edizioni, è stato consegnato ad artisti del calibro di Lello Arena, Leo Gullotta, Enzo Iacchetti,. Giorgio Panariello, Gioele Dix, Serena Dandini, Neri Marcorè, Antonio Cornacchione, Maurizio Crozza, Paolo Rossi e Sabina Guzzanti.
Quest’anno intervengono Enrico Montesano, Mr. Forest, Giobbe Covatta ed Enzo Iacchetti.
La manifestazione si svolge nel Parco delle Rimembranze, una location che, per l’occasione, Morgia ha trasformato in una vera e propria arena con circa 2000 posti a sedere.
Pepi Morgia è così intervenuto:“Ormai sono il direttore artistico della manifestazione da 15 anni. “Cabaret amore mio!”ha premiato tutti gli artisti più importanti della comicità italiana e ha lanciato numerosi talenti, ora notissimi al grande pubblico. Ogni anno cerco di apportare delle novità, così da rendere la manifestazione ancora più ricca. Per quest’edizione ho pensato ad un pre-show con un teatro itinerante che sfilerà per le strade di Grottammare”.
E ha concluso: “Sono molto legato a questa cittadina, anche per le bellezze naturalistiche e paesaggistiche che offre. Le palme che accompagnano le passeggiate sul litorale mi ricordano la mia Sanremo”.

LA FOTO DELL’INCONTRO PRESSO I LUOGHI DELLA STORICA BATTAGLIA DELLA «PARA’»

Ieri mattina si è svolto l’incontro tra l’assessore al Verde Pubblico Gianni Berrino e Giacomo Casabianca, presidente dell’associazione Famija Sanremasca, presso la “Croce della Parà”, in frazione Verezzo, nel luogo che fu teatro della storica battaglia contro i turchi, nel lontano 7 agosto del 1543.Per l’occasione il personale dei Beni Ambientali, coordinato dal dott. Claudio Littardi, coadiuvato dai giardinieri della cooperativa “Il Cammino” e dai volontari dei Rangers Italia, ha provveduto alla pulizia dei luoghi ed al restauro e alla riverniciatura della croce, eretta a ricordo del memorabile evento. Il prossimo anno la storica ricorrenza verrà ricordata con una manifestazione.

“QUEEN THE BALLET” l'11 agosto all'Ariston

ANBETA TOROMANI prima ballerina di Canale 5, SABRINA RINALDI, MARCELLO ALGERI con l’ARISTON PROBALLET, il giorno 11 agosto 2010 alle ore 21,15 presso il Teatro ARISTON di SANREMO sulla straordinaria musica dei QUEEN faranno rivivere, con la danza, l’allegria e la positività come sentimenti fondamentali di uno stile di vita nuovo attraverso la rappresentazione QUEEN the BALLET.
Divertimento e seduzione sono la chiave di volta di questo balletto che ha per colonna sonora canzoni e musiche, forse fra le più conosciute al mondo, cantate dall’indimenticabile FREDDIE MERCURY e dal gruppo dei QUEEN con titoli come : Bohemien Rhapsody, We will Rock you, We are the champions, Radio Ga Ga, Who wants to live forever, the Show must go on ……..
La serata si aprirà con romanticismo e bellezza con l’assolo di ANBETA, per poi esplodere nell’energia dei Queen e terminare con un delicatissimo tributo alla vita ancora danzato dalla prima ballerina ANBETA.
Le scene digitali che si compongono e danno colore sono “appoggiate” sul fondale e creano sui danzatori forme ed ombre mutevoli. Queste sensazioni porteranno sicuramente il pubblico e i gli artisti, attraverso un viaggio di ricordi e sensazioni personali ed universali, a trovarsi fianco a fianco per godersi assieme la danza con la musica di un gruppo che non ha eguali nella storia della musica pop mondiale.
Il balletto”QUEEN the Ballet” potrebbe essere chiamato “Dedica” perché è formato da dodici quadri che, in rapporto alla musica e alle sensazioni che essa contiene, sono stati dedicati:
QUEEN THE BALLET – musica INNUENDO
TO THE DREAMER – musica BOHEMIAN RHAPSODY
TO FREDDIE MERCURY 1 – musica THE GREAT PRETENDER
TO FREDDIE MERCURY 2 – musica LOVE OF MY LIFE
TO THE OTHERS – musica LIVING ON MY OWN
TO THE LIFE – musica WHO WANTS TO LIVE FOREVER
TO THE MARGINALEZED – musica THE INVISIBLE MAN
TO THE FREEDOM – musica I WANT TO BREAK FREE
TO THE RHYTHM – musica WE WILL ROCK YOU
TO EVERYBODY – musica WE ARE THE CHAMPION
TO THE LOSERS – musica ANOTHER ONE BITES THE DUST
TO THE ARTIST – musica THE SHOW MUST GO ON
Musica e Filmati originali dei Queen
Coreografia Marcello ALGERI
Assistente alla Coreografia Sabrina RINALDI
Costumi Proballet atelier
Effetti digitali Andrea Lombardi
Regia Kelly Caldwell
Artisti:
Anbeta TOROMANI, Sabrina RINALDI, Bianca BONALDI, Valentina QUARONI, Lesile SANNA, Jessica GILLO, Ophelie LONGUET, Marcello ALGERI, Kostantin NEROSLOV, Matteo DONETTI.

Jazz e bossa nova questa sera al Salsadrena

Continuano gli appuntamenti con musica live presso Salsadrena in Corso Imperatrice, 45 a Sanremo. Andrea Bazzicalupo e Marco Moro sono due bravi e affiatati musicisti. Il primo suona la chitarra ed è diplomando presso il Conservatorio di Nizza, il secondo suona il flauto ed è di Imperia. Questa sera, 6 agosto, suoneranno dei brani tratti dal loro repertorio di musica jazz e bossa nova. La bossa nova è un genere di samba suonato con ritmo lento ma con un incedere travolgente ed accompagna splendidamente una serata al tavolo tranquilla e rilassante.

giovedì, agosto 05, 2010

Fermo di pesca 2010

Come ormai avviene da qualche anno in questo periodo estivo si effettua una sospensione temporanea della pesca, strascico e volante, della durata di 30 giorni, secondo un calendario stabilito. Il Fermo di pesca 2010 sulla costa adriatica da Trieste a Bari è cominciato il 2 agosto e si concluderà il 31 agosto. Il fermo poi riguarderà il lungo tratto di mare che va da Brindisi fino ad Imperia, qui la sospensione, sempre per strascico e volante avverrà dal 1 al 30 settembre.Sicilia e Sardegna stabiliscono autonomamente i periodi attuativi del fermo.
Al termine del periodo di fermo sono previste in Adriatico,da Trieste a Bari, sempre e solo per pesca a strascico o volante, altre 8 settimane in cui si sospende obbligatoriamente l’attività di pesca il venerdì. (fonte Mare in Italy)

La Marina di Porto Maurizio “illuminata” da note dixieland

Nell’ambito del calendario “Imperia in scena” c’è anche un festoso momento musicale proposto in forma itinerante alla Marina di Porto Maurizio, con inizio alle ore 21:30. Ne è protagonista sabato 07 Agosto il gruppo Equipage Ambassador, dixie & street band diretto dal M° Leo Lagorio.
Brani della tradizione New Orleans verranno proposti con grande brio e valorizzando il virtuosismo dei solisti, raggiungendo i punti cardine del caratteristico borgo portorino (Piazza Sant’Antonio, Banchina Medaglie d’Oro, etc...). Il gruppo è un’emanazione della prestigiosa big band imperiese Ambassador.

65° anniversario Hiroshima e Nagasaki, bandiere della pace sul palazzo della Regione, del Comune e della Provincia

Bandiere arcobaleno sul Palazzo della Regione Liguria di piazza De Ferrari e sul Palazzo del Comune e della Provincia di Genova in ricordo dell’atomica su Hiroshima e Nagasaki. Sventolano da ieri, 4 agosto, e fino a lunedì per non dimenticare il bombardamento nucleare che il 6 e il 9 agosto 1945 ha distrutto le città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki, colpendo centinaia di migliaia di persone. Regione, Provincia e Comune di Genova così facendo hanno aderito all’appello lanciato dalla Rete dei sindaci delle città per la Pace che invitavano le amministrazioni pubbliche a ricordare l’ultimo orrore della Seconda Guerra Mondiale. Oltre alle bandiere arcobaleno messaggi di ricordo compariranno anche sui 15 tabelloni presenti a Genova a linguaggio mobile variabile.

LETTERA APERTA. La Morale della Palma e le proposte Operative per migliorare il rapporto fra l’ Amministrazione Pubblica ed i Commercianti

“Sono venuto a conoscenza con una certa sorpresa dell’accanimento del Comune di Genova nei confronti di una Palma sintetica di colore arancione collocata sul terrazzo di pertinenza del Doc Bar dei fratelli Filippo e Domenico Tabbi sito in Corso Italia zona Abbazia di San Giuliano. Dai rumors giunti alle mie orecchie mi si dice che dopo le polemiche giornalistiche si siano immediatamente verificate ripetute visite dei vigili annonari nell’esercizio commerciale per approfondite ispezioni , assolutamente legittime per carità, ma la cosa che mi piacerebbe sapere è se lo stesso zelo sia stato utilizzato nei confronti delle molte brutture, ben peggiori di una palma sintetica arancione con funzione di arredo, presenti in Genova e in particolare in Corso Italia, a partire dalle condizioni vergognose in cui versano Corso Marconi e P.le Kennedy, dalle Pantegane di Punta Vagno all’Autolavaggio ubicato sul fronte mare, sicuramente in regola con le autorizzazioni, ma dal punto di vista estetico ben peggiori di una palma arancione. La notizia mi ha colpito e mi ha spinto a proporre un’interrogazione al Sindaco e agli Assessori competenti per conoscere quale sarebbe l’infrazione commessa dalla palma, nonché per conoscere il numero di controlli effettuati dai vigili annonari negli esercizi commerciali , il numero di verbali elevati e la tipologia degli addebiti. Con particolare riferimento alle infrazioni di tipo paesistico similari a quelle addebitate alla povera Palma in questione. Vuoi vedere che essa, la Palma , sia l’unica “vergogna” sanzionata per motivi paesistici dal Comune? Infatti mi sorge il dubbio che troppo spesso questa amministrazione sia forte con i deboli e debole con i forti. Giacche’ altri rumors affermano che dietro tanto decisionismo ci sia il “gusto” del /della potente di turno che ha in “odio” l’orrido (si fa per dire) palmizio . Chiedo quindi al Sindaco e agli Assessori competenti di convocare una commissione consiliare alla presenza del rappresentanti della Camera di Commercio , di ASCOM, della CONFESERCENTI e comunque di tutte le associazioni di categoria affinchè si addivenga ad un confronto su tali temi e ad una concertazione di regole estetiche precise e con forza erga omnes evitando così di fare interventi singoli e sporadici. Una condivisone di regole comuni sarebbe utile, anche per evitare, soprattutto in un momento di crisi, sanzioni pecuniarie pesanti, che disincentivano coloro e sono più pochi che pensano di investire in attività imprenditoriali. Se poi vogliamo parlare di estetica e di rispetto del paesaggio, cari amministratori del Comune di Genova, parliamone pure, ma prima di abbattere la palma arancione, ci sarebbero situazioni ben più gravi ed urgenti da affrontare!”
Una ulteriore considerazione credo vada fatta sulla qualita’ del rapporto fra la Civica Amministrazione e gli esercizi commerciali di somministrazione laddove penso che l’ obiettivo da conseguire sia quello di un corretto rapporto (mi verrebbe voglia di usare la parola “adulto”) di collaborazione finalizzato all’ottenimento del rispetto convinto delle regole igieniche, tecniche ed ammministrative che presiedono la vita di quegli esercizi (Bar, Ristoranti , ecc.) . A Genova , e forse in Italia, vige la regola della “Caccia” al trasgressore e spesso anche quella della “Caccia” sempre allo…stesso. Tutti possono essere controllati ma paradossalmente…qualcuno potrebbe non esserlo…mai. Qualche volta l’approccio al controllo e’ anche manu militari…ovvero con dispiegamento di Guardie di Finanza, Vigili Urbani, Agenzia delle Entrate, Siae, Ufficio del Lavoro ecc. Nei Paesi del Mondo Occidentale (mi piace sperare di farne parte) vigono regole piu’ sensate e meno truculente . Per esempio tutti vengono controllati previo appuntamento almeno per controlli amministrativi. Normalmente ogni “magagna” si sistema prima del controllo ed al giro la collettivita’ si trova un sistema perfettamente in regola . Spesso si concorda per un giorno in cui l’ attività commerciale non sia “disturbata” in modo particolare. Questa triste storiella estiva invece ci svela in realta’ quanta ipocrisia alberghi in questa incapace Amministrazione. Ci voleva una Palma per sintetizzare l’essenza etica e morale di questa Giunta. Per parte mia proporrò al mio Gruppo Consigliare di organizzare la prossima riunione appunto all’ Ombra della Palma. Sarà poco ma e’ un gesto sincero di solidarieta’ con chi ogni mattina tirando su la saracinesca assicura un servizio utile alla collettività e degli stipendi ai lavoratori che questa giunta dovrebbe imparare a rispettare di piu’!
Matteo Campora
CapoGruppo PDL

Rock in the Casbah 2010, atto terzo

Una nuova serata – la terza – tra le vecchie mura della Pigna di Sanremo, scenario naturale della rassegna Rock in the Casbah, iniziativa promossa dall’Ass. Fare Musica grazie all’Assessorato al Turismo del Comune di Sanremo ed al contributo di Sanremo Promotion/Area Sanremo.
Due i gruppi che si dividono il palcoscenico di San Costanzo, ovvero Rossomargot, composto da musicisti dalle radici sanremesi, ma attivi sulla piazza di Milano che porteranno il loro originale rock d’autore, e i torinesi Cabaret Sauvage, quartetto alternative rock con alle spalle una attività intensissima tra Italia ed estero.
Il loro sound andrà a trasformare le vecchie terrazze della Pigna in una arena rock. “La terza serata – spiegano i promotori di Fare Musica – è dedicata a proposte che arrivano da fuori provincia, connotate per la ricerca compositiva in ambito indie rock”.
A complemento agli spettacoli live saranno le immagini curate da Arry Baroni, trasmesse a ridosso del palcoscenico. Le selezioni musicali che aprono e chiudono il concerto sono come consuetudine a cura di Radiomandrake (Simone Parisi, Larry Camarda).
E sabato attesissimo gran finale con gli Almamegretta.
Il primo bilancio di Art e Rock in the Casbah è decisamente positivo. La location di San Costanzo ha saputo confermarsi anche quest’anno con il suo indiscusso fascino ed arricchita ulteriormente: un particolare allestimento audio e luci è il biglietto da visita che accoglie il pubblico a sua volta favorito dai servizi che l'organizzazione di Fare Musica ha predisposto (il servizio bar, quest'anno è ulteriormente potenziato nella sua terrazza totalmente dedicata).
Le magliette di "Rock in the Casbah" sono a disposizione del pubblico.

Venerdì 6 agosto, si rinnova l’appuntamento con i “Venerdì di Blu Party”

Venerdì 6 agosto, si rinnova l’appuntamento con i “Venerdì di Blu Party”, iniziativa promossa da una rete di esercenti alassini con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio.
Alassio torna ad essere la capitale della movida estiva, con questa nuova iniziativa che ha trovato grande consenso non solo tra i più giovani ma anche tra le famiglie.
“Tuffati in un mare di offerte e divertimento!” questo è lo slogan che accompagna la festa che a partire dalle 21.00 animerà la promenade alassina.
Leit motiv della serata di musica e spettacolo sarà il blu che colorerà le proposte originali dei tanti locali affacciati sul mare.

Il concerto del Grupo Compay Segundo

Venerdì 6 Agosto, a Loano, nell’Arena estiva Giardino del Principe, alle ore 21.30, si terrà il concerto del Grupo Compay Segundo, promosso dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano ed organizzato dall’Associazione Corelli nell’ambito della rassegna “Musica nei Castelli di Liguria”.
Il Grupo Compay Segundo è la formazione che ha raccolto l'eredità del mitico chitarrista cubano e che prosegue le gesta della band che fu protagonista del bellissimo film di Wim Wenders "Buena Vista Social Club".
Nel 2007 sono stati celebrati i 100 anni dalla nascita di Compay Segundo. Fu lo stesso fenomenale artista cubano, prima di morire, a scegliere i suoi successori: un gruppo formato da dieci musicisti, di cui fanno parte due suoi figli, Salvador e Basilio. A loro, ora, il compito di portare in giro per il mondo la sua apprezzata musica.
Sul palco suoneranno: Salvador Repilado Labrada contrabbasso, Hugo Garzón Bargalló voce, maracas, Basilio Repilado Labrada voce, claves, Haskell Armenteros Pons clarinetto, Rafael Inciarte Rodríguez clarinetto, Rafael Fournier Navarro bongo, Santiago Antonio Naranjo Arbolaez percussioni, Felix Martínez Montero armónico, Nilso Arias Fernàndez chitarra e Yoel Matoz Rodriguez chitarra.

Si chiude la rassegna di incontri con gli scrittori finalisti della sedicesima edizione del premio "Alassio 100 libri -Un Autore per l'Europa"

Venerdì 6 agosto, ad Alassio, si chiuderà la rassegna di incontri con gli scrittori finalisti della sedicesima edizione del premio “Alassio 100 libri – Un Autore per l’Europa”, promosso dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio.
Alle ore 21,15, nell’Auditorium della Civica Biblioteca, Michela Murgia presenterà il romanzo "Accabadora" (Einaudi).
Tema centrale del romanzo è quello dei lati nascosti della maternità elettiva. Michela Murgia, con una lingua scabra e poetica insieme, usa tutta la forza della letteratura per affrontare un tema così complesso senza semplificarlo. E trova le parole per interrogare il nostro mondo mentre racconta di quell'universo lontano e del suo equilibrio segreto e sostanziale, dove le domande avevano risposte chiare come le tessere di un abbecedario, l'alfabeto elementare di «quando gli oggetti e il loro nome erano misteri non ancora separati dalla violenza sottile dell'analisi logica».
“Sono sempre stata affascinata dalle relazioni familiari” dice Michela Murgia “che non hanno il sangue come discriminante. Il tema della maternità elettiva mi appartiene profondamente, ma per non cadere nella trappola del parallelismo autobiografico, ho scelto volutamente di narrare il rapporto dal punto di vista della madre adottiva, una figura per la quale accompagnare i destini a compimento è solo una delle possibili sfumature della sua maternità, non necessariamente la più oscura.”

AL BANO APRE I GALA DI AGOSTO SUL ROOF GARDEN

Reduce dai successi in Russia a Vladivostock e del tour che lo sta portando sulle piazze e nei teatri di tutta Italia, dopo aver partecipato su Rai Uno a “Napoli prima e dopo” Al Bano torna a Sanremo con le sue canzoni più belle ed amate per una serata sotto le stelle sul Roof Garden del Casinò. Il suo spettacolo apre il cartellone dei grandi galà del mese di agosto. L’appuntamento è per domani venerdì 6 agosto alle ore 22.00.
Albano Carrisi, più noto con il nome d'arte Al Bano (Cellino San Marco, 20 maggio 1943), è un cantautore, attore e viticoltore italiano.
Proveniente da famiglia di agricoltori, compone la sua prima canzone a dodici anni, Addio Sicilia, a diciassette anni lascia gli studi e decide di emigrare a Milano, dove trova lavoro dapprima come manovale, poi come cameriere e come operaio metalmeccanico alla Innocenti.
Nell'autunno 1965 partecipa alla manifestazione Ribalta per Sanremo e, pur non essendo vincitore, viene notato e messo sotto contratto dalla La voce del padrone, che lo fa debuttare al Festival delle rose nel 1966 in coppia con Pino Donaggio con un brano scritto da quest'ultimo, Quando il sole chiude gli occhi. Debutta anche in televisione, a Settevoci, gioco musicale condotto da Pippo Baudo, dove riesce a vincere per quattro settimane consecutive la prova dell'applausometro, un apparecchio che misura l'intensità degli applausi del pubblico in sala......

Competizione su sedia da ufficio a San Bartolomeo al Mare

Competizione goliardica di discesa su sedia da ufficio: a San Bartolomeo al Mare (IM) sabato 21 agosto andrà di scena la “69° SanBa's Carega Cup”, gara su asfalto utilizzando “careghe” opportunamente modificate. Casco e abbigliamento atto alla protezione della persona, una “carega" rigorosamente da ufficio, “semplice o modificata” ma rigorosamente in modo originale, 1 copilota ed un maestro di spinta, ecco quanto serve per prender parte a una delle competizioni più simpatiche dell’estate. Largo alla fantasia, le sedie potranno essere allestite nei modi più svariati, utilizzando qualsiasi materiale purchè “il mezzo” non risulti pericoloso. L’omologazione dei mezzi da gara è prevista alle 15.00 ed il via (previa iscrizione) alle ore 17.00 in Via al Santuario, località La Rovere San Bartolomeo al Mare.
Saranno premiate le tre migliori “carega”, giudicate in base al punteggio finale che sarà la somma di una valutazione attribuita dagli organizzatori in base a “simpatia ed interazione con il pubblico”, “bellezza” e “originalità dei mezzi e dei concorrenti”. Al “Carega Cup” non conta solo l’alta velocità su sedia da ufficio ma anche la coreografia e il divertimento. Verranno infatti anche attribuiti premi per la “sedia più sfortunata” e per il “miglior gruppo” (ogni equipaggio potrà esser sostenuto da uno staff con abiti coreografici inerenti al tema del proprio mezzo). Anche il pubblico farà la sua parte votando i vincitori del premio speciale “Mega Carrega”.
La prima edizione della 69a SanBa’s Carega Cup è organizzata dai goliardi dianesi www.goliardidianesi.it/ info@goliardidianesi.it

Capitaneria di Porto di Sanremo - ultimati i lavori di rimozione del M/Y "LA VENETIA"

Nel pomeriggio di ieri, 04 agosto 2010, sono terminati i lavori di rimozione del relitto del M/Y "LA VENETIA", giacente da più di 5 anni sui fondali del porto di Sanremo.
La ditta I.LMA.SUB di Savona - incaricata dei lavori - , come da programma, ha proceduto nelle ultime 2 settimane alla fase finale dell'operazione costituita dal recupero dei tronconi del motoyacht precedentemente sezionato con taglio sobacqueo da parte dei sommozzatori.
L'intero scafo è stato così, giorno per giorno, demolito presso la retrostante banchina ed avviato a smaltimento. I lavori, durati complessivamente circa 3 mesi, nonostante la complessità e difficoltà delle operazioni, si sono svolti secondo i tempi previsti e nell'assoluto rispetto di tutte le condizioni di sicurezza e tutela dell'ecosistema marino.
Nei prossimi giorni la Capitaneria di Porto di Sanremo revocherà il provvedimento interdittivo emesso all'indomani dell'affondamento e che, negli ultimi 5 anni, impediva qualsiasi utilizzo dello specchio acqueo interessato dalla presenza del relitto, per connessi motivi di sicurezza della navigazione.
Viene così restituito al pubblico uso uno specchio acqueo portuale di vitale importanza per il porto di Sanremo, non solo per le attività economiche svolte nelle banchine retrostanti (distributore di carburanti marini e approdo turistico) ma soprattutto per la sicura e libera fruizione dell'intera area portuale intensamente trafficata anche poichè posta in prossimità dell'imboccatura portuale.
La retrostante banchina (in concessione alla società Portosole) sarà ancora inutilizzabile per alcune settimane perchè interessata dai lavori di ripristino dei danni inferti al ciglio banchina in occasione dell'affondamento del relitto.
La definizione della complessa procedura si è resa possibile grazie ad una formula vincente di piena collaborazione adottata tra tutti gli enti pubblici ed i soggetti privati coinvolti più o meno direttamente nella vicenda, che sola poteva consentire il superamento dei tanti ostacoli presenti lungo il percorso.
Per tale motivo la Capitaneria di Porto di IMPERIA, dominus per legge del procedimento, intende ringraziare la Provincia di Imperia, il Comune di Sanremo e gli Uffici dell’Agenzia delle Dogane di Imperia e Sanremo, per la leale collaborazione amministrativa dimostrata e, naturalmente, la società PORTOSOLE CNIS, per il fondamentale supporto offerto al perseguimento dei comuni obiettivi.

mercoledì, agosto 04, 2010

Serata di moda e varieta', "Una sfilata di…Risate 7", organizzata dall'ADSO Associazione Down Savona Onlus

Giovedì 5 agosto, a Loano, nell’Arena estiva Giardino del Principe si svolgerà la serata di moda e varietà, “Una sfilata di…Risate 7”, organizzata dall’ADSO Associazione Down Savona Onlus con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano.
Dalle ore 21.00, sul palco del Giardino del Principe, sfileranno le collezioni invernali dei negozi più trend di Loano: Corso 54, Epta, Franca Linea Uomo, Glenfield - and, 3 Monelli. Ad arricchire le collezioni ci saranno anche i gioielli de La Boite d’or. A curare le acconciature sarà Franco Piave Hair e il trucco sarà a cura del nuovo centro estetico Anima e Corpo. Le collezioni 2010 saranno indossate da più di 50 splendide modelle, 30 modelli e 45 bambini, tutti rigorosamente non professionisti. Si tratta di giovani e belle ragazze di Loano e dintorni che per una sera sfileranno per raccogliere fondi da destinare a progetti dell’ADSO Associazione Down Savona Onlus.
La serata quest’anno ha un sottotitolo “LOA’S GOT TALENT”, ovvero offrirà un palco a tanti giovani talenti: cantanti, ballerini, gruppi musicali.
Lo spettacolo sarà arricchito da divertenti incursioni teatrali e gags a cura della Compagnia Teatrale Loanese “I Senza Tempo”.
A condurre la serata sarà il presentatore Marco Mazzucchelli.
Le coreografie della sfilata saranno curate da Maria Luisa Formato.
“Gli incassi della serata” spiega Milena Barreca “saranno utilizzati per proseguire un progetto avviato alcuni anni fa, che mira a rendere autonomi i ragazzi down.
L’iniziativa è rivolta a giovani over 16 e prevede la formazione di piccoli gruppi che affiancati da educatori, lavorano sulle autonomie sociali. Vengono organizzate soprattutto “uscite” sul territorio in luoghi frequentati abitualmente dai ragazzi adolescenti: pub, discoteche, minigolf, manifestazioni sportive, eventi vari.... Dal 2006, inoltre, abbiamo avviato un progetto sportivo che ha portato alla nascita nel ponente savonese di due nuove squadre di pallavolo, il CS Volley Albenga e il CS Volley Savona e una squadra di Bocce.”
Il prezzo del biglietto è di € 5,00.

Rock in the Casbah atto secondo

Seconda serata di "Rock in the Casbah" giovedì 5 agosto caratterizzata dal tema "Classic!": tre gruppi a rappresentare generi diversi (dal rap al rythm 'n blues, dal rock and roll al funky) per una nuova no-stop densissima nell'Anfiteatro di San Costanzo, realizzata grazie al sostegno dell’Assessorato al Turismo-Comune di Sanremo e di Area Sanremo nonché di sponsor privati.
Le tre realtà sono tutte provenienti dal territorio provinciale, nel quale hanno trovato linfa per un percorso creativo molto coerente che ha saputo affacciarsi oltre la scena locale.
I Manigoldz arrivano da Imperia dove si sono distinti nel fertile humus della scena hip hop, della quale sono i principali esponenti; i Bermudas, "summer punk band", hanno all'attivo moltissimi concerti anche all'estero e sul palcoscenico di San Costanzo porteranno un festoso show di grande energia sonora e visiva; i Lost in Blues, infine, sono ben undici e propongono uno straordinario spettacolo all'insegna del soul/rock/blues.
La location si presenterà al pubblico con la sua fascinazione di luci e con i servizi che l'organizzazione di Fare Musica ha perfezionato nel tempo, a cominciare dal servizio bar, quest'anno ulteriormente potenziato nella sua terrazza totalmente dedicata.
Le magliette di "Rock in the Casbah" sono una delle novità di quest'edizione: si potranno acquistare al bancone acquisendo così un prezioso "feticcio" della kermesse.
Costante complemento agli spettacoli live saranno le immagini curate da Arry Baroni e le selezioni musicali che aprono e chiudono il concerto a cura di Radiomandrake (Simone Parisi, Larry Camarda)
Venerdì, serata "Indie Rock!" con i glamrockers Rossomargot, e il quartetto alternative rock formato dai torinesi Cabaret Sauvage.

Piu' di mille i partecipanti alla trentesima edizione dei Castelli di Sabbia



Sono stati più di mille i partecipanti alla trentesima edizione dei Castelli di Sabbia, manifestazione organizzata dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio, in collaborazione con l’Associazione Bagni Marini.
Le opere realizzate sono state 85 e ottanta bagni marini hanno aderito all’iniziativa. Ora bisognerà attendere fino a domani sera per conoscere il nome dei vincitori.
Giovedì 5 agosto, dalle ore 21.00, nell’Auditorium “E. Simonetti” a Parco San Rocco, si svolgeranno, infatti, le premiazioni dell’edizione 2010 dei Castelli di Sabbia. La classifica sarà svelata nel corso della serata e fino all’ultimo i partecipanti al concorso resteranno con il fiato sospeso, in attesa di conoscere il vincitore del trofeo.
All’ingresso di Parco San Rocco le mascotte Alessio di Alassio, il Bacione (Pasticceria Riviera) e Toy (Grotte di Toirano) accoglieranno il pubblico con divertenti animazioni.
Ospite della serata, condotta da Marco Dottore, sarà Dario Ballantini con i suoi magnifici trasformismi. Noto al grande pubblico per la collaborazione con il programma televisivo Striscia la Notizia, Ballantini farà rivivere sul palco di Parco San Rocco alcuni dei personaggi che interpreta come inviato della trasmissione di Antonio Ricci.
Il poliedrico trasformista vestirà i panni di alcuni dei tanti e divertenti personaggi che lo hanno reso famoso: Valentino, Vasco Rossi, Gianni Morandi, Valentino Rossi, Michela Vittoria Brambilla, Roberto Maroni, Luca Cordero di Montezemolo, Gino Paoli, Nanni Moretti, Margherita Hack, Guido Bertolaso.
Nel corso della serata sul grande schermo sfileranno le immagini di tutti i castelli realizzati sul litorale di Alassio e l’attore Nello Simoncini regalerà esilaranti gags. Zucchero filato e sculture di palloncini saranno regalate a tutti i bambini.
La serata si chiuderà con la proclamazione del vincitore dei Castelli di Sabbia e la consegna del trofeo. L’ingresso è gratuito

.....tavolino di legno addobbato di varie collanine, orecchini e braccialetti..

I militari della locale delegazione di spiaggia di Diano Marina, durante un normale giro di perlustrazione del litorale di Diano Marina per l’operazione “Mare Sicuro 2010”, alle ore 17 circa del 03 agosto 2010, nei pressi della spiaggia libera del Comune di Diano Mariano, notavano una persona presumibilmente extracomunitaria seduta in spiaggia con un tavolino di legno addobbato di varie collanine, orecchini e braccialetti, il quale vedendosi intimare alt per un normale controllo abbandonava il tavolino e gli zaini e cominciava a scappare tra le file di lettini, e successivamente riusciva a dileguarsi tra la folla di bagnanti, dandosi alla fuga verso l’Aurelia. Recuperavano tutto il materiale, e notavano che oltre alle collanine, braccialetti e orecchini vi era un vero e proprio laboratorio artigianale che varia da pinze, pennarelli e tutto il necessario per poter creare e ricreare oggettistica di bigiotteria in madre perla di varie misure e colori, composto da circa 300 pezzi tra collane, braccialetti e orecchini con varie forme tra cui cuore e luna ,un contenitore suddiviso in 24 caselle contenente tutte le lettere dell’alfabeto, un semi busto per posizionare le collane, una lampada da comodino al neon presumibilmente per lavorare anche di notte e varie bobine di vari colori per chiudere i braccialetti.

Ambiente, “Gionha - Mare Pulito 2010” week end a Finale Ligure, Loano e Andora

Appuntamento a Finale Ligure, a Loano e Andora venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 agosto con “Gionha - Mare Pulito 2010”, l’iniziativa itinerante estiva della Regione Liguria e dell’Osservatorio Ligure Pesca e Ambiente rivolta a diportisti, pescatori professionisti, bagnanti, subacquei, in difesa dell’ambiente marino e della tutela ambientale.
Venerdì 6 agosto è prevista la pulizia dei fondali antistanti il Comune di Finale Ligure, sabato 7 agosto i subacquei interverranno sui fondali di Loano in concomitanza con l’attività di Mare Pulito e domenica 8 agosto sulla spiaggia libera di Andora dalle 9 alle 18,30 sono previsti giochi, attività didattiche per grandi e piccini e premi.
Quest’anno Mare Pulito è stato inserito in un progetto europeo denominato Gionha (Governance and Integrated Observation of marine Natural Habitat) che ha l’obiettivo di promuovere la valorizzazione dell'ecosistema marino-costiero e sensibilizzare il pubblico alle tematiche ambientali di salvaguardia degli habitat marini che sostengono l’area anche conosciuta come “Santuario dei cetacei” o “Santuario Pelagos”. Il progetto nasce dalla cooperazione tra le regioni che si affacciano sulle coste tirreniche ed è stato presentato da Arpat, Office de Envirennement de la Corse, Regione Liguria, Regione autonoma della Sardegna, Provincia di Livorno ed è finanziato dal Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Francia “Marittimo”, 2007-2013. Anche quest’anno Regione Liguria e Osservatorio Ligure Pesca e Ambiente coinvolgeranno pescatori professionisti e marinerie liguri nelle attività di sensibilizzazione sui temi della tutela della qualità dell’ambiente marino e sul problema dei rifiuti galleggianti e del loro smaltimento a terra.

”Al via censimento, servono rilevatori”

AAA cercasi rilevatori per il sesto censimento generale dell’agricoltura. La Regione Liguria ha attivato un bando per la ricerca di 150 rilevatori (65 per la provincia di Imperia, 35 per quella di Savona, 32 per la provincia di Genova e 18 per quella della Spezia) che saranno impegnati dal 24 ottobre 2010 al 31 gennaio 2011 per raccogliere i dati necessari per lo stesso censimento. Le domande possono essere presentate a partire da lunedì 9 agosto fino a venerdì 3 settembre 2010, indicando due province di preferenza e allegando il curriculum vitae.
Maggiori dettagli si possono trovare nell’area “Liguria News” del portale regionale www.regione.liguria.it.
Sono ammessi i possessori del diploma di scuola media superiore.
Le domande devono essere compilate online dal 9 agosto al 03 settembre 2010 utilizzando il modulo pubblicato sul sito www.liguriaricerche.it, allegando il curriculum vitae