mercoledì, giugno 30, 2010

In merito alla rassegna Rock in the Casbah, che non avrà svolgimento nel 2010, l’Associazione Fare Musica precisa quanto segue

Ovviamente fa piacere che ci siano determinate reazioni per il mancato svolgimento del nostro festival, cui tutti siamo legati, ma vogliamo precisare fermamente che la città non perde una rassegna, non viene delegittimata la Pigna, non si ferma la musica di Sanremo.
Semplicemente si cambia - temporaneamente - rotta investendo le risorse possibili in un'altra iniziativa ugualmente di valore, ma di taglio differente, improntata a generi diversi.
Comprendiamo le difficoltà economiche dell'amministrazione comunale di Sanremo, che peraltro nei mesi scorsi ha investito il suo impegno sulla Pigna. Sono state dedicate ad essa specifiche manifestazioni, come due edizioni di Pigna d'amare.
Tutti dobbiamo cercare di comprenderlo e di lavorare insieme perché Art in the casbah abbia analoghi riscontri al di là dei generi musicali proposti. Quello che conta è la Pigna alla fine, al di là dei nomi dei contenitori. La tutela e la valorizzazione di essa.
Lavoriamo insieme per la Pigna e per la musica di Sanremo. Confidiamo che in futuro arrivino stagioni economiche migliori e che possiamo dunque recuperare Rock in The Casbah.
Un ringraziamento all’Assessore Di Meco che ha inteso confermarci fiducia.

Manifestazione per tutelare la libertà di stampa

Domani manifestazione per tutelare la libertà di stampa - iniziativa della Federazione Nazionale Stampa.

CELEBRATO AL CONVENTO DI SAN DOMENICO A TAGGIA SAN BASILIDE PATRONO DELLA POLIZIA PENITENZIARIA





E' stata celebrata questa sera, la festa di San Basilide, Patrono della Polizia Penitenziaria.Il Vescovo Emerito della Diocesi Ventimiglia-Sanremo, Mons.Giacomo Barabino ha celebrato la S. Messa, al suo fianco il Vicario Generale Mons. Umberto Toffani, alla presenza delle Autorità civili, militari e religiose, presso il Convento di San Domenico a Taggia. Una cerimonia solenne molto sentita dai presenti, e allietata dal Coro Musica Nova di Sanremo, diretto dal M°Paolo Caravati: brillante l'esibizione del tenore Gaetano Labalestra.
Il Vescovo nella sua omelia ha ricordato la figura del Santo Martire, che aveva avuto il compito di accompagnare i condannati al supplizio: fu proclamato Santo nel 1948 e l'anno successivo divenne Patrono della Polizia Penitenziaria. Per la prima volta alla cerimonia del ricordo di San Basilide, vi hanno preso parte 7 cadetti Commissari, ospiti in questi giorni presso l'Istituto Penitenziario di Valle Armea. La celebrazione si è aperta con i saluti di benvenuto del Comandante V.Commissario Sergio Orlandi. I saluti finali ed i ringraziamenti a tutto il personale, e agli allievi Commissari, sono stati invece elargiti dal Direttore Francesco Frontirrè. Il Convento San Domenico di Taggia, la sua chiesa e la sua pinacoteca sono considerati scrigni preziosi che custodiscono opere pregiate e di rara bellezza.
Brea, Canavesio ed il Parmigianino sono fra i più celebri dei nomi degli artisti che hanno realizzato alcune delle importanti opere che si trovano all'interno di questo austero e prezioso convento del 1400, ma non sono certo gli unici.
E' il luogo che rappresenta la storia, imponente e mistico, immerso nella pace e nella preghiera, incastonato in un'atmosfera che lo rende unico.

Vele D'Epoca: gli eventi collaterali

Rassegna di antiquariato nautico - Asta di Arte Marinara La Casa d’Aste Cambi, con sede nei prestigiosi locali di Castello Mackenzie in Genova, parteciperà, alla XVI edizione delle "Vele d'Epoca di Imperia - Trofeo Panerai" organizzata dall’Assonautica Provinciale di Imperia, proponendo un'Asta di Arte Marinara.
Le opere saranno visibili da Mercoledì a Sabato 11 Settembre, giorno nel quale si terrà la vendita, all’interno del 300 mq messi a disposizione dagli organizzatori della manifestazione.
Le vendite di Asta Marinara hanno da sempre caratterizzato la Cambi Casa d’Aste con proposte di altissimo livello, attraendo i migliori collezionisti italiani ed internazionali.
Tra gli oltre 200 lotti proposti non mancheranno i ritratti di velieri e brigantini eseguiti dai migliori ritrattisti del XIX secolo specializzati in questo genere, quali Duncan Mc Farlane, Domenico Gavarone, Francois Roux, Nicolas Camilleri, Jacob Petersen, Antonio De Simone, Giovanni Luzzo, Adam e molti altri. Altri dipinti con marine e raffigurazioni costiere dal XVII al XIX secolo completeranno la parte espositiva dedicata alla pittura.
Grande spazio sarà dato alla modellistica a partire da accuratissimi modelli da cantiere, come il Carterswell di inizio XX secolo, passando per ex-voto, assemblati da marinai e prigionieri di guerra, diorami con riproduzioni entro teca di imbarcazioni con vele in stoffa ed onde e paesaggi in legno dipinto ed altri modelli naviganti.
Ricca sarà la parte dedicata agli strumenti di navigazione, come sestanti ed ottanti entro cassetta e telescopi da viaggio in ottone e rivestiti in pelle, agli strumenti da cartografia quali compassi, goniometri del XVIII-XIX secolo e alle attrezzature ed arredi di bordo come timoni, chiesuole, stipi, cassettoni ed armadi in teak ed un curioso mobile-lavabo in mogano con lavandino in ceramica a scomparsa. Non mancheranno suppellettili e curiosità provenienti dai migliori transatlantici del secolo scorso e della Società Italia.
Ma non solo modelli in questa vendita, infatti per la prima volta oltre ad oggetti ed arredi di bordo verrà battuta in asta anche una selezione di imbarcazioni tra le quali si segnala un Sangermani del 63, un 6 mt. stazza internazionale degli anni 30 e un Riva Super Acquarama degli anni 70.
5° concorso internazionale di Decorazione Floreale “Città di Imperia” sul tema il mare Il concorso è organizzato dall’E.D.F.A. - Ente decorazione Floreale Amatori - di Imperia e propone tre categorie dai temi legati al mare molto suggestivi e che certamente non mancheranno di stupire il pubblico che da sempre apprezza il binomio mare – fiori. Ecco i tre temi:
- Un porto, grande dimensione in stile libero
- Una Marina, collage in stile libero
- Aperitivo allo Yacthing Club, tavola per un buffet in nuovo stile.
Alle Vele d’Epoca di Imperia i numerosi curiosi e appassionati avranno ancora una volta la possibilità di ammirare le opere di decoratori provenienti da diverse nazioni.
“Strade del mare – Via del sale“Durante le Vele d’Epoca di Imperia, molti comuni ed enti appartenenti a varie province mostreranno, grazie a una serie di iniziative, il valore storico e culturale delle Vie del Sale. Verrà messa in evidenza la bellezza e l’integrità del paesaggio naturale che rende questi luoghi adatti a bellissime escursioni, verranno illustrate quali sono le strade, le rotte ed il patrimonio culturale che lega il mare, la costa e l’entroterra ligure e come possono essere vissute e valorizzate.Il sale, l’oro bianco che attraversava diametralmente il Mediterraneo e l’Europa, assume in questo contesto il valore di uno “simbolo storico”.
Le “Vie del Sale” sono le antiche strade e mulattiere che in passato scendevano attraverso l’Appennino dalla Pianura Padana e dalle zone collinari dell’Italia settentrionale fino al litorale ligure e fino a Genova. La città ligure, superata Venezia nello smercio di prodotti provenienti dall’Oriente, rappresentò il centro commerciale più importante durante tutto il Medioevo.
Il nome di queste importanti vie di comunicazione e di scambio è legato a un minerale, il sale, di grande valore nel passato in quanto elemento indispensabile nell’alimentazione e nella conservazione dei cibi. Il sale non era facilmente reperibile nelle regioni settentrionali ed era l’unico in grado di conservare e mantenere in buono stato molti cibi che, altrimenti, si sarebbero deperiti. Per questo a partire dal Medioevo fino al XV secolo la rete di percorsi e di sentieri dalla pianura al mare divenne tanto fitta ed importante.
Non esisteva un’unica Via del Sale, perché tutti i popoli delle diverse regioni delle Terre Alte percorrevano i sentieri presenti sul loro territorio per raggiungere il mare e per recuperare i tanti prodotti utili alla sopravvivenza vendendo i propri elementi di scambio, rappresentati soprattutto da lana e da armi. Alle Vele d’Epoca di Imperia alcuni comuni collaborano per un unico progetto: quello di valorizzare le “Vie del Sale” di questa parte della Liguria.
Provincia di Savona: Casanova Lerrone, Castelbianco, Cisano sul Neva, Erli, Garlenda, Villanova d’Albenga, Zuccarello, Comunità Montana Savonese.
Provincia di Cuneo: Garessio, Ormea.
Provincia di Imperia: Acquila d’Arroscia, Armo, Borghetto d’Arroscia, Pornassio, Ranzo, Vessalico, Borgomaro, Cesio, Chiusavecchia, Pontedassio, Prelà, Vasia, Diano Arentino, Comunità Montana dell’Olivo e Valle Arroscia.
Imperia: il porto in archivio - Mostra documentaria del Ministero per i Beni e le Attività culturali tratta dall’Archivio di Stato di Imperia dal 1906 al 1923
Il patrimonio archivistico italiano è uno dei più importanti al mondo e quello che l’Archivio di Stato mette a disposizione dei visitatori delle Vele d’Epoca di Imperia mostra come le istituzioni di Oneglia e Imperia abbiamo conservato in modo esemplare documenti di valore storico inestimabile che testimoniano come la città e il suo Porto volevano evolversi e migliorarsi per valorizzarsi al meglio. Negli spazi del Museo Navale Internazionale del Ponente Ligure di Imperia, solo dall’8 al 12 settembre, si potranno vedere esposti documenti unici e ben conservati come il Piano Regolatore del Porto di Oneglia del 1906 a cura dell’Ing. Giacomo Agnesi, il Progetto di costruzione di un fabbricato ad uso della capitaneria di Porto del Comune di Oneglia del 1907, leggere la lettera al Sindaco di Oneglia con la quale si assicura la consegna di 250 disegni del progetto del porto unico per la somma di lire 450 del lontano 1907.
Lions Club Imperia la Torre presenta la mostra di pittura “Historia della navigazione dal Big Bang ai giorni nostri”
Lions Club Imperia La Torre presenta la mostra “Historia della navigazione dal Big Bang ai giorni nostri”, un percorso storico culturale racchiuso in un ampio spazio di 250 metri quadrati nei quali verranno esposti ben 40 dipinti di grandi dimensioni e diversi stili pittorici con un comune denominatore: il legame al territorio e al mare. La mostra verrà realizzata in collaborazione con l’Istituto d’Arte di Imperia, il DAMS e artisti internazionali.
Annullo Postale
Le Poste Italiane portano i loro colori e l’ormai tradizionale annullo filatelico, entrambe eventi che richiamano collezionisti e simpatizzanti.
IL PROGRAMMA DI MASSIMA delle Vele d’Epoca di Imperia – 8/12 settembre 2010
Mercoledì 8 settembre
Ore 10.00 – Registrazione imbarcazioni
Ore 16.00 – Breafing
Ore 17.30 – Cerimonia inaugurazione
Ore 18.30 – Concerto Fanfara Militare
Ore 21.00 – Spettacolo di intrattenimento
Giovedì 9 settembre
Ore 11.00 – Partenza prima regata
Ore 15.00 – Rientro imbarcazioni
Ore 18.00 – Animazione in banchina
Ore 21.00 – Spettacolo di intrattenimento
Venerdì 10 settembre
Ore 11.00 – Partenza seconda regata
Ore 15.00 – Rientro imbarcazioni
Ore 18.00 – Animazione in banchina
Sabato 11 settembre
Ore 11.00 -- Partenza terza regata
Ore 15.00 – Rientro imbarcazioni
Ore 18.00 – Animazione in banchina
Ore 21.00 – Spettacolo di intrattenimento
Ore 22.30 – Concerto e fuochi d’artificio
Domenica 12 settembre
Ore 10.00 – Celebrazione Santa Messa, in banchina
Ore 11.00 – Partenza quarta regata e parata delle Vele nel Golfo
Ore 17.30 – Premiazione regate e cerimonia di chiusura
Ore 21.00 – Spettacolo di intrattenimento

Presentata a Milano Vele d' Epoca di Imperia XVI Edizione

La Baia di Imperia farà da cornice dall’8 al 12 settembre 2010 alla XVI Edizione delle “Vele d’Epoca di Imperia”, tappa del circuito Panerai Classic Yachts Challenge 2010, evento imperdibile che valorizza gli antichi gioielli del mare e lo yachting del passato, per la prima volta patrocinato dal Ministero del Turismo.
L’avvenimento riscuote un interesse e una partecipazione sempre crescente di vere Signore del Mare con le loro interessanti storie da raccontare, ma è la calda accoglienza della città ligure, il grande sforzo organizzativo, una serie di appuntamenti a corollario delle regate che polarizzano l’attenzione di tutta la costa. Il vero spettacolo che si ripete ogni due anni è lo smisurato e mai trascurato amore per il mare che gli imperiesi sanno trasmettere anche in tale occasione. Al largo della costa ligure rivive in quei giorni di settembre l’antico spirito marinaresco, fatto di passione e amore per un modo di veleggiare ricco di imponenza, raffinatezza ed eleganza.
Il clima della Riviera, i colori, i profumi e i sapori della Provincia di Imperia, uniti all’indescrivibile paesaggio di un tramonto fra mille vele, incantano i visitatori di tutto il mondo.
“C’è da faticare molto sulle barche d’epoca…. niente winch elettrici, solo braccia e schiene piegate a tesare scotte e drizze di questi capolavori del mare che la passione di pochi ha saputo riportare allo splendore originario” – dice Lucio Carli – Presidente Assonautica Provinciale di Imperia che organizza da sempre l’evento. “Anche in questa sedicesima edizione non potranno mancare veri e propri gioielli galleggianti, in cui la bellezza di forme dimenticate armonizza con il fascino dei legni pregiati, degli ottoni tirati a specchio e delle attrezzature ormai desuete. Negli anni non sono mancate le protagoniste delle regate e del diporto della prima metà del secolo: grandi e piccole, ma tutte con una storia spesso avventurosa e densa di misteri, accomunate dalla vanità di mostrarsi ancora competitive in regata: un’intera flotta che animerà di alberi svettanti e vele bianche le acque del golfo imperiese nei giorni di regate e nella parata finale – continua Lucio Carli, Presidente Assonautica Provinciale di Imperia. Con l’edizione del 1992 la manifestazione imperiese ha assunto cadenza biennale, in seguito ad accordi con altre manifestazioni “vicine”, e, da quest’anno, saranno ospitate nel nuovo porto di Imperia.
Il nuovo assetto di Porto Maurizio dà un volto nuovo alle Vele d’Epoca di Imperia: più elegante e migliori servizi alle barche presenti all’evento, che siano appena restaurate e/o scafi ormai leggendari, condotti da personaggi storici o volti nuovi della nautica sportiva e da diporto.
Alla competizione sono ammessi gli yacht d’epoca costruiti prima del 1950, gli yacht classici costruiti tra il 1950 ed il 1977 e le loro repliche riconosciute dal regolamento C.I.M. 2010-2013. Anche per le vele, possono iscriversi alla particolare sezione “Spirit of Tradition” le imbarcazioni moderne che per progetto o materiali di costruzione ricordino lo stile di un tempo, tra cui le “classiche” e le classi metriche, tra cui i 12 m. S.I. (Stazza Internazionale), protagonisti delle sfide d’epoca dell’America’s Cup.
Dall’edizione 2008 un’importante novità: l’invito a partecipare è esteso alle imbarcazioni appartenenti alla storica classe “J Class” che si affiancherà alle altre già note sezioni. I “J Class” hanno fatto la storia della Coppa America negli anni ’30 grazie a personaggi quali Lipton, Sopwith e Vanderbilt.
Dal 2006 è iniziato il connubio Panerai – Vele d’Epoca di Imperia, evento inserito nel circuito “Panerai Classic Yachts Challenge” che tocca alcune delle località storiche del Mediterraneo (Antibes, Cannes e Mahon) nonché i porti oltreoceano di Antigua, Nantucket e Newport. Ogni due anni anche Imperia viene a far parte del Circuito acquistando sempre maggiore importanza. Le imbarcazioni sono divise in categorie e si sfidano tra loro attraverso entusiasmanti regate.
Quest’anno il circuito Panerai Classic Yacht Challenge è cresciuto grazie all’inserimento di altri prestigiosi campi di regata: Isola di Wight (G.B.) e Marblehead (USA), storico luogo d’origine della Marina Americana.
Il circuito, organizzato dall’ A.I.V.E. (Associazione Italiana Vele d’Epoca) e dal CIM (Comité International de la Méditerranée) è articolato in quattro regate, più alcuni trasferimenti d’altura. Al termine delle diverse prove vengono premiate le imbarcazioni vincitrici del “Challenge” suddivise per classi e categorie.

Fratelli Carli, Agnesi, da sempre testimonial dell’alimentazione mediterranea e di Imperia, insieme a Fondazione Banca Carige, Porto di Imperia spa e Imperia Yacht srl, sono presenti in questa edizione accanto al Title Sponsor Officine Panerai e, unitamente, danno un contributo a una più profonda conoscenza della cultura del mare. In occasione delle Vele d’Epoca di Imperia farà il suo debutto italiano anche Eilean, il ketch bermudiano di 22 metri, progettato e costruito nel 1936 nei leggendari cantieri scozzesi Fife, recentemente ritornato al suo splendore dopo un restauro filologico e conservativo durato oltre tre anni. L’acquisto e il restauro di Eilean sono stati promossi da Officine Panerai, la società fiorentina di alta orologeria che sponsorizza il Classic Yachts Challenge.Per celebrare il ritorno alle regate di questa Signora del Mare, una vera festa per tutti gli appassionati di vele d’epoca, in banchina sarà anche allestita una mostra che, attraverso pezzi originali della barca e fotografie di carattere storico, ripercorrerà il lungo cammino che ha portato al salvataggio e alla rinascita di Eilean.
Sin dalla prima edizione nel 1986 le Vele d’Epoca sono organizzate dall’Assonautica Provinciale di Imperia con il contributo della Camera di Commercio di Imperia, con il patrocinio della Regione Liguria, della Provincia di Imperia, del Comune di Imperia e Prefettura, con la cooperazione organizzativa e logistica della Capitaneria di Porto. L’organizzazione e la logistica di questo evento, tra i più importanti del Mediterraneo, è possibile grazie all’apporto dello Yacht Club Imperia, dello Yacht Club Sanremo, dello Yacht Club Marina degli Aregai, del Club del Mare Diano Marina, del Circolo Nautico Arma e Club Nautico San Bartolomeo al Mare.
L’area principale in cui si svolge la manifestazione è collocata in Calata Anselmi, bacino portuale di Porto Maurizio ma l’intera città di Imperia è in festa.
Durante il giorno, nell’area adibita a “villaggio”, si incontrano personaggi dello sport, dello spettacolo, della cultura, armatori e skipper illustri. Ospiti delle Vele d’Epoca di Imperia sono i personaggi che animano o hanno animato le cronache della mondanità, ma non solo. Sono stati abituali ospiti delle varie edizioni armatori come Gianni Agnelli, Raul Gardini, Alberto Rusconi e molti altri legati oppure attratti dal mondo dello Yachting come Miuccia Prada e Patrizio Bertelli, le sorelle Alessandra e Allegra Gucci, Luca Cordero di Montezemolo, Antonio Ricci, Olin Stephens, Cino Ricci, Giovanni Soldini. Naturalmente non sono mancati personaggi di spicco internazionale come l’attuale Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e Gianni Agnelli, che a suo tempo attraccò in banchina con il suo yacht “Principessa vai via…”. All’edizione 2006 furono presenti in banchina, anche Marco Montis, Luca Albarelli e Flavio Grassi dell’equipaggio di “Mascalzone Latino”.
Lungo la banchina e i pontili allestiti per l’occasione, ormeggiano le imbarcazioni d’epoca, dando vita a un vero e proprio museo galleggiante della navigazione da diporto a vela dalla fine dell’ottocento agli anni ’70. Uno spettacolo che emoziona gli appassionati di vele d’epoca e che incanta il pubblico numeroso che si raduna in porto anche per vivere da protagonista le numerose iniziative collaterali previste al Nuovo Museo Navale Internazionale Riviera di Ponente.

Rock In The Casbah? altra e-mail

E-mail di Sara:

come molti altri ragazzi scrivo per urlare il mio dissenso per quello che è successo:
a Sanremo, la nostra amatissima città colorata e piena di fiori, il "Rock in The Casbah", così cometanti altri importanti eventi per i giovani e non, è stato annullato. Sono una normale (vabbè sul "normale" se ne discute poi) ragazza di 19 anni e non ho ovviamente la presunzione di poter cambiare le cose, non da sola. Ma sono sicura, sono fermamente convinta, che per la musica che ci hanno levato e che ci stanno precludendo sempre di più, "loro" che dirigono la "città dei fiori e della musica", noi giovani, musicisti, studenti, semplici appassionati, siamo in grado di ribaltare il mondo. Non è solo ed esclusivamente questione di divertimento. Per noi la musica è qualcosa per cui vale la pena vivere, per tanti colei che da la motivazione per spingere avanti. Se per noi la musica è speranza, e ci viene tolta, rimaniamo solo un ammasso di gente senza nessuno scopo, che vaga il sabato sera invano alla ricerca di qualcosa da fare. Vabbè, vorrà dire che mi arrampicherò sull'araucaria in Piazza Colombo con un violino e mi metterò a cantare convinta di essere un volatile. Ironia a parte, la decisione di annullare il "Rock in the Casbah" non è la chiave per il progresso. Più che progredire, stiamo rendendo la città di Sanremo un luogo anonimo e
noioso.
Saluti Sara

Rock In The Casbah? e-mail di protesta

Sono una studentessa diciottenne che, come molti suoi coetanei, ogni giorno ripete almeno una volta la frase: 'a Sanremo non c'è nulla da fare'. Nelle noie decadenti dei pomeriggi e delle serate, noi vediamo la nostra città morire giorno per giorno, lasciando delusi noi e i turisti che arrivano qua aspettandosi la 'Città della Musica', un luogo dove trovare divertimento e svago.
Mi spiace ma non è così. Più che spiagge e mare inquinato, la città ha smesso di offrire, firmandosi da sola la sua condanna con l'annullamento di una kermesse quale il Rock in the Casbah, che portava a Sanremo artisti dal nome rilevante, chi più e chi meno, emergenti e non. Colgo l'occasione per ringraziare il Sindaco Zoccarato per l'affascinante decadenza che dona a questo posto con le sue scelte fatte a favore di 'far quadrare il bilancio', e penso a quei poveri turisti che in tutta l'estate dovranno sorbirsi serate tutte uguali e mai, e dico mai, un cambiamento. Inoltre, i soldi per artisti di fama e successo già visti e stravisti durante la kermesse del 'Festival della Canzone Italiana', ci sono eccome. Preferirei molto di più vedere le piazze gremite di gente ad ascoltare la scena locale e qualche nome sì un po' diverso, ma comunque importante, che vedere piazza Colombo gremita per una sera ad un costo esorbitante. Con molti meno soldi spesi, si potrebbero fare molte più manifestazioni. Ma pare scomodo. Spero che quest'annullamento improvviso del Rock in The Casbah sia ben rivisto, se vogliamo tenerci i turisti. Io lavoro come barista, e solo io so quanti turisti deludo ogni volta che mi chiedono se si può trovare qualche manifestazione musicale interessante in zona. Purtroppo è così. Non possiamo tirare a campare sul buon vecchio libro del taggiasco Ruffini, che per primo scatenò il boom di turismo in riviera. Il buon Dottor Antonio non può fare le cose per noi, e se vengono eliminate persino le poche manifestazioni che ci permettono di rallegrare e movimentare un po' la vita di turisti e giovani sanremesi, non penso che i tanti villeggiatori saranno contenti, come non lo saremo noi che qua ci viviamo e lavoriamo. Il Sindaco deve rendersi conto che la nomea internazionale di questa città deve assolutamente essere mantenuta, e questo non è assolutamente il modo giusto. Non viviamo di grandi industrie o d'agricoltura d'esportazione, viviamo di turismo, e allo stesso modo in cui ariamo un campo o aggiustiamo un macchinario, dobbiamo saperlo incentivare. Questo non è il modo. Sanremo non è solo Casinò, spiaggia e Festival della Canzone italiana, della cui qualità in questi ultimi tempi si potrebbe comunque discutere. Sanremo era e deve essere molto, molto più di questo. E se si chiama città della Musica, non deve essere ridotta ad esserlo in quei pochi giorni a cavallo tra febbraio e marzo.
Mi dolgo profondamente per l'annullamento del Rock in The Casbah, poiché è l'occasione di vedere nomi diversi, giovani e talenti da scoprire, un modo per la scena locale di mettersi in mostra e un modo per dimostrare che a Sanremo non c'è solo festival, ma si può trovare di tutto, per tutti.
Spero che il nostro Gentile Sindaco torni sui suoi passi e capisca che non è questo il modo per migliorare il profilo di questa bella città.
Distinti saluti.
P. Marta.

Sciopero del 2 luglio

La Asl n°1 informa che, per la giornata di venerdì 2 luglio, la FIOM/CGIL ha indetto, uno sciopero di otto ore delle lavoratrici e dei lavoratori metalmeccanici . In tale giornata, pertanto, potrebbe non essere garantita la regolare erogazione dei servizi sistemistici e di assistenza.

INAUGURA LA SUA ATTIVITÀ L’AGENZIA DI VIAGGIO VUELA SPECIALIZZATA IN BIGLIETTERIA PER IL SUD AMERICA, MA NON SOLO

Sabato 3 Luglio 2010 a Genova Sampierdarena, in Via Carlo Rolando 61 I Rosso (tel.010 8566280) inaugura la sua attività - con un cocktail dalle ore 11 alle ore 13 e una musica ambient-ethnic - l’Agenzia di Viaggi Vuela (Internet: www.vuela.it; genova@vuela.it), già presente a Milano e prossimamente anche a Livorno. Vuela.it è un’agenzia di viaggi specializzata nella fornitura di biglietteria aerea a privati e strutture aziendali e Tour Operator, fortemente rivolta al mercato sud-americano, sia in termini di viaggi-vacanza, sia di biglietteria etnica. A Genova la direzione sarà curata da Karina Ruiz, coadiuvata da Daniela Monteverde, manager genovese con importanti esperienze nel settore Viaggi. Le offerte - in primis Iberia, Klm e Lan - sono rivolte tanto ai sudamericani quanto agli italiani. Possibilità di prenotare e acquistare i biglietti anche sul portale web, www.vuela.it. Infine, grazie al rapporto di collaborazione con Agos e Findomestic, esiste la possibilità, per tutti i clienti, di acquisti rateali.

In scena i musicals "La famiglia Addams" e "Frankenstein junior"

Giovedì 1 luglio, alle ore 20.45, in P.za Partigiani, ad Alassio, l'Associazione Compagnia teatrale e Scuola di Musical Drama Club, diretta da Alessandra Delmastro, porta in scena i musicals "La famiglia Addams" e "Frankenstein junior".

SQUADRE DI OPERAI SUBITO AL LAVORO PER RIPARARE LA CONDOTTA FOGNARIA DI PORTOSOLE

A seguito del guasto verificatosi questa notte alla condotta fognaria di Portosole, l’Assessore all’Ambiente Antonio Fera con i tecnici degli uffici preposti, il Procuratore Capo di Sanremo Roberto Cavallone ed il Comandante del Porto di Sanremo Ten. di Vascello Attilio Pastorino stanno valutando la possibilità di revocare o mantenere i divieti di balneazione in alcune spiagge cittadine.
«Ci sono – spiega l’Assessore Fera - due squadre di operai che lavoreranno ininterrottamente, 24 ore su 24, per riparare il guasto. I lavori saranno costantemente monitorati dall’Amministrazione comunale. Nelle prossime ore saremo, quindi, in grado di comunicare se il danno alla condotta di Portosole potrà essere ripristinato entro la giornata oppure saranno necessari ancora alcuni giorni».

Franco Oppini e Ada Alberti, hanno firmato la piastrella del celebre muretto di Alassio

Franco Oppini e Ada Alberti, giunti ad Alassio quali inviati della trasmissione televisiva di Rete 4 “Weekend in Italia …e non solo”, hanno firmato la piastrella del celebre muretto di Alassio.
La troupe del programma televisivo, in onda il sabato mattina su Rete 4, ha registrato ieri le immagini che andranno in onda il 17 luglio alle ore 10.30.
Le telecamere sono entrate nella Pinacoteca Levi, nella Richard West Memorial Gallery, nell’ex Chiesa Anglicana e nel Tennis Club. Hanno, poi, ripreso il muretto, il porto e la bella veduta sulla città che si ammira da Santa Croce.
Attraverso una narrazione brillante e accattivante, Ada Alberti e Franco Oppini, hanno raccontato la città di Alassio, prestando attenzione particolare agli angoli più belli e agli aspetti meno conosciuti.
“La trasmissione di Rete 4” dice l’Assessore, Monica Zioni “ha l’obiettivo di suscitare nei telespettatori il desiderio di visitare i luoghi meravigliosi di cui l’Italia è ricca, invitando tutti a vivere in prima persona l’esperienza del viaggio. Tra questi luoghi c’è anche Alassio, che nell’ultima settimana, ha conquistato uno spazio di grande visibilità, grazie alle telecamere di due programmi televisivi delle reti Mediaset. Credo che la stagione estiva non potesse iniziare meglio.”

Cambio dei vertici per l'ANAP:nuovo presidente Gianni Ghione

Cambio al vertice dell'associazione ANAP (Associazione Nazionale Anziani e Pensionati). Da venerdì la carica di presidente provinciale è ricoperta da Gianni Ghione, mentre vicepresidente vicario è Mario Trucchi. Al loro fianco anche un nuovo consiglio direttivo composto da: Bondavalli, Verde, Gazzelli, Guglielmi, Bornato, Trecarichi. Obiettivo di questo nuovo consiglio è consolidare e lavorare di concerto per rappresentare le istanze e tutelare la categoria degli artigiani in pensione. Clemente Manfrin, il presidente uscente, ha presenziato ad una partecipatissima riunione lo scorso 26 maggio quando ha lasciato la propria carica. All'appuntamento non mancavano i vertici di Confartigianato, da sempre presente e vicina nei confronti dell'ANAP. Infatti erano presenti sia il presidente Mario Tiberti che il direttore Barbara Biale. Non è mancato anche l'intervento del Comune di Sanremo con l'Assessore ai Servizi Sociali Gianni Berrino.
L'incontro è servito soprattutto per fare il punto sulle varie attività condotte dall'associazione pensionati che vide la luce nel 1993 con sei soci, per arrivare a contarne cinquanta nel 2000 ed oggi raccoglie circa 1000 associati. La riunione è terminata tra gli applausi e gli attestati di stima per Manfrin e l'ex direttivo che ha fatto tanto per l’associazione.
Sul nuovo incarico con entusiasmo il neo presidente Gianni Ghione ha detto: “Quanto fatto dal mio predecessore è encomiabile, ha reso grande l’associazione che ora mi trovo a presiedere. Siamo una realtà in forte crescita e di grande presa tra le persone prova ne siano il numero di soci in aumento di anno in anno, i servizi di supporto agli anziani attraverso l’attività di patronato e di CAAF, le attività ricreative e culturali, la tutela sindacale sono premiate. E' per me un grande onore ricoprire questo incarico e sarà un piacere portarlo avanti. Molte sono le prove che ci attendono: io e il consiglio che presiedo saremo pronti a batterci per tutti gli associati che ci hanno

Incontro su sicurezza e legalità

Si è svolto presso la Prefettura di Imperia su richiesta della Cisl, un incontro sul tema dell’ordine pubblico e della legalità, con la partecipazione del Prefetto di Imperia S.E dott. Francescopaolo Di Menna, per la Prefettura la Dott.ssa Abussi e il Dott. De Girolamo, del Questore di Imperia dott. Luigi Mauriello e del Sindaco di Sanremo Maurizio Zoccarato.
Per la Cisl erano presenti, il Segretario Generale Cisl Imperia Claudio Bosio, il Segretario Generale Filca Imperia Giannì Epifanio, per la SIULP Sindacato di Polizia, Bobice Angela.
Nell’incontro, la Cisl ha evidenziato la preoccupazione per gli episodi di delinquenza che hanno caratterizzato la nostra provincia ma soprattutto la città di Sanremo e l’importanza per il territorio di un clima di sicurezza e di legalità quale condizione di vita e libertà della persona, ritenendo altre si, che il tema della legalità incida significativamente sull’economia locale e sul comparto del commercio, turismo e servizi.
Il recupero della legalità è basato fondamentalmente sulla responsabilità collettiva e sulla cultura, partendo dalla famiglia e dalla scuola in ausilio alle istituzioni.
Nell’incontro la Cisl ha informato gli organi preposti, di promuovere una petizione per la raccolta firme finalizzata per lo spostamento del Commissariato di Polizia in Piazza Eroi Sanremesi, considerandolo un luogo più centrale e fruibile da parte di tutti i cittadini, in particolare dagli aniani e in considerazione la nuova collocazione migliorerà le condizioni di intervento delle forze dell’ordine grazie anche la creazione di una futura uscita dell’Aurelia Bis.

Presentata la guida-rosa “Liguria vista da lei”, edita da Sagep, in collaborazione con la Regione Liguria

E' stata presentata stamani nella sede della Regione Liguria, in piazza De Ferrari, dagli assessori alle Politiche Sociali e alla Cultura e Turismo Lorena Rambaudi e Angelo Berlangieri la guida-rosa “Liguria vista da lei”, edita da Sagep, in collaborazione con la Regione Liguria.
Presenti le autrici Anna Castellano, Mariella Carossino, Silvia Neonato, Luisa Puppo, Paola Toni.
Dinamiche, economicamente più indipendenti, le viaggiatrici hanno sviluppato un personale progetto di vita che ha naturalmente influenzato anche l’organizzazione e l’economia del tempo libero.
L’autonomia femminile si è tradotta in una maggiore attenzione al viaggio come parte fondamentale del tempo per sè, come fattore di crescita culturale e fonte di emozioni. Se fino alla metà del Novecento a partire erano eccentriche e facoltose signore dotate di coraggio e spirito d’avventura come Cristina Belgioioso o Freya Stark, ma anche alcune esploratrici e geografe, oggi moltissime donne, giovani o anche pensionate, da sole, in gruppo o con bambini al seguito, si rivolgono al turismo per scoprire, conoscere e vivere esperienze tra natura, arte, tradizioni e tipicità. Questa guida vuole indicare proposte attente alla sensibilità e alle nuove esigenze femminili.
Il titolo stesso Liguria vista da lei indica uno sguardo particolare che si dipana attraverso il paesaggio, la storia, la cultura e la vita quotidiana della Liguria e che non dimentica mai la presenza femminile.
La guida, tradotta anche in inglese e tedesco, offre un’introduzione su luoghi e curiosità da non perdere, un intero capitolo dedicato al rapporto con la Liguria di scrittrici, artiste, mistiche, seduttrici e tante altre, una serie di informazioni pratiche, alcune pagine con uno sguardo speciale alla Liguria che non tralascia il mondo dei bambini e infine un Grand Tour di ottocentesca suggestione, che si snoda da ponente a levante, dal mare all’entroterra, punteggiato da figure di donne.

Per la prima volta ECOLIFE arriva a Sanremo La città dei fiori ospiterà un’importante fiera interattiva sul futuro sostenibile

Come risparmiare sulle spese per il riscaldamento? Quali interventi si possono apportare per migliorare la qualità della vita e, nel contempo, rispettare l'ambiente? E' possibile accedere agli sgravi fiscali per interventi relativi a ristrutturazioni o a manutenzioni della propria abitazione?
A dare una risposta a questi e ad altri interrogativi ci pensa ECOLIFE, fiera interattiva per un futuro sostenibile che, dal Piemonte, per la prima volta approda a Sanremo.
Sede di questa prima edizione sarà il centralissimo Palafiori di corso Garibaldi.
Qui, dal 22 al 25 luglio, verranno ospitati molteplici espositori appartenenti a vari settori: dall'impiantistica all'edilizia; dalle associazioni di categoria alle istituzioni.
In particolare, al centro dell’iniziativa, il viaggio nelle soluzioni per un futuro sostenibile all'insegna del risparmio energetico e della qualità della vita che si snoda lungo un percorso che vede in primo piano l’energia rinnovabile.
ECOLIFE, organizzata dall’Associazione Sportiva e Culturale Tre Sei Zero, è un punto di riferimento unico perché si propone come piattaforma per l’informazione a tutto campo grazie all'opportunità di mettere in contatto diretto gli “addetti ai lavori”, gli operatori e gli espositori con un vasto pubblico di visitatori a cui verranno illustrate tutte le novità, le tecnologie e le possibili soluzioni in materia di risparmio energetico.
“Alcune delle tematiche che i visitatori troveranno – spiegano gli organizzatori - riguardano il settore fotovoltaico e quello solare termico. Ad esempio, installare sul proprio tetto 8 metri quadri di pannelli fotovoltaici consente di abbattere per almeno 25 anni la propria spesa per l’energia elettrica. Inoltre, verranno presentate soluzioni per un riscaldamento più economico e che rispetti l'ambiente tramite lo sfruttamento delle energie alternative”.
E concludono: “Da ogni parte del pianeta arrivano vari messaggi sullo sfruttamento delle rinnovabili (energia del sole, biomasse, energia geotermica, eolica) ma è ancora imperante la confusione e la scarsa informazione sulle nuove tecnologie, sui vantaggi e sulle procedure per attivare la richiesta degli ecoincentivi. Eco Life proporrà le alternative che ci vengono offerte dal mercato e le soluzioni migliori per cambiare il nostro modo di utilizzare l’energia risparmiando”.
Molte istituzioni hanno dato il loro patrocinio a ECOLIFE.

Domani prende il via Charme féminin Monica Frisone inaugura il ciclo d’arte al Nyala Hotel

Sarà la pittrice genovese Monica Frisone ad aprire, domani (giovedì 1° luglio), alle ore 18, presso il Nyala Suite Hotel a Sanremo, “Charme féminin”, l’importante ciclo di mostre estive che verrà allestito, con cadenza mensile, nelle Sale d’Arte ideate dall’ingegner Igor Varnero, Director of Sales and Marketing del Nyala Suite Hotel.
Curato dalla dottoressa (foto) Giorgia Cassini, “Charme féminin” è un evento di alto livello,
che offre l’opportunità di godere del genio artistico al femminile, di coglierne la freschezza e di ammirarne la creatività.
Un’iniziativa che si propone di promuovere e di evidenziare il ruolo della donna nell’arte e di recuperare il valore scientifico, sociale e antropologico delle opere di artiste contemporanee, quali figure rilevanti nel panorama creativo nazionale.

ENRICO RUGGERI INAUGURA LA STAGIONE ESTIVA DEL ROOF GARDEN MUSICA E SPETTACOLI TUTTE LE SERE

Da domani 1 luglio sarà l’orchestra “la Boheme” ad allietare le serate del Roof Garden con il suo repertorio internazionale.
L’inaugurazione ufficiale della stagione estiva è stata fissata per domenica 4 luglio con il concerto di Enrico Ruggeri e la cena di gala. Sono disponibili gli ultimi biglietti per sentire dal vivo uno degli artisti più eclettici ed apprezzati della musica italiana.
Enrico Ruggeri infatti proporrà brani nuovi ed alcuni dei suoi “cavalli di battaglia” più famosi.
Il calendario dei grandi gala prosegue il 16 luglio con Irene Grandi che quest’estate è in tour in tutti i più bei teatri d’Italia, quindi il 23 luglio Jerry Calà che sta vivendo una seconda giovinezza artistica, e il 30 la “iena” Marco Betty. Non poteva mancare la musica melodica italiana con Peppino Di Capri, Al Bano (foto) ed Iva Zanicchi che rappresentano pietre miliari ancora adesso nel panorama artistico nazionale.
Non solo musica ma anche intrattenimento con Enrico Brignano, la cui presenza nasce da una sinergia con il teatro Ariston e il direttore artistico Valter Vacchino, Max Giusti e Maurizio Battista, che stanno riscuotendo consensi in teatro e sul piccolo schermo.
Questi gli appuntamenti della stagione estiva del Roof Garden.
Musica dal vivo dal 1 al 30 luglio con l’orchestra Boheme. Il 4 luglio gala con Enrico Ruggeri, il 16 luglio serata di gala con Irene Grandi, il 23 con Jerry Calà e il 30 con Marco Berry.
Ad agosto splendidi gala il 6 con Albano, il 13 con Peppino Di Capri, il 16 Enrico Brignano e il 20 Maurizio Battista. A settembre gala con Max Giusti il 10 e il 19 con Iva Zanicchi.
Dal 1 al 30 agosto suona musica dal vivo l’orchestra Los Gitanos. Dal 31 luglio al ferragosto show del Trio Liazeed artisti acrobati, che si alterneranno con il Duo di contorsionisti Iouvilov, il duo Petrosyan composto da trasformisti. Alla bella Fatima il compito di affascinare con l’antica arte della danza del ventre.
Dal 17 al 29 agosto saranno in scena i contorsionisti Price & McCoy, il danzatore di Lase Tom Shannon, l’illusionista Ilva Scali e Dipsy Termidor che effettuerà lo striptease.

Rock In The Casbah? altra e-mail

Buongiorno,
scrivo al suo giornale riguardo alla notizia dell'annullamento di Rock In The Casbah.
Non credo che i reali problemi di Sanremo siano risolvibili eliminando ogni singola manifestazione culturale che dà pregio a questa città (cosa che,per esempio, non è più il Festival della Canzone Italiana)ma evitando inutili sprechi(per esempio,le tanto osannate telecamere,che alla fine non sono servite a nulla).
Oltretutto,come si può pensare,in una città dove l'economia è quasi completamente basata sul turismo,di cancellare eventi come il R.I.T.C.?
Un evento che ogni anno riempie la Pigna, che unisce generazioni di musicisti e amanti della musica,che aggiunge un pò di vita alla ormai scarsa vita notturna estiva sanremese?
È possibile soltanto in una città che vuole suicidarsi.
E non voglio vedere la mia città morire,anzi..
Alekos Gullone

Rock in the Casbah annullato è già polemica

Ricevo e pubblico questo commento: "Salve, ieri sera ho ricevuto una mail da un amico, un organizzatore di eventi nella città di Sanremo. Mi ha detto che per mancanza di fondi il Rock in the Casbah 2010 non si farà. Qui la delusione è tanta. Dopo tutti questi anni, decidere di eliminare un evento cosi importante...la musica si sta spegnendo a sanremo! E pensare che in teoria sarebbe proprio "la città della musica". Sono senza parole. E' incredibile come la forza della musica venga cosi sottovalutata... Forse non si ha capito che anche la musica è cultura! Persone che studiano anni ed anni per poter riuscire a suonare davanti ad un pubblico... E poi è pur sempre un qualche cosa per spingere la gente ad uscire di casa e farsi un bel giro ad ascoltare ragazzi che con la loro passione cercano di far passare una serata piacevole. Invece questo sembra un invito alla gente di rimanersene a casa.
Rock in the Casbah non si farà e sarà una perdita notevole per Sanremo, dove quest'estate regnerà il silenzio.... Vorrà dire che la cultura si trasferirà in qualche altra città più accogliente".
Da Stefano Primerano

Annulato Rock in the Casbah 2010

"Per la prima volta dopo dieci anni Rock in the Casbah non sarà realizzato.
Per volontà nostra.
Per non svilire lo spirito della manifestazione.
Questo fatto ci accomuna ad altri eventi e festival cancellati, sospesi o traslocati altrove.
Il nostro caso è diverso.
Ci adattiamo alle circostanze, come natura insegna.
Chiamasi spirito di sopravvivenza.
Noi rimarremo nella Pigna, nel Centro Storico di Sanremo."
Stay tuned........
Da Larry Camarda

martedì, giugno 29, 2010

Nominato il nuovo Direttore Sanitario, dal 1 luglio il Prof. Cotellessa sostituisce il dr. Orlando

Ho il piacere di comunicare che, con decorrenza 1 luglio 2010, l’incarico di Direttore Sanitario dell’ASL N. 1 Imperiese è affidato al Prof. Mario Cotellessa, a seguito delle dimissioni del Dott. Michele Orlando.
Il Prof. Mario Cotellessa, Pediatra e Direttore del Dipartimento Donna Bambino dal 2003, ha ma-turato una significativa esperienza presso la nostra Azienda, ove ha conseguito importanti risultati sia clinici che gestionali dimostrando indubbie capacità relazionali e di leadership. Al Dott. Michele Orlando è affidata la Struttura Complessa - Pianificazione, Programmazione e Or-ganizzazione Attività Sanitarie” nell’ambito del Dipartimento Pianificazione e Sviluppo.
Auguro al Prof. Cotellessa e al Dott. Orlando un proficuo lavoro, certo che nei rispettivi ruoli sa-pranno conseguire i risultati attesi.
Il Direttore Generale
Antonio Rossi (foto)

“A luglio Milano è ancora più bella”: MILANO IN MUSICA - dal 28 al 31 luglio

Milano in Musica ogni anno cambia pelle, si trasforma, vive del proprio territorio con i suoi artisti e le differenti attività artistiche, sta con il linguaggio della città, innovativo, veloce, immediato, contemporaneo. Una rassegna non comune, straordinaria per fantasia e originalità. Come ogni città importante, Milano mostra al mondo in una luce diversa, estiva, calda, i suoi gioielli. La città, con straordinaria inventiva e partecipazione, mette in mostra i propri giovani artisti, emergenti, da spazio alla creatività, alla fantasia, ai grandi temi culturali, al tempo libero all’associazionismo artistico. Ospite ALBERTO FORTIS. (foto)
A luglio Milano è ancora più bella.
Nel programma di Milano in Musica si alternano numerose iniziative e spettacoli: concerto di ALBERTO FORTIS, la Mostra tra musica e fumetto dedicata a GIORGIO GABER con la collaborazione di Renoir Comics, le gallerie d’arte (Kinki Texas da Bianca Maria Rizzi) i locali rock e tanti gruppi emergenti tra i quali: Audiorama, Pu.De.Ro. Paolo Saporiti, Guignol, Selene, Analisilogica, NeraVirtù, Dellino, Renegados, Maripensa e molti altri sul palco del PARCO RAVIZZA, in zona 5
Anteprime discografiche nei Live club, la MUSICA COMICA al Legend 54, il REGGAE alle Scimmie, I CLASSICI DEL ROCK al Barrio’s, il JAZZ raffinato al Maharaja, “Canzoni d’Artista” con Roberto Sironi al Caffè Italia, La RASSEGNA Video al Memphis a cura di RockTV, presentazioni libri con ARPANet e Oldoni Grafica Editoriale e, tanta arte nelle gallerie d’arte aperte appositamente per fine luglio: Artifico Lab. Ca di Frà, mc2 Energy, Colombo arte contemporanea, Bianca Maria Rizzi con mostre di artisti originali curiosi, intriganti.
Su www.milanoinmusica.it tutto il programma.
Una rassegna non confezionata ma genuina che ogni anno propone alcuni aspetti della scena urbana milanese, artisti, locali musicali, gallerie d’arte. Lo scorso Anno sono state oltre 10.000 le persone presenti agli eventi. In città
Milano in Musica, è giunta alla VII edizione, un classico della stagione estiva milanese,
Un appuntamento imperdibile per chi intende conoscere, incoraggiare, vedere all'attività giovani artisti milanesi,. Un variegato programma di musica, arte e letteratura.
Il lavoro dei singoli artisti portato all'attenzione del pubblico, in presa diretta
Lo slogan della rassegna è da sempre “Un' attenzione che, valorizzando l'aspetto apparentemente effimero del divertimento comunque sano, è in grado di porre solide basi nel futuro artistico e lavorativo di giovani talenti”

BUONI RISULTATI DEL MASTER SANREMO AL GP INTERNAZIONALE DI ROMA

Torneo particolarmente probante quello svolto nell’ultimo weekend a Roma, dal Master Sanremo, formazione di calcio tavolo matuziana, sempre particolarmente attiva, classificatasi al 4° posto assoluto della Serie B nazionale, agli ultimi campionati di aprile. Nel torneo a squadre del GP d’Italia FISTF erano due le formazioni in gara. i biancoazzurri della squadra A, sono riusciti a passare il turno: dopo la sconfitta dalla neo promossa in serie A, Rieti, sono riusciti ad approdare agli ottavi battendo quelli che sta diventando una rivale consueta, le Fiamme Azzurre di Roma. Al primo turno ad eliminazione diretta il Master Sanremo si è trovata di fronte ad un’altra neo promossa in Serie A, il Bari. Finisce 2-0 per i pugliesi, nonostante la buona prova di tutta la squadra. La squadra B, pur non passando il turno, non ha assolutamente sfigurato, presentando anche un Under 15, Manuel Mastrantuono, alla sua prima esperienza in un torneo ‘fuori casa’. Buona la prestazione della seconda squadra che, dopo aver perso contro i forti austriaci del Wiener Neuestad, ha sfiorato il passaggio del turno contro il Real Maremma, uscendo sconfitta solo nel finale.
Il giorno dopo si sono svolti, come sempre, i tornei individuali. Le migliori prestazioni sono di Stefano Bacchin e Claudio Dogali, entrambi approdati ai quarti di finale della categoria Veteran. Il primo si è dovuto arrendere di misura (2-3) al numero uno al Mondo, l’austriaco Erik Hinkelmann ed il secondo a Max Schiavone (Bari). Lo stesso Dogali aveva eliminato Carlo Alessi agli ottavi (2-1). Escono agli ottavi nei Veteran anche Gianfranco Mastrantuono e Alessandro Arca (solo ai piazzati dal forte Manganello). Più sfortunato Attilio Carnevale, fermato nel turno eliminatorio in un difficile girone. Nel torneo Open escono al Barrage Luca Martinelli e Gianfranco Calonico, entrambi di misura mentre raggiunge gli ottavi di finale Jacopo Feletti, battuto dal vincitore del torneo, Saverio Bari (1-2). Buona l’esperienza del giovane Manuel Mastrantuono, che finisce ultimo nel girone ma dimostra di aver fatto ottimi progressi e peccare solo di un po’ d’esperienza.

L'Auditorium della Civica Biblioteca di Alassio sara' intitolata a Roberto Baldassarre

L’Auditorium della Civica Biblioteca di Alassio sarà intitolata a Roberto Baldassarre, direttore storico della biblioteca, scomparso prematuramente lo scorso mese.
La proposta dell’Assessore alla Cultura e al Turismo, Monica Zioni, sarà portata in Giunta e poi in Consiglio Comunale per l’approvazione.
L’intitolazione dell’Auditorium si svolgerà, venerdì 10 settembre, alle ore 18.00, in occasione del Premio Letterario Alassio Cento Libri.
“Intitolare l’Auditorium della Biblioteca a Roberto Baldassare” dice l’Assessore Monica Zioni “credo sia il modo migliore per ricordare Roberto. La biblioteca era il suo mondo, il luogo dove trascorreva le sue giornate, l’officina dove forgiava i suoi appuntamenti culturali. All’intitolazione interverranno alcuni importanti personaggi del mondo culturale nazionale e locale, che tracceranno un profilo della sua poliedrica personalità. Hanno già confermato la loro presenza Giovanni Bogliolo, presidente del Premio “Un autore per l’Europa”, Giuliano Vigini, presidente del Premio “Un Editore per l’Europa”, Ernesto Ferrero, direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino, Lorenzo Mondo, critico letterario, Franco Gallea, presidente del Premio Anthia e Romano Strizioli, giornalista de La Stampa.
Roberto Baldassarre nato a Torino il 15 gennaio 1942, ha iniziato la sua carriera di bibliotecario, ad Alassio, nel 1965. Nominato direttore della biblioteca nel 1975, Baldassare è andato in pensione formalmente nel 2004, ma ha continuato a collaborare in forma volontaria all'attività della biblioteca. Nonostante i problemi di salute, anche quest'ultima edizione del Salone Internazionale del Libro a Torino lo ha visto impegnato nella cura minuziosa del programma.
Con professionalità e competenza ha seguito tutte le fasi di realizzazione della nuova biblioteca, della Pinacoteca Levi e della Richard West Memorial Gallery. Ha dato vita al progetto letterario Alassio Cento Libri e lo ha fatto crescere alimentandolo con grande dedizione.

Serie di eventi

Mercoledì 30 giugno, il calendario delle manifestazioni di Alassio, promosso dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura, propone un ricco programma di appuntamenti.
Alle ore 10.30, da Piazza Partigiani partirà il trenino che porterà i bambini over 5 al porto dove si svolgerà l’iniziativa “Giornata della Sicurezza in mare” organizzata dalla Società di Salvamento di Alassio in collaborazione con la Guardia Costiera e La Marina di Alassio s.p.a.
Una volta raggiunto il porto i bambini incontreranno il Comandante Tenente di Vascello Luca Sammuri e i volontari della Società di Salvamento alassina.
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere la cultura della sicurezza in mare, attraverso una serie di attività formative, simulazioni e dimostrazioni. I bambini acquisiranno tutte le conoscenze per trasformarsi in "Piccoli Bagnini". E’ prevista anche la visita alla Capitaneria di porto e al porticciolo. La manifestazione si chiuderà con uno spuntino e con la distribuzione della piccola guida “Le dieci regole d’oro per un bagno sicuro” realizzata dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio.
Ogni bambino potrà essere accompagnato da un adulto. La partecipazione è gratuita.
Alle ore 17.00, sarà possibile partecipare ad un nuovo appuntamento delle Passeggiate Storico Naturalistiche, organizzate in collaborazione con Amnesty International – Gruppo Italia 173.
L’itinerario proposto è quello del Burgus Alaxii. La visita dei caratteristici carrugi, tra chiese e palazzi, portali di ardesia e dipinti del ‘600 si soffermerà in particolare nel Borgo Barusso dove si potrà ammirare la Chiesa di Sant’Anna. Tipicamente ligure nella struttura e nel colore, la chiesetta è stata eretta nel 1730.
A fare da guida sarà il prof Bruno Schivo, curatore dell’iniziativa, che con i suoi racconti farà rivivere storia, leggende e tradizioni di Alassio. Il programma terminerà con la visita alla Parrocchiale di S. Ambrogio, che risale ad oltre 500 anni fa.
La partenza è davanti al Palazzo Comunale.
Alle ore 21.00, Alassio Bimbid’aMare, propone in Piazzetta Arenella, al Borgo Coscia, un nuovo appuntamento della rassegna Favolando con la Compagnia I Senzatetto.

27° raduno internazionale delle Fiat 500 nel week end a Garlenda

Ventisettesimo Meeting internazionale delle Fiat 500, nel fine settimana a Garlenda, da venerdì 2 a a domenica 4 luglio, nell'entroterra e a pochi chilometri dal mare di Albenga, in provincia di Savona. La manifestazione è promossa, come ogni anno, dal Fiat 500 Club Italia: 20 mila soci e 150 coordinatori sparsi in tutto il mondo. Il Fiat 500 Club Italia, presieduto da Domenico Romano, è stato fondato nel 1984 a Garlenda. "Un evento ormai storico per tantissimi appassionati che negli anni è diventato un formidabile biglietto da visita per la promozione di tutta la Riviera", spiega l'assessore al turismo della Regione Liguria Angelo Berlangieri. Per il meeeting sono attesi nel week end oltre mille equipaggi di cinquecentisti su auto provenienti da tutta Italia e da diversi paesi europei e del mondo. Quest'anno arriveranno a Garlenda numerosi soci olandesi che, insieme con gli amici liguri, festeggeranno il trentesimo compleanno del loro Fiat 500 Club Olanda.
I cinquecentisti si divideranno tra la sede (per le iscrizioni e la visita al Museo), Parco Villafranca (con gli stand della Proloco aperti già il venerdì sera) e il Parco Serre, per il grande mercato ricambi. Domenica mattina consueta, concentrazione all'Ippodromo dei Fiori di Villanova d'Albenga, dove sono in programma anche le premiazioni, con la passerella delle vetture.
Per il terzo anno il Museo Multimediale della 500 proporrà la mostra estiva. I protagonisti saranno gli alunni delle scuole elementari della Provincia di Savona con i loro disegni dedicati alla mitica bicilindrica, realizzati nell'ambito del concorso La 500 agli occhi dei bambini.

Dall'Appennino Tosco-Emiliano alla Riviera di Ponente con i Cestai....



Giovedì 1 luglio nelle sale del Museo Civico di Palazzo Borea D’Olmo, a Sanremo, alle ore 17.00 è prevista l’inaugurazione della Mostra “Dall’Appennino Tosco-Emiliano alla Riviera di Ponente: cestai e floricoltura dai primi del ‘900 agli anni Sessanta. Storia e tradizione di una produzione artigianale”, realizzata dall’Istituto Internazionale di Studi Liguri – Sezione di Sanremo in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Sanremo, l’Unione Industriali della Provincia di Imperia ed il Centro Servizi per la Floricultura della Regione Liguria.
La mostra è la conclusione di una ricerca storica e documentaristica relativa all’attività dei cestai nella Riviera di Ponente. L'evento è stato presentato questa mattina presso il Museo Civico (foto).
La mostra allestita nei locali del Museo Civico di Palazzo Borea d’Olmo, è visitabile fino all’11 luglio, da martedì al sabato dalle ore 09.00 alle 19.00.

Serie di incidenti e di interventi delle forze dell'ordine in città

Serie di incidenti stamani a Sanremo fortunatamente con feriti lievi. E' stata davvero una mattinata di passione anche per gli automobilisti e per gli uomini delle forze dell'ordine che sono intervenuti in diversi punti in città: traffico già caotico anche per la presenza delle bancarelle, e dei turisti francesi che giungono appositamente per il mercato settimanale che si svolge al martedì. Nella foto l'intervento della Polizia Municipale, e agenti della Polizia di Stato in piazza Cesare Battisti, a pochissimi metri dalla vecchia stazione ferroviaria, per soccorrere una donna caduta dal proprio scooter, dopo essersi scontrata con un auto.

Il film documentario "La formula del miele" girato dalla casa di produzione Fotogramma 25, e' ambientato in India del Sud.

Mercoledì 30 giugno, ad Alassio, nell’Ex chiesa Anglicana, sarà proiettato il film documentario “La formula del miele” girato dalla casa di produzione Fotogramma 25, è ambientato in India del Sud. La serata, che prenderà il via alle 21.00, è organizzata dall’Associazione Find The Cure, Fotogramma 25 con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio. Il documentario, realizzato durante una spedizione umanitaria dell'associazione ligure-piemontese FIND THE CURE, racconta e analizza alcuni aspetti di un India rurale piena di contraddizioni, e osserva la sanità, l'educazione, e i problemi alimentari di un paese fortemente in crescita ma con un ampio divario tra ricchi e poveri.
Alla fine della proiezione ci sarà la possibilità di fare domande direttamente ai volontari di FIND THE CURE.
Sarà, poi, presentato il libro fotografico “C’era una volta l’India che c’è ancora...”, dove attraverso foto e narrativa di autori indiani si racconta di un paese fuori dai riflettori.
Sinossi:
“India. Stato dell’Andhra Pradesh. Un gruppo di medici volontari di un associazione onlus italiana si sposta dalla capitale Hyderabad alle zone rurali del sud est del paese alla ricerca di una cura per il futuro e la salute di milioni di individui. Perché occuparsi di pazienti che hanno diritto all’assistenza sanitaria pubblica? Tra le lunghe file di persone in attesa nei medical camp emergono le prime contraddizioni: i pochi referti ospedalieri sono accompagnati da preventivi di spesa, per terapie e interventi chirurgici, che superano di molto il reddito annuale pro capite. Dalle rivendicazioni di infermieri e medici locali alle testimonianze liberate da inconsapevoli fuori onda prendono forma le abitudini consolidate di una sanità pervasa dalla corruzione che nasconde, dietro diagnosi gratuite, terapie dai costi inaccessibili.
Nessun sistema fognario, nessuna raccolta di rifiuti, scuole primarie irraggiungibili dalla maggior parte della popolazione: qual è la soluzione per tutto questo? Volontari italiani e missionari indiani raccolgono quotidianamente e inconsapevolmente elementi utili alla scoperta di un alchemico pi greco: La Formula del Miele.”
La serata è ad ingresso gratuito.

Lettera aperta in merito all'assordante silenzio dell' amministrazione comunale di Sanremo sulla petizione popolare presentata il 5 dicembre 2009 ....

Il 6 Dicembre del 2009 è stata protocollata ufficialmente in Comune, dopo averla presentata alla
conferenza dei capigruppo, la petizione firmata da oltre 1100 cittadini, con la quale si chiede l’introduzione nello Statuto del Comune di un nuovo articolo, che riconosca l'acqua come “un diritto umano e bene pubblico comune” e la gestione del servizio idrico come “ un servizio pubblico locale privo di rilevanza economica, in quanto servizio pubblico essenziale”. L’unica possibilità per scongiurare il pericolo della privatizzazione del servizio idrico.
L’art 52 dello Statuto del Comune di Sanremo, stabilisce che (comma 3) “Entro 60 giorni dal ricevimento della petizione (..) il competente organo o ufficio del Comune, comunica la posizione dell’Amministrazione Comunale rivolgendosi per iscritto all’autore (…)”, e che (comma 4) “La posizione dell’Amministrazione comunale deve essere motivata ed espressa in termini precisi e circostanziati (…)“. Ad oggi, dopo oltre 180(!!) giorni, nessuna posizione ci è stata comunicata.
In aggiunta, nell’incontro con i capigruppo era stata inoltrata formale richiesta di poter presentare personalmente la petizione al Consiglio Comunale (art. 52 comma 5) nell’ambito di un Consiglio monotematico dedicato alla delicatissima “questione acqua”. In caso di parere contrario, abbiamo rivolto domanda ufficiale al Presidente del Consiglio Marco Lupi, che fosse lui medesimo a presentare la petizione in Consiglio Comunale, in virtù dell’incarico e del ruolo che ricopre. Anche in questo caso, nessuna risposta ci è stata comunicata ad oggi, dopo oltre 180 giorni. L’amarezza e lo sconcerto sono veramente forti: perché l’Amministrazione non rispetta lo Statuto Comunale? Perché l’Amministrazione non si degna di rispondere, a questo punto, non solo ai 1100 cittadini firmatari, ma anche agli oltre 2500 cittadini che a Sanremo hanno firmato la proposta di referendum per l’abrogazione della legge Ronchi che di fatto privatizza l’acqua, negandole lo “status” di bene comune e di diritto? Nella forma: riteniamo doveroso che l'Amministrazione risponda pubblicamente ed ufficialmente ad un’istanza lecita e democratica, postale in modo corretto per forma e contenuto. Nel luogo deputato a discutere di modifiche statutarie: il Consiglio Comunale. Nel merito: riteniamo doveroso che i nostri amministratori rispondano pubblicamente, prendendosi in carico tutte le responsabilità politiche conseguenti, delle scelte che intendono adottare sul servizio idrico, senza sottrarsi al dibattito pubblico e senza permettere che la petizione passi da un ufficio ad un altro, da una commissione all'altra, scaricando sugli uffici comunali tutto il peso di una decisione che è unicamente politica.
Riteniamo, altresì, doveroso che il Comune si esprima a riguardo, per una questione di principio e di rispetto nei confronti di un diritto di partecipazione popolare, garantito dalla Costituzione italiana, dallo Statuto comunale ed, al momento, assolutamente disatteso dall'amministrazione.
Lo riteniamo doveroso, nonostante siamo consci che la risposta non sarebbe certo positiva per la
nostra istanza: sia il sindaco Zoccarato che l’assessore Solerio durante l’incontro che abbiamo
avuto per presentare ufficialmente la petizione al nostro Sindaco, sono stati a riguardo assolutamente espliciti, come anche i rappresentanti della maggioranza all'interno della Conferenza dei Capigruppo.
Eppure, riteniamo doveroso che ci dicano no ufficialmente.
Per Sanremo sostenibile
Francesca Antonelli

i vincitori del Premio Citta' di Loano per la musica tradizionale italiana



La giuria del Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana ha assegnato il Premio Miglior Album 2009 al disco Napoletana di Enzo Avitabile (Folkclub Ethnosuoni)
Il riconoscimento alla migliore produzione musicale del 2009 anche quest'anno è stato decretato da una prestigiosa giuria composta da oltre sessanta giornalisti musicali.
“Napoletana” è un progetto artistico che nasce da una grande volontà di recupero dell’antico lirismo napoletano, di quella parte poetica più pura che da sempre si è difesa dal pericolo di essere impolverata e sbiadita dalla pericolosa e stereotipata cartolina folklorica che da sempre si cerca di portare nel mondo: una Napoli fatta prevalentemente dall’apparire e poco dall’essere. Un progetto-ricerca che si ricongiunge naturalmente alle fonti sonore, fatte di canti di lavoro e villanelle, ma che al contempo è costituito da canzoni completamente inedite scritte nel cemento della città, con uno sguardo al passato ed il cuore che respira l’odore del futuro. Musica nuova nata da un’arte antica, originale e piena di sentimento, ricercata e innovativa nel linguaggio.
Il Premio Miglior Album 2009 sarà consegnato a Enzo Avitabile il 29 luglio. L’artista partenopeo sarà ospite del festival, in programma nella cittadina ligure, dal 26 al 31 luglio p.v.
La direzione del premio ha annunciato anche l’attribuzione del Premio alla Carriera e il Premio Realtà Culturale dell'edizione 2010.
Il Premio alla Carriera 2010 è stato assegnato ad Ambrogio Sparagna, con la seguente motivazione: “Un’attività fervida, nel campo della musica suonata e di quella ideata, che nel corso del tempo ha incrociato canzone d’autore, didattica, poesia. Ambrogio Sparagna, dal Circolo Gianni Bosio alla collaborazione con Francesco De Gregori, fino a La Notte della Taranta, ha dimostrato di saper coniugare meravigliosamente ricerca e azione. Il suo organetto è diventato uno dei tratti distintivi della nostra arte popolare recente, grazie a una curiosità e a una competenza che, oggi, è davvero di pochi”.
L’artista ritirerà il riconoscimento il 31 luglio 2010.
Il Premio Realtà Culturale 2010 è stato conferito a FB-Folk Bulletin con la seguente motivazione: “Con la sua attività ultratrentennale, FB-Folk Bulletin è diventato il punto di riferimento più importante per conoscere a fondo la scena folk in Italia. Gli vanno riconosciute professionalità e passione, fin dagli esordi: un binomio non facile da abbinare, soprattutto in Italia. Un primato, fra le riviste che si occupano di folk, di spettacolo popolare e di culture tradizionali, che abbiamo deciso di sottolineare, doverosamente, con il nostro Premio alla Realtà Culturale più significativa e meglio connessa con il territorio”.
Il premio sarà consegnato il 28 luglio 2010.

Il personale della Delegazione di Spiaggia di Diano Marina trova occhiali...

Questa mattina alle ore 08.30, il personale della Delegazione di Spiaggia di Diano Marina, durante un normale giro di perlustrazione del litorale di Diano Marina, in località “ponte rosso” notava un sacchetto di colore bianco fuoriuscire dalla scogliera sottostante abbandonato da ignoti. Recuperavano il sacchetto, e notavano che all’interno vi erano occhiali di plastica di varie misure e colori. (foto). Gli uomini della Guardia Costiera così hanno proceduto al verbale amministrativo contro ignoti.

I GIARDINI COMUNALI SI FANNO PIU' BELLI



Proseguono le opere di abbellimento dei giardini comunali con la sistemazione di nuove piante.Con la messa a dimora di un’altra pianta di Cycas, che segue l’esemplare monumentale collocato nei giorni scorsi, si sono conclusi i lavori di sistemazione del monumento ai caduti di Corso Mombello. Contemporaneamente, un albero di leccio di oltre tre metri ha trovato dimora nell’aiuola spartitraffico di Strada Solaro.
Numerose palme del tipo Phoenix Roebelenii, inoltre, sono state collocate in Villa Ormond lungo l’aiuola. In Via Matteotti, infine, la strelitzia gigante danneggiata da vandali è stata
sostituita con un nuovo esemplare. In Via Matteotti, infine, la strelitzia gigante danneggiata da vandali è stata sostituita con un nuovo esemplare. «Questi interventi – commenta l’Assessore Gianni Berrino – contribuiscono a rendere più bella la nostra città, soprattutto in vista del flusso turistico della stagione estiva. Una delle caratteristiche più ammirate di Sanremo, infatti, sono proprio le zone verdi, ornate con rigogliose piante e variopinti fiori; aree che i nostri giardinieri sanno curare e creare con professionalità e anche tanta fantasia».

I LIONS di Sanremo donano uno scooter alla Capitaneria di Porto di Sanremo

Questa mattina i LIONS CLUB Sanremo Matuzia hanno consegnato alla Capitaneria di Porto di Sanremo uno scooter 125 da destinare agli usi istituzionali.
La consegna è avvenuta alle ore 11.00 di fronte alla sede della Guardia Costiera alla presenza del Presidente del Club (Sig. CICHERO), del Consigliere Baggioli del Comune di Sanremo, di numerosi soci e di Don Giuseppe, della Chiesa della Marina di P.zza Bresca, che ha benedetto il motociclo.
Nell'occasione il Comandante dell'Ufficio Circondariale Marittimo ha consegnato a sua volta al Presidente Cichero un crest del Comando in segno di ringraziamento per la donazione ricevuta, evidenziando che il mezzo si rivelerà di immediata utilità per contribuire a far fronte a situazioni che richiedano massima tempestività di intervento sul territorio, soprattutto durante la stagione estiva, ma in particolare ha voluto mettere in luce come la scelta di destinare parte dei fondi sociali ad una pubblica istituzione quale la Guardia Costiera si pone come riconoscimento delle finalità di pubblica utilità proprie dell'Ente, che è stato visto quale mezzo al fine per perseguire gli scopi di valenza umanitaria e di aiuto alla comunità che da sempre ispirano le iniziative dell'Associazione.

Si è ripresa la Lucertola Ocellata: l'esemplare trovato a Pompeiana



A Pompeiana, nella giornata di venerdì 25 giugno 2010, è stato rinvenuto un esemplare maschio di Lucertola ocellata (Timon lepidus), animale molto raro in Italia e protetto dalla L.R. 28/2009.
Si tratta di un’importante conferma di una presenza faunistica nel Sito di Interesse Comunitario
(SIC) che ne rafforza ancora una volta il ben noto interesse naturalistico.
L'esemplare era ferito a causa dell'aggressione subita da parte di un altro animale, impossibilitato a muoversi a seguito delle ferite riportate sarebbe sicuramente morto in poche ore.
"Ringraziamo vivamente le persone - informa attraverso una nota stampa Gian Marco Calvini- che hanno tempestivamente avvisato l'Associazione Praugrande, permettendo di soccorrere il rettile e di affidarlo alle cure di esperti nel campo, cheoperano a diretto contatto con erpetologi dell'Università di Genova.
Oggi, tre giorni dopo, l'animale sembra aver reagito alle prime cure e dunque esiste la speranza di poterlo salvare".
Il Corpo Forestale dello Stato e l’ufficio competente della Provincia di Imperia sono stati contattati. L'animale rinvenuto appartiene alla specie di lucertola più grande d'Europa, compresa la coda può raggiungere i 60 cm. di lunghezza. Il nome deriva da una serie di “ocelli” azzurri allineati lungo i fianchi che la caratterizza. Quello di Pompeiana supera abbondantemente il mezzo metro. In Italia vive esclusivamente in alcune località liguri fra il finalese e il confine con la Francia ed è molto difficile da osservare in natura, a causa della sua capacità di mimetizzarsi e della diffidenza verso l'uomo.
Info su http://www.praugrande.org

lunedì, giugno 28, 2010

Arriva il periodo delle vacanze: portate gli animali con voi...

Con l'arrivo della stagione vacanziera purtroppo inizia anche il tristissimo fenomeno dell’abbandono dei cani, che proprio nel periodo estivo tende ad accentuarsi. Ciò comporta traumi e difficoltà agli animali indotti a mettere la propia vita a rischio creando un serio pericolo per le persone e gli automobilisti.
E' da degenerati disfarsi del cane. Chi mette in pratica l'abbandono è giusto che sia perseguito penalmente. Quando un cane entra a far della famiglia, deve mantenere questo posto anche durante le vancanze. Se proprio impossibilitati a portarlo con sè, esistono delle strutture che ospitano gli animali tipo una pensione. Altrimenti ci sono gli amici, oppure i parenti che possono prendersi cura dell'amico fedele, o del gatto nel periodo in cui si è lontani.
Quindi rinnoviamo l’appello non abbandonate i vostri animali.

Esame delle problematiche relative alla situazione dell'ordine e della sicurezza pubblica

In data odierna, il Sottosegretario di Stato all'Economia, Avv. Sonia Viale, ha incontrato, presso il Palazzo del Governo di Imperia, il Prefetto dott. Francescopaolo Di Menna (foto)unitamente ai vertici delle forze dell'ordine territoriali.
Nel corso dell'incontro sono state approfondite le tematiche relative all'ordine e sicurezza pubblica nella provincia di Imperia, con particolare riferimento alla situazione dell'estremo ponente.
Nell'ottica di una più stretta ed efficace collaborazione con gli Enti Locali, sono state, inoltre, esposte le linee progettuali relative alla sottoscrizione di un Patto per la Sicurezza che coinvolga l'Amministrazione Provinciale e i maggiori Comuni rivieraschi, al fine di creare un sistema integrato di sicurezza che consenta di gestire in piena condivisione, nel rispetto delle autonomie, le delicate problematiche dell'ordine e della sicurezza pubblica.

Capitaneria di Porto di Sanremo - esercitazione antincendio
























Come da programma stamani, nel porto Vecchio di Sanremo, si è svolta un'esercitazione antincendio portuale sotto il coordinamento della Capitaneria di Porto di Sanremo.
L'evento simulato è consistito in un principio di incendio a bordo di un'imbarcazione da diporto impegnata in operazioni di rifornimento presso il distributore di carburanti presente presso la banchina di P.zzale Vesco, con 2 persone ferite gravemente.
Alle operazioni di soccorso hanno partecipato attivamente uomini e mezzi del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, del 118, della Croce Verde di Arma di Taggia e della CRI Sanremo, che hanno proceduto ad estinguere le fiamme ed a recuperare i feriti. Nel frattempo una pilotina degli ormeggiatori di Portosole procedeva a circoscrivere l'unità con le panne galleggianti in dotazione - per legge - al distributore al fine di contenere eventuali sversamenti di idrocarburi in mare e la dipendente M/v CP 882, oltre a cooperare alle operazioni di spegnimento, manteneva a distanza di sicurezza le altre unità navali dal luogo delle operazioni.
L'esercitazione ha fornito un buon ritorno in termini di rapidità di intervento e fluidità delle procedure, confermandosi preziosa opportunità per sottoporre ad esame critico le diverse fasi che caratterizzano un intervento di soccorso ed individuare eventuali profili da sottoporre ad ulteriore perfezionamento in modo da mantenere, nel tempo, ai massimi livelli di prontezza operativa il dispositivo di soccorso portuale.