sabato, febbraio 27, 2010

Indiscrezioni su Sanremo ed il Festival

viene ampiamente riportato tutto sui scabrosi retroscena della 60a edizione del Festival di Sanremo. Dai compensi d'oro degli ospiti, la rinuncia di alcuni, e che dire della verità sulla sceneggiata dei professori dell'Orchestra (foto) che in sala hanno fatto volare gli spartiti, (divertendosi tantissimo ndr) e tante altre indiscrezioni ghiotte.

Tony Maiello: vince a Sanremo "Nuova Generazione" vittima di rapina in casa

Il giovane Tony Maiello,vincitore della categoria Nuova Generazione del Festival di Sanremo 2010, non aveva ancora ultimato i festeggiamenti della vittoria quando ha scoperto di essere stato vittima di una rapina presso la sua abitazione, a Milano, che divide con Antonio Maggio. La rapina sarebbe avvenuta proprio mentre si esibiva sul palcoscenico dell’Ariston, con il brano “Il linguaggio della resa”.
I malviventi sono entrati dalla finestra e gli hanno rubato diverse cose. Tra queste anche il computer, dove Maiello aveva memorizzato tutti i suoi brani.

"Canto Popolare", un percorso poetico all'interno dell'opera di uno dei piu' grandi scrittori del '900 italiano, Pier Paolo Pasolini

La stagione teatrale lonese ospiterà, Mercoledì 3 marzo, lo spettacolo “Canto Popolare”, un percorso poetico all’interno dell’opera di uno dei più grandi scrittori del ’900 italiano, Pier Paolo Pasolini, a cui l’eccezionale talento di Maddalena Crippa darà voce e vita, insieme alle atmosfere musicali realizzate dalle chitarre di Paolo Schianchi.
Lo spettacolo, in programma alle ore 21, nel Cinema Teatro Loanese, è inserito nel cartellone della rassegna teatrale, promossa dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, nell’ambito del circuito La Riviera dei Teatri – Provincia di Savona e della stagione dei Teatri del Ponente Ligure.
La voce di Maddalena Crippa, (foto) raffinatissima e intensa attrice, si veste dell’opera e del pensiero di Pasolini, uno fra gli intellettuali italiani più significativi del Novecento, dotato di intensa capacità poetica sia con le parole sia con le immagini, come dimostrano i suo numerosi scritti e i film, sempre importanti e ancora densi di vis polemica.
La parola della poesia incontra paesaggi musicali. La Crippa “duetta” con Paolo Schianchi, giovane e versatile musicista, che dal vivo, avvalendosi di un Octopus (sistema elettroacustico, da lui progettato e realizzato, quindi unico al mondo, che dà la possibilità di suonare contemporaneamente più chitarre miscelando i suoni senza ricorrere a note preregistrate), presenterà sonorità nuove.
Appassionante e coinvolgente è la scelta dei brani - tratti dalle più significative opere ("Il Canto Popolare"; "Poesia in Forma di Rosa"; "Poesie Inedite"; "Trasumanar e Organizzar"; "Poesie Disperse II"; “Saggi sulla politica e la società”; “Il background pasoliniano”; “ Il sostrato mentale”; “Pasolini su Pasolini”; “Il malinteso”; “Il sogno del centauro”; “Prefazione dell’ intervistato”; “Dialoghi con lettori”; “Dichiarazioni, inchieste, dibattiti”; “Quasi un testamento”; "La Religione del Mio Tempo"; "Ceneri di Gramsci"; "Umiliato e Offeso"; “Al Principe”) - che mette a nudo la sconvolgente densità poetica di Pasolini.
Maddalena Crippa, brava e talentuosa attrice teatrale e cinematografica, si è formata presso il Piccolo Teatro di Milano sotto la guida di Giorgio Strehler. Protagonista della scena internazionale, grazie all’interpretazione rigorosa e originale di personaggi-chiave ha consacrato la sua immagine di grande interprete del teatro italiano.
In “Canto popolare”, con una naturalezza frutto di accurato e intenso studio, riporta in vita un grande, controverso e tormentato protagonista della vita culturale italiana.
“E’ uno spettacolo di ascolto,” spiega Maddalena Crippa “una provocazione, visto che oggi sembra di non poter far nulla senza video, rumori eccessivi, multimedialità o altre frenesie. Invece questo spettacolo dimostra che è possibile arricchirsi di una parola intensa, forte e necessaria come quella di Pasolini. Lui aveva una straordinaria onestà di leggere la verità, con un calore religioso, sacro, libero e molto acuto, originale e ci serve a tutti, ce n’è bisogno, in questo mondo di persone che vivono come un gregge, di asserviti completamente, sdraiati a tappetino. C’è bisogno di prendere in mano la propria vita e difendere, battersi per le cose che hanno valore.”
Sarà attivato anche per questo spettacolo il servizio gratuito “A teatro in bus a Loano” per tutti coloro che sono in possesso di abbonamento o biglietto della stagione La Riviera dei Teatri – Provincia di Savona e che hanno difficoltà a muoversi con propri automezzi.

Cultura della Memoria

Dopo l'incontro di oggi (ore 17.00) alla Sala Il Melogranio del Palafiori con Elena Loewenthal che parla su "Saperi e sapori degli ebrei" chiude domani con uno spettacolo musico-teatrale la quattro giorni sulla “Cultura della memoria” promossa dall’Assessorato alla Cultura e dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Sanremo, in collaborazione con Sanremo Promotion
Presso la sala Melograno del Palafiori va in scena alle 17.30 lo spettacolo intitolato “Foto di gruppo con violino” (a cura della Cooperativa CMC di Sanremo) portato in scena dall’attrice veronese Beatrice Zuin e dal gruppo Les Nuages Ensemble. (foto) Si tratta di una rappresentazione ispirata dall’esperienza realmente vissuta di musiciste costrette a suonare nei lager nazisti. Un percorso a quadri che alterna brani di musica klezmer alla ricostruzione delle vicende drammatiche che portarono quattro ragazze, dalla loro tranquilla realtà familiare all’inferno di una prigionia spesso senza ritorno.
Les Nuages Ensemble sono Tatiana Abbà (violino), Lucia Marino (clarinetto), Elisabetta Bosio (contrabbasso), Alessandra Osella (fisarmonica).

Pepi Morgia cura la regia teatrale dei concerti di Cammariere

Sergio Cammariere in concerto nei Teatri italiani da oggi 27 febbraio 2010.
Sergio Cammariere torna in concerto nei Teatri italiani con nuove sonorità e le atmosfere del suo ultimo lavoro “Carovane” pubblicato lo scorso ottobre da Emi Music.
“Penso che saranno i concerti più belli della mia vita, con Fabrizio Bosso e tutti i musicisti: Amedeo Ariano alla batteria, Luca Bulgarelli al contrabbasso, Bruno Marcozzi alle percussioni e Olen Cesari al violino. Suoniamo insieme da 15 anni e si e' creata un'intesa unica. A questo straordinario ensemble ho voluto aggiungere le chitarre di un grande maestro come Michele Ascolese che suonerà anche il bouzuki e i suoni etnici della tabla di Sanjay Kanja Banik. Il risultato sarà un perfetto equilibrio tra il jazz e la musica del mondo che darà uno spessore diverso alle canzoni”.
Il filo conduttore dell’ultimo album “Carovane” passera' attraverso le canzoni come: “Senti”, “I Quadri di ieri”, “Storia di un tale”, “La forcella del rabdomante” “Carovane” “La mia promessa” e “La rosa filosofale” che aprira' il concerto.
A queste, si aggiungeranno le canzoni piu' amate riarrangiate e rivestite di nuovi colori.
Per prepararsi a questi concerti Sergio è partito per un lungo viaggio in Marocco da Marrakech fino ai Monti Atlas, da lì a Ouarzazate fino a Zagora, la porta del deserto del Sahara.
Un viaggio soprattutto interiore. “Capire il viaggio che fanno le carovane quando partendo da Zagora si spingono sulla strada per Timbuctu in Mali attraversando il deserto è stata un’esperienza unica. Il deserto ti accoglie nel suo silenzio e sotto il suo cielo e ti dà la possibilità di ritrovare la parte piu' ancestrale e vera di te stesso."

VERTICE TRA ZOCCARATO E DI PONZIANO SUL FUTURO DEL CASINO’

Il sindaco di Sanremo Maurizio Zoccarato e il presidente del Casinò Donato Di Ponziano (foto) si sono incontrati per analizzare in maniera approfondita tutte le problematiche relative allo sviluppo, al miglioramento e alla continuità gestionale della casa da gioco.
“Ho trasmesso al presidente di Ponziano il mio giudizio più che positivo e quello dell’amministrazione tutta” – dice il sindaco di Sanremo Maurizio Zoccarato- “in riferimento ai risultati ottenuti, ringraziandolo per il grande impegno profuso soprattutto per dare una nuova immagine di trasparenza e legalità alla casa da gioco. In considerazione degli obbiettivi più che lusinghieri realizzati ho chiesto al presidente Donato Di Ponziano di accettare la carica di amministratore unico o in alternativa di presiedere un consiglio di amministrazione in grado di portare a termine il lavoro iniziato da questo Cda che sino ad oggi ha ben operato per lo sviluppo e l’interesse della Casinò spa.”
Continua il sindaco Zoccarato:” Voglio sottolineare in maniera energica quali sono le priorità della nostra amministrazione, che vuole dare un segnale importante di discontinuità con il passato per costruire non solo una nuova città ma anche un nuovo modo di fare politica intesa come “cura della polis”.
Il nostro obbiettivo non è quello di”occupare poltrone” come si diceva una volta ma di costruire per il futuro di tutta la città, con regole precise, impostate alla trasparenza, all’efficienza e alla legalità, rompendo, se ancora ci sono, i vecchi “sistemi di potere”, tutti quei laccioli o pastoie che possono frenare lo sviluppo della città e del Casinò e nuocere al suo benessere e al suo cambiamento.
Sulla base di questi comuni principi a Di Ponziano chiediamo ancora maggior impegno e determinazione nel suo compito, con l’assoluta certezza che ha il nostro completo sostegno ed appoggio perché operiamo tutti nella medesima direzione per conseguire il bene dell’azienda Casinò e della città tutta.
Di Ponziano deve sapere che il sindaco, la giunta i consiglieri comunali sono al suo fianco per proseguire nel processo di radicale cambiamento, avviato all’interno della casa da gioco e che sta creando quel “Nuovo Casinò di Sanremo, che tutti vogliamo.”

Lucinasco: firmato il patto per l'Olio DOP

Firmato ieri pomeriggio a Lucinasco il patto tra produttori e ristoratori per l'Olio Riviera Ligure DOP, che sancisce la partnership tra i produttori di olio extra vergine di oliva Riviera Ligure DOP e il mondo della ristorazione.
Firmatari del patto il Presidente del Consorzio per la Tutela dell'Olio Extra Vergine di Oliva DOP Riviera Ligure Francesco Bruzzo, il Presidente di Confcommercio Imperia Enrico Lupi (rappresentato da Enrico Calvi, presidente della FIPE Imperia), il Presidente di Confesercenti Imperia Marco Benedetti e il Presidente della FIEPET Imperia, Osvaldo Martini.
I punti cardine dell'intesa sono:
- la garanzia sul prodotto e la disponibilità a fornire informazioni e aggiornamenti, oltre che il coinvolgimento del mondo della ristorazione nelle attività promozionali, offerti dal Consorzio per la Tutela dell'Olio Extra Vergine di Oliva DOP Riviera Ligure (attraverso la vigilanza e i controlli) - l'utilizzo a tavola e in cucina dell'Olio Riviera Ligure DOP e l'utilizzo dell'Olio Riviera Ligure DOP per le attività di promozione delle loro attività da parte delle Associazioni di Categoria dei Ristoratori.
La firma del patto per l'Olio DOP Riviera Ligure è stato il momento clou delle Giornate Olivicole di Lucinasco, svoltesi oggi nel caratteristico paesino dell'entroterra imperiese. Oltre al patto per l'Olio DOP, si è parlato di evoluzione dell'Olio in cucina, con - tra le altre relazioni - la presentazione del libro del giornalista specializzato Luigi Caricato, con il quale il Consorzio per la Tutela dell'Olio Extra Vergine di Oliva DOP Riviera Ligure ha voluto definire le corrette procedure per meglio utilizzare questo prezioso condimento.
Particolarmente soddisfatto il Sindaco di Lucinasco, Domenico Abbo: "Abbiamo avuto due platee molto diverse ma complementari, al mattino gli studenti delle scuole alberghiere, ossia gli chef di domani, al pomeriggio i ristoratori, ossia gli chef di oggi. Un'occasione straordinaria per far conoscere il nostro paese".
La manifestazione è stata promossa e organizzata da Regione Liguria, Unioncamere Liguria, Comune di Lucinasco, Camera di Commercio di Imperia, Consorzio di Tutela dell’Olio Extra Vergine di Oliva D.O.P. Riviera Ligure, Provincia di Imperia e Comunità Montana dell’Olivo e Alta Valle Arroscia.

venerdì, febbraio 26, 2010

All'Artista Maria Gioseffi il Trofeo "Città di New York"

Le nostre congratulazioni all'artista Maria Gioseffi, della "Bottega d'Arte Sanremo", che di recente le è stato conferito il trofeo "Città di New York". (foto)
La premiazione è avvenuta sabato 30 gennaio 2010 presso l’Hotel Jolly Madison di New York -38th Street nell'ambito del 1° Premio Internazionale di pittura, scultura e grafica Città di NEW YORK. Il Premio Internazionale, riservato ai pittori, scultori e grafici, con lo scopo di premiare e divulgare la produzione artistica degli artisti selezionati. L’organizzazione della manifestazione è stata curata dal Centro Diffusione Arte Editore di Palermo. Inoltre nei lussuosi ambienti dell’Hotel è stata inaugurata la mostra delle prime venti opere classificate. L’artista selezionato oltre al Trofeo “città di New York” vedrà la sua pubblicazione sull’importante rivista d’arte contemporanea “BOE’'”. Inoltre il suo nominativo verrà pubblicato sulla rivista “Il Ponte Italo-Americano”, una Pregiata Pergamena con recensione critica.

Dalla Carlucci il vincitore di Sanremo, Valerio Scanu, ed il Principe Emanuele Filiberto

Domani sera su Rai Uno ci sarà ancora aria di Festival di Sanremo. Il vincitore Valerio Scanu ed Emanuele Filiberto, che ha cantato a Sanremo con Pupo ed il tenore Luca Canonici, saranno ospiti del programma “Ballando con le Stelle”: conduce Milly Carlucci. Emanuele Filiberto ritorna nel programma che lo scorso anno lo incoronò vincitore.

Il tormentone Festival

Marco Mengoni con il suo brano "Re Matto" arrivato terzo a Sanremo, è in cima, alla classifica degli album più venduti. La rossa Noemi, esclusa dalla gara, con il singolo "Per tutta la vita" è prima nei download. E che dire della canzone di Valerio Scanu che è collocato solo a metà delle due classifiche. Non appaiono invece Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici che a Sanremo hanno avuto un secondo posto. Marco Mengoni, è al primo posto, nella settimana successiva del festival, con l'album pubblicato in occasione della gara canora.
Ma vediamo i dischi più venduti: il primo posto è di Mengoni, Valerio Scanu è al quinto: Alessandra Amoroso che ha duettato con Valerio sul palco dell'Ariston è al quarto posto; Malika Ayane invece ottiene il sesto posto, i Sonohra, (foto) esclusi da Sanremo, hanno conquistato l'ottavo posto.

Marina Militare e Marine Nationale francese insieme per la sicurezza marittima

Il Comandante in Capo della Squadra Navale, Ammiraglio di Squadra Luigi Binelli Mantelli, ha firmato con il Comandante della Zona Marittima Mediterranea della Marina francese, Vice Ammiraglio Yann Tainguy, un "Accordo Tecnico" per la cooperazione nel settore della sicurezza marittima.
L’accordo discende dalla “Dichiarazione congiunta dei Ministri della Difesa di Italia e Francia” del febbraio 2009. La comunità d’intenti ed interessi nel perseguire la sicurezza marittima si traduce in questo modo in una più agevole e diretta cooperazione nella condotta delle attività in mare nello scambio d’informazioni tra le centrali operative delle due Marine. (Fonte e foto Marina Militare)

L’AMMINISTRAZIONE INCONTRA GLI OPERATORI DEL PORTO

Domani, alle ore 10.00, a Palazzo Bellevue, avrà luogo un incontro tra l’Assessore all’Urbanistica Alessandro Dolzan con i Consiglieri Comunali delegati alle attività portuali Simone Baggioli ed Elio Bossi e gli operatori del porto. (foto) Interverrà anche il Comandante del Porto di Sanremo, T.V. Attilio Pastorino.
Argomenti oggetto della riunione saranno la situazione del porto e gli interventi messi in atto e quelli già attuati da parte dell’Amministrazione Comunale per la messa in sicurezza della zona diga foranea dopo la mareggiata di gennaio.
Si parlerà anche dell’organizzazione della prima edizione della festa “Tutti in porto”, un evento come la “sagra dei pignurin”, per coinvolgere gli operatori portuali.

Ultimi giorni per visitare la mostra “Sanremo story. 60 anni di musica italiana ”

Ultimi giorni per visitare la mostra “Sanremo story. 60 anni di musica italiana ” (sino al 28 febbraio, ingresso libero, dalle ore 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30 al primo piano del Palafiori di corso Garibaldi)
L’ideatore e il direttore artistico dell’esposizione è Pepi Morgia, regista e light designer di fama internazionale, che ha voluto festeggiare i 60 anni del Festival della Canzone Italiana con questo omaggio a Sanremo, universalmente conosciuta come “Città della Musica”.
La mostra è realizzata con materiale proveniente dalla Fondazione Erio Tripodi Museo della Canzone, di cui Pepi Morgia è direttore artistico, ed è patrocinata dal Comune di Sanremo.
La produzione e l’allestimento sono a cura di “Gruppo Eventi”, presieduto da Vincenzo Russolillo. Saranno esposti cimeli provenienti dallo stesso Museo Tripodi, filmati delle Teche Rai, abiti di scena prestati dagli artisti che hanno solcato l’ambito palco dell’Ariston e abiti provenienti dalla Maison Daphné di Sanremo.
Tra i cimeli, degni di nota i memorabilia, i dischi originali dell’epoca, le copertine, i pass, gli autografi e gli spartiti, anch’essi originali.
E ancora, i giornali del tempo con le copertine dedicate al Festival tra cui quelle della “Domenica del Corriere”, di “Tv Sorrisi e Canzoni” e di “Radiocorriere Tv”, solo per citarne alcuni.
E ovviamente, la tecnologia: 12 plasma con touch screen visualizzano i 60 anni del Festival, di dieci anni in dieci anni. I link permettono di conoscere le curiosità di quel periodo: il costume, la moda ma anche i direttori d’orchestra, i presentatori e la Miss Italia di ogni anno.
Inoltre, 60 monitor mostrano tutte le curiosità e gli avvenimenti di questi sei decenni (ogni monitor illustra un anno del Festival), mentre apposite capsule permettono di fruire, al loro interno, delle immagini dei vari Festival in quadrifonia. La musica avvolge i visitatori in un percorso unico, di grande impatto.
Gigantografie di alcune scenografie festivaliere arricchiscono il percorso. Spicca la statua del leone rampante con la palma, che raffigura il premio più prestigioso del Festival di Sanremo e, al contempo, è il simbolo del Comune matuziano. Il leone, posto su un’apposita pedana, si erge per ben cinque metri in altezza.
All’interno di “SANREMO STORY” si trova “UN FESTIVAL DI RISATE: I 60 ANNI DELLA GARA” disegnati dal cartoonist Tiziano Riverso.
L’addobbo floreale della mostra è a cura di Luca e Francesco di “Luca & friends studio di arte vetrinistica e composizione floreale Treviso”.E’ stata realizzata altresì una pubblicazione di circa 100 pagine prodotta da Silvano Guidone & Associati, curata da Pepi Morgia e con testi di Claudio Porchia. Si tratta di un vero e proprio album fotografico con immagini provenienti dall’Archivio Alfredo Moreschi e con prefazione di Vincenzo Mollica, che contiene vari interventi di alcuni tra i più qualificati testimoni del viaggio festivaliero. Presenti anche bozzetti e foto di scena.
“Dopo il 28 febbraio – conclude Pepi Morgia – la mostra approderà in Israele per tornare in Italia e, più precisamente, in Sicilia, in Calabria e a Macerata, nelle Marche. Dopodiché spiccherà il volo per Ekaterinburg, in Russia”.

Festival dei Fiori 2010: successo di adesioni per il Gran Banchetto di Corte

Sta riscuotendo grande interesse, nell’ambito del Festival dei Fiori, il Gran Banchetto di Corte, cena di gala e ad invito in programma venerdì 12 marzo alle 20.30 alla Reggia di Venaria Reale. L’appuntamento vedrà la cucina ligure unirsi alla cucina piemontese in una serata votata all’eccellenza culinaria. Un appuntamento esclusivo che darà l’opportunità di viziare il palato e assistere ad un prestigioso spettacolo musicale. Si esibiranno infatti Daniela Pilotto (soprano), Monica Tagliasacchi (mezzo soprano), Cristian Digregorio (tenore) e Walter Bertello (basso-baritono).
Grande soddisfazione è stata espressa dagli organizzatori di UcFlor – Mercato dei Fiori di Sanremo, piacevolmente sorpresi da un simile ritorno in termini di partecipazione e prestigio, una conferma della bontà della scelta di organizzare a Venaria Reale l’edizione 2010 del Festival dei Fiori.
Per UcFlor è anche l’occasione di ringraziare tutti i partner dell’iniziativa e in particolare il MIF – Mercato all’Ingrosso dei Fiori di Torino, che ha dato un contributo fondamentale alla realizzazione dell’iniziativa.

Film Commission

Una base a Terzorio e un’intensa attività in tutta la Provincia di Imperia. E’ questo il bilancio di due anni di collaborazione tra il piccolo Comune dell’entroterra imperiese e Genova-Liguria Film Commission, la Fondazione regionale che promuove il territorio ligure come set per produzioni cinematografiche e televisive. “Il rapporto con la Film Commission regionale – spiega Giacomo Ferrari, Sindaco di Terzorio – è cresciuto e si è consolidato nel tempo fino ad arrivare all’apertura di una sede locale nella Torre turchesca, simbolo del nostro Comune”. Ma oltre alla sede numerose sono state le realizzazioni sul territorio:
· il film “Le Premier Cercle” (titolo italiano “La Legge del Crimine”), protagonista la star francese Jean Reno ha girato in parte nel centro storico di Bordighera con l’assistenza di Film Commission e di Giacomo Ferrari
· il giovane regista e attore imperiese Simone Gandolfo, con lo scrittore Marino Magliani hanno realizzato ad Oneglia, Porto Maurizio, Molini di Prelà e Dolcedo il cortometraggio “L’architettura del Mare”, tratto da un racconto dello scrittore di Dolcedo
· nel maggio 2009 il territorio del Ponente ligure si è presentato allo stand della Film Commission in occasione del Festival di Cannes. Cucina dell’entroterra, una presentazione delle località turistiche e delle location di uso cinematografico, con un ottimo afflusso di addetti ai lavori dell’industria cinema
· lo scorso novembre 8 tra i maggiori location manager inglesi (i professionisti che scelgono dove girare film, spot pubblicitari e programmi Tv) hanno visitato la Provincia di Imperia, assistiti da Giacomo Ferrari e dalla Film Commission: tra le altre località sono state viste (e molto fotografate!) Imperia, Apricale, Terzorio, Sanremo, Badalucco e Taggia
Interessanti anche i progetti in arrivo. Un corso per giovani location scout e per funzionari degli enti locali, volto a creare professionalità in grado di accogliere al meglio le produzioni cinematografiche e televisive, previsto per fine febbraio inizio marzo e condotto da una delle massime autorità in materia, Mick Ratmann, presidente dei Location manager inglesi. E poi un progetto di fiction Tv ancora ai primi passi, nei quali sono stati coinvolti una delle più esperte sceneggiatrici televisive italiane e uno dei maggiori produttori di fiction. Progetto ancora “top secret”, che sarà ambientato tra la costa e le serre della provincia.
“L’aiuto del Sindaco e del Comune di Terzorio è stato davvero efficace – dice Andrea Rocco, direttore di Genova-Liguria Film Commission - e ci ha consentito di presentare agli operatori luoghi e situazioni che da soli non avremmo mai potuto conoscere”

Visita alle Ville Zirio e Santa Clotilde


Martedì 2 marzo 2010 Villa Zirio e Villa Santa Clotilde Case di Santi e di Imperatori
Visita guidata alla scoperta della Sanremo che fu ! Si parte dalla stazione dei treni, ammirando subito la bella villa Rothembourg, poco dopo si arriva alla Villa Santa Clotilde; nata come villa nel 1878 circa fu presto trasformata in convento per le suore Francesi di Santa Clotilde , nel 1923 la villa venne acquistata da Don Orione per farne una casa di assistenza. Nel marzo del 1940 in questa villa Don Orione morirà, nel 2004 Don Orione è stato proclamato Santo .
Ci sposteremo quindi a Villa Zirio, elegante residenza costruita nel 1870 , visitando il parco e quindi il piano terra della Villa che nel 1887 ospitò l’imperatore Tedesco Federico III° , nella villa vi è uno dei più antichi ascensori d’Europa .
RITROVO: ore 9,30 a Sanremo davanti all’ingresso della stazione ferroviaria
Quota 5 euro a persona
Informazioni :
numero verde 800 813012
Coop Strade 0183/290213
guida Marco Macchi 338 1375423

giovedì, febbraio 25, 2010

SANREMO, IL CODACONS CONFERMA: ESPOSTO SUL TELEVOTO TRASMESSO IERI AL PROCURATORE

In merito alle dichiarazioni apparse oggi sulle agenzie di stampa e relative all'esposto sul televoto del Festival di Sanremo, il Codacons conferma che l'atto in questione è stato fatto regolarmente pervenire ieri, mercoledì 24 febbraio, all'attenzione del Procuratore Capo di Sanremo, Roberto Cavallone. Esposto che è giunto a destinazione alle ore 19:08 della giornata di ieri, come attesta la ricevuta in possesso dell'associazione.
Il medesimo atto è stato inviato lunedì 22 febbraio alla Guardia di Finanza di Sanremo e all'Autorità per le comunicazioni. (fonte Codacons)

Carnevale dei bambini

L’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio per festeggiare il carnevale 2010 ha preparato una grande festa per i bambini che culminerà nella presentazione della nuova edizione del Libro Giocattolo.
L’appuntamento è domenica 28 febbraio p.v., nel Palalassio L. Ravizza, alle ore 15.00, dove ad attendere i bambini ci sarà una banda di simpatici personaggi capitanati da Alessio di Alassio.
Il pomeriggio prenderà il via con il laboratorio trucca-bimbi dove i bambini potranno trasformarsi in fate, pirati, tigri, gatti, super eroi e tanti altri personaggi. Basta un po’ di trucco per entrare nel mondo fantastico del carnevale.
Una volta pronte le mascherine, avranno inizio i festeggiamenti con giochi in musica e baby dance guidati dagli animatori della Salamandra. A colorare il pomeriggio saranno le tantissime sculture di palloncini che saranno regalate ai bambini.
Alle 16.00, si entrerà nel vivo della festa con le Bolle D’aria, spettacolo-animazione con sorprendenti giochi e giganteschi giocattoli volanti.
La compagnia Ruin Art darà vita ad una grande animazione teatrale con giganteschi e leggeri giocattoli ad aria e sorprendenti giochi.
Stupore, suggestione e imprevedibilità sono le parole d’ordine di questa straordinaria animazione che porterà in piazza la bolla che cammina, i tubi volanti e i serpenti da cavalcare.
Lo spettacolo prenderà il via con la comparsa di una grande bolla volante di mt 4X4 che i bambini faranno volteggiare nell’aria come una palla. Correndo dietro a questa gigantesca e leggera sfera i bambini si ritroveranno davanti ad un salsiccione volante che si muoverà disegnando nell’aria mille acrobazie. Il divertimento sarà inseguirlo per tutto il palazzetto per toccare la punta per poi passare a giocare con una bolla trasparente. Il gioco, in questo caso, consiste nell’entrare all’interno dell’oggetto e con piedi e mani farlo rotolare. Subito dopo il palazzetto sarà invaso da tanti leggeri serpenti che i bambini potranno cavalcare.
Nel paese dei balocchi giganti farà, poi, capolino la Strega Carabina, personaggio fantastico che dall’alto dei suoi otto metri annuncerà ai bambini l’arrivo del gran finale con la fontana volante, da cui zampillano spaghetti e la speciale nevicata di carnevale.
Nel pomeriggio sarà presentata la nuova edizione del libro giocattolo, Alassio Bimbi Gioca con noi.

Torneo di Tennis Futures Under 10

Sabato 27 e domenica 28 febbraio, a Loano, si svolgerà il Torneo di Tennis Futures Under 10 (per i nati nel 2000 e nel 2001) sia maschile che femminile, organizzato dall'A.S.D. Tennis Club Loano con il contributo dell'Assessorato allo Sport del Comune di Loano.
Il torneo, che si svolgerà sui campi del Tennis Club Loano, vedrà la partecipazione dei migliori atleti liguri, tra cui Bellenda Nicolò (2000) e Giusto Giorgio (2001) tesserati per il circolo loanese. Nella giornata di sabato si svolgeranno i gironi preliminari e domenica il tabellone principale. Gli incontri prenderanno il via alle ore 9.00.

Domani al via a Lucinasco la XXI edizione delle Giornate Olivicole

Domani Lucinasco, borgo dell’entroterra di Imperia, ospita la XXI edizione delle “Giornate Olivicole di Lucinasco”, la manifestazione biennale a carattere nazionale dedicata all’Olio Extravergine d’Oliva Dop italiano e della Riviera Ligure.
Le Giornate Olivicole di Lucinasco sono una vera e propria fucina di idee: da Lucinasco infatti, all’inizio degli anni novanta, era partita l’idea che aveva posto le basi per la proposta di legge, oggi pienamente operativa, che tutelasse l'origine dei prodotti. L’edizione 2010 delle Giornate Olivicole di Lucinasco sarà dedicata principalmente agli operatori della ristorazione con l’intento di favorire una migliore conoscenza delle caratteristiche dell’olio tutelato Dop, oltre che delle opportunità offerte dall’uso dell’olio Dop in cucina.
Durante l’evento saranno dibattute le problematiche del settore olivicolo attraverso convegni, incontri, degustazioni, incontri di altissimo livello nel cuore dell'entroterra ligure. In particolare, saranno due i workshop organizzati durante l’evento: il primo, al mattino, sarà rivolto agli Istituti Alberghieri Liguri mentre il secondo, al pomeriggio, coinvolgerà gli operatori della ristorazione di tutta la Liguria. Al termine dei lavori verrà diffusa una guida sull’Olio Extravergine Dop Riviera Ligure e verrà firmato un protocollo d’intesa tra il Consorzio di Tutela della Dop Riviera Ligure ed il mondo della ristorazione.
“Le Giornate Olivicole hanno la capacità e il vantaggio di fornire idee e significati che durano nel tempo, il patto di filiera ne è un mirabile esempio – dice l’assessore regionale Giancarlo Cassini -. Quest'anno, con l'annata eccezionale che c'è stata, sarebbe stato un dramma senza il patto di filiera”.
La manifestazione è promossa e organizzata da Regione Liguria, Unioncamere Liguria, Comune di Lucinasco, Camera di Commercio di Imperia, Consorzio di Tutela dell’Olio Extra Vergine di Oliva D.O.P. Riviera Ligure, Provincia di Imperia e Comunità Montana dell’Olivo e Alta Valle Arroscia.

Ultimo atto dell’invernale… in attesa della Volvo Cup

E’ l’ultimo atto della Volvo Winter Cup, il campionato invernale della classe Melges 24 che, partito da Cattolica con la Coppa Italia, si è trasferito a Torbole sul Garda per poi chiudere appunto allo Yacht Club Sanremo sabato e domenica 27 e 28 febbraio pv.
E’ l’ultima tappa, ma è anche la vigilia della Volvo Cup, quella vera, quella che caratterizzerà la prossima stagione agonistica. Quella che prenderà il via, guarda caso proprio nello stesso Yacht Club Sanremo che sta ospitando la fase finale dell’invernale.
Sarà dunque anche per questa ragione che in questa ultima “zampata” dell’inverno il numero di barche coinvolte sensibilmente aumentato.
Qualche new entry, qualche straniero, qualche vecchia conoscenza e qualche novità a bordo per alcuni Melges 24. Come ad ogni vigilia di stagione c’è curiosità in banchina per scrutare chi c’è, chi manca, chi invece si è diversamente alloggiato.
Sicuro non può mancare Pietro Sibello che, a bordo di All In di Renato Vallivero sta saldamente guidando la classifica del campionato invernale.
Non mancherà Marco Schirato al timone di Besà in cerca del podio insieme a Gianluca Grisoli su Magie.
Là tra i primi dieci, in lotta per conquistare posizioni nella classifica finale, troviamo anche Inottica di Antonio Rossi timonata da Bruno Zorzan, 24ever di Antonio Addari timonato da Pablo Soldano
Chi fa il suo debutto con un team e una formula nuova è Hurricane che è il frutto della fusione di due armatori, Paolo Testolin, presidente della classe, e Gianni Catalogna. Confermano Alberto Bolzan al timone e puntano su Daniele Cassinari per la tattica: osservati speciali per questo 2010. Graditissimo il ritorno di un fedelissimo come Jean Marc Monnard sul suo Poizon Rouge
Ma molti saranno anche quelli che ancora non hanno segnalato la propria pre-iscrizione e che troveremo all’alaggio sabato 27 febbraio pronti per questa ultima fatica prima del gran debutto ufficiale.
Ancora una volta lo Yacht Club Sanremo si sta organizzando per accogliere al meglio la flotta e per predisporre spazi e iniziative dedicate.
Non solo, con l’occasione, Federico Michetti con Melges Europe sarà presente durante l’intera durata della tappa per consulenze teoriche e pratiche sulla messa a punto delle imbarcazioni. Una vera e propria clinic (si allega il documento) per preparare al meglio il proprio Melges 24 ad affrontare al meglio il vento e il mare.
L’appuntamento per tutti è per sabato mattina alle ore 10,30 per lo skipper meeting sulla terrazza dello Yacht Club. Partenza prevista, compatibilmente con le condizioni del vento, alle ore 13.00.

Gruppo di esperti sulle tematiche dell’asilo e dei flussi migratori dall’Iraq

Le questioni riguardanti la determinazione dell’asilo e le problematiche inerenti i flussi migratori sono oggetto dei lavori, con un focus tematico sull’Iraq, di un gruppo di esperti riunitosi oggi presso la sede dell’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario di Sanremo a Villa Ormond.
L’Istituto di Sanremo, impegnato da molti anni, con l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) e l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) nel campo della formazione e della diffusione dei principi internazionali volti alla regolamentazione del fenomeno dei flussi migratori e dei rifugiati, è stato scelto come partner ospitante del “TDI Data Workshop”.
Si tratta di un’iniziativa internazionale promossa da Belgio, Germania, Paesi Bassi, Regno Unito, Commissione Europea, OIM e UNHCR che ha come obiettivo l’elaborazione di strategie per il miglioramento della cooperazione sui temi della protezione, reinsediamento e rimpatrio dei rifugiati e migranti con particolare riguardo alla questione irachena.
All’evento, aperto ufficialmente ieri sera dall’Ambasciatore Maurizio Moreno, Presidente dell’Istituto, e dal Dr. Gert Versluis, Vice Direttore Generale dei Servizi per l’Immigrazione dei Paesi Bassi, partecipano venti funzionari di governo ed esperti provenienti da diversi paesi dell’Unione Europea e dalla Norvegia.
E’ la prima di una serie di tre riunioni che si svolgeranno, sempre a Villa Ormond sotto l’ombrello dell’Istituto, nel mese di marzo e di aprile.

A Sanremo l’OTTAVA tappa del Pokerstars italian poker tour

L’ottava tappa del circuito pokeristico sponsorizzato da PokerStars.it inizia oggi 25 febbraio al Casinò di Sanremo e si concluderà il 1 marzo 2010.
A partecipare al Main Event saranno i 101 qualificati PokerStars che, giocando ai satelliti a partire da soli 5 Euro, si sono aggiudicati un seat all'IPT Sanremo dal valore di 2,200 Euro di buy-in. Partecipano a questa emozionante sfida Luca Pagano e i giocatori del Team Italia.
Questa tappa è fondamentale per l’ambito premio del contratto di sponsorizzazione per la seconda stagione dell’Italian Poker Tour che PokerStars.it offre al vincitore della classifica IPT LeaderBoard.
La classifica al momento vede in testa Stefano Puccilli; dietro si lui Marco Figuccia seguito da Giovanni Salvatore.
Il 28 Febbraio, sempre al casinò di Sanremo PokerStars.it, in collaborazione con Mediaset Friends Onlus, organizzerà un charity table televisivo che andrà in onda il 19 Aprile 2010 in una puntata speciale di Poker1Mania con un montepremi di 100 mila Euro che sarà interamente donato in beneficenza.
Altro appuntamento con All Stars of Poker sempre nella bellissima cornice del Casinò di Sanremo dove il 2 e 3 marzo saranno registrate altre due puntate: si siederanno al tavolo Clemente Russo e Davide De Zan.
Prossimo appuntamento con l’IPT sarà a Nova Gorica dal 18 al 22 Marzo.

NUOVO APPUNTAMENTO AL MUSEO CIVICO CON IL CONCERTO APERITIVO


Il Concerto in programma domenica 28 febbraio al Museo Civico avrà come tema “Le Musiche di W.A. Mozart”. Il programma comprende arie dall’«Idomeneo», in occasione del 230° anniversario della sua stesura, dal «Flauto Magico» e dalle «Nozze di Figaro».
Le musiche saranno eseguite da Maria Cristina Noris al clarinetto, Vitaliano Gallo (foto) al fagotto/chitarra e Massimo Dal Prà al pianoforte.
Ingresso libero

Presentazione del libro:Una tragedia italiana, 1943. L’affondamento della corazzata Roma



Sabato 27 febbraio alle ore 16.00 presso la Sala Emilio Azaretti del Museo Civico Archeologico “Girolamo Rossi” al Forte dell’Annunziata di Ventimiglia, in anteprima nazionale, è prevista la presentazione del libro di Andrea Amici, Una tragedia italiana, 1943. L’affondamento della corazzata Roma, Longanesi editore.
L'evento è organizzato dal Museo e dalla Sezione Intemelia dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura della Città di Ventimiglia e con l’Associazione Culturale Liber Theatrum, con il supporto logistico della Libreria Casella e il sostegno della Sezione di Ventimiglia dell’Associazione Marinai d’Italia - Gruppo “Fernando Cipriani”, che ricorda il nome di una vittima ventimigliese di quel tragico evento.
Nell’occasione verrà ricostruita una triste e drammatica pagina della storia d'Italia durante la seconda guerra mondiale che vide la nave ammiraglia della flotta italiana affondata dagli ex alleati all'alba del 9 settembre 1943 al largo dell'Asinara con oltre 1300 vittime, fra cui molti provenienti dalla nostra zona.
Dopo i saluti del Sindaco di Ventimiglia, Gaetano Antonio Scullino, del Presidente della Sezione Intemelia Mons. Francesco Palmero e del Conservatore del Museo dott.ssa Daniela Gandolfi, l'autore del libro Andrea Amici, nipote di Italo Pizzo uno dei quattro sopravvissuti sanremaschi all'affondamento, e il dott. Marco Riolfo, incaricato delle attività culturali della Biblioteca Universitaria di Genova, interverranno rievocando, attraverso le pagine del libro, quella tragica alba e la storia di quegli uomini che si inabissarono con la corazzata Roma. Moderatore e ideatore dell’incontro Diego Marangon dell’Associazione Culturale “Liber Theatrum”. (Nelle foto Giovanni Vittani, superstite, che vive a Sanremo.

Visite guidate sulla pista ciclabile

A cura della Cooperativa STRADE tutti i lunedì mattina, da marzo a giugno, vi saranno delle pedalate guidate, a tema, con partenze differenziate da Santo Stefano al Mare ( Lunedì 1° Marzo) , da Sanremo ( 8 e 23 Marzo ) e da Arma di Taggia ( 15 Marzo) . Questo lunedì ritrovo alle ore 9,00 davanti alla chiesa parrocchiale di Santo Stefano al Mare , per la prima pedalata intitolata " Le torri ed i pirati" . La durata del giro che si sviluppa tra S. Stefano e Sanremo è di circa 3 ore e costa 5 euro, è possibile affittare la bicicletta al prezzo di 6 euro.
Per prenotazioni telefonare al numero verde Prenotazioni numero verde 800 813012 x informazioni Coop Strade 0183/290213

San Bartolomeo al Mare: sabato incontro con i fumettisti Claudio Chiaverotti e Cristiano Spadavecchia

Sabato 27 febbraio, alle ore 16.30 presso il Centro Polivalente del Punto Nautico di San Bartolomeo al Mare, si terrà il secondo dei tre incontri previsti con i grandi del fumetto italiano, che rappresentano il preludio alla manifestazione Cartoon City del prossimo mese di maggio.
L'incontro di questo mese avrà come protagonisti Claudio Chiaverotti e Cristiano Spadavecchia: Claudio Chiaverotti è l’autore di Brendon, Cristiano Spadavecchia è un fumettista torinese che, oltre a disegnare Brendon, ha pubblicato per la Star Comics la miniserie fantasy Khor.
A moderare gli incontri sarà il giornalista de La Stampa e storico del fumetto Enzo Armando.

mercoledì, febbraio 24, 2010

Escursione Borgomaro – Conio

In collaborazione con STL Riviera dei Fiori, la Cooperativa sociale STRADE “Liguria da scoprire” organizza, per domenica 28 febbraio 2010, una interessante escursione da Borgomaro a Conio e un incontro con i produttori locali dei fagioli di Conio e formaggi.
A Borgomaro diversi palazzi, affacciati sulle contrade e conservanti le antiche strutture, testimoniano ancora oggi la ricchezza di un tempo. Lungo un vicolo e ricavati su un ampio canale che attinge l'acqua direttamente dall'Impero, sono ancora visibili i lavatoi pubblici, ancora in funzione. Il percorso a piedi segue in parte l'antica mulattiera che collegava Borgomaro a Conio e prevede una sosta davanti alla gigantesca quercia, meglio nota come “ruve du megu”.
Conio, a 650 m. di quota, è il più alto insediamento della valle e presenta importanti tracce della storia medioevale, come il campanile rustico in pietre squadrate e le navate, formate da archi e da colonne in pietra nera della chiesa di San Maurizio. La chiesa è rimasta ad indicare la sede originaria dell'abitato di Conio, successivamente trasferito sul crinale più alto nei pressi del castello. Quest'ultimo, trasformato da roccaforte in palazzo dei conti di Ventimiglia, fu incendiato durante l'ultima guerra ed è stato sottoposto a ingenti lavori di recupero. A Conio si visiterà il castello restaurato ed è previsto l'incontro con alcuni produttori locali, tra cui i prelibati fagioli bianchi di Conio e pregevoli formaggi tipici. Il rientro avviene sullo stesso percorso.
RITROVO (per navetta): ore 8.15 Imperia Oneglia in Piazza Dante per transfer con navetta a noleggio (costo della navetta 7 Euro);
RITROVO (con auto propria): ore 9.00 a Borgomaro presso la chiesa Parrocchiale;
Dislivello: 500 m in salita e discesa .- 12 km;
Tempo di Percorrenza 5 ore circa;
Quota: 8 euro a persona - abbonamento a 5 escursioni 30 euro - gratis fino ai 15 anni - soci Coop e Primavera Card 6,50 euro
Note logistiche: spostamento con navetta o propri mezzi – pranzo al sacco e borraccia – scarponcini con una buona suola – abbigliamento adeguato alla neve – racchette da neve e bastoncini.
Prenotazioni entro venerdì numero verde STL 800/813012
Per ulteriori informazioni: Coop Strade 0183/290213
Francesco Mulè

Presentazione del libro “La stanza delle memorie" “Accademia Ligustica di Belle Arti”,

Presentazione del libro “La stanza delle memorie" “Accademia Ligustica di Belle Arti”, Liberodiscrivere® edizioni, con l’intervento di Luca Borzani Presidente Fondazione per la Cultura Palazzo Ducale Andrea Ranieri Assessore Promozione della città, Progetti Culturali e Politiche per i Giovani, Nicolò Scialfa Vicepresidente del Consiglio Comunale di Genova.
”La stanza delle memorie” è il terzo libro della collana “Accademia Ligustica di Belle Arti”, risultato della collaborazione avviata con Antonello Cassan editore di Liberodiscrivere®. Il volume contiene la descrizione della fase di elaborazione del progetto, del workshop per la progettazione, l'allestimento dell'installazione collettiva e le schede delle opere esposte.
Dalla IV di copertina: Un tema di grande rilevanza sociale e culturale. Un bando di concorso per giovani artisti. Un workshop. Un’installazione collettiva. Un libro.
L’esperienza documentata da questa pubblicazione rappresenta un modello di relazione tra didattica, ricerca, creazione artistica.
Il libro presenta i materiali, le fotografie, i testi, le diverse fasi dall’elaborazione alla realizzazione del progetto, è il momento di sintesi di un percorso complesso in cui docenti dell’Accademia, studenti e giovani artisti hanno affrontato il tema delicato e difficile della Shoah nella consapevolezza della funzione dell’arte come testimonianza e memoria.
Le trenta opere che compongono l’installazione collettiva “La stanza delle memorie” sono una significativa testimonianza del valore sociale dell’arte e del diffuso bisogno di memoria presente nei giovani. Queste opere hanno permesso di concretizzare un’idea, un progetto elaborato da un gruppo di docenti e studenti dell’Accademia Ligustica in un lungo percorso di discussione e di studio. Il libro “La stanza delle memorie” non si limita descrivere le opere esposte, ma racconta le varie fasi preparatorie dell’esposizione: quella ideativa, quella progettuale, quella realizzativa; per questa sua caratteristica può essere un utile punto di riferimento per coloro che a vario titolo sono interessati alla progettazione e realizzazione di eventi artistico-culturali. Opere di Alessandro Agudio, Elena Aromando, Diana Arosio, Claudio Beorchia, Marco Carrubba, Luana Del Prete, Lucia Elefante, Marco Ferraro, Daniela Girotto, Alberto Graziani, Ksenja Laghigna, Daniele Lasalandra, Katherine Mammone, Antonello Mazzei, Erika Ognibene, Le Ossidoriduzioni, Mauro Panichella, Pietro Pizzorni, Alessandro Raso, Ottavia Rizzo, Davide Rolandelli, Federica Sandrini, Mattia Scappini, Natalia Serrano, Rodriguez, Laura Sezzi, Luca Toffali, Emanuela Tortello, Trama afonA, Salvatore Van Den Busken, Giulia Vasta, Caterina Zanirato
Accademia Ligustica di Belle Arti coordinatore del progetto Renato Carpi.
Elaborazione preliminare dell’evento Docenti: Mario Benvenuto, Renato Carpi, Guido Fiorato, Liliana Iadeluca, Roberto Merani, Pietro Millefiore, Cesare Viel, Davide Zanoletti. Studenti: Vanessa Arrighi, Carlo Besozzi, Virginia Mastrolorito, Elisabetta Scipioni, Manuela Vitale.
Workshop di progettazione docenti: Pietro Millefiore, Renato Carpi, Liliana Iadeluca, Roberto Merani, Davide Zanoletti.
Studenti progettazione e allestimento: Elena Aromando, Mauro Panichella, Cristina Peruzzi, Luisa Rognoni, Marta Sitia, Emanuela Tortello.
Studenti progetto grafico: Olga Cirone e Matteo Musi.

Sarà reperibile a partire dal 28 febbraio, nelle migliori librerie, su internet e presso l’Accademia Ligustica di belle Arti.

Dopo Sanremo Antonella Clerici apre a Milano le sfilate di moda

La rivoluzione morbida di Elena Mirò compie 25 anni e apre le sfilate di Milano Moda Donna con una nuova collezione ispirata all'oriente.
Dalla prima fila, reduce dalle fatiche di Sanremo, c'era anche Antonella accompagnata da Eddy, che si è definita "testimonial ideale del marchio" specializzato in taglie morbide.
Anto scherza ancora sui vestiti di Sanremo. "Non sono mai stata una taglia 42 - rivela senza sorprendere nessuno - e non metterò mai i jeans calati sui fianchi. Mi sento meglio con i vestiti di Elena Mirò. A Sanremo ho preteso io degli abiti esagerati per far sognare e che mettessero in evidenza il mio seno, per poterci scherzare e fare battute. Per essere più simpatica, insomma".
Assaltata da stampa e fans armati di macchina fotografica, appena finita la sfilata scherza sul suo record che diventa difficile da battere: «Il prossimo Sanremo? Affari di chi mi succederà». Emanuele Filiberto cantante? «Trovo cha abbia fatto una canzone intelligente - dice - che piacerà molto al pubblico all'estero». Poi torna inevitabilmente sul discorso della linea. «Non capisco - dice seria - quelle ragazze che dicono 'ora mi faccio rifare un seno taglia settima così vado in tv'. Quelle non andranno mai da nessuna parte. Ognuno è quello che è e non bisogna colpevolizzarsi anche se si è troppo magre. Bisogna accettarsi». Info www.antonellaclerici.fan-club.it

Al VIA CONVEGNO “IL CONDOMINIO: UN CANTIERE SEMPRE APERTO.ABITARE E LAVORARE IN SICUREZZA"

Venerdì 26 Febbraio 2010 alle ore 15.00 a Genova in Via Cesarea 16 presso il Teatro della Gioventu’ – Sala Barabino il Centro Studi Immobiliari di Genova , la Security Technology Construction Nord Ovest srl con il Patrocinio di ANACI Genova promuovono un Convegno sul tema “Il Condominio: un cantiere sempre aperto. Abitare e lavorare in sicurezza”. Il programma dei lavori prevede alle 15.00 il Saluto delle Autorita’ e l’introduzione ai lavori, Moderatore Matteo Campora , Vice Presidente del Centro Studi Immobiliari ed Avvocato in Genova . Dalle 15.30 le relazioni di: Christian Bianchi, Agenzia Pezl Italia e di Marco Vallesi, Tecnico specializzato, sul tema : Linea di vita , un sistema di prevenzione. Seguira’ l’Arch. Stefano Mosto su: Obblighi del committente e del responsabile dei lavori . Il Dott. Paolo Guerra su Agevolazioni fiscali e loro estensione ai sistemi di sicurezza. Infine l’Avvocato Gabriella Fregonese su: Profili di responsabilita’ civile e penale. Intorno alle 17.00 concludera’ i lavori il Rag. Pierluigi D’Angelo, Presidente di Anaci Genova.
Il Convegno si avvale del contributo dell’Agente Genrale Fabio Sciaccaluga della Milano Assicurazioni – Divisione La Previdente.

La mostra personale di Carlo Cattaneo

Venerdì 26 febbraio 2010, alle ore 18,30, nell’Ex Chiesa Anglicana di Alassio, sarà inaugurata la mostra personale di Carlo Cattaneo, promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Alassio, in collaborazione con gli eredi Cattaneo.
La mostra, curata da Nicola Davide Angerame e Pietro Cattaneo, presenta una selezione di dipinti scelti nell’ampia produzione dei 60 anni di attività del pittore alassino, che è scomparso lo scorso marzo 2009.
La mostra resterà aperta fino al 21 marzo 2010, con ingresso libero e orario: da giovedì a domenica ore 15/19.
Martedì 16 marzo 2010, ad un anno esatto dalla morte di Carlo Cattaneo, l’artista sarà ricordato con un concerto, che vedrà protagonista, alle ore 21,15, nell’Ex Chiesa Anglicana la pianista alassina Eleonora Mantovani.
“La mostra dedicata a Carlo Cattaneo – dice Marco Melgrati, Sindaco di Alassio - vuole essere un omaggio ad un amico e ad un Grande Alassino, che, anche vivendo a Roma, famoso e ricercato, portava la Sua "Alassio" nel cuore, come noi portiamo lui. Questa mostra, rende omaggio a Carlin ad un anno dalla sua scomparsa, ma è anche l’occasione per raccogliere insieme la memoria alassina, attorno a ricordi di prodezze giovanili, successi professionali e incontri importanti. Come quelli avvenuti con Papa Paolo VI, con i Presidenti della Repubblica Francesco Cossiga e Oscar Luigi Scalfaro e con l’amico e sodale Guido Ceronetti o come il Premio Nazionale Presidente della Repubblica ricevuto dall’Accademia Nazionale di S. Luca. Senza elencare i moltissimi amici, spesso prestatori di opere importanti e meno conosciute, di cui sono attenti custodi”.
“Carlo Cattaneo – spiega Monica Zioni, Assessore alla Cultura e al Turismo di Alassio -viveva a Roma da molti anni, ma manteneva forti legami con Alassio, la sua città di origine. Quando nel 2003 organizzammo insieme la sua grande mostra retrospettiva presso la Ex Chiesa Anglicana, non pensavamo ad una seconda grande mostra antologica che invece è diventata doverosa dopo la sua scomparsa, al fine di ricordarlo ma anche di mostrare altre opere e altri aspetti del suo lavoro. Carlo Cattaneo è una figura complessa e articolata di artista, oltre che personalità di spicco nella cultura cittadina. Negli anni cinquanta, e poi successivamente, è stato amico e frequentatore del gruppo di artisti operanti in Alassio di cui facevano parte Carlo Levi, Giovanni Gromo, Giuseppe “Baby” Bechi, Galeazzo Viganò e Felice Andreasi. Cattaneo fu anche scultore e ceramista, e significativo interprete di quella tensione ideale che ha spesso spinto i grandi personaggi alassini al di là dei confini cittadini in cerca di affermazione. Carlo ha scelto Roma per i suoi studi, più precisamente l’Accademia delle Belle Arti. La sua prima mostra risale al 1949. Nel 1971 vince il premio Mazzacurati. Nel 1972 viene invitato alla Biennale di Venezia. Nel 1987 riceve il Premio per la pittura alla XXX Biennale Nazionale d’arte Citta’ di Milano. Nel 1991, a Palazzo Braschi, Roma gli dedica la sua prima mostra antologica, di enorme successo. Nel 1994 gli viene conferito il Premio del Presidente della Repubblica dall’Accademia Nazionale di S. Luca. Nel 1995 riceve a Roma il Premio Michelangelo Buonarroti, insieme a personaggi dispicco della cultura e della scienza italiana, come Roberto De Simone, Giancarlo Menotti, Sergio Quinzio, Carlo Rubbia e Giorgio Soavi. Finissimo incisore e amante appassionato del disegno in ogni sua forma e tecnica, Cattaneo ha illustrato nella sua sessantennale carriera moltissimi libri, spesso con incisioni originali. Ha attraversato vari generi, mantenendo come caratteristica principale uno stile espressionistico venato di malinconia. In molti lo hanno apprezzato per la sua capacità di essere un uomo di spirito, spesso allegro e un po’ burlone, ma anche un artista profondo, che ha riflettuto con passione sui temi più impegnativi della spiritualità e della religione. Con la sua scomparsa, Alassio ha perso un grande artista, un vero intellettuale, che ha sempre avuto la propria città nel cuore e a cui ha donato importanti dipinti. Che resteranno nel tempo a imperitura memoria di un artista generoso e bene amato dai suoi concittadini”.
“Questa mostra – spiega il critico e curatore Nicola Davide Angerame della mostra, insieme al figlio Pietro Cattaneo – presenta una interessante ed ampia selezione di opere che coprono l’enorme arco produttivo di Carlo Cattaneo, artista che aveva la notte per amica. Non sarebbe stata possibile senza il meritorio impegno dei parenti più prossimi e dei moltissimi prestatori, spesso amici d’infanzia, che custodiscono alcuni capolavori inediti. Insieme alle memorie fotografiche, alcune ceramiche di pregio, diversi bronzetti, un catalogo che riporta l’antologia critica e persino un film invitato alla Mostra di Venezia, di cui Carlo è stato scenografo, viene ricordata in modo esauriente l’opera, la vita e la personalità di uno degli artisti liguri più interessanti della seconda metà del Novecento”

TRENTA MILIONI DI MIGRANTI, UNA RISORSA ECONOMICA DECISIVA

Trenta milioni di migranti africani contribuiscono alle economie dei paesi d’origine con 40 miliardi di dollari di rimesse, circa 29 miliardi e 500 milioni di euro: i dati sono stati diffusi nel corso di un seminario di studio sulle migrazioni africane organizzato a Capo Verde da Caritas/Migrantes. Secondo un documento presentato agli incontri, riferisce l’agenzia di notizie religiose Sir, i flussi di rimesse valgono pressappoco il 3% del Prodotto interno lordo (Pil) del continente, all’incirca “quanto gli stati ricevono sotto forma di aiuti allo sviluppo” e “di più rispetto al totale degli investimenti esteri in forma diretta”. Durante il seminario è stato evidenziato che circa la metà delle rimesse africane arriva in Nigeria (10 miliardi) e in Egitto (otto miliardi e mezzo). Secondo il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (Ifad), un terzo delle rimesse giunge in zone rurali e depresse, “con un aggravio economico per gli elevati costi di transazione causato dalla scarsa presenza di intermediari finanziari locali”. In corso nella capitale capoverdiana Praia, il seminario si concluderà Venerdì.
Riflettendo con… MONSIGNOR MONSENGWO SUL DIALOGO TRA LE CULTURE
“Porre fine ai pregiudizi, attraverso il dialogo e l’approccio all’Altro. Individuare vie nuove per salvaguardare la pace e le relazioni tra culture diverse, abbattendo gli steccati tra nord e Sud del mondo. E’ questo il compito che ci siamo dati e su cui lavoreremo perché il 2010 sia davvero un anno di riavvicinamento tra culture e civiltà”.
Monsignor Laurent Monsengwo Pasinya, arcivescovo di Kinshasa, illustrando alla MISNA gli obiettivi del neonato “Gruppo di alto livello per la pace e il dialogo tra le culture”, iniziativa promossa dall’Unesco (Organismo dell’Onu per l’istruzione, la scienza e la cultura) proclamando il 2010 ‘Anno internazionale del riavvicinamento delle culture’.

LA CULTURA DELLA MEMORIA

L’Assessorato al Turismo e l’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Sanremo, in collaborazione con Sanremo Promotion, promuovono una quattro giorni di eventi legati alla cultura ebraica e alla memoria attraverso un mosaico di contributi ed interventi diversi.
Di particolare significato la presenza venerdì 26 febbraio presso il Palafiori l’incontro aperto ad alcuni istituti scolastici con il reduce di Auschwitz Piero Terracina, tra i pochi testimoni ancora in vita di quell’immane tragedia dell’umanità. Nella stessa occasione verrà proiettato il film “Per ignota destinazione” diretto dal regista sanremese Piero Farina, importante prospettiva sulla shoah rivissuta attraverso la vicenda umana dello stesso Terracina raccontata con un taglio non banale, allargando la narrazione agli eventi che hanno portato alle leggi razziali e alla persecuzione del popolo ebraico.
L’iniziativa è aperta giovedì 25 febbraio, ore 11, da una cerimonia di commemorazione degli ebrei sanremesi vittime dei campi di concentramento con l’apposizione di una targa presso il cimitero di Valle Armea.
Segue la conferenza di Elena Loewenthal, una delle massime conoscitrici della cultura ebraica operanti in Italia, che nella sala Il Melograno del Palafiori (sabato 27 febbraio, ore 17) tratterà di “Sapere e sapori degli ebrei” partendo dal Vecchio Testamento (Adamo, creato per lavorare la terra, passando per Noè, cui Dio permette il consumo della carne) arrivando al rapporto che l’ebraismo ha con il cibo, come “luogo” della legge (le regole alimentari) e “luogo della memoria” (e feste e i cibi rituali) nonchè al cibo come luogo d’incontro nella storia ebraica.
Domenica 28 febbraio (ore 17.30), sempre nella Sala Il Melograno, chiude la quattro giorni uno spettacolo musico-teatrale, a cura della Cooperativa CMC di Sanremo, portato in scena dall’attrice veronese Beatrice Zuin e dal gruppo Les Nuages Ensemble, in una rappresentazione ispirata dall’esperienza realmente vissuta di musiciste costrette a suonare nei lager nazisti. Un percorso a quadri che alterna brani di musica klezmer alla ricostruzione delle vicende drammatiche che portarono quattro ragazze all’inferno di una prigionia spesso senza ritorno.
Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero.
«Con questa iniziativa – spiegano gli Assessori Lolli e Di Meco- abbiamo voluto completare l’opera di sensibilizzazione iniziata dal Comune con la “Settimana della memoria” portando la testimonianza di Piero Terracina, che ha vissuto la razzia del ghetto di Roma e la seguente deportazione nel campo di sterminio di Auschwitz. Sicuramente gli studenti, coinvolti dall’esperienza diretta di uno degli ultimi superstiti di quella tragedia, potranno accrescere la loro conoscenza e sviluppare la loro sensibilità sull’intolleranza razziale e religiosa, fenomeni che oggi, purtroppo, sono di grande attualità. A corollario di questa testimonianza, abbiamo voluto dare uno spaccato di quello che è la cultura ebraica nei suoi aspetti quotidiani e poco conosciuti, quali la cucina e le tradizioni gastronomiche. A chiusura della manifestazione, abbiamo scelto di ospitare un recital tutto al femminile, anche in omaggio alla prossima festività della donna, per raccontare con lo sfondo della musica la Shoah dalla parte delle donne».

Visite gratuite di controllo dei nei a Soldano

La Lilt – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori sezione provinciale di Imperia – rende noto che venerdì 26 febbraio a Soldano verranno effettuate visite gratuite di controllo dei nei a cura del Dott. Giovanni Virno, specialista in dermatologia.
Le visite, organizzate dalla delegazione Lilt di Bordighera che promuove la campagna di prevenzione del melanoma, si terranno presso l’ambulatorio comunale sopra l’ufficio delle Poste, a partire dalle ore 16.00.
Per maggiori informazioni e per prenotare sin d’ora le visite, è possibile contattare la delegazione Lilt di Bordighera, telefonando ai numeri 0184/264003 e 338/9519720.

“Prevenzione oncologica e corretta alimentazione”

La Lilt, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, sez. prov. di Imperia e Sanremo, in collaborazione con il Comune di Ventimiglia e il CRAL (Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori del Comune Ventimiglia), organizza domani a Ventimiglia una conferenza aperta a tutta la popolazione sul tema della “Prevenzione oncologica e corretta alimentazione”.
L’incontro si terrà presso la sala consiliare del Comune, gentilmente concessa dall’amministrazione di Ventimiglia, e relatore della conferenza sarà il Dott. Claudio Battaglia, (foto9 specialista in chirurgia generale e in oncologia chirurgica nonché Presidente della sezione provinciale Lilt. Parteciperà anche il Sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino insieme ai dipendenti comunali, che seguiranno l’incontro nel quadro delle attività di formazione.
Durante la conferenza verranno comunicati anche i dati riguardanti le attività svolte nel primo anno di vita dell’info-point Lilt di Ventimiglia, aperto dal mese di marzo dello scorso anno.

La mostra sanremo story visitata dalle scuole

Continua la visita della mostra Sanremo story da parte delle scuole.
In esposizione, moltissimi cimeli provenienti dalla Fondazione Erio Tripodi Museo della Canzone di Vallecrosia..
Diverse classi hanno visitato la mostra già durante la settimana festivaliera. Tra queste, le terze medie dell’istituto Dante Alighieri di Coldirodi e la medie della Pascoli.
Sono attesi altri studenti, tra cui quelli appartenenti alle elementari dell’istituto S. Anna di Vallecrosia.
“L’obiettivo della Fondazione - commenta la presidentessa Anna Tripodi – è proprio quello di avvicinare i giovani alla conoscenza della nostra tradizione musicale. La mostra suscita interesse persino tra i più piccoli. Ringrazio Virginia Consoli che ha curato anche la parte relativa alla didattica ed i rapporti con le scuole”.
Sanremo story è stata ideata da Pepi Morgia, a cui si deve anche la direzione artistica, per celebrare le 60 edizioni del Festival della Canzone Italiana ed è visitabile, ad ingresso libero, sino al 28 febbraio al primo piano del Palafiori.

martedì, febbraio 23, 2010

I PREPARATIVI PER IL PROGETTO CULTURALE “ARGENTINA FESTEGGIA IL BICENTENARIO”

Sono partiti anche a Genova, come in altri capoluoghi di regione italiani, i preparativi per il progetto culturale “Argentina festeggia il Bicentenario”, in occasione della commemorazione del “Primer Gobierno Patrio - 1810-2010”. L’iniziativa è organizzata dal Consolato Generale dell’Argentina di Milano. A Genova, il Console Generale Gustavo A. Moreno ha affidato la cura dei numerosi eventi alla Dott. Karina Santini, argentina che da parecchi anni vive in Italia e si è distinta nel mondo dello shipping e delle relazioni internazionali. La Santini ha iniziato a pensare al calendario e a tessere una fitta relazione con le amministrazioni pubbliche e con i partner privati. Ne è scaturito un primo programma di massima che coinvolge, per il momento: Ambasciata Argentina a Roma, Consolato Generale Argentino a Milano, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova, Genova-Liguria Film Commission, Museo del Mare, Genoa CFC Spa, Coordinamento Ligure Donne Latinoamericane e Associazione DeadManTalking. «Il 25 Maggio del 1810 - ricorda Karina Santini - nasceva il primo governo indipendente dell’Argentina. Per noi è una festa nazionale. E, in occasione dei duecento anni da questa data, i Consoli di tutto il mondo sono stati incaricati di organizzare eventi nei rispettivi paesi. A Genova, l’Argentina è sempre stata molto amata. Sono molti i genovesi che hanno un parente dalle nostre parti. Non dimentichiamo che moltissime persone partirono come emigranti proprio alla volta dell’Argentina, imbarcandosi dal Porto di Genova». Ecco perché le manifestazioni della “Superba” assumeranno un’importanza fondamentale, anche in ambito nazionale. Karina Santini, che è nel pieno dei preparativi e che ha già riscosso i primi apprezzamenti, auspica una sempre più larga collaborazione, così come un sostegno di sponsor privati. «A Genova ci saranno convegni, mostre, concerti, iniziative legate al tango. Ma possiamo fare molto di più, se i genovesi saranno generosi con noi, magari ricordando come l’Argentina accolse i loro parenti».

Il programma, per il momento, comprende un’anteprima (nel mese di Maggio, ma in data ancora da verificare), e quattro giornate da Mercoledì 9 a Venerdì 11 Giugno 2010. «In Maggio - dice Karina Santini – stiamo valutando la realizzazione di un evento molto interessante insieme al Genoa Football Club, si tratta di “L’Argentina e il calcio”: i giocatori argentini del Genoa (Hernan Crespo e Rodrigo Palacio) incontreranno alcuni bambini delle scuole della città, a Palazzo Tursi, oppure a Palazzo Ducale. L’Argentina è famosa, a livello popolare, soprattutto per il calcio e per i grandi campioni che ha regalato alla storia. Va detto, però, che la Nazione eccelle anche in tanti altri sport, come rugby, polo e tennis».

Mercoledì 9 Giugno 2010: si ipotizza in zona Darsena, il “Tango Callejero” (tango per strada), un’anteprima del Festival di Tango organizzato in città da parecchi anni da Paolina Antognetti, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Genova.

Giovedì 10 Giugno 2010: alla Camera di Commercio di Genova, il convegno “Argentina - Italia: commercio bilaterale”, con il Console Generale Gustavo A. Moreno e l’Avv. Hugo Pruzzo. Il pomeriggio invece, a Palazzo Ducale, Conferenza sui Diritti Umani. A questo proposito Karina Santini specifica: «Questo è un evento che accomuna Genova e l’Argentina: l’Amministrazione della città di Genova ha dimostrato grande sensibilità nei confronti dei diritti umani a traverso l’organizzazione di molteplici eventi, in Argentina, dopo l’ultima dittatura militare, si sta realizzando un enorme sforzo per ricostruire la propria memoria, per riparare alle violazioni dei diritti umani e per rendere giustizia alle vittime e ai loro familiari».

Venerdì 11 Giugno 2010: al Museo del Mare della Darsena di Genova, apertura ufficiale della Commemorazione per il Bicentenario Argentino; scopertura di una Targa di commemorazione offerta dal Governo Argentino, alla presenza del Sindaco di Genova Marta Vincenzi, del Console Generale Gustavo A. Moreno e del Presidente del Museo del Mare Maria Paola Profumo. Alle 11,30: inaugurazione del Murale realizzato dall’artista Munù Actis Goretta. «Il Museo del Mare - dice Karina Santini - ci ha concesso di “affrescare” un muro esterno del suo edificio. Ho contattato Munù Actis Goretta, che è una delle artiste argentine più famose in Italia e che realizzerà, in esclusiva per Genova, uno dei suoi splendidi murali, che resterà quindi in dono alla città». Alle 12, sempre presso il Museo del Mare: inaugurazione della mostra sull’architettura “Colores de la Boca”, che sarà seguita da una conferenza, che coinvolge la Facoltà di Architettura. «La Boca è uno dei quartieri più importanti di Buenos Aires, dove sono concentrate le famiglie di tanti emigranti genovesi. Non a caso, infatti, spesso in queste strade si sente parlare il dialetto genovese». Alle 21, a Palazzo Ducale: inaugurazione del Festival di Tango, con una serata speciale dedicata al Bicentenario Argentino. Sono previsti gli interventi del Console Generale e della Direttrice del Festival, Paolina Antognetti.
Sabato 12 Giugno 2010: alle 20,30, a Palazzo Ducale, inaugurazione del Festival Internazionale della Poesia dedicata al Bicentenario Argentino: prevista la lettura del “Martín Fierro”, il principale poema argentino, dedicato alla figura del “Gaucho”. «Tutti conoscono l’Argentina per il tango - dice Karina Santini - ma un po’ meno per il suo folclore. Il “Martín Fierro”, in questo senso, è essenziale per accostarsi alla cultura argentina». Alla serata interverranno il Console Generale Gustavo A. Moreno, il Direttore del Festival Claudio Pozzani e Sergio Cogno.
Oltre a questi appuntamenti già fissati, ne sono previsti altri, in fase di elaborazione: «Mi piacerebbe - conclude Karina Santini - fare un omaggio musicale a Mercedes Sosa, la più grande cantante argentina, scomparsa di recente. E poi, nella zona della Darsena, dar vita a un grande appuntamento aperto a tutti tra gastronomia e folclore: con il tango argentino ballato in strada e la degustazione di asado e vino argentino».

Carnevale dei bambini

L’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio per festeggiare il carnevale 2010 ha preparato una grande festa per i bambini che culminerà nella presentazione della nuova edizione del Libro Giocattolo.
L’appuntamento è domenica 28 febbraio nel Palalassio L. Ravizza, alle ore 15.00, dove ad attendere i bambini ci sarà una banda di simpatici personaggi capitanati da Alessio di Alassio.
Il pomeriggio prenderà il via con il laboratorio trucca-bimbi dove i bambini potranno trasformarsi in fate, pirati, tigri, gatti, super eroi e tanti altri personaggi. Basta un po’ di trucco per entrare nel mondo fantastico del carnevale.
Una volta pronte le mascherine, avranno inizio i festeggiamenti con giochi in musica e baby dance guidati dagli animatori della Salamandra. A colorare il pomeriggio saranno le tantissime sculture di palloncini che saranno regalate ai bambini.
Alle 16.00, si entrerà nel vivo della festa con le Bolle D’aria, spettacolo-animazione con sorprendenti giochi e giganteschi giocattoli volanti.
La compagnia Ruin Art darà vita ad una grande animazione teatrale con giganteschi e leggeri giocattoli ad aria e sorprendenti giochi.
Stupore, suggestione e imprevedibilità sono le parole d’ordine di questa straordinaria animazione che porterà in piazza la bolla che cammina, i tubi volanti e i serpenti da cavalcare.
Lo spettacolo prenderà il via con la comparsa di una grande bolla volante di mt 4X4 che i bambini faranno volteggiare nell’aria come una palla. Correndo dietro a questa gigantesca e leggera sfera i bambini si ritroveranno davanti ad un salsiccione volante che si muoverà disegnando nell’aria mille acrobazie. Il divertimento sarà inseguirlo per tutto il palazzetto per toccare la punta per poi passare a giocare con una bolla trasparente. Il gioco, in questo caso, consiste nell’entrare all’interno dell’oggetto e con piedi e mani farlo rotolare. Subito dopo il palazzetto sarà invaso da tanti leggeri serpenti che i bambini potranno cavalcare.
Nel paese dei balocchi giganti farà, poi, capolino la Strega Carabina, personaggio fantastico che dall’alto dei suoi otto metri annuncerà ai bambini l’arrivo del gran finale con la fontana volante, da cui zampillano spaghetti e la speciale nevicata di carnevale.
Nel pomeriggio sarà presentata la nuova edizione del libro giocattolo, Alassio Bimbi Gioca con noi.

Lo spettacolo, "Vespe d'artificio - Il Futurismo da Stravinskij a Petrolini", opera da camera scritta e musicata da Luigi Maio

Giovedì 25 febbraio, a Loano, nel Cinema Teatro Loanese, si alzerà il sipario su “Vespe d’artificio - Il Futurismo da Stravinskij a Petrolini”, opera da camera scritta e musicata da Luigi Maio.
Lo spettacolo, in programma alle ore 21.00, è inserito nel cartellone della rassegna teatrale, promossa dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, nell’ambito del circuito La Riviera dei Teatri – Provincia di Savona e della stagione dei Teatri del Ponente Ligure.
“Vespe d’Artificio” è un divertissement teatral-cameristico sugli aspetti scanzonati e meno noti del Futurismo, il cui aspetto ludico e innovativo fu oscurato fatalmente dalla sinistra ombra del conflitto mondiale.
Lo spettacolo assembla estratti di partiture di Savinio e Pratella e brani originali dello stesso Maio in cui si fa la parodia a testi tipici delle composizioni e delle esecuzioni futuriste.
Attraverso stralci di Marx, Stravinskij e Poulenc, lo spettacolo si chiude con il Fortunello di Petrolini. Il celebre attore, premiato con la medaglia da Mussolini, pronunciò l’immortale ringraziamento: “E io me ne fregio!”.
Il testo di questa originale sintesi tra teatro, arti figurative e musica è la storia, in endecasillabi, delle avanguardie teatrali e musicali del primo Novecento.
Il pianista Enrico Grillotti dialoga attraverso le note con Luigi Maio, il quale recita, canta e interagisce con il pubblico.
Il genovese Luigi Maio (Musicattore per sua definizione), musicista, attore ed autore ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per il suo lavoro. “Premio Arte e Cultura Ettore Petrolini”, vincitore dell'ambito “Premio della Critica Teatrale 2004-2005” quale originale mattatore e reinventore del Teatro Musicale da Camera, Maio ha avvicinato platee eterogenee a questo particolare genere drammaturgico-concertistico, creando una vera e propria tendenza nel panorama teatrale italiano e riscuotendo grandi successi in Italia e all'estero.
Collabora con prestigiose orchestre, ensemble e grandi direttori portando in scena apprezzate edizioni de “L'Histoire du Soldat” (apparsa in cd nello speciale di Natale 2005 della rivista Amadeus assieme al violinista Domenico Nordio e ai Solisti della Scala e ristampata a grande richiesta nel Natale 2006), “Façade” (proponendo al pubblico italiano la prima versione italiana del lavoro di Walton/Sitwell insieme all'Ensemble Hyperion), “Pierino e il Lupo” (nella sua versione italiana interamente in rima), “Vespe d'Artificio – il Futurismo da Stravinskij a Petrolini”, “Un Piccolo Flauto Magico”, “La Camera di Erich Zann”, “Un Peer Gynt da Camera” (in scena alla Società del Quartetto assieme all'Orchestra d'Archi Italiana diretta da Mario Brunello e trasmessa con successo su Radio Tre), “In Viaggio con Rossini”, “La Bellezza del Diavolo” (dove ha recuperato, e ridotto per pianoforte a quattro mani, l'originale colonna sonora di Roman Vlad scritta per l'omonimo film di Clair e in seguito andata perduta), “Le Fiabe da Camera”, la “Parodia da Camera” La Spada Nella Roccia (su musiche sue e di Britten) commissionata per la Rassegna “Notti Malatestiane”, ed altre ancora.
L'interesse anche dei giovanissimi per i suoi spettacoli gli ha valso alcune Tesi di Laurea a lui dedicate, nonché l'onorifico titolo di Ambasciatore Unicef per l'alto valore pedagogico riconosciuto al suo lavoro. Confermato il servizio gratuito “A teatro in bus a Loano” per tutti coloro che sono in possesso di abbonamento o biglietto della stagione La Riviera dei Teatri – Provincia di Savona e che hanno difficoltà a muoversi con propri automezzi.

SOLERIO IN TESTA ALL’INVERNALE SNIPE

Enrico e Franco Solerio non hanno perso il loro stile e all’invernale Snipe, a bordo di Shirin, si sono subito piazzati al primo posto, conquistando tre primi e un secondo nelle quattro prove che si sono svolte nel week end.
Secondo classificato, al momento Spattopaglia di Francesco Rossi e Gianfranco Filippini, che hanno fatto una bella prestazione domenica, con un primo e un secondo, mentre sabato hanno ottenuto due terzi posti.
Terzo posto per Andrea Zaoli e Paolo Bonetto, che sabato hanno ottenuto due bei secondi posti.
Il prossimo appuntamento con il Campionato Invernale Snipe sarà il 6 e 7 marzo, mentre il 27 e 28 marzo, ci saranno le ultime prove e la premiazione.
I regatanti possono iscriversi a tutto il campionato o in alternativa, solo a qualche fine settimana. In questo caso ovviamente non saranno inclusi nella classifica finale.
Il Campionato Invernale Snipe è una preziosa occasione per gli atleti che regatano in questa classe per iniziare a conoscere il campo di regata di Sanremo, in cui si svolgerà in aprile la prima regata nazionale.

Successo di pubblico per la mostra Sanremo Story

Continua ad attrarre moltissimi visitatori la mostra “Sanremo story” ideata da Pepi Morgia, a cui si deve anche la direzione artistica, per celebrare le 60 edizioni del Festival della Canzona Italiana
Questa mattina (martedì 23 febbraio), folti gruppi di turisti giapponesi hanno visitato l’esposizione, apprezzando sia la multimedialità che la storia del Festival di Sanremo, conosciuto in tutto il mondo, e qui riproposta attraverso i preziosi cimeli provenienti dalla Fondazione Erio Tripodi Museo della Canzone (di cui Pepi Morgia è direttore artistico).
In “Sanremo story” sono esposti anche abiti di scena prestati dagli artisti che hanno solcato l’ambito palco dell’Ariston e abiti provenienti dalla Maison Daphné di Sanremo.
Tra i cimeli, degni di nota i memorabilia, i dischi originali dell’epoca, le copertine, i pass, gli autografi e gli spartiti, anch’essi originali. E ancora, i giornali del tempo con le copertine dedicate al Festival tra cui quelle della “Domenica del Corriere”, di “Tv Sorrisi e Canzoni” e di “Radiocorriere Tv”. Inoltre, dodici plasma con touch screen visualizzano i 60 anni del Festival, di dieci anni in dieci anni. I link permettono di conoscere le curiosità di quel periodo: il costume, la moda ma anche i direttori d’orchestra, i presentatori e la Miss Italia di ogni anno. Sessanta monitor mostrano tutte le curiosità e gli avvenimenti di questi sei decenni (ogni monitor illustra un anno del Festival)
Molto apprezzato anche il catalogo della mostra. E’ una pubblicazione di circa 100 pagine, realizzata da Silvano Guidone & Associati, curata da Pepi Morgia e con testi di Claudio Porchia. Si tratta di un vero e proprio album fotografico, con immagini provenienti dall’Archivio Alfredo Moreschi e con prefazione di Vincenzo Mollica. Contiene vari interventi di alcuni tra i più qualificati testimoni del viaggio festivaliero. Presenti anche bozzetti e foto di scena.
“Questo continuo afflusso di visitatori – commenta Pepi Morgia – ci fa riflettere su quanto sia importante rendere questa mostra permanente e farla diventare, così, un significativo volano per il turismo della nostra città”.

"LA SOLIDARIETÀ È UN PENSIERO CHE RESISTE NEL TEMPO E NON FA RUMORE.....

L’Istituto Comprensivo Arma, in collaborazione con il Comitato Provinciale UNICEF di Imperia e il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Imperia, ha promosso e proposto a tutte le istituzioni scolastiche della provincia di Imperia, il progetto “UN LIBRO PER L’ABRUZZO”.
Il progetto consiste nell’invio di libri per l’allestimento di servizi bibliotecari aderendo al Coordinamento “Per l’Abruzzo: biblioteche e ludoteche per bambini e ragazzi” c/o Biblioteca Provinciale “Delfico” di Teramo.
L’Unicef ha concesso il patrocinio in quanto ha riconosciuto in questo progetto motivazioni riconducibili alla Convenzione dei Diritti dell’Infanzia.
L’iniziativa ha preso avvio grazie alla testimonianza diretta della Prof.ssa Ilaria Filograsso dell’Università di Chieti collegata all’Istituto Comprensivo Arma per attività di aggiornamento sulla letteratura per l’Infanzia.
La proposta è stata estesa agli alunni e alle famiglie che dimostrando grandi sensibilità hanno iniziato l’anno scolastico con un gesto di grande solidarietà: la quasi totalità degli alunni dell'Istituto a settembre ha pensato ai compagni in difficoltà.
I bambini dell'Infanzia, della Primaria di Arma e di Castellaro e gli studenti della Scuola Secondaria, HANNO PORTATO NEL PROPRIO ZAINO UN LIBRO PER I COMPAGNI ABRUZZESI.
In seguito i ragazzi della scuola secondaria hanno catalogato, con impegno e precisione, i 600 libri raccolti. Quindi l’ultimo passaggio, la consegna è stata affidata ai Vigili del Fuoco, testimonial del’UNICEF, sempre in prima linea per il soccorso nelle emergenze e particolarmente attenti ai bisogni dell’infanzia.
La cerimonia di consegna dei volumi si è svolta oggi, martedì 23 febbraio 2010, alle ore 15, nei locali dell’Istituto Comprensivo Arma alla presenza del Dirigente Scolastico, dott.ssa Daniela Siffredi, del Sindaco di Taggia, dott. Vincenzo Genduso, del Sindaco di Castellaro Sig.Alessandro Catitti, di Amministratori Comunali, di una rappresentanza del Comitato Provinciale UNICEF, del corpo dei Vigili del Fuoco, delle Autorità Locali, degli Alunni, degli Insegnanti, dei Genitori e di tutti coloro che ancora credono nei valori della solidarietà e della fratellanza. (nella foto il passaggio simbolico, di consegna dei libri da parte dei ragazzi)

Stage GRATUITO per principianti dedicato alla “RESPIRAZIONE YOGA”

Gli incontri si svolgeranno a scelta, Giovedì 25 febbraio alle 13 o Venerdì 26 febbraio alle 19 presso lo “YOGA SANREMO”, Via Padre Semeria 174 Sanremo. La partecipazione è GRATUITA, ma occorre prenotarsi al numero 335-5445222 o sul sito http://yogasanremo.blogspot.com La respirazione può davvero essere considerata la più importante funzione del corpo, poiché da essa dipendono tutte le altre.
La respirazione Yoga è un mezzo per armonizzare non solo il respiro, ma anche i sensi e la mente. Le particolari tecniche di respirazione Yoga ci aiutano a contrastare l'eccesso di stress, ridurre i disturbi del sonno, aumentare la facoltà di controllo e gestione della sfera psico-emotiva.
La respirazione Yoga è di grande beneficio generale. Il sangue viene reso più ricco di ossigeno, non tanto nel momento preciso dell'applicazione della tecnica, quanto durante tutta la giornata, poiché la respirazione normale viene stimolata e resa più proficua per un periodo di
circa 24 ore. Il sangue risulta migliorato in qualità e quantità, nutre più adeguatamente
l'intero organismo, specialmente il cervello, la spina dorsale, nervi relativi e quelli spinali, con notevole vantaggio di tutto il corpo che viene mantenuto sano, forte e giovane.
L'eccezionale influenza della respirazione Yoga sul sistema nervoso ed endocrino – le respirazioni lente e profonde è noto hanno un effetto sedativo – creano l'armonia necessaria alla salute.
È stato osservato che più le respirazioni controllate sono lente e più facilitano l'acume, la visione e la creazione della mente ed eliminano con la pratica la tendenza all'agitazione psichica.
Tutti gli esercizi proposti nello stage di respirazione Yoga, sono strutturati in semplici serie adatte ai principianti, che rendono davvero coinvolgente la pratica e facile la memorizzazione.

Torneo di Bridge e Burraco, ringraziamenti della Lilt a partecipanti e organizzatori

La Lilt, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, sez. prov. di Imperia e Sanremo, ringrazia tutti i partecipanti e gli organizzatori del torneo di Bridge e Burraco che si è svolto domenica scorsa all’Hotel Miramare di Sanremo. I ringraziamenti della Lilt vanno, in particolare, alla professoressa Dania Maglione, presidente del Bridge Club Sanremo, agli arbitri Giovan Battista Lo Pinto (Bridge) e Caterina Capurro (Burraco), a Raffaella Cassi (operatrice computer), a Conad per il sostegno costante negli anni e a tutto il personale dell’Hotel Miramare, che ha dato prova di grande accoglienza e professionalità.
I tavoli, 43 in tutto (21 di Burraco, 17 di Bridge e 5 di Pinnacolo), hanno permesso alla Lilt di raccogliere 2.722,23 euro da destinare alle attività del servizio di assistenza domiciliare per le cure palliative e la terapia del dolore.
Il servizio di cure palliative e terapia del dolore è attivo da anni in Provincia di Imperia e si presenta come valido sostegno, fornendo assistenza e supporto alle persone colpite da tumore e giunte nella fase terminale della malattia.
Il servizio è nato alla fine del 1990 su iniziativa della Lilt, come servizio di assistenza domiciliare gratuito per tutta la provincia. Ad oggi il Centro di Cure Palliative, servizio della Lilt, vede una cinquantina di volontari tra medici, infermieri e volontari “laici” che hanno assistito e assistono in media più di 250 pazienti all’anno, interagendo anche con le altre realtà del territorio (Asl, Servizi Sociali, ecc.). Lo scopo delle cure palliative è quello di migliorare la qualità di vita del paziente che non può essere più curato, ma che può e deve essere assistito insieme ai suoi famigliari. A fianco del Centro Cure Palliative, è sorto da circa un anno un ambulatorio psico-oncologico che fornisce supporto psicologico ai pazienti e ai famigliari, oltre che a tutti coloro che siano entrati in contatto con la patologia oncologica. È attivo anche un servizio di “counceling” che fornisce informazioni e assistenza su tematiche burocratiche collegate alle situazioni di patologia oncologica.
I servizi del Centro Cure Palliative, dell’ambulatorio psico-oncologico e di counceling sono gratuiti per la tutta la popolazione.
Per accedere al servizio o per informazioni si può chiamare la Lilt al numero 0184.57.00.30, oppure al numero cellulare 328.74.69.954.