domenica, gennaio 31, 2010

Carri in Fiore 2010: il carro vincente ha fatto una brutta fine


Il carro vincitore della manifestazione Carri in Fiore 2010, appartenente al Comune di Santo Stefano Al mare, al termine della diretta su Rai Uno è stato preso di mira dalle persone intervenute per assistere all'evento ed hanno strappato i bellissimi fiori che componevano l'interpretazione del brano "Andamento lento". I girasoli giganti, nel giro pochissimi minuti non esistevano più e le lumachine tanto belle adagiate sui petali sparite! Pur di portarsi un fiore a casa alcune persone incivili, non solo hanno deturpato la composizione, ma si sono ferite nel tentativo di strappare i fiori.

Il genovese Vincenzo Tarascio (Sanremo Runners) conquista un importante 10° posto nella prima gara internazionale della stagione delle 24 ore..

Da pochi giorni la squadra di atletica SANREMO RUNNERS Ultramarathon Team si è arricchita di dieci nuovi atleti. L’acquisto più importante è quello del genovese Vincenzo TARASCIO, in Italia leader delle corse di ultramaratona, in particolare di quelle al coperto (indoor) avendo al suo attivo 21 primati italiani assoluti distribuiti dalle 6 alle 48 ore, dai 100 ai 300 km, dalle 100 alle 150 miglia. Un atleta davvero infaticabile.
Appena tesserato, Vincenzo TARASCIO ha fatto il suo debutto con i colori bianco-azzurri della Sanremo Runners partecipando alla terza edizione dell’Endurance 24h Ultrarun nel padiglione espositivo Esport Arena di Helsinki, prima gara di 24 ore dell’anno.
L’Esport Arena dispone di una pista omologata di 390,04 metri al coperto e durante la gara si è gareggiato ad una temperatura interna di 18-20°C (meno 5°C quella esterna). Ogni sei ore di gara l’inversione del senso di corsa.
Il regolamento prevedeva il limite massimo di 120 iscritti, ma alla fine ne sono partiti 125, di cui 101 uomini e 25 donne, in rappresentanza di Finlandia, Norvegia, Svezia, Danimarca, Germania, Gran Bretagna, Scozia, Estonia, Russia, Italia (il nostro Vincenzo Tarascio), Grecia e Giappone.
Tra gli uomini ha vinto il norvegese Gjermund Sørstad che ha inanellato 581 giri in un giorno intero di corsa, percorrendo quasi 227 km. Superlativo il risultato di Vincenzo TARASCIO che nelle ultime 10 ore della competizione è stato capace di mantenere un’andatura più costante possibile recuperando ben 18 posizioni. Nelle prime ore Vincenzo ha occupato circa la 15esima posizione, poi ha convissuto con un po’ di crisi fino alla 13esima ora (scivolando alla 28esima posizione), mentre nel finale, come detto, un grande impegno che ha permesso a Tarascio di avvicinarsi al muro dei 200 km.
Alcuni passaggi (in attesa dei riscontri ufficiali) di Vincenzo: maratona in 4h00’; 100 km in 11 ore; in 12 ore 106,5 km; in 20 ore 159 km.
La classifica finale ufficiale dei migliori uomini:
1. Sørstad Gjermund NOR 1979 (581 giri) 226,919 km
2. Heskestad Per-Audun NOR 1955 (561) 218,845
3. Soikkeli Jari FIN 1970 (547) 213,620
4. Batzoglou Vagelis GRE 1967 (531) 207,305
5. Dørum Lars-Christian NOR 1953 (529) 206,470
6. Jumisko Juha FIN 1981 (521) 203,376
7. Tomppo Jari FIN 1966 (510) 199,083
8. Sjölund Kent SWE 1957 (503) 196,219
9. Welling Petri FIN 1965 (502) 195,914
10. TARASCIO Vincenzo ITA Sanremo Runners 1959 (498) 194,330
11. Tanaka Katsuhiro JPN 1971 (494) 192,705
12. Frykholm Geir NOR 1956 (485) 189,247
13. Salomaa Kari FIN 1977 (481) 187,814
14. Andersson Frode NOR 1959 (476) 185,996
15. Dahl Johan SWE 1982 (468) 1782,680
16. Baxevanis Constantin GRE 1956 (465) 181,562
17. Klasila Janne FIN 1979 (462) 180,198
18. Cockbain Mark GBR 1972 (459) 179,199
19. Liljegren Mats SWE 1976 (456) 178,035
20. Ikäläinen Keijo FIN 1966 (455) 177.468
seguono 74 uomini.
Il vincitore, il norvegese Gjermund Sørstad, vantava un personale di 186 km nelle 24 ore e 7h50’ nei 100 km. Il giapponese Tanaka, giunto alle spalle di Tarascio, fa parte della squadra nazionale nipponica delle 24 ore ai Mondiali (28° nel 2003, 27° nel 2004 e 24° nel 2009).
La classifica della categoria di Tarascio (Master 50-54 anni), che vale anche come relativa graduatoria mondiale stagionale: 1. Heskestad Per-Audun NOR 218,845 km, 2. Sjölund Kent SWE 196,219, 3. TARASCIO Vincenzo ITA Sanremo Runners 194,330, 4. Frykholm Geir NOR 189,247, 5. Andersson Frode NOR 185,996, 6. Baxevanis Constantin GRE 181,562 ecc.
Questo evento finlandese passa alla storia anche perché la vincitrice femminile, la favorita giapponese Sumie Inagaki, 43 anni, percorrendo 241,426 km (pari a 618 giri) ha ottenuto la nuova migliore prestazione mondiale, meglio dei 237,861 km ottenuti nel “lontano” 1990 dalla britannica Eleanor Robinson. In carriera la Inagaki vanta anche due titoli mondiali nella 24 ore su strada (2004 e 2006).

Il GP 42 race di Vittorio Urbinati vince l’overall del 26 Campionato West Liguria

Grande successo per Seawonder, il GP 42 di Vittorio Urbinati, Yacht Club Sanremo, che, nell’ultima regata del West Liguria, si conferma primo assoluto e vince il Trofeo Assoluto, consegnato dal Comandante Attilio Pastorino dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Sanremo.
Ma il successo di Seawonder è assoluto. Vince anche l’overall di classe ORC, nonché entrambe le classifiche IRC e la suddivisione ORC 1.
Nella suddivisione IRC e IRC TCC secondo classificato è Forrest Gump II, di Roberto Tamburelli, Yacht Club Sanremo, che per le prime regate ha dominato la classifica, cedendo il passo nelle ultime prove. Terzo posto per Aurora, di Bruno e Bonomo, del Circolo Ventimigliese.
Passando all’IRC 2 e all’IRC 2 TCC primo classificato Il Pingone di Mare, Elan 31 di Federico Stoppani, Yacht Club Sanremo, seguito al secondo posto da Pepe, First 31.7 del Circolo Nautico Levante di Luigi Migliardi e come terzo Orsa di Emanuel Pesatori, Comet 303, entrambi dello Yacht Club Sestri Levante.
In ORC 1 primo classificato è Seawonder, di Vittorio Urbinati; al secondo posto si piazza Neera, di Nicolò Zanelli, il FY 49 di Veladoc Racing Team e terzo Obelix, X 41, di Roberto Fossati – Circolo Nautico Andora – .
In classe ORC 2 vince Aurora, il Canard 41 di Bruno e Bonomo, dopo una lunga lotta con Forrest Gump II, Bavaria 42 race, di Roberto Tamburelli. Terzo posto per Clean Energy, IMX 40, di Alberto Cogni, Cnam Alassio.
In ORC 3 non ci sono state sorprese, con Brancaleone, X 382, del Circolo Nautico del Finale, di Ciro Casanova che ha vinto senza problemi la suddivisione. Secondo posto per Farr Fui, First 36. 7 di Fabio Bonzano, Yacht Club Costa Smeralda, seguito da Blue Storm, ILC 30 di Massimo Sorli, Yacht Club Sanremo.
Samsara, Proto di Alessandro Oddone, Yacht Club Imperia, sbaraglia nell’ultima prova gli avversari e vince classe ORC 4. Secondo posto per Clandy the Witch, di Barbera e Pedrini, First 31.7 del Circolo Nautico Mandraccio e terzo per il Pingone di Mare, di Federico Stoppani.
In Minialtura Oibà, Melges 24 di Pierangelo Morelli, Circolo Nautico Andora, ha confermato il distacco e ha vinto la suddivisione. Secondo posto per Il Grifone di Mare, One Desing 27, di Gianni Trapani dello Yacht Club Sant’Ampelio e terzo per Bogianen, altro Melges 24, di Mario Rosso, Circolo Ventimigliese.
In classe Libera Leoni da Mare 2, First 36,7 di Francesco Ronzoni, Circolo Velico Como è primo. Secondo posto per Big Blu, di Giuseppe Giuliani, X 43 e terzo per Freedom, One Tonner di Sergio Bonaventura.
Infine in Gran Crociera la vittoria è tutta di Prelude, di Giovanni Imperatore dello Yacht Club Sanremo. Secondo posto per Atacube, First 40.7 di Enrico Capucchio, della Lega Navale Italiana e terzo posto per Mabea, Comet 33 di Alberto Tombolini, del Circolo Nautico di Andora.
L’appuntamento con la prossima edizione del West Liguria è già fissato per il prossimo 13 novembre, data in cui scatterà la ventisettesima edizione.

Carri in Fiore 2010: un grazie alle forze dell'ordine, ai volontari...

E' doveroso ringraziare per la riuscita della manifestazione dei "Carri in Fiore 2010" , non solo gli organizzatori, anche le forze dell'ordine, della pubblica sicurezza, volontari della Protezione Civile, dei Rangers d'Italia, Croce Rossa.... tutti indistintamente per essersi prodigati per l'incolumità delle persone accorse a migliaia per godersi l'evento legato quest'anno al mondo dei fiori e alle canzoni che hanno segnato la storia del Festival della Canzone Italiana.

Carri in Fiore 2010: la parte del leone è del Casinò

La Casa da Gioco matuziana, oggi ha fatto la parte del leone, vale a dire, le sale del tempio dell'azzardo sono state prese di mira dalle centinaia e centinaia di persone giunte in città per la manifestazione dei "Carri in fiore". I visitatori non hanno voluto perdere l'occasione di farsi baciare in fronte dalla dea bendata e tentare una puntatina anche ai tavoli verdi del Casinò. (Nella foto il Casinò)

Carri in Fiore 2010: pochi i negozi aperti

Da registrare per la giornata di oggi, nell'ambito della manifestazione dei Carri in Fiore, che sono stati pochi i negozi che hanno tenuto aperto. Ad esempio nella centralissima via Palazzo, le serrande erano quasi tutte abbassate. (foto)

Massimiliano Ossini ed Eva Crosetta per Linea Verde hanno raccontato i carri in fiore



La diretta di Linea Verde alla manifestazione dei Carri in fiore 2010. La trasmissione è stata condotta da Massimiliano Ossini con la partecipazione di Eva Crosetta. Come ogni anno, Linea Verde ha così seguito in diretta da Sanremo la sfilata dei Carri in Fiore, che ha come obiettivo la valorizzazione della produzione florovivaistica della Liguria e delle tecniche usate per la realizzazione dei carri dei Comuni della provincia di Imperia. Questa edizione è stata dedicata ai "GRANDI PROTAGONISTI DEL FESTIVAL". L'edizione del 2010 è il 60° anniversario del Festival della Canzone Italiana, al quale si sono ispirati i Comuni in gara: ad ogni Comune è stata infatti assegnata una canzone resa celebre dal Festival.
Massimiliano Ossini dal piazzale Carlo Dapporto ha raccontato la storia di queste canzoni insieme ad un esperto e appassionato di musica, Dario Salvatori, mentre Eva Crosetta (foto) ha descritto la tecnica usata nella realizzazione dei carri e i fiori usati insieme a Luigi Carcone, botanico ed esperto di piante e fiori.

Un ricco parterre per la sfilata dei carri in fiore


C'erano anche i Sindaci ed i rappresentanti dei 13 Comuni che hanno sfilato questa mattina con i carri in fiore, più quello del Comune di Sanremo fuori concorso, alle spalle delle Giuria, presieduta dal Sindaco Maurizio Zoccarato: madrina della sfilata Eleonoire Casalegno, (che è di Savona ndr) per assistere alla sfilata dei Carri in Fiore 2010. Ed è la prima volta del nuovo Prefetto di Imperia, Francescopaolo di Menna che ha assistito alla manifestazione, dedicata agli "Interpreti del Festival" (foto), evento fortunato poichè baciato dal sole....

Ai Carri in Fiore con l'Unicef



L'Unicef presente alla manifestazione dei Carri in Fiore 2010 con 12 ragazzi dello Younicef (foto) per Unicef, nuovo movimento di volontari che accoglie i giovanissini tra i 13 e 18 anni. I ragazzi hanno sfilato con la bandiera dell'Unicef e le originalissime Pigotte.

L'Antica Musica del Corpo dei Pompieri di Torino 1882



L'Antica Musica del Corpo dei Pompieri di Torino 1882, (foto) Banda che ha sfilato oggi nell'ambito della manifestazione dei "Carri in Fiore 2010", è degna di menzione . L’Orchestra a Fiati “Antica Musica del Corpo Pompieri di Torino 1882” è oggi un fiore all'occhiello non solo per i Vigili del Fuoco sensibili all'importanza della propria memoria storica, ma anche per l'intera collettività, non essendoci altre iniziative analoghe sul territorio nazionale.
Attualmente è composta da ottantacinque elementi, la maggior parte dei quali provenienti dall'ambito orchestrale del Piemonte, della Valle d’Aosta e della Liguria, tutti dotati della tipica divisa della seconda metà dell'800, che conferisce al gruppo maggiore aderenza ai canoni estetici e storici, che un progetto di recupero e di rivitalizzazione tradizionale richiede.
Nel distinguersi oltre che nel campo concertistico anche in quello delle parate, ecco la scelta di eseguire marce da concerto in sfilata, così da rendere la formazione unica su questo piano. Esempio del suo dinamismo è dato dalla partecipazione a qualificanti momenti pubblici nel corso di numerosi concerti e sfilate.

Nel video le immagini delle bande che hanno sfilato

video

Le Bande che hanno preceduto i carri in Fiore:

L'Antica Musica del Corpo dei Pompieri di Torino 1882; Banda Leone XIII di Giaveno; Associazione Filarmonica Lama, Concerto Bandistico di Paganica; Complesso Bandistico Città di Saluzzo; Maschere del Carnevale di Saluzzo; Banda La Velocissima; Associazione Musicale di Gavignano Sabino e le Majorettes; la Canta e Sciuscia di Sanremo; Comunità Montana Argentina-Armea ed ancora la Triuggio Marching Band; Sbandieratori e tamburine di Ventimiglia; La Belle Epoque Street Parade di Sanremo; Gli invasati del Teatro dei Mille Colori ed la banda della Marina Militare di la Spezia.

Il video con le immagini dei Carri in Fiore 2010

video

Nel video le più belle immagini della Sfilata dei Carri in Fiore 2010. Tema le canzoni del Festival

Ha vinto il Carro del Comune di Santo Stefano al Mare che ha rappresentato il brano "Andamento Lento" di Tullio De Piscopo.

Secondo posto per il Carro di Imperia (Vincitore lo scorso anno) che ha partecipato per rappresentare il brano "Mi va di cantare".

Al terzo posto si è invece classificato il Carro di Riva Ligure con "Sincerità) la canzone di Arisa vincitrice della sezione giovani dello scorso anno al Festival di Sanremo.Madrina della manifestazione Elenoire Casalegno.

Sul Carro di Ospedaletti in via del tutto eccezionale è salito il cantante Simone Cristicci.

sabato, gennaio 30, 2010

IL COMUNE DI CERIANA ADERISCE A M\\'ILLUMINO DI MENO 2010

Venerdì 12 febbraio 2010 si celebra - in veste completamente rinnovata - la sesta edizione di “M’illumino di meno”: la Giornata del Risparmio Energetico lanciata dalla popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su RAI Radio 2. In questi anni, grazie al supporto di istituzioni, scuole, associazioni, aziende e privati cittadini, abbiamo contribuito alla diffusione di una maggior consapevolezza sulle conseguenze del consumo indiscriminato di energia: la riduzione degli sprechi e l’attenzione alle fonti alternative sono diventate parole d’ordine familiari per i nostri ascoltatori. Sulla scia di questa nuova sensibilità, è giunto il momento di fare un passo avanti rispetto allo spegnimento simbolico in nome del risparmio e di proporre un’accensione virtuosaall’insegna dello sviluppo delle energie rinnovabili IL COMUNE VI INVITA A SPEGENERE LE LUCI DALLE ORE 18 alle ore 19 di venerdì 12 Febbraio!

Le bande musicali: domani i carri in fiore



Grande successo, questo pomeriggio, a Sanremo, per le diverse esibizioni delle bande musicali, che poi troveremo domani a sfilare al Corso Fiorito. Le piazze erano gremite di gente che hanno ascoltato piacevolmente le esibizioni dei vari gruppi bandistici.

Consegna delle chiavi della città di Loano da parte del Sindaco, Angelo Vaccarezza, al Beciancin

Nella foto le immagini della consegna delle chiavi della città di Loano da parte del Sindaco, Angelo Vaccarezza, al Beciancin, simbolo del carnevale loanese. La cerimonia che si è svolta oggi pomeriggio, ha dato il via l'edizione 2010 del Carnevaloa.

Anteprima dei Carri in fiore

video

Fervono i preparativi per la manifestazione che fa da apri pista al Festival di Sanremo in programma domani: i Carri in Fiore 2010. Siamo andati all'interno del deposito di Piazza Colombo e vi mostriamo in anteprima l'allestimento di alcuni carri: il tema della manifestazione è: "I grandi interpreti del Festival".I carri ispirati alle canzoni dei Festival:
Taggia: "Piove",
Seborga: " Il cuore è uno zingaro",
Dolceacqua: "L'elefante e la Farfalla",
Riva Ligure: "Sincerità",
Vallecrosia: "Vola Colomba",
Imperia: "Mi va di cantare",
Santo Stefano al Mare: "Andamento lento",
Ospedaletti: "Ti regalerò una rosa",
Bordighera: "Quando nasce un amore",
Comunità Montana Argentina Armea: "Cuore matto",
Cipressa: "7.000 caffè",
Ventimiglia: "Vita spericolata",
Golfo Dianese: "Il clarinetto",
Sanremo: "60... ma non li dimostra".

Domani si chiude la prima edizione del Frontiere-Biamonti

Si chiuderà domani a San Biagio della Cima, città natale di Francesco Biamonti, la prima edizione del Frontiere – Biamonti, il nuovo premio letterario diretto da Giuseppe Conte, dedicato alla figura dell’indimenticato scrittore imperiese che ha fatto della Liguria di Ponente il luogo della sua vita e della sua scrittura. Dopo il riconoscimento internazionale, che verrà consegnato questo pomeriggio a Antonio Tabucchi nella splendida Villa Nobel, domani, domenica 31 gennaio, sarà la volta del premio Frontiere – Biamonti, Pagine di Liguria, destinato ad un autore italiano che abbia illustrato la Liguria o sia legato a tematiche e paesaggi propri di Biamonti. Questa prima edizione del premio sarà data a Marino Magliani per il suo La tana degli alberibelli (Longanesi, 2009), un romanzo corale e a più strati , con forti ambizioni civili, ambientato appunto in Liguria: una terra che l’autore ha abbandonato , ma alla quale ritorna costantemente come alla ricerca della propria più reale identità. La cerimonia si terrà alle 16.30 al Centro Polifunzionale Le Rose. Interviene Giorgio Bertone.
Nato nel 1960 a Dolcedo, nella provincia di Imperia, Magliani vive oggi in Olanda. Ha scritto numerosi romanzi, tra cui Molo Express (Centro Editoriale Imperiese,1999), Prove tecniche di solitudine (Centro Editoriale Imperiese, 2000), Quattro giorni per non morire (Sironi Editore, 2006), Il collezionista di tempo (Sironi Editore, 2007), Quella notte a Dolcedo (Longanesi, 2008) e appunto La tana degli Alberibelli (Longanesi, 2009).
E’ molto amato dalla critica, che ne ha evidenziato il linguaggio duro e schivo della grande tradizione ligure, da Boine a Biamonti, che l'autore ama e fa rivivere da lontano, nel suo esilio olandese.
“La Liguria di Magliani – scrive la giuria nelle sue motivazioni – è una frontiera di boschi e di mare, di vallate e di uomini soli e perduti nei ricordi. Nei momenti migliori, il linguaggio dello scrittore è denso, pastoso, pietroso, tutto ombre di erba e di alberi. Questo premio corona la fedeltà dell’omaggio di Magliani a Francesco Biamonti, omaggio che anche in questo suo ultimo romanzo è esplicito, ripetuto, e costante”.
(Nella foto sopra l’apertura del premio, ieri al Teatro dell’Opera del Casinò Municipale di Sanremo, dove Antonio Tabucchi ha incontrato il pubblico, numeroso e entusiasta, introdotto da Antonio Gnoli, Mario Baudino, Luigi Surdich e Giorgio Bertone).
Il premio, a cadenza biennale, è promosso dalla Fondazione per la Cultura e lo Spettacolo della Regione Liguria, con il contributo di Regione Liguria, Provincia di Imperia, Comune di Sanremo e Comune di San Biagio della Cima. La presenza di Villa Nobel come sede della premiazione e la presidenza ad honorem della giuria affidata al poeta, saggista e Accademico di Svezia, Jesper Svenbro, indicano la direzione che il Premio intende percorrere verso l’individuazione delle eccellenze internazionali in ambito letterario.

UNA SCUOLA TUTTA D’ORO

Grazie a internet la scuola si tinge d’oro. Grazie alla banca dati Gold, gli istituti scolastici italiani di ogni ordine e grado possono “incontrarsi” e confrontarsi in rete: gli insegnanti, infatti, hanno la possibilità di inserire le proprie esperienze didattiche e cercare informazioni su quelle dei colleghi di tutta Italia. Le migliori esperienze vengono selezionate ogni anno per essere inserite nell’Archivio nazionale delle buone pratiche. Nel sito regionale dedicato alla scuola è possibile consultare, tra l’altro, l’elenco degli istituti liguri inseriti nella graduatoria nazionale e di quelli che hanno vinto il premio Gold nel recente passato. Info: www.iostudioliguria.it

Presentata ufficialmente questa mattina la candidatura di Loano a "Città Europea dello Sport" 2010

Loano, che lo scorso anno ha ottenuto dal CONI il riconoscimento Loano città dello sport, si è candidata a diventare “Città Europea dello Sport 2010”.
Nei giorni 29 e 30 gennaio, rappresentanti della commissione ACES - associazione che assegna annualmente i titoli di “Capitale Europea dello sport” e “Città Europea dello sport” – visiteranno la città per verificare se possiede i requisiti per ottenere questo prestigioso riconoscimento.
Il titolo di “Città Europea dello sport” viene concesso a comuni sotto i 25.000 abitanti che dimostrino capacità di identificare e promuovere a livello municipale i valori della tradizione olimpica di esercizio fisico come divertimento, attività piacevole, spirito e sentimento di collettività, correttezza e rispetto, miglioramento della salute.
Tra i gli elementi presi in considerazione dalla commissione ACES ci sono anche le azioni realizzate negli ultimi cinque anni dal comune candidato per promuovere ed implementare in modo continuativo, ampio e duraturo l’attività sportiva, per migliorare la salute di tutti i gruppi sociali e di tutte le età, per potenziare le infrastrutture sportive, per dar vita a progetti innovativi e a eventi sportivi nazionali ed internazionali.
I nomi delle città che potranno fregiarsi del titolo di “Città Europea dello sport 2010” saranno ufficializzati il 4 febbraio p.v., a Dublino.
“A prescindere dal risultato” dicono il Sindaco di Loano, Angelo Vaccarezza e l'Assessore allo Sport, Remo Zaccaria “siamo certi che la città di Loano sarà in grado di posizionarsi al meglio in questa “amichevole competizione”, che rappresenta un'altra importante occasione per far conoscere, anche a livello internazionale, la nostra piccola grande realtà sportiva.
Sono tanti gli elementi che possono far pendere la bilancia dalla nostra parte: i numerosi impianti sportivi all'avanguardia che possiede la città, il nuovissimo impianto polivalente in costruzione, le oltre 40 associazioni sportive che operano sul territorio, il ricco programma di eventi sportivi - capace di richiamare importanti flussi turistici in tutte le stagioni dell'anno - l'offerta sportiva per tutte le età, il progetto di “educazione allo sport nelle scuole”, gli importanti lavori di ristrutturazione degli impianti sportivi anche al fine di abbattere le barriere architettoniche.
Loano è per tradizione una città dove lo sport viene coltivato con grande passione e negli ultimi trent’anni molto si è fatto per incoraggiare e per far crescere la pratica sportiva a tutti i livelli, partendo naturalmente da quelli giovanili. Grazie agli investimenti fatti negli anni, la città dispone oggi di ottime strutture sportive che consentono di praticare una ampia scelta di sport e di offrire importanti momenti di socialità, occasione d’incontro, confronto e crescita a tutte le età.”

LA GENOVESE ANNA GOLINELLI SI È AGGIUDICATA L’ELIMINATORIA DEL GENOVA PESTO WORLD CHAMPIONSHIP 2010

La genovese Anna Golinelli si è aggiudicata venerdì sera presso il Grand Hotel Savoia di Genova la eliminatoria del Genova Pesto World Championship 2010 organizzata dal Lions Club Genova Porto Antico, il Lions Club Valle Scrivia e l’Associazione Palatifini, con una raccolta benefica di fondi in favore della Fondazione Banca degli Occhi Melvin Jones del Distretto Lions 108 Ia 2 - Onlus di Genova (Vico San Matteo 2/4, tel. 010 2461266; Internet: www.banca-occhi-lions.it). Residente a Sestri Ponente e impiegata presso uno studio che si occupa di gestioni di patrimonio immobiliare, Anna Golinelli ha prevalso davanti alla giovane coppia formata da Giacomo Eufrate e Rebecca Repetto e al terzo classificato Gianfranco Peruzzi. La Golinelli si è quindi aggiudicata il diritto di partecipare alla finalissima del Genova Pesto World Championship 2010, che si svolgerà Sabato 20 Marzo 2010 a Palazzo Ducale. Erano presenti, per i Lions, i presidenti di Genova Porto Antico, Mario Milanta, e di Vallescrivia, Renzo Oldrati. A premiare i vincitori è stato l’Avv. Santo Durelli, delegato alla comunicazione della Fondazione Banca degli Occhi Melvin Jones. In tutto hanno partecipato dieci concorrenti: Marcella Pescarmona, Giovanna Sommariva, Rocco Tinirello, Anna Golinelli, Roberto Lanzani, Raffaella Eufrate, Giacomo Eufrate e Rebecca Repetto, Cinzia Scarrone, Tino Doda e Gianfranco Peruzzi. La giuria era composta da quattro Lions: Mario Milanta, Erlaldo Tominelli, Stefania Guzzo e Roberto Panizza.

La stagione teatrale loanese ospitera' Ugo Dighero e la Banda Osiris, protagonisti di "Italiani, italieni, italioti"

Martedì 2 febbraio, a Loano, la stagione teatrale ospiterà Ugo Dighero e la Banda Osiris protagonisti di “Italiani italieni italioti”.
Lo spettacolo, in programma alle ore 21, nel Cinema Teatro Loanese, è inserito nel cartellone della rassegna teatrale, promossa dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, nell’ambito del circuito La Riviera dei Teatri – Provincia di Savona e della stagione dei Teatri del Ponente Ligure.
“Italiani italieni italioti” è raccoglie monologhi, canzoni, rime, ballate che raccontano, irridono, svelano, sottolineano la faccia ipocrita e arrogante dell’Italia. Una esilarante e corrosiva radiografia del nostro paese, costruita sugli scritti, le poesie, le “satire” e i breviari comici di Michele Serra. Un esorcismo per musica e parole per cantare le assurdità, i paradossi, le vanità rovinose degli “italiani, italieni, italioti”. Uno spettacolo dove il rumore del caos dei tempi odierni diventa una sinfonia di risate amare.
Affidandosi al loro proverbiale e stralunato humor, alla forza della fantasia e ad un indomabile spirito beffardo e iconoclasta, i quattro professori della Banda Osiris (Sandro Berti, Gianluigi Carlone, Roberto Carlone e Giancarlo), affiancati in questa avventura dal talento bizzarro e virtuosistico di Ugo Dighero (da Mai dire gol ai Ris), costruiscono così uno spettacolo a cavallo tra un moderno canzoniere politico e un’”Opera da 3 soldi” (euro?) di italica fattura; una partitura eccentrica dove le invenzioni musicali e quelle linguistiche si intrecciano, canzonatorie, per costruire un varietà contemporaneo dove il comico cerca di essere ancora eversivo e il grottesco cerca di svelare l’inessenziale, il contraffatto e il superfluo.
La regia e la drammaturgia è di Giorgio Gallione.
Confermato il servizio gratuito “A teatro in bus a Loano” per tutti coloro che sono in possesso di abbonamento o biglietto della stagione La Riviera dei Teatri – Provincia di Savona e che hanno difficoltà a muoversi con propri automezzi.

venerdì, gennaio 29, 2010

Empatia dalla Rubrica "Piume in volo"

Se noti che un amico sta male, /
se vedi che è parecchio triste /
abbraccialo forte per fargli /
comprendere che soffri con lui. /
Lascia stare le parole che spesso /
non mitigano per niente il dolore /
e sono come il sale sulla piaga /
aperta che sanguina ancora. /
Rammenta che uno sguardo può dare /
più aiuto di tanti discorsi. /
Rimani accanto a chi piange, /
resta vicino a chi soffre! /
Daniele Barbarotto
http://opinionivere.blogspot.com/

La Marina cerca medici e ingegneri

La Marina Militare offre l’opportunità di lavoro qualificato.
Se sei un ingegnere civile o edile, oppure un medico specialista, potresti avere la professionalità che cerchiamo. Avanzando domanda puoi essere nominato Ufficiale attraverso la procedura della Riserva selezionata e successivamente essere richiamato a tempo determinato nelle Forze di completamento.
Qualora in possesso dei previsti requisiti la nomina ad Ufficiale delle Forze di completamento permette anche di accedere al concorso per i Ruoli Speciali in servizio permanente effettivo.

TEATRO PARROCCHIALE MARIUCCIO GAMBARO SERATA DI SOLIDARIETA’ GASTRO MUSICALE CON FABRIZIO E SABRINA DELLA BUBUBAND E PAPA MONJIO ALLA CONSOLLE

Sabato 6 Febbraio 2010 (20.00 – 23.55) ad un anno di distanza, l'Associazione no-profit "PROGETTO E" della Parrocchia di S. Bartolomeo di Staglieno diretta da Don Gianni Borzone (foto) ripete la positiva esperienza gastro-musicale che ha permesso di inviare concreti aiuti per la costruzione del liceo di BUKAVU in CONGO. Quest'anno il ricavato sarà devoluto, oltre all'iniziativa umanitaria "Un liceo per Bukavu" , anche all'emergenza terremoto di Haiti . Con il modico contributo di 18 euro (15 euro per ragazzi e studenti) potranno gustare, presso il Teatro Mariuccio Gambaro in Via Lodi 12 (si accede da Via Piacenza all’altezza di piazza San Sebastiano, in direzione Preli.) , Antipasto di salumi , Lasagne alla bolognese , Vitello tonnato con insalata o patatine , Bugie a volontà, Vino e bevande sono incluse.
Inoltre si potrà apprezzare la peggiore musica degli ultimi 500 anni (stonata dal vivo), in compagnia dell' ORCHESTRA DEL BUONUMORE, con Fabrizio e Sabrina, due tra le più stimate voci di TRIBUTO A BUBUBAND e il mitico PAPA MONJIO alla consolle.

Sono più di trenta le maschere gemellate con carnevale loanese, che giungeranno, a Loano, sabato 30 gennaio

Sono più di trenta le maschere gemellate con carnevale loanese, che giungeranno, a Loano, sabato 30 gennaio, per partecipare alla cerimonia d’inaugurazione dell’edizione 2010 del Carnevalöa, che prenderà il via alle ore 16.00, in Piazza Italia.
Fino al 21 febbraio p.v. la città sarà al centro di un ricco programma di iniziative: cortei di maschere, sfilate di carri allegorici e feste in piazza per i bambini. Grazie all’impegno dei tanti volontari, il programma del carnevale loanese, organizzato dall’Associazione Vecchia Loano con il contributo dell’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, manterrà i suoi appuntamenti.
Ad aprire la diciannovesima edizione del Carnevalöa, sarà la consegna della chiave della città da parte del Sindaco di Loano alla maschera ufficiale del carnevale loanese, Beciancìn.
Tra le tante delegazioni, presenti alla cerimonia di quest’anno, ci saranno alcune tra le più famose maschere nazionali, quali Brighella, Arlecchino e Colombina (Bergamo), Gianduja e la Giacometta (Torino), Il Bicciolano e la Bela Main (Vercelli), Ciuccilin e la Sua Corte (Savona) e Il Moro e la Bela Monregaleisa (Mondovi). Parteciperanno, inoltre, numerose maschere regionali: U Liviu, la Tina e l’articiocco (Arnasco), il Lavande’ e la Lavandera (Borgo Bertolla-Torino), il Re e la Regina del Fuoco (Brusasco), Nuvarin der Caste’ e la Castellana (Cairo Montenotte), Monsu’ Asparu e Madama Tumatica (Cambiano), Re Peperone (Carmagnola), I Saraceni (Chieri), I Marchesi Paleologi (Chivasso), Marghe’ e la Tessoira (Collegno), Mulin e la Mulinera (Giunchio – Ailoche - Biella), il Ciulin (Graglia), il Biro e la Bira (Marcorengo), i Conti di Vernone (Marentino), il Filande’ e la Filandera (Mathi), la Lunetta (Moncalieri), il Pulente’ e la Pulentera (Orbassano), il Pettirosso e la Capinera (Occhieppo), il Pirin e la Main (Oleggio), la Bela Ceresera e Monsu Grafion (Pecetto Torinese), i Magnin (Piasco), Trifulera e Trifulau (Piazzo), Gianduja e la Giacometta (Racconigi), Ciaferlin e la Bela Castellana (Saluzzo), i Cavalieri della Comenda (San Giusto Canavese), la Bela Sparsera, il Ciatarin e Rettore (Santena), lo Stato Maggiore (Santhia’), Muminin a Pescea e Meneghin U Treggia (Varazze), la Bela Ranera e Martin Pescatore (Villastellone).

GRANDE PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI ALL'INCONTRO ORGANIZZATO DALL'ANACI PER METTERE IN GUARDIA SUI RISCHI DELLA NUOVA PROPOSTA DI LEGGE

Si è svolta Giovedì 28 Gennaio 2010 presso il Centro Convegni di Iride Mercato l'incontro tra il comitato genovese dell’Anaci - Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari e i cittadini genovesi in merito alla nuova proposta di riforma presentata dal governo in tema di condomini. L'evento, promosso con il patrocinio di Comune e Provincia di Genova e in collaborazione con Iride Mercato, ha voluto mettere in guardia i cittadini sullo scenario che si profila nel caso in cui la proposta divenga legge. “Questa proposta di legge cambia radicalmente il ruolo dell'amministratore ed anche la posizione del condomino. In caso di mancanza di quote d'amministrazione l'amministratore avrà l'obbligo di fare ingiunzioni e il tempo massimo per pagare sarà di quattro mesi. Ci sarà l'obbligo di creare un conto corrente per i spostamenti di denaro e non si potranno più fare deleghe all'amministratore per non partecipare alle riunioni di condominio. Inoltre quella dell'amministratore diventerà una vera e propria professione che richiederà anche l'iscrizione alla camera di commercio” spiega Pietro Membri, presidente nazionale di Anaci. E nonostante la riforma tenda a render ancor più ufficiale la carica dell'amministratore, restano alcuni punti oscuri per cui l'Anaci ha preferito mettere in guardia i cittadini. “Innanzitutto chiediamo di poter fare un bilancio annuale e non quadrimestrale prima di inviare delle ingiunzioni di pagamento. Altrimenti ogni quattro mese ci sarebbero procedure di invio che bloccherebbero la normale vita amministrativa del condominio. Inoltre, pur apprezzando l'obbligatorietà dell'iscrizione alla carica di commercio, siamo convinti che vadano istituiti veri e propri corsi di preparazione al ruolo di amministratore. Soprattutto per creare referenze credibili in un ruolo che potenzialmente, può essere ricoperto da un'analfabeta come da un dottore. Crediamo sia più trasparente garantire al cittadino la professionalità” aggiunge Mario Ercolani, riferimento di Anaci a La Spezia. Il testo della riforma, presentato dall'attuale governo, è ancora al vaglio, tuttavia non sono in pochi gli amministratori che temono per il futuro. “In un momento di crisi come questo le persone che hanno difficoltà pagano per ultima l'amministrazione delle proprie case. Non sto dicendo che è giusto, anzi, però non credo sia fattibile essere obbligati a fare ingiunzioni di pagamento ogni quattro mesi. Magari a persone che hanno sempre pagato e si trovano in difficoltà” il parere di Francesco Bossi, amministratore. Scetticismo anche sulla possibilità di eliminare le deleghe all'amministratore. “Non tutti hanno la possibilità di partecipare alle riunioni anche se sarebbe nell'interesse dello stesso condomino. Molto spesso la delega serve anche per ottenere qualcosa da incontri che vengono disertati da molte persone” aggiunge un altro amministratore di condiminio, Giuseppe Miceli. «Ritengo molto importante quest'edizione dell'Anaci Day – afferma il presidente di Anaci Genova, il Rag. Pierluigi D'Angelo – soprattutto per lanciare un segnale forte. Il Codice Civile, in materia di condominio, è fermo dal 1942. Ma nel frattempo molte cose sono cambiate: fare gli amministratori non significa più raccogliere le quote e pagare le spese comuni, ma è un mestiere molto più articolato, con responsabilità civili e penali. Dopo il 1942, sono uscite leggi straordinarie riguardanti il condominio, che hanno reso il panorama più complicato. Ulteriori sentenze della Corte di Cassazione hanno creato ancora più caos. Senza contare l'attuale proposta di legge in discussione presso l'apposita Commissione del Senato, che va a toccare solo questioni marginali, senza entrare nel nocciolo dei nostri problemi. E invece, secondo noi, occorre al più presto una riforma del condominio». L’Anaci Day 2010 è stato realizzato con il contributo di Iride Mercato, Associazione Bruciatoristi (Manutentori Impianti Riscaldamento Genova), Banca Carige, Istituto Certificazione Europea, Oms - Olcese Pubblicità Srl e Unione Piccoli Proprietari Immobiliari, ma anche tanti altri senza il cui contributo non si riuscirebbe a portare avanti l'iniziativa.

“IMPERIA 2” PRESENTE TRA I MIGLIORI 500 UFFICI POSTALI D’ITALIA AL MEETING NAZIONALE ...

– “Consolidare la posizione di centralità dell’ufficio postale sul territorio, coinvolgere ogni risorsa affinché l’ufficio contribuisca sempre di più a creare valore aggiunto in termini di qualità dei servizi e dei prodotti offerti ai cittadini, garantire la soddisfazione del cliente anche in situazioni di forte pressione operativa”.
Sono questi i principali obiettivi che Pasquale Marchese, responsabile “Mercato Privati” ha illustrato al 2° Meeting Nazionale di Poste Italiane che si sta svolgendo a Fiuggi davanti ad una platea di oltre 500 direttori provenienti da tutta Italia, selezionati tra gli uffici che si sono distinti in termini di qualità ed efficienza durante lo scorso anno.
Per la provincia di Imperia è presente il direttore dell’ufficio di Imperia 2, via de Sonnaz, che ha saputo collocare l’ufficio come punto di riferimento per i cittadini e le aziende offrendo prodotti e servizi che hanno contribuito allo sviluppo del territorio.
Il programma ha previsto inoltre una tavola rotonda tra i manager aziendali per presentare i risultati ottenuti nel 2009 dalla rete dei 14.000 uffici su tutto il territorio nazionale e per illustrare le nuove strategie aziendali.
Ospiti d’eccezione l’alpinista Daniele Nardi e lo scrittore ed esperto di consulenza manageriale Luca Varvelli che, raccontando le proprie esperienze professionali, hanno evidenziato soprattutto come la coesione del gruppo, la condivisione degli obiettivi, l’organizzazione, la comunicazione chiara ed efficace siano presupposti universali per il raggiungimento di qualsiasi traguardo.
Daniele Nardi, che nel 2007 ha scalato con tempi da record il K2, la cosiddetta “montagna assassina”, ha raccontato i vari momenti che hanno caratterizzato l’impresa: la pianificazione, l’impegno, la consapevolezza delle proprie capacità, la volontà di misurarsi con le difficoltà, l’intesa con i compagni di cordata, il raggiungimento dell’obiettivo.
Luca Varvelli dal canto suo, ha illustrato agli speciali “allievi” tutti i trucchi per una comunicazione efficace e convincente sia nei confronti dei colleghi di lavoro, sia della clientela, suscitando a più riprese risate e divertimento tra il pubblico dei Direttori raccontando aneddoti su esperienze di lavoro, estremamente significative anche per un “team” aziendale.

57a giornata Mondiale dei malati di lebbra

Il Gruppo di Imperia dell'Associazione italiana amici di Raoul Follereau sara' impegnato sabato e domenica 30 e 31 gennaio, come in centianaia di altre citta' italiane, nella celebrazione della 57^ giornata Mondiale dei malati di Lebbra.
Tanti i banchetti dinanzi alle nostre Parrocchie cittadine.A Imperia i volontari AIFO sono coadiuvati dagli Scout di Imperia2 e del Masci e da volontari di altre associazioni.
In cambio di un'offerta a favore dei progetti per la prevenzione, la cura e la riabilitazione dei malati di lebbra che l'A.I.FO. nazionale sostiene in india (il paese con il maggior numero di malati di lebbra al mondo) verra' dato un vasetto di miele del Commercio Equo e Solidale o altri manufatti provenienti dai progetti.

Vitaliano Gallo: concerto nel 100° anniversario della nascita di Giorgio Perlasca (31 Gennaio 1910) settimana della memoria

Nell'ambito della settimana della memoria, domenica 31 gennaio 2010, alle ore 15.30 Associazione Musicale G. B. Pergolesi Centro Culturale (Chiesa Anglicana) Via Regina Vittoria Bordighera (IM), in collaborazione con i solisti dell’orchestra da camera “Principato di Seborga” (www.orchestraprincipatodiseborga.com)
con Maria Cristina Noris al clarinetto, Vitaliano Gallo al fagotto/ chitarra, Massimo DalPrà al pianoforte ed Enzo Cioffi alle percussioni presentano “Le più belle colonne sonore cinematografiche”
nel 100° anniversario della nascita di Giorgio Perlasca (Como 31 Gennaio 1910)
Tra le composizioni di Giuseppe Verdi più importanti troviamo Aida 1871 su libretto di A. Ghislanzoni L'azione ha luogo a Menfi e Tebe, all'epoca della potenza dei faraoni: 3000 / 525 a. C. Nella cronologia storica Il popolo ebreo rimase in Egitto dal 1650 al 1300 AC circa.
il nome di Ebrei, significa “abitanti dell’altra parte del fiume” : ad occidente del Giordano.
Un’importante evento storico può diventare un’opera lirica, un musicall, un’operetta,o un film.
In tutte le forme di spettacolo per esempio nelle regie operistico/cinematografiche di Franco Zeffirelli, dall’opera lirica al film vi è un filo conduttore: il tema musicale.
il concerto sarà dedicato al 100 anniversario della nascita di
Giorgio Perlasca (Como, 31 gennaio 1910 – Padova, 15 agosto 1992) un funzionario e commerciante italiano. Divenne famoso quando fu reso noto che aveva salvato la vita di oltre cinquemila ebrei ungheresi durante la seconda guerra mondiale, strappandoli alla deportazione nazista fingendosi un diplomatico spagnolo.

Cristina Barabino apre il point ad Arma di Taggia

Dopo Sanremo, è la volta di Arma di Taggia. Lunedì 1° febbraio, a partire dalle ore 12, Cristina Barabino, candidata alle elezioni regionali per Biasotti presidente, aprirà il point ad Arma (via Stazione 121).
“Questo nuovo point vuole essere un punto di riferimento per l'intera Valle Argentina – commenta Cristina Barabino -. Sarò a disposizione di tutti i cittadini che vorranno confrontarsi con me ”.



Impegni politici

Domani (sabato 30 gennaio), mattinata tutta imperiese per Cristina Barabino.
La candidata alle elezioni regionali per Biasotti presidente, alle ore 11, parteciperà al sopralluogo che il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola effettuerà al depuratore di Imperia
A seguire, alle ore 13, si recherà alla piscina Cascione per assistere alla partita di campionato di serie A1 femminile di pallanuoto (Mediterrenea Imperia contro Pallanuoto Roma).
Infine, nel pomeriggio, Cristina Barabino tornerà a Sanremo, a Villa Nobel, per partecipare al premio Frontiere Biamonti.

Seborga - Fiaccolata per il risparmio energetico

Abbiamo imparato a risparmiare, ora impariamo a produrre e a pretendere energia. SEBORGA nel MONDO Onlus attraverso l'iniziativa di Caterpillar, invitano tutti, grandi e piccini, alla
FIACCOLATA di VENERDI' 5 FEBBRAIO
dalle ore 20:30
per le vide del paese con i Clown nel Mondo e altre animazioni.
Seguirà proiezione sul volontariato con la voce di Giorgio I e breve dibattito sulle possibilità di risparmio energetico.

POSTE ITALIANE CELEBRA LA SESSANTESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL DI SANREMO CON UNO SPECIALE ANNULLO FILATELICO

Anche quest’anno, nel rispetto di quella che è diventata una ormai piacevole tradizione, il Festival di Sanremo sarà celebrato da Poste Italiane attraverso un Annullo Filatelico qui di seguito riprodotto.
Promosso dal Comune di Sanremo, lo speciale annullo potrà essere richiesto presso il Palafiori di Corso Garibaldi a Sanremo dove, da martedì 16 a domenica 21 sarà in funzione, con orario 15.00 – 21.00, uno sportello temporaneo di Poste Italiane
Con l’annullo speciale, sarà timbrata tutta la corrispondenza in partenza presentata direttamente allo sportello.
Presso lo stand di Poste Italiane saranno disponibili le più recenti emissioni di francobolli, tra i quali quelli celebrativi di due canzoni che hanno fatto la storia del Festival di Sanremo: Nel blu dipinto di blu (francobollo emesso il 25 febbraio 2008) e Tintarella di luna (francobollo emesso il 17 febbraio 2009) che la clientela potrà acquistare insieme ai tradizionali prodotti filatelici di Poste Italiane: folder, pubblicazioni filateliche, cartoline, buste primo giorno, libri e raccoglitori per collezionisti.Annulli speciali e Targhette pubblicitarie sono bolli figurati e non, che riproducono con scritte e immagini il tema di manifestazioni legate ad eventi di notevole interesse culturale, economico e sociale. Alla stessa categoria appartengono anche i bolli realizzati in occasione delle emissioni di francobolli. La raccolta di questi bolli postali rappresenta una particolare forma di collezionismo chiamata Marcofilia.

giovedì, gennaio 28, 2010

PIERO OTTONE AI MARTEDI’ LETTERARI

Il 2 febbraio Piero Ottone presenta il libro:” Italia mia. Il paese che abbiamo sognato e che non c’è.” Introduce l’autore Ito Ruscigni. (foto) Per impegni improrogabili non potrà essere presente Folco Quilici, che ha però assicurato che tornerà presto a Sanremo.

ANDIAMO IN FAMIGLIA A CAVALLO: a Ventimiglia festa per l'inaugurazione della filiale di Banca Etica in Liguria

Il 30 e il 31 gennaio saranno due giorni densi di appuntamenti per festeggiare l’apertura della filiale di Banca Etica in Liguria e per permettere a tutti i liguri di conoscere meglio la finanza etica e le opportunità che essa offre a risparmiatori, organizzazioni non-profit e imprese sociali.
A Ventimiglia si è deciso di organizzare un pomeriggio molto particolare per festeggiare questo importante evento per la finanza etica in Liguria.
Il Consorzio Il Seme con la cooperativa Sociale di tipo B Coopera (aderenti a Confcoopertive Imperia) che gestiscono il Centro Equestre Val Roya hanno deciso di mettere a disposizione il centro gratuitamente a tutte le famiglie.
Si avrà la possibilità di provare a salire su un cavallo accompagnati da personale esperto del centro stesso senza bisogno di pagare nessuna quota.
L'appuntamento è alle ore 15,oo a Varase domenica 31 gennaio.
Il pomeriggio inizierà con il brindisi di Massimiliano Monaco neo Direttore della filiale ligure di Banca Etica insieme a tutti i soci e simpatizzanti di Banca Etica.
Subito dopo chiunque vorrà provare a cavalcare uno dei cavalli del centro potrà farlo, seguito dagli istruttori del centro stesso.
Si è deciso di festeggiare nel Centro Equestre Val Roya, perchè rappresenta una delle esperienze pilota più interessante nel campo di imprese economiche no profit, che vuol dire che lo scopo della struttura stessa non è di avere un massimo profitto, ma di fare in modo che la struttura renda economicamente il massimo per favorire l'assunzione di persone di fascia debole.
L'obbiettivo è di rendere queste pesone protagoniste nella gestione dell'impresa stessa. Infatti il modello societario è di cooperativa sociale dove i lavoratori sono da una parte dipendenti della cooperativa stessa e dall'altra sono soci e quindi proprietari della struttura.
L'altro motivo per cui è stato scelto simbolicamente il Centro Equestre Val Roya per festeggiare il lieto evento è che da subito sia Confcooperative Imperia (l'Associazione di Categoria delle Cooperative Imperiesi), che il Consorzio Il Seme hanno contribuito alla nascita e allo sviluppo di Banca Etica e oggi non solo sono socie di Banca Etica, ma anche clienti e nel caso del Consorzio Il Seme anche sostenuti finanziariamente da Banca Etica.
www.consorzioilseme.it
www.bancaetica.it

Il Festival dei Fiori torna in una location… floReale

Torna a marzo per il quarto anno consecutivo il Festival dei Fiori, lo show di arte floreale con i fiori di Sanremo e della Riviera Ligure. La novità principale dell’edizione 2010 riguarda il trasferimento del Festival, che lascia Sanremo per la Reggia piemontese di Venaria Reale (To). Foto la Reggia
Il Festival si svolgerà dal 12 al 15 marzo nella splendida e imponente Citroniera della Reggia, secondo il programma consolidato delle passate edizioni, fatto di concorsi, show floreali dei maestri del flower design, installazioni delle scuole internazionali d’arte floreale, percorsi e vetrine sulla produzione floricola della Riviera Ligure. Ma sono in programma anche alcune novità riservate a un pubblico selezionato, chiaramente ispirate all’atmosfera “principesca” della Reggia piemontese.

Sanremo – San Biagio della Cima Premio “Frontiere-Biamonti”

Prosegue con successo al Centro Polifunzionale “Le Rose” di San Biagio della Cima, nell’ambito del Premio “Frontiere–Biamonti”, promosso dall’Associazione “Amici di Francesco Biamonti”, in collaborazione con la Fondazione Regionale per la Cultura e lo Spettacolo, la Provincia d’Imperia, il Comune di Sanremo e il Comune di San Biagio della Cima, la mostra di Enzo Maiolino “Disegni per De Giovanni”, aperta al pubblico dal 23 gennaio scorso fino a domenica 31. Domani 29 gennaio, alle 16,30, al Teatro dell’Opera del Casino di Sanremo, si terrà l’incontro con il vincitore del Premio, Antonio Tabucchi, seguito dal saluto di Fabio Morchio, assessore alla Cultura della Regione Liguria. Interverranno Antonio Gnoli (La Repubblica), Mauro Baudino (La Stampa), Giorgio Bertone e Luigi Surdich, entrambi Professori Ordinari di Letteratura Italiana all’Università di Genova, con introduzione di Claudia Claudiano e letture di Ugo Dighero.
Sabato 30, alle 16,30, a Villa Nobel di Sanremo, Antonio Tabucchi riceverà il Premio Internazionale “Frontiere-Biamonti”. A seguire, il saluto delle autorità con Fabio Morchio, assessore alla Cultura della Regione Liguria, Giuseppe Di Meco, assessore al Turismo e Cultura del Comune di Sanremo, Stefania Sandra, delegata della Provincia di Imperia, Gabriella Airaldi, Presidente della Fondazione Regionale per la Cultura e Spettacolo. Inteverranno Giuseppe Conte, Direttore Artistico del Premio “Frontiere-Biamonti”, poeta e scrittore. Jesper Svenbro, Accademico di Svezia, poeta e studioso, relazionerà sul tema “Pensare la frontiera”, Giorgio Ficara, Professore Ordinario di Letteratura Italiana all’Università di Torino, saggista, sul tema “Letteratura come frontiera”, Luigi Surdich, Professore Ordinario di Letteratura Italiana all’Università di Genova, Giuseppe Sertoli, Professore Ordinario di Letteratura e Cultura inglese all’Università di Genova, Stefano Verdino, Professore Associato di Letteratura Italiana all’Università di Genova. Luisella Berrino, giornalista e operatrice culturale, ricorderà lo scrittore Nico Orengo, scomparso di recente.
Domenica 31, alle 16,30, al Centro “Le Rose” di San Biagio della Cima, Mauro Magliani riceverà il Premio “Frontiere-Biamonti Pagine di Liguria”. Seguirà il saluto agli intervenuti di Massimo Salsi, sindaco di San Biagio della Cima. Infine Giorgio Bertone, Professore Ordinario di Letteratura Italiana all’Università di Genova, chiuderà la Rassegna.
Francesco Mulè

Olio ligure Dop per il Pesto genovese



Nuovi scenari e opportunità commerciali potrebbero portare rinnovato slancio alla filiera olivicola d’eccellenza ligure. La notizia giunge dal Presidente del Consorzio per la tutela del Pesto genovese Andrea Della Gatta, che è stato ospite della trasmissione “Occhio alla Spesa” lo scorso venerdì su Rai Uno.
Durante la trasmissione, interamente dedicata al pesto, il Presidente Della Gatta ha spiegato che il Pesto genovese ha intrapreso il cammino che lo porterà a ricevere un importante riconoscimento da parte dell’Unione Europea: si tratta del marchio di qualità STG (Specialità Tradizionale Garantita), grazie al quale la ricetta tradizionale del Pesto genovese potrebbe presto entrare nel novero dei prodotti garantiti.
Tra gli ingredienti necessari per la preparazione del Pesto genovese, Andrea Della Gatta ha menzionato anche l’Olio Extra Vergine di Oliva Dop Riviera Ligure, che affiancherà altri prodotti tutelati dalla Dop come il Basilico Genovese, il formaggio Pecorino e il Parmigiano Reggiano.
“Le qualità organolettiche del’Olio Extra Vergine Dop della Riviera Ligure – ha dichiarato a margine il Presidente della Dop dell’olio Francesco Bruzzo – sono ormai ampiamente riconosciute e dimostrate. Nella preparazione di un pesto genovese tradizionale non poteva quindi mancare un prodotto d’eccellenza della Liguria come l’Olio Extra Vergine Dop Riviera Ligure che, grazie agli strumenti di certificazione e tutela predisposti, potrà garantire al Pesto genovese Stg tanto le caratteristiche di tipicità quanto i corretti valori nutritivi, a tutto vantaggio della salute dei consumatori”.
L’inserimento dell’Olio Dop Riviera Ligure nella ricetta del Pesto genovese Atg rappresenta un’opportunità per tutta la filiera olivicola, che potrà così beneficiare di un sensibile aumento della domanda di prodotto ligure certificato e tutelato.

La candidata Cristina Barabino allo stadio

Nel pomeriggio di ieri Cristina Barabino, candidata alle elezioni regionali per Biasotti presidente, si è recata nella sede della tifoseria organizzata della Sanremese Calcio per un incontro informale con i supporter matuziani. Ad accoglierla c'erano i responsabili dei club che le hanno fatto vedere i cambiamenti e le ultime novità che sono state apportate nella loro piccola ma ricca sede, ricca sopratutto di cimeli e ricordi di un passato neppure troppo lontano che ha visto la Sanremese giocare ad alti livelli in campionati prestigiosi.
Alla Barabino i tifosi hanno regalato gagliardetti ed altri gadget della Sanremese, ringraziandola per il suo attaccamento sportivo ai colori biancoazzurri che risale agli inizi degli anni '80.
“A rotazione alcuni politici vengono allo stadio – hanno detto gli 'ultras' – ma solo la Barabino e Gianni Berrino si possono considerare dei fedelissimi. Ogni anno la famiglia di Cristina è una tra le prime a sottoscrivere diversi abbonamenti qualunque sia la categoria e il campionato da giocare. E' venuta con noi anche in trasferta, a Venezia, Monza, Novi Ligure e Montichiari. Questo gli va riconosciuto, ed è per questo motivo che la sua visita ci riempie di orgoglio: siamo sicuri che, aldilà della campagna elettorale, se potrà dare una mano a noi o alla società lo farà a prescindere dal suo risultato. Noi le facciamo un grosso in bocca al lupo per la sua 'competizione' con la speranza di festeggiare insieme tra un paio di mesi un doppio successo, sportivo e politico!”
Cristina Barabino, accompagnata dal marito, ha acquistato due sciarpe che i tifosivendono (lunedì, mercoledì, venerdì in via Volta dalle 18 alle 19,30) per autofinanziarsi. “In mezzo a voi – ha detto – mi sento come a casa mia. Non posso che ringraziarvi per la dimostrazione di affetto che mi avete dato anche oggi. Cercherò di essere sempre presente allo stadio quando gioca la Sanremese, e se qualche impegno me lo impedirà seguirò le sorti della squadra attraverso la radiocronaca in diretta.”

Prosegue, ad Alassio, la nuova edizione di "Parliamo di … una proposta culturale per la scuola, per l'aggiornamento, per il dibattito critico"

Venerdì 29 gennaio, alle ore 21.00, nell’Auditorium della Biblioteca “R. Deaglio”, ospite dell’iniziativa sarà il Gen. Dott. Luciano Garofano, (foto) già Comandante dei RIS di Parma, che presenterà il suo ultimo libro “Il processo imperfetto. La verità sul caso Cogne” (Rizzoli, 2009).
Nel libro Garofano racconta tutti i retroscena e molti particolari inediti sulla vicenda che ha tenuto con il fiato sospeso l'Italia intera e che continuerà a far discutere in vista del Cogne-bis, il processo sulla falsificazione delle prove all'interno della villetta.
Il 30 gennaio 2002, Samuele, tre anni, viene trovato morto nella casa dove viveva con i genitori e il fratellino. Il 21 maggio 2008, la sentenza di Cassazione ha condannato in via definitiva la madre, Annamaria Franzoni. Il giallo è stato chiuso grazie a una prova schiacciante fornita dalle analisi dirette dal comandante del Ris di Parma, Luciano Garofano. Il Bpa (esame che permette di stabilire la traiettoria degli schizzi di sangue a partire dalla forma della macchia) ha dimostrato che l'assassino indossava il pigiama della madre
Tenente colonnello dell’Arma dei Carabinieri, Luciano Garofano è laureato in Scienze Biologiche e si è specializzato in tossicologia forense. Dal 1995 comanda il Reparto Investigazioni Scientifiche di Parma, che ha competenze su tutto il Nord Italia. Ha svolto numerose perizie in casi giudiziari di risonanza nazionale, tra cui la strage di Capaci, strage di Erba, il caso di Donato Bilancia, il delitto di Cogne.
Insegna "Tecniche delle investigazioni scientifiche" presso la facoltà di giurisprudenza dell'Università del Salento.
È autore di diversi libri fra i quali “Delitti Imperfetti Atto I e II” per M. Troppa Editore, “Delitti e Misteri del Passato” per Rizzoli e “Casi Freddi” per Cairo.
Nel 2004 ha pubblicato “Delitti imperfetti. Sei casi per il Ris di Parma” (Marco Tropea Editore), che ha ispirato l’omonima fiction televisiva trasmessa da Mediaset.
L’incontro con il Luciano Garofano sarà condotto dal prof. Antonio Tassara
Gli studenti che parteciperanno all’incontro potranno richiedere il credito formativo.

PER IL CLUB TENCO UNA GIORNATA AD ACQUI TERME E UN PRESTIGIOSO PREMIO A BARCELLONA

Il Comune di Acqui Terme (Alessandria) ha deciso di dedicare al Club Tenco una giornata speciale, che si terrà il 5 febbraio e sarà ricca di eventi, tra i quali particolarmente rilevante l’annuncio ufficiale che il festival della canzone “BarnaSants” di Barcellona ha assegnato un importante premio allo stesso Club Tenco e a Roberto Vecchioni. La giornata va sotto il titolo “Acqui a Barcellona”: il Comune di Acqui è infatti sponsor di questa trasferta “gastronomico-culturale” in Catalogna, insieme alla Provincia di Alessandria, la terra natale di Luigi Tenco. I due enti sono stati già sponsor gastronomici del Premio Tenco 2009.
Il “Festival de cançó BarnaSants”, giunto alla 15ª edizione, è un’importante e autorevole manifestazione musicale che si svolge nell’Auditorium della capitale catalana in un arco di tempo tra gennaio e marzo. Ospita numerosi artisti di pregio provenienti da vari Paesi, tra cui alcuni italiani. Per il 2010 i concerti sono ben 83 e gli italiani in programma sono Roberto Vecchioni, Gianmaria Testa e Giua. Per la prima volta il festival assegna quest’anno un premio internazionale ad artisti e operatori che si siano particolarmente segnalati nel campo della canzone d’autore, e la scelta è caduta subito sul Club Tenco e su uno dei cantautori più cari al Club, Roberto Vecchioni. La “Rassegna della canzone d’autore” che il Club organizza a Sanremo è stata definita per l’occasione “il festival di canzone d’autore più prestigioso del mondo”. I premi saranno consegnati a Barcellona nel corso di una “due giorni” che contempla, il 10 febbraio alle 12, una conferenza stampa nella sala della Sgae, la Società degli Autori spagnola, in Passeig de Colom 6, e la sera dell’11 febbraio un concerto di Vecchioni nella sala di Luz de Gas.
Il Club Tenco è particolarmente onorato di tale riconoscimento, anche perché esiste un filo diretto e privilegiato che ha sempre legato il Club a Barcellona, documentato dalle ripetute presenze di cantanti catalani nelle rassegne sanremasche, tra cui ben quattro Premi Tenco.
Per festeggiare questo riconoscimento il Comune di Acqui Terme ha affidato a Sergio Secondiano Sacchi, responsabile dei progetti speciali del Club Tenco, il coordinamento di una serie di eventi previsti per la giornata del 5 febbraio, illustrati per l’occasione da un disegno di Sergio Staino. Il programma è eterogeneo e basato sul fatto che il Club da sempre ha considerato la canzone come uno strumento di relazione e di confronto, un’occasione per gettare ponti non solo verso altre culture, ma anche verso altre arti.
Alle ore 21, al Movicentro di Acqui, in piazza Giovanni Paolo II, si svolgerà la presentazione del festival barcellonese con ospiti due degli artisti in cartellone al “BarnaSants” 2010: Roberto Vecchioni e Giua (assente giustificato Gianmaria Testa, impegnato quel giorno in un concerto a Tolosa). Per le loro competenze musical-gastronomiche interverranno inoltre due altri amici del Club, il cantautore Giorgio Conte e il giornalista Luigi Bolognini. Negli anni scorsi gli italiani ospiti al “BarnaSants” erano stati Sergio Cammariere, Mauro Pagani e lo stesso Gianmaria Testa.
Nel corso della serata verrà poi presentato il recente doppio album “Luigi Tenco, inediti” della collana “I Dischi del Club Tenco”, a cura di Enrico de Angelis. Sarà inoltre proiettato il film di Wayne Scott “Cose del Tenco” e sarà preannunciato il nuovo film di Scott girato al “Tenco 2009”. Ma Scott Wayne girerà pure un film dal titolo “Italiani a Barcellona” che documenterà (partendo da Ricaldone, la città natale di Luigi Tenco) l’avventura catalana del Club, la storia dei suoi rapporti con la canzone catalana e spagnola, ma anche, più in generale, la realtà della comunità italiana che, tra quelle europee presenti a Barcellona, è la più numerosa. Verranno proiettate anche immagini live dalla “Rassegna della canzone d’autore”, a cura di Roberto Molteni, col titolo “Un Tenco dopo l’altro”. La serata, con ingresso libero, verrà presentata da Enrico Rapetti. Al Movicentro sarà visibile anche l’installazione scenica “Parola poetica” di Marco Nereo Rotelli, artista che collabora abitualmente con il Club Tenco.
A Palazzo Robellini, in piazza Levi, saranno invece inaugurate alle ore 17 due esposizioni che rimarranno aperte fino a domenica 7: la mostra “Dalla poesia al canto. La canzone spagnola incontra la poesia e la pittura”, viaggio tra le immagini “d’autore” (Dalí, Miró, Alberti, Tàpies e molti altri) di molte copertine di dischi, a cura di Fernando González Lucini; e la galleria fotografica “Photo Show. Quando la fotografia diventa spettacolo”, ritratti scattati al Tenco 2009 da Fabrizio Fenucci, con la postproduzione digitale di Eugenio Mengarelli.
Per maggiori informazioni: www.clubtenco.it - info@clubtenco.it

La visita di Burlando nel ponente ligure

Il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando sarà sabato 30 gennaio 2010 nell'imperiese. Alle 10.30 parteciperà a Badalucco alla cerimonia per la posa della prima pietra della scuola elementare Regione Premartin. Alle 15 Burlando sarà a Soldano per l'inaugurazione del Palazzo Comunale. Alle 16, sempre presso la sede del Comune in via Verbone, il presidente incontrerà i locali produttori di Rossese. Alle 16.30 Claudio Burlando si recherà a San Biagio della Cima dove, presso il Centro Polivalente Le Rose, incontrerà la cittadinanza e visiterà la mostra collegata al premio Frontiere-Biamonti. Infine, alle 17, Burlando sarà a Vallecrosia per l'inaugurazione del parcheggio del museo della Canzone.

60° Festival di Sanremo, dalla Regione Liguria il premio Luzzati al vincitore della "Nuova generazione"

"Un premio della Regione Liguria che vuole testimoniare la vitalità della tradizione della ceramica ligure e la creatività solare di un artista da sempre vicino ai giovani di ogni età". Con questa motivazione, la Regione Liguria, sponsor istituzionale del 60° Festival di Sanremo, in programma dal 16 al 20 febbraio, consegnerà al Teatro Ariston, il Premio Luzzati al vincitore della sezione Sanremo Nuova Generazione , dedicato al grande artista genovese scomparso tre anni fa.
L'opera in ceramica, è tratta dal disegno originale che lo scenografo Emanuele Luzzati, aveva realizzato, pochi mesi prima della sua comparsa, per il logo dell'edizione 2007 del Festival di Sanremo.
Il premio - una iniziativa nata insieme con il Museo Luzzati di Genova - è realizzato nella fornace di Celle Ligure da Marcello Mannuzza, per venticinque anni collaboratore del grande artista.

mercoledì, gennaio 27, 2010

Taggia: Giorno della Memoria

Il Giorno della Memoria, istituito con la Legge n. 211 del 20.07.2000, è un’importante occasione per meditare e riflettere sullo sterminio e sulle persecuzioni del popolo ebraico e su tutti coloro che hanno subito la deportazione, la prigionia e la morte nei campi nazisti.
La celebrazione di questo Giorno non consiste nell’apertura di un nostro archivio segreto per riportare alla luce informazioni preziose che la distrazione o, peggio, la volontà di dimenticare, tentano di nascondere.
Esercitare questa ‘memoria’ è altresì uno strumento potente per capire e per rispondere alle sollecitazioni del presente. Le guerre interminabili in Africa, l’instabilità in Iraq e in Afganistan, il Medio Oriente in fiamme, il minacciato “scontro di civiltà” dimostrano che l’odio fra le genti e le stragi di innocenti non sono una pura e semplice eredità della nostra storia.
Fare ‘memoria’ significa ancora scavare nel passato in modo selettivo guidati dalla solidarietà, dal dialogo, dal confronto e dalla valorizzazione della varietà umana (la ricchezza delle altre culture, delle altre lingue, delle altre fedi), valori universalmente condivisi ed appartenenti alla nostra natura umana.
Scaviamo allora nella nostra storia per cercarvi gli esempi di altruismo e di solidarietà; esempi forse rimasti nell’ombra ma non per questo meno rilevanti.
E’ questa infine la ‘Memoria’ che può diventare uno strumento di fiducia nel domani.
E’ questa che ci accingiamo a celebrare.
Invito tutti i cittadini a celebrare con questo spirito il Giorno della Memoria.

NASCE WWW.ZENAFACE.IT IL SOCIAL NETWORK GENOVESE. IN 20 GIORNI GIA’ 650 ISCRITTI. E’ MARASSI IL QUARTIERE CHE “CLICCA” DI PIU’

In meno di un mese ha già superato i 600 iscritti, si chiama Zenaface ed è il nuovo Social Network genovese, del tutto simile ai famosissimi Facebook e Twitter, realizzato da Davide Romanini e Enrico Battilana già autori del portale www.zenazone.it, uno dei più seguiti in ambito genovese.
Su Zenaface c'è chi ritrova un vecchio amico perso di vista, chi passa il tempo chattando o discutendo nel forum, chi fa il proprio blog o la propria photogallery ma anche chi si collega dal Venezuela per sentire ancora, dopo tanti anni, profumo di Genova.
Zenaface è bello perché ora cresce da solo: tramite i gruppi tematici gli utenti si uniscono tra di loro in base ai loro interessi e così è nato in breve tempo un gruppo di fotografi che si scambiano consigli mostrandosi le proprie immagini, altri utenti si stanno impegnando nella realizzazione di una "mappa della focaccia" indicando i panifici e le focaccerie dove si trova la focaccia migliore, gli appassionati delle due ruote si stanno già organizzando per escursioni sulle rispettive bike non appena il tempo lo permetterà, chi non sa stare senza un libro scambia consigli e recensioni nel relativo gruppo.
Ci sono poi i fans di De Andrè, dei Beatles e le buone forchette dell'"Angolo dei golosi", non mancano ovviamente i gruppi dei tifosi di Genoa e Sampdoria e se è vero che i maschi iscritti sono ancora in maggioranza rispetto alle femmine è altrettanto vero che alcune ragazze che hanno messo una o più foto stanno spopolando come numero di click al loro profilo: al momento le potenziali "Miss Zenaface" sono Valeria, Margherita, Stefania, Paola e Laura.
Zenaface è bello anche perché i suoi "inquilini" si sentono a casa e si aiutano tra di loro, spesso proponendo la propria professionalità: la fotografa Laura Jelenkovich, che ha al suo attivo reportage in tutto il mondo, offre ogni mese un corso personalizzato scontatissimo a chi fa la foto più bella su un determinato tema, Sergio invece, campione italiano di vela classe "DREAM" offre a tutti gli altri iscritti il "battesimo del mare" sulla sua barca a vela.